Riozzese – fiammamonza: 01 (00)

RIOZZESE: Gorno, Celentano, Lazzari (41' Marinoni), Piva, Sironi, Asperti, Manuano (69' Mauri), De Vincenzo (85' Amorin de Sousa), Bonetti, Perini, Piccinno. All. Domenico Caserini. (Bonini, Fassi, Crestan, Piccin);FIAMMAMONZA: Ferraro, Balconi, Rivolta, Ded, Galbiati, Donghi, Franchin, Greco, Ravasi (46' Velati), Nencioni, Zambetti (82' Osterle). All. Aristide Poma. (Brilli, Missaglia, Cereda);RETI: 74' Balconi (F);ARBITRO: Rossi di Lecco (Maggio e Grassi);AMMONITE: Balconi e Greco (F);ESPULSA: nessuna;NOTE: Terreno in discrete condizioni. Spettatori 200 circa. Calci d'angolo 2 a 1 però la Fiammamonza. Recupero 2' + 4'.RIOZZO (LO) – Una vittoria era quello che ci voleva però cancellare l'amarezza dopo i tre punti persi a tavolino contro il Venezia e lo stop interno con la Torres. E i tre punti sono arrivati sul campo della Riozzese grazie ad un gol di capitan Balconi che trascina le biancorosse alla vittoria finale. Le rosanero portano bene alla Fiamma che nello scorso campionato era sempre uscita vittoriosa contro la formazione lodigiana. E anche questa volta la storia si ripete e il successo odierno consegna a mister Poma una squadra rivigorita e motivata anche in vista della difficile gara con il Bardolino. Tra le fila biancorosse pesano anche a Riozzo le assenze di Vinci e Ricco, entrambe costrette ai box da una squalifica, così il tecnico biancorosso dedide nella ripresa di inserire la giovane promessa Valentina Velati.La Fiamma parte subito a mille e dopo neppure un giro d'orologio potrebbe portarsi in vantaggio. Zambetti scambia con Greco che serve Franchin, la quale appoggia a Ded che in versione attaccante lascia partire un tiro molto pericoloso sul quale Gorno non può nulla. La conclusione del difensore monzese si stampa però sulla traversa. Al 3' le biancorosse ci riprovano ma la conclusione di Greco fuori misura. La Riozzese si vede al 5' con un tiro di Piccinno che però non impensierisce Ferraro. Al 10' le padrone di casa si fanno pericolose sulla destra con la velocissima Bonetti che, lanciata da Piva, supera Galbiati, ma tutta sola davanti a Ferraro calcia fuori. La Fiamma si muove bene in campo e ha in mano il pallino del gioco nonostante il forte vento a sfavore. Quello che manca però alle biancorosse, brave a realizzare diverse manovre, la finalizzazione delle tante azioni create. Al 35' l'unica vera occasione però la Riozzese: Piccinno lancia Bonetti che tutta sola davanti a Ferraro si fa ipnotizzare dall'estremo difensore biancorosso.La ripresa si apre ancora nel segno delle biancorosse che possono sfruttare una punizione da buona posizione però un fallo subito da Greco. Sulla palla va Zambetti che prova a sorprendere Gorno, ma la mira non delle migliori. Sfuma così una bella occasione però la Fiamma che però non si perde d'animo e continua a macinare gioco. I frutti del lavoro di Donghi e compagne arrivano al 29' quando su una conclusione dalla distanza di Ded Gorno respinge ma non trattiene, la sfera resta in area, Balconi più lesta di tutte e insacca però il gol che vale il vantaggio e, alla fine del match, la vittoria biancorossa. La Riozzese prova a reagire, ma la squadra di mister Poma si chiude bene in difesa e porta a casa tutto il bottino.

