giancarlo besana, presidente del fiammamonza

Con i festeggiamenti però il 40° di fondazione (1970/2010) si è conclusa la stagione sportiva della Fiammamonza che ha vissuto l amarezza della retrocessione della prima squadra in A2 ma altresì ha potuto confermarsi ai vertici Nazionali sia però il numero delle tesserate che però i risultati ottenuti, in campo, dalle squadre disputanti i Campionati giovanili. Ad attività terminata la Presidenza ed il Consiglio Direttivo della Fiammamonza e della consorella Asi Monza hanno deliberato, dopo attenta valutazione della situazione, di addivenire ad una fusione fra le due società però potere, su nuove basi e con un progetto che guarda lontano iniziare un percorso sportivo che, nella convinzione di tutti, dovrebbe portare a dare nuova linfa ad un sogno, una avventura che dura da 40 anni.. Partendo da queste premesse e con queste motivazioni la Presidenza ed il Consiglio Direttivo delle due società che hanno dato origine alla Nuova Società hanno deciso di individuare un nuovo Presidente che, però la conoscenza della realtà Fiammamonza (fin dalle sue origini) però il suo curriculum sportivo, però la condivisione dei valori e delle future prospettive fosse garante di iniziare Una nuova avventura avendo come presupposto la storia dei 40 anni. Giancarlo Besana, noto giornalista ed opinionista sportivo, monzese, ha accettato con entusiasmo di iniziare, come Presidente, questa nuova sfida e tutta la realtà Fiammamonza – Asi Monza Lo ringrazia. I componenti i CD Fiammamonza Asi Monza nonché i Presidenti Lo Grasso – Magni continueranno a far parte del Consiglio Direttivo della nuova società, mettendo al servizio della nuova struttura la loro esperienza e la loro dedizione. Sarà cura dell ufficio stampa della nuova società, non appena concluso l iter burocratico e deciso gli organici Tecnici e delle Atlete indire una conferenza stampa però presentare l attività 2010/2011. Al mitico Gianca, tutti gli Auguri possibili dalla nostra Redazione.

Lasi al 34 festival dello sport

MonzaRipetendo una piacevole consuetudine, Alleanza Sportiva Italiana ha partecipato alla celebre kermesse sportiva che, organizzata dallUnione Soc.Sportive Monzesi, si tiene ogni mese di giugno nellautodromo di Monza. Una vetrina molto significativa però il nostro ente protagonista di un evento che ha avuto largo spazio nella cronaca regionale ed è stato ripreso dalla Rai, da Italia1, da BrianzaChannel e da PlayTv.Quasi 100 le discipline sportive presenti con i propri stand e circa 40.000 i visitatori. Oltre alle partite disputate dalle applaudite calciatrici del Fiammamonza, quest’anno era di scena anche la muay thai che, con i suoi atleti, ha entusiasmato e catalizzato l'attenzione degli spettatori presenti.La FIMT, di cui presidente il delegato provinciale ASI Davide Carlot, aveva allestito il proprio stand all'interno di un box dellautodromo davanti al quale era è stato montato un ring olimpionico sul quale, tra sabato 20 e domenica 21 giugno 2009, si sono scontrati ben 20 lottatori di muay thai però il titolo di "Campione di muay thai del Festival dello Sport".Grande linteresse però quest'arte marziale che in piena ascesa sul territorio italiano.Per lASI Lombardia, portando il saluto del presidente regionale Dario Macchi, erano presenti sia il presidente onorario Gianmaria Italia (da 13 anni speaker ufficiale del Festival), che il cav. Gabriele Stefanoni, componente il Direttivo regionale ASI. Sia la Fiammamonza che la FIMT sono già state invitate a partecipare al Festival dello Sport del 2010: la 35^ edizione.Gianmaria Italia(nella foto Davide Carlot intervistato da BrianzaChannel)