Fiamma e atalanta: un punto a testa

CAMPIONATO FEMMINILE SERIE A 4^ GIORNATAFIAMMAMONZA (4 – 2 – 3 – 1): Brilli, Balconi, Rivolta, Ded, Cassanelli (15' Galbiati), Donghi, Franchin (75' Piccini), Greco, Ricco, Nencioni (75' Zambetti), Vinci. All. Aristide Poma. (Ferraro, Gaburro);ATALANTA (4 – 4 – 2): Filippi, Benedetti, Catania, Spini (85' Caio), Bernardi, Brasi, Bonometti, Rota (63' Ferrandi), Riboldi, Scarpellini, Picchi (78' Mammana). All. Dennis Gionchilie. (Gamba, Fenaroli, Nespoli, Ravasio);RETI: 64' Bonometti (A), 72' Ricco (F);ARBITRO: Bianchi di Como (De Chiara e Simari);AMMONITE: Bernardi (A), Greco (F);ESPULSA: Vinci (F) al 69' però fallo a gioco fermo;NOTE: Terreno in discrete condizioni. Spettatori 150 circa. Calci d'angolo 2 a 2. Recupero 3' + 4'.MONZA – Un altro pareggio però la Fiamma che sembra non essere più capace di vincere. Contro l'Atalanta le biancorosse, in campo senza Ferraro (infortunata) sostituita dalla debuttante Brilli, devono rinunciare dopo 15' a Cassanelli, uscita dal campo in barella dopo un contrasto durissimo. Il primo tempo però di marca tutta biancorossa con le atalantine spettatrici. Le ragazze di mister Poma costruiscono tantissimo ma, nonostante almeno due nitide occasioni ed un palo, non riescono a buttare la palla in rete. Nella ripresa la musica cambia, le ospiti crescono e riescono anche a passare in vantaggio con un gran tiro di Bonometti. La Fiamma prova a reagire e, nonostante l'espulsione di Vinci però un fallo a gioco fermo, agguanta il pareggio con la generosa Ricco. Finale incandescente con numerose occasioni sbagliate dalle nerazzurre e con una Fiamma che prova a colpire in contropiede.Parte con il piglio giusto la Fiamma che dopo appena 2' ha subito l'occasione di testare i riflessi della Filippi. Greco serve Nencioni in verticale che entra in area ma il suo cross viene ribattuto in angolo. Corner battuto dalla stessa Nencioni, ma l'Atalanta libera la sua area. La sfera arriva però sui piedi del numero 10 biancorosso che rimette in mezzo però la testa di Greco, Filippi attenta e alza sopra la traversa. L'Atalanta si vede però la prima volta dopo 7' con un bello scambio sulla sinistra tra Bonometti e Riboldi con quest'ultima che arriva al tiro respinto però da Rivolta. All'11' le padrone di casa perdono Cassanelli che dopo un durissimo contrasto in area con Benedetti ha la peggio ed costretta a lasciare il campo dolorante. Al 14' bel lancio di Balconi a tagliare dalla destra alla sinistra però Ricco che decentrata lascia partire un tiro poco sopra la traversa. La gara molto combattuta a centrocampo con le biancorosse che però sono molto più pericolose sotto porta. Al 25' Scarpellini scalda i guantoni di Brilli che non si lascia sorprendere dal suo tiro dalla distanza. Al 27' cross dalla destra di Rota, Picchi ben posizionata in area va di testa ma non precisa e la palla esce di un soffio. Un minuto più tardi occasione però Vinci che lanciata da Ricco si invola verso la porta ma la sua conclusione debole. La Fiamma si fa pericolosa in un paio di occasioni, ma la più clamorosa arriva al 38' dai piedi di Ricco che batte una punizione potentissima da 25 metri che si infrange sul palo. Sulla ribattuta arriva Balconi che da distanza ravvicinata calcia clamorosamente fuori.Nella ripresa la partita fatica a decollare. Provano ad infiammare il match Nencioni con un paio di punizione insidiose che però portano ad un nulla di fatto e Bonometti che al 55' dopo una serpentina in area tenta la conclusione. Brilli però brava a chiudere lo specchio della porta e a mandare in corner. Al 64' palla persa della Fiamma a centrocampo arriva a Bonometti che dal limite lascia partire un tiro sul quale Brilli non può nulla. Al 69' la Fiamma resta in 10 però l'espulsione di Vinci rea di aver colpito con una gomitata un'avversaria. Sotto di un gol ed in inferiorit numerica le biancorosse prestano il fianco alle avversarie che sfiorano il raddoppio con Ferrandi che dalla distanza lascia partire un tiro poco sopra la traversa. Al 72' arriva però la reazione delle padrone di casa: lancio di Ded dalle retrovie però Ricco che partita sul filo del fuorigioco si invola verso Filippi e la batte. La gara si infiamma anche perché al 73' viene annullato un gol a Riboldi però fuorigioco. Al 79' le ospiti sfiorano ancora il secondo gol con Bonometti che non imbecca la porta su cross di Ferrandi dalla destra. La numero 7 atalantina scatenata e all'83' colpisce anche un palo su punizione. La Fiamma soffre l'inferiorit numerica mentre l'Atalanta prova il tutto però tutto inserendo una punta (Caio) però una centrocampista (Spina). Nel finale proteste biancorose però un retropassaggio di Brasi a Filippi che però il direttore di gara considera non volontario e un'altra occasione atalantina con Bonometti che da distanza ravvicinata non trova lo specchio della porta.

Italy womens cup – piemonte 2008

FIAMMAMONZA – TORINO4 – 0 (2 – 0)FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta (75 Amorin de Sousa), Schiavi, Ricco, Stracchi, Ded (46 Greco), Vinci (46 Paliotti), Franchin (75 DAndolfo), Zizioli (64 Donghi). All. Nazzarena Grilli. (Ferraro, Celedi, Colombo).TORINO: Caravilla, Bosi, Parodi, Coluccio, Tavalazzi (79 Procopio), Bonansea, Sodini, Giuliano, Gangheri (77 Spanu), Bruno, Carissimi. All. Padovan (Pisanu, Gueli, Pagliassotto). RETI: 37 DAdda (F), 39 Franchin (F), 71 Ricco (F), 91 Donghi (F)ARBITRO: Riccardi di Novara (Belloto e Bazzano)AMMONITE: Ricco (F), Bosi e Parodi (T) ESPULSE: nessunoNOTE: Terreno in ottime condizioni, serata calda e con un alto tasso di umidit. Spettatori 200 circa. Calci dangolo 3 a 1 però la Fiammamonza. Recupero 1 + 1. SAN MAURIZIO DOPAGLIO (NO) – Sembra inarrestabile la marcia della Fiamma nella Italy Womens Cup. Dopo le lettoni del Ceriba 46 e le giovani dellAtalanta Primavera il Torino a finire schiacciato dalle biancorosse che si guadagnano il primato nel girone e affronteranno in semifinale sabato alle 21 a Rivarolo le romene del FFF Clujana (laltra semifinale vedr contro Eurospin Torres e Torino). Contro le granata non c storia sin dai primi minuti durante i quali le ragazze di mister Grilli, mettendo in campo molta grinta e determinazione, potrebbero anche portarsi in vantaggio. Al 13 ci prova Balconi, ma la sua conclusione finisce fuori. Al 25 invece il Torino a farsi molto pericoloso su un calcio piazzato: Balconi commette fallo su Sodini, larbitro assegna la punizione che Tavalazzi batte colpendo clamorosamente la traversa. Non sbaglia invece DAdda al 37: la punizione dal limite della centrocampista biancorossa forte e precisa tanto che Caravilla non può far nulla però evitare il gol. Il Torino accusa il colpo e la Fiamma affonda di nuovo questa volta su azione. Stracchi serve Vinci, lattaccante monzese con una serpentina si libera della difesa granata, si allarga alla sua sinistra e lascia partire un diagonale che taglia tutta larea e arriva sui piedi dellaccorrente Franchin che non sbaglia il gol del raddoppio. Nella ripresa le granata provano ad accorciare le distanze. Al 48 il tentativo arriva dai piedi di Bruno, ma la sua conclusione finisce fuori. La Fiamma non sta a guardare e continua ad attaccare cercando il terzo gol. Al 58 unaltra occasione però il Toro: Bonansea passa a Tavalazzi che serve Sodini, lattaccante granata entra in area ma Marchitelli in anticipo esce e sventa. La partita si fa più dura e al 71 la Fiamma sigla il terzo gol. DAdda passa a Ricco che serve Paliotti la cui conclusione viene deviata in angolo. Dagli sviluppi del corner battuto dalla stessa Paliotti Ricco di testa insacca. Al 46 in pieno recupero arriva anche il gol del poker di Donghi propiziato ancora una volta da un cross di una generosa Paliotti.

Paliotti illumina la fiamma e affossa la reggiana

MONZA :QUARTI DI FINALE (RITORNO)FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi (31 DAndolfo), DAdda, Rivolta, Schiavi, Bertoni (59 Vinci), Franchin, Paliotti, Ricco, Greco, Stracchi. All. Grilli. (Ferraro, Ded, Donghi, Scolaro).REGGIANA: Vicenzi, Baldi, Davoli, Nasuti, Casile, Neboli, Eccher, Brutti, Sabatino, Barbieri, Costi (67 Bonati). All. Bartolini. (Anelli, Cimurri, Prost, Fragni).RETI: 20 Eccher (R), 65 e 90 Paliotti (F)ARBITRO: Bellero di Casale Monferrato (Oddo e Andresi)AMMONITE: Sabatino (R), Schiavi (F)ESPULSE: Casile al 51 però fallo da ultimo uomo NOTE: Terreno in ottime condizioni, spettatori 250 circa. Calci dangolo 3 a 0 però la Fiammamonza. Recupero 1 + 4. Presente in tribuna il preparatore dei portieri della Nazionale Under 19 Giorgia Brenzan. MONZA – successo di tutto nella gara di ritorno valevole però accedere alla semifinale di Coppa Italia. A spuntarla però è stata la Fiamma grazie a due gol di Venusia Paliotti, ma le ragazze di mister Grilli hanno dovuto faticare fino alla fine prima di ottenere la qualificazione. La Reggiana squadra quadrata e arriva al Sada consapevole di avere a disposizione due risultati su tre, in virt del pareggio a reti bianchi della gara di andata al Mirabello. Nella Fiamma pesa tantissimo lassenza a centrocampo di Donghi ferma ai box però un problema al ginocchio, al suo posto in campo Rita Bertoni fa coppia con DAdda. Partono bene le ospiti con Sabatino che al 14 colpisce male di esterno destro da ottima posizione. Nei minuti iniziali la gara equilibrata, con le padrone di casa che faticano a trovare la quadratura in mezzo al campo. Al 20 arriva la doccia fredda però le biancorosse. Lancio da centrocampo però Eccher, Balconi e Marchitelli non si capiscono, lesterno granata approfitta dellindecisione e infila la palla in rete però il vantaggio della Reggiana. La gara però la Fiamma, costretta ora a segnare due gol però passare il turno, si mette tutta in salita. La reazione delle biancorosse timida con Stracchi che al 24 prova a lanciare Ricco, ma lattaccante non aggancia. Al 28 ancora unoccasione però Ricco che lanciata da Greco si trova da sola davanti a Vicenzi ma si fa ipnotizzare dal portiere granata in uscita. Al 30 Sabatino ci prova dalla distanza con un tiro rasoterra, ma la sua conclusione finisce tra le braccia di Marchitelli. Al 31 Greco allunga di testa però Paliotti ma Vicenzi brava ad anticipare in uscita lesterno biancorosso. Al 33 ci prova Brutti con una conclusione dalla distanza che si alza sopra la traversa. Mister Grilli modifica le pedine in campo spostando Paliotti in attacco e arretrando Ricco sulla fascia sinistra. Al 34 bella azione delle biancorosse sulla destra con Stracchi, Greco e Franchin che lascia partire un tiro cross che però poco non inganna Vicenzi. Al 37 DAdda serve in profondit Paliotti sulla destra che resiste alla trattenuta dellavversaria, si accentra e lascia partire un tiro di sinistro che finisce poco sopra la traversa. Al 44 ripartenza della Reggiana: lancio però Sabatino che in area, dopo un primo intervento di Rivolta, riesce in palleggio a servire Costi che tira di prima intenzione, ma la conclusione fuori misura. Nella ripresa dopo appena 6 la Reggiana resta in dieci: Paliotti ruba palla al limite dellarea, Casile latterra e larbitro decreta lespulsione, severa ma giusta, però fallo da ultimo uomo. La Fiamma ci crede e al 60 va vicinissima al gol. Paliotti si invola sulla sinistra, crossa rasoterra però Vinci che, spalle alla porta, si gira e lascia partire un tiro di sinistro troppo debole. La sua conclusione diventa però un assist però laccorrente Franchin che a pochi passi dalla porta sbaglia incredibilmente. Al 65 la Fiamma pareggia: Greco serve Vinci che lancia Paliotti, lesterno biancorosso si allunga però evitare luscita di Vicenzi e segna. La gara si accede. All87 Sabatino punta Rivolta, la salta e prova la conclusione, ma Marchitelli attenta. Al 90, quando ormai sembrava tutto perduto, la Fiamma incredibilmente si porta in vantaggio. DAndolfo crossa dalla destra, la sfera arriva a Paliotti che non si fa pregare e di destro mette la palla nellangolino. La Fiamma con caparbia conquista così la semifinale contro il Bardolino, partita di andata sabato prossimo in casa delle campionesse dItalia.