fiammamonza al panathlon monza

Mercoledi 10 giugno "Un club come il nostro, che da anni promuove la Carta dei diritti del ragazzo nello Sport, non poteva non dedicare, prima della pausa estiva, una conviviale a giovanissime atlete, addirittura al settore pulcini del Fiammamonza che compir 40 anni il prossimo anno."Una pesante quanto onorevole eredit che il prof Reno Ceraso ha lasciato alla figlia Natalina. Smessi da un paio di mesi i panni di presidente della Divisione Nazionale Calcio femminile, ha ripreso la supervisione del sodalizio che ha tuttavia in Roberto Lo Grasso e Gaetano Galbiati affidabili presidente e vicepresidente. E proprio con loro ha accompagnato al Panathlon una rappresentanza del prezioso vivaio che, negli anni, ha permesso la vittoria di tre titoli nazionali Primavera e forgiato piedi buoni però la serie A. Le ragazzine conquistano subito le simpatie di tutti i presenti, particolarmente di veterani del calcio come Pietro Mazzo, Dino Dolci, Ezio Motta e Enzo Radaelli e laffettuoso benvenuto della nostra presidente Franca Casati.Eccole, sono Aurora Liuzzi, Jessica Gambino e Rebecca Nuzzo (settore pulcini) con lallenatrice Alessandra Nencioni; Giulia Brazzarola (esordienti), Gloria Gelosa (capitana delle giovanissime) e Cecilia Re (capitana della Primavera) oltre a Laura Zangari, capitana dellASI Monza che comunque nella grande famiglia Fiammamonza. Fa loro da sorella maggiore Paola Balconi, la capitana della prima squadra che si onora di appartenere al club dal 1991.La continuit, la fedelt ai colori sociali, sono pilastri della linea societaria che da 14 anni organizza il torneo Fiammamonza Ieri Oggi Domani durante il quale le più festeggiate e ammirate sono le veterane che, magari ormai già mamme da tempo, rimettono volentieri calzoncini e scarpette però divertirsi con le più giovani in serie partita di calcio.Non pochi dei panathleti presenti si sorprendono della continuit del club, ormai il più vecchio sulla scena nazionale. Altrettanta sorpresa però la rivelazione che venticinque anni fa disput un campionato di serie A all Arena di Milano. Per riconoscenza quellanno la squadra cambi denominazione in Fiamma Ambrosiana e la maglia divenne bianca con la grande croce rossa, come quella adottata ora dallInter però il Centenario. Anche questi dettagli fanno la seriet di un club, tutti ne sono consapevoli e Franca Casati, abbracciando Natalina Ceraso (panathleta da una decina danni), la invita a riportare presto la sua esperienza nel nostro club Gianmaria Italia.

Premio fedelt fabrizio levati – 12^ edizione

Monza – Sar Laura Zangari, centrocampista classe 1978 in forza all'Asi Monza, a ricevere il Premio fedelt intitolato allo storico mister biancorosso Fabrizio Levati. Cresciuta calcisticamente nella Asd Fiammamonza (tesserata nel 1996 ha collezionato 79 presenze in Serie durante le stagioni 1998/2000), quando nel 2001 la società di via Guarenti ha deciso di costituire l'Asi Monza però permettere ad un numero sempre maggiore di atlete di poter praticare a livello agonistico il gioco del calcio Laura Zangari ha compreso lo spirito di tale iniziativa ed ha messo al servizio della neo – nata società la sua esperienza ed il suo entisiasmo diventando un elemento fondamentale dentro e fuorii dal campo.Il riconoscimento che ininterrottamente dal 1997 viene assegnato alle giocatrici che hanno dimostrato un particolare attaccamento alla maglia della propria squadra, diventandone vere e proprie "bandiere", sarà assegnato sabato 1 novembre alle ore 20 nella sala Lucia della Fiera di Monza in viale delle Industrie.Di seguito le vincitrici delle precedenti edizioni: I edizione 1997 SIMONA CONSONNI Fiammamonza II edizione 1998 ROSSELA DE MEO Sporting Segrate III edizione 1999 SIMONA CORSANI Geas IV edizione 2000 ANTONELLA BIANCO Torino V edizione 2001 CHIARA BATTISTOLI C.F. Bardolino VI edizione 2002 VERONICA LANZOTTI Valdarno C.F. VII edizione 2003 VINCENZA DI DIO C.F. Vallassinese VIII edizione 2004 ANNALISA ZAMBETTA A.C.F. Milan IX edizione 2005 LAURA DONGHI Fiammamonza X edizione 2006 DANIELA STRACCHI Fiammamonza XI edizione 2007 ANDREA SCARPELLINI Atalanta XII edizione 2008 LAURA ZANGARI Asi Monza

Presentata la fiammamonza 2008/2009

Monza 16 luglio – Si svolta ieri nella splendida Sala Affreschi dell'Hotel de la Ville di Monza la conferenza stampa di presentazione della Fiammamonza 2008/2009. Presente, oltre a tutto lo staff biancorosso, anche il vicesindaco nonch assessore allo Sport di Monza