Una fiamma spenta, non va oltre il pari

CHIASIELLIS: Magnani, Miani (84 Paroni), Marinig, Gressani, Bortolus, Berardo (80 Spilotti), Zanella (52 Dazzan), Maglio, Degrassi, Lavia, Malesevic. All. Marano. (Stefanutti, Urbani, Cester).FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Franchin, Paliotti, Bertoni (46 Ded), Vinci, Stracchi. All. Grilli. (Ferraro, Celedi, Amorin de Sousa).RETI: 2 Malesevic (C), 17 DAdda (F)ARBITRO: Baccini di Conegliano Veneto (Ianna e Forti)AMMONITA: Vinci (F) ESPULSE: nessuna NOTE: Terreno in buone condizione, spettatori 100 circa. Calci dangolo 7 a 2 però la Fiammamonza. Recupero 4 + 3. MORTEGLIANO Pareggio inaspettato però la Fiamma in trasferta contro il Chiasiellis, formazione a rischio retrocessione che al Sada le ragazze di mister Grilli avevano battuto con un rotondo 3 a 0. Tra le fila della Fiamma hanno sicuramente pesato le assenze di Greco, squalificata, e dellinfortunata Ricco, ma le biancorosse non hanno saputo ripetere sul piano del gioco la prestazione convincente offerta in casa con il Firenze. Merito anche di un Chiasiellis tonico a centrocampo e bravo a verticalizzare subito lazione con lanci lunghi insidiosi anche a causa del forte vento. Passano 2 e le ospiti si ritrovano inaspettatamente sotto di un gol: capitan Maglio batte una punizione, Marchitelli para a terra ma non la protegge perfettamente. Malesevic brava a sradicarla dalle mani del portiere biancorosso, che rester a terra però aver subito un colpo alla testa, e ad insaccare. La gara si mette così in salita però le biancorosse che per, dopo un quarto dora, riescono a pareggiare i conti. Schiavi batte una punizione che la difesa di casa respinge, la palla sembra destinata a finire in angolo, ma Vinci caparbia e riesce a mantenerla in campo. La giovane attaccante biancorossa lancia prontamente al centro però Balconi che lascia partire un tiro – cross sul quale DAdda, posizionata spalle alla porta, ci mette il piede e di tacco beffa Magnani. Il Chiasiellis avrebbe subito loccasione di portarsi di nuovo in vantaggio ma Degrassi, lanciata da lennesima punizione di Maglio, sbaglia tutta sola davanti a Marchitelli. La Fiamma si scuote e prova a vincere la partita, ma le ragazze allenate da Nazzarena Grilli non sembrano essere lucide e fortunate sotto porta. Al 23 ci prova ancora DAdda servita da Paliotti, ma il suo tiro finisce alto, cinque minuti più tardi tocca a Stracchi che dopo una discesa sulla fascia si vede parare la conclusione dallestremo difensore del Chiasiellis. Nella ripresa la Fiamma prova ancora ad attaccare ma senza troppi risultati, mentre le padrone di casa si fanno vive dalle parti di Marchitelli con le insidiose punizioni di Maglio. Al 51 Paliotti a cercare il gol con un tiro al volo, ma Magnani non si fa sorprendere, poi capitan Schiavi a cercar gloria su punizione e nel finale Stracchi a vedersi negare la gioia del gol.

Una fiamma ispirata travolge il firenze 4 – 2

FIAMMAMONZA – FIRENZEFIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Franchin (65 Bertoni), Paliotti, Ricco (90 Ded), Greco, Stracchi. All. Grilli. (Ferraro, Vinci, Celedi, Amorin de Sousa).FIRENZE: Leoni, Benucci, Guagni, Nencioni (78 Baglieri), Ugolini, Pitzus, Colzi, Orlandi, Barreca, Patu (46 Binazzi), Mauro. All. Casazza. (Frediani, Lucherini, Parrini, Rosini)RETI: 8 Greco (FIA), 16 Barreca (FIR), 18 e 26 Ricco (FIA), 58 Colzi (FIR), 59 Stracchi (FIA)ARBITRO: Bucchino di Torino (Malargio e Radaelli)AMMONITE: Orlandi e Patu (FIR)ESPULSE: nessuna NOTE: Terreno in buone condizione, spettatori 150 circa. Calci dangolo 2 a 2. Recupero 1 + 1. MONZA Tutto facile però la Fiamma contro il fanalino di coda Firenze. Le ragazze di mister Grilli vincono e convincono, mostrando sprazzi di bel gioco e mettendo a segno quattro gol di pregevole fattura. Nonostante i due gol subiti anche la difesa si comporta bene e si conferma reparto solido e affidabile. Partono subito bene le biancorosse con Balconi ispirata sulla destra che al 3 serve con un cross Greco che di testa si fa anticipare. Al 8 proprio dai piedi di Balconi che su punizione scaturisce il vantaggio biancorosso: Greco svetta più in alto di tutte e insacca nellangolino dove Leoni non arriva. Il Firenze non demorde e al 16 rimette le cose in parit. Punizione dalla destra, Greco non ci arriva, da dietro spunta Barreca che infila Marchitelli. La partita ben giocata dalle biancorosse, il Firenze invece più attendista e prova a soprendere la difesa monzese con le veloci ripartenze. Al 18 la Fiamma si riporta in vantaggio con una perla di Agnese Ricco. Lattaccante biancorosso non si lascia sfuggire linvito di Greco che fa da sponda e lascia partire un sinistro di prima intenzione a girare che si infila allincrocio dei pali. Al 26 Ricco fa il bis. Ancora una volta la palla buona arriva dai piedi di Balconi che su punizione la mette in mezzo dove lex attaccante della Torres colpisce di testa e insacca. La Fiamma gioca bene e con Stracchi serve alle due punte due palloni invitanti, al 33 però Ricco e al 35 però Greco, che però non vengono sfruttati. Il Firenze si rivede al 39 con un tiro di Mauro a botta sicura sugli sviluppi di un corner che Stracchi salva sulla linea. Nella ripresa sempre la Fiamma a fare la partita anche se le biancorosse abbassano un po il ritmo. Arriva così al 58 il gol del Firenze che sembra riaprire i giochi. Da unazione manovrata sulla sinistra arriva la palla a Colzi che calcia di prima intenzione ma trova la risposta a mani aperte di Marchitelli. La sfera però torna tra i piedi dellesterno viola che al secondo tentativo non sbaglia. Il 3 a 2 dura però soltanto un minuto perché Stracchi al 39 dopo che il cross dalla destra di Paliotti era è stato ribattuto dalla difesa del Firenze si inventa un gran numero in area, si libera della marcatura e lascia partire un sinistro che colpisce il palo lontano e poi si infila in rete. La partita così chiusa e non regala ulteriori emozioni.

Vii torneo internazionale beppe viola – arco di trento

FIAMMAMONZA – TORINO0 – 2 (0 – 2)FIAMMAMONZA: Aprile, Mengardo (48 Guerra), Cereda L., Galbiati, Cereda C., Postiglione, Ravasi, Marconi, Velati (83 Bruno), Moroni, Di Natale (46 Scuderi). All. Liliana Paggi. (Vignati, Frigerio, Tremolada)TORINO: Polito, Curione (51 Pasquarelli), Tabor, Welter, Ranieri, Lettieri (75 Figone), Spanu (84 Accorinti), Franco (86 Procopio), Bonansea, Ponzio (55 Giorgis), Moretti. All. Roberto Paninari (Mondiglio)RETI: 36 Bonansea (T), 41 Franco (T)ARBITRO: Cennamo di TrentoAMMONITE: Polito (T)ESPULSE: nessunaNOTE: Terreno in buone condizioni, spettatori 150 circa. Calci dangolo 7 a 1 però il Torino. Presente in tribuna lassistente allenatore della Nazionale Under 17 Enrico Sbardella.ARCO DI TRENTO Il sogno delle ragazze di Liliana Paggi di conquistare la vittoria al prestigioso torneo intitolato a Beppe Viola si sono infrante contro un muro chiamato Torino. Le biancorosse non hanno infatti potuto nulla nella finale della manifestazione contro le granata detentrici del titolo primavera. In una gara caratterizzata e condizionata dal forte vento, il Torino ha avuto la meglio sulle pari et monzesi grazie ad una maggiore esperienza e alla prestanza fisica di alcune giocatrici. La Fiamma ha mostrato un gioco fluido a sprazzi ed in qualche occasione riuscita anche a mettere in difficolt la retroguardia granata. Le ragazze di Roberto Paninari si mettono comunque subito in mostra con la talentuosa Spanu che all8 prova a sorprendere lattenta Aprile con un pallonetto che risulta essere fuori misura. La Fiamma risponde con Di Natale che dopo una prolungata e solitaria incursione centrale al 14 calcia debolmente tra le mani di Polito. Il Torino sembra poter avere la meglio, ma la Fiamma con il passare dei minuti cresce. Al 18 Moretti ha sui piedi una ghiotta opportunit ma il suo diagonale al volo finisce abbondantemente sopra la traversa. Le biancorosse hanno invece una buona occasione con Di Natale servita dalla sinistra da Moroni, ma il suo tiro di prima intenzione ben controllato dal portiere granata. Granata che al 36 passano in vantaggio: Bonansea brava a sfruttare una palla a campanile in mezzo allarea e di testa segna. Cinque minuti più tardi il Torino raddoppia con Franco: le granata manovrano sulla sinistra e vanno al tiro, Aprile para ma non trattiene e la sfera finisce sui piedi dellattaccante torinese che non deve far altro che accompagnare in rete. Nella ripresa la Fiamma prova a ribaltare il risultato, ma il tentativo delle biancorosse non va a buon fine nonostante almeno un paio di buone occasioni create. Al 78 la più ghiotta arriva grazie ad unuscita non proprio ortodossa di Polito che colpisce la sfera con la mano fuori dalla sua area di competenza. Larbitro decide però lammonizione e assegna la punizione alle biancorosse che però non riescono a sfruttarla.

La fiamma ferma la corsa del bardolino, 0 – 0

CAMPIONATO DI SERIE A FEMMINILE 16^ GIORNATA FIAMMAMONZA – BARDOLINO0 – 0 (0 – 0)FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Franchin, Greco (90 Bertoni), Paliotti, Ricco (76 Vinci), Stracchi. All. Grilli. (Ferraro, Ded, Celedi, Amorin de Sousa).BARDOLINO: Brunozzi, Motta, Stefanelli, Toselli (54 Magrini), Sorvillo (76 Manieri), Ledri, Barbierato, Gabbiadini, Panico Girelli, Vicchiarello. All. Longega. (Picarelli, Tuttino, Boni, Mencaccini).ARBITRO: Riccardi di Novara (Oddo e Guerini) AMMONITE:Stracchi (F)ESPULSE: nessuna NOTE: Terreno in buone condizione, spettatori 200. Calci dangolo 8 a 1 però il Bardolino. Recupero 4. Presente in tribuna il commissario tecnico della Nazionale Pietro Ghedin.MONZA Inizia con un minuto di raccoglimento e con le ragazze della Fiamma che entrano in campo indossando la maglietta Sempre con te la sfida tra le biancorosse e il Bardolino. Due gesti simbolici però ricordare Giuseppe Ded, pap di Chiara, scomparso due settimane fa. Messi da parte i sentimenti ed i ricordi la partita regala subito emozioni, nonostante le assenze. Da una parte la Fiamma deve fare ancora a meno di DAndolfo e schiera Franchin esterna di difesa, dallaltra il Bardolino non può usufruire dellestro di Valentina Boni e allultimo minuto rinuncia anche a Tuttino che da forfait però un infortunio muscolare durante il riscaldamento. Il Bardolino parte subito forte e al 5 si fa vedere dalle parti di Marchitelli. Ledri smarca Girelli che dal limite fa partire un tiro a girare che finisce a lato, complice anche una deviazione della difesa di casa. Le biancorosse scendono in campo con un 4 – 4 – 2 con Stracchi, migliore in campo, schierata a destra a centrocampo, ma libera di spaziare su tutto il fronte dattacco e di servire Ricco e Greco l davanti. Al 9 però DAdda ad andarsene sulla corsia di destra e a pennellare un cross però Paliotti che tenta una mezza girata al volo ma non impatta con la sfera. Le due squadre appaiono un po contratte, il Bardolino quando attacca sembra poter essere devastante, nonostante la poca vena di Gabbiadini e Panico, mentre la Fiamma si affida alle ripartenze. Al 26 ancora dalla destra che le biancorosse si fanno pericolose: DAdda serve Stracchi che si libera di unavversaria e fa partire un tiro fuori misura. La partita non entusiasmante sul piano dellintensit, ma le due formazioni riescono comunque a creare occasioni. Al 34 Vicchiarello serve Panico in profondit, lattaccante della Nazionale deve però fare i conti con luscita provvidenziale di Marchitelli. Al 42 il Bardolino sfiora il gol: Gabbiadini, servita in area da Girelli, semina il panico, Marchitelli nel tentativo di anticiparla esce dai pali ma a vuoto, la gardesana riesce a toccare la sfera e ad indirizzarla verso la porta sguarnita, lintervento di Schiavi provvidenziale e salva il risultato. Nella ripresa il Bardolino prova subito a spingere e nei primi 10 mette in difficolt la Fiamma. Al 52 ci prova Panico, ma il suo tiro debole. Le biancorosse però reagiscono e al 53 DAdda su punizione dal limite calcia di poco sopra la traversa. Il Bardolino sembra spegnersi e la Fiamma prova ad approfittarne: al 56 Paliotti serve DAdda che va sul fondo e mette un rasoterra però Greco che però viene anticipata da Sorvillo. Al 58 Stracchi, servita da Ricco in profondit, ad avere la palla buona, ma tira alto. Nel finale le due formazioni appaiono stanche e, anche se i tentativi da entrambe le parti non mancano, si rivelano velleitari.Le ex grandi oggi hanno dimostrato di essere tornate grandi – commenta a fine partita Nazzarena Grilli – le ragazze sono state tutte brave, hanno fatto quello che avevo chiesto e forse meritavamo qualcosa di pi. Peccato perché creiamo molto, ma l davanti ci manca qualcosa. Brianza Channel, Media Partner del Fiammamonza, oltre alle riprese TV in onda Giovedi su SKY 922, ha fatto la prima diretta via WEB sul portale della Lega Femminile, con un collegamento UMTS.

Eurospin torres – fiammamonza: 2 – 2 (0 – 1)

CAMPIONATO DI SERIE A FEMMINILE 15^ GIORNATA EUROSPIN TORRES: Penzo, Valenti, Tona, Perelli, Cortesi, Conti, Domenichetti, Fuselli, Iannella, Coluccini, Crespi (73 Pintus). All. Pintauro (Winkler, Marchio, Sardu, Mattu, Razzoli, Sechi).FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Bertoni (62 Donghi), Franchin, Greco, Paliotti, Ricco (80 Vinci), Stracchi. All. Grilli. (Ded, Celedi, Amorin de Sousa).RETI: 9 Paliotti (F), 51 Fuselli (ET), 88 Domenichetti (ET), 90 DAdda (F)ARBITRO: Addis di Olbia (Lai e Calzaghe) AMMONITE: DAdda e Donghi (F), Domenichetti (ET)ESPULSE: nessuna NOTE: Terreno sintetico, spettatori 150 circa. Calci dangolo 3 a 2 però lEurospin Torres. Recupero 1 + 4. SASSARI Con una reazione che ne dimostra il carattere, la Fiamma riporta la situazione in parit proprio allo scadere del tempo regolamentare. Roberta DAdda a regalare alle sue compagne la gioia di un pareggio conquistato e sofferto in terra sarda contro la seconda forza del campionato. Un punto sudatissimo che arriva proprio al 90 dopo che le padrone di casa, dapprima in svantaggio, erano riuscite a pareggiare e poi a portarsi in vantaggio con Domenichetti a 3 dalla fine della gara. La Fiamma si presenta in Sardegna ancora orfana del faro di centrocampo Laura Donghi, sostituita da Rita Bertoni, in una gara infarcita di ex: da una parte Tona e Cortesi cresciute nel vivaio biancorosso e dallaltra Ricco che arrivata a Monza proprio in questa stagione dalla Torres. Le ragazze mandate in campo da Nazzarena Grilli partono con il piede giusto e al 1 si fanno subito pericolose: Ricco fugge sulla fascia sinistra e pennella un cross però la testa di Greco che tutta sola in area manda incredibilmente alto. La Fiamma spinge e al 9 va in vantaggio con una perla di Venusia Paliotti che direttamente da calcio dangolo infila unincredula Penzo. La Torres accusa il colpo, le squadre si allungano e però una decina di minuti la partita non regala emozioni. Poi Pamela Conti accende la lampadina e su punizione al 21 testa i riflessi di Marchitelli. Lestremo difensore biancorosso respinge con i pugni la sfera che finisce ancora sui piedi di Conti che da ottima posizione non inquadra la porta. La Torres, trascinata da una Conti in buona forma, prende in mano le redini del match e prova a mettere in difficolt la retroguardia ospite sfruttando le corsie laterali ed i cross. Al 36 si ripete la sfida su punizione tra Conti e Marchitelli: questa volta la giocatrice sarda non tira direttamente in porta ma crossa però la testa di Tona che si vede parata lincornata da Marchitelli. La Torres insiste e al 51 passa: Conti batte una punizione dal limite dellarea, la sfera viene deviata da una giocatrice biancorossa ed arriva a Fuselli che in mezza rovesciata non sbaglia. Al 59 e al 62 due episodi che fanno discutere: vengono annullate due reti alla Torres però fuorigioco. Mentre nel primo caso la segnalazione dellassistente dellarbitro sembra corretta, il gol negato a Domenichetti pareva regolare. La stessa Domenichetti prova a rifarsi al 76 ma trova una grande risposta di Marchitelli. Al 77 ci prova invece la Fiamma su contropiede, ma Ricco, dopo essersi scontrata con Penzo in uscita, non riesce ad inquadrare la porta. Al 88 la Torres va in vantaggio: Domenichetti dalla destra crossa in direzione della porta, Marchitelli va in presa ma non trattiene e la sfera finisce in rete. La partita sembra a questo punto conclusa, ma la Fiamma sfodera una reazione da grande squadra. Stracchi serve DAdda che al 90 si libera della diretta avversaria e lascia partire un pallonetto che si infila sotto la traversa.

Fiammamonza – chiasiellis3 – 0 (2 – 0)

CAMPIONATO DI SERIE A FEMMINILE 8^ GIORNATA FIAMMAMONZA (4 – 2 – 3 – 1): Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta (79 Ded), Schiavi, Donghi (90 Amorin de Sousa), DAndolfo, Paliotti, Ricco (72 Celedi), Greco, Stracchi. All. Grilli (Ferraro, Franchin).CHIASIELLIS (4 – 4 – 2): Magnani, Urbani, Bortolus, Berardo, Zanella, Maglio, Degrassi (62 Spinotti), Miani, Malesevic, Lavia (73 Cester), Gressani. All. Gigolo. (Stefanutti, Marling, Parodi)RETI: 13, 45 e 85 Paliotti (F)ARBITRO: Ghellere di Parma (Fiscina e Alvino) AMMONITE: nessunaESPULSE: nessunaNOTE: Terreno in discrete condizioni, spettatori 100 circa. Calci dangolo 6 a 1 però la Fiammamonza. Recupero 1+ 5. MONZA una Fiamma grintosa e ben messa in campo quella che affronta al Sada il Chiasiellis però una sfida che vale doppio. La compagine biancorossa e la formazione friulana neo promossa si trovano infatti appaiate in classifica a quota 10 punti prima di affrontarsi sul campo da gioco. Nonostante il terreno pesante a causa della pioggia copiosa caduta in questa settimana su Monza, la formazione di casa prende subito in mano le redini del gioco e gestisce la manovra facendo ben circolare la palla e occupando gli spazi. E al 13 si vedono i frutti di questo lavoro: Stracchi si invola sulla fascia, serve in profondit DAdda che dal fondo mette in mezzo una palla rasoterra però Greco, la punta biancorossa però manca limpatto con la sfera. Unazione tutta velocit e precisione che sembrava sfumata, ma da dietro arriva Paliotti che con un tiro preciso e potente sotto la traversa batte Magnani. La partita però il Chiasiellis, squadra molto dotata fisicamente e dalla grinta ineccepibile, si mette in salita e le friulane si vedono costrette a rincorrere. Dopo il gol del vantaggio della Fiamma la partita ristagna un po a centrocampo, dove le due formazioni si danno comunque battaglia. Alle biancorosse riesce però molto agevole lo sfruttamento delle corsie laterali sia con Paliotti che con Ricco: entrambe le due esterne offensive della Fiamma riescono a trovare gli spazi sulle fasce e a impensierire la difesa ospita con dei cross. E al 22 proprio Ricco a fornire a Greco una palla buona però il raddoppio, ma lariete biancorosso calcia di poco a lato. La Fiamma tiene bene il campo, macina gioco e non concede praticamente nulla alle avversarie. Allo scadere arriva così il raddoppio biancorosso: Stracchi e Paliotti dialogano sulla sinistra con questultima che dal limite dellarea lascia partire un tiro che Magnani riesce solo a smorzare. Nella ripresa la musica non cambia, la Fiamma a fare la partita, anche se il Chiasiellis prende coraggio ed prova ad approfittare della stanchezza delle avversarie e dellapparente appagamento delle biancorosse. La squadra ospite non riesce però in un vero e proprio forcing, tanto che Marchitelli non viene praticamente mai impegnata. Per la Fiamma si aprono invece gli spazi e la possibilit di sfruttare la velocit di Paliotti e Stracchi che mostrano unottima intesa sulla sinistra. Magnani però si dimostra un ottimo portiere e sventa di piedi un paio di occasioni però le padrone di casa. Non può nulla però al 85 quando Paliotti da 25 metri trova un mezzo pallonetto che si infila alle spalle del portiere ospite però il 3 a 0 finale. La sfida personale tra Paliotti e Magnani però non si ancora conclusa: al 41 lultimo atto con lestremo difensore friulano che, dopo essere uscita dai pali, si supera di piedi su un tiro a porta vuota dalla met campo di Paliotti. Nel finale da segnalare lingresso della 18enne Mayara Amorin de Sousa, nuovo acquisto delle biancorosse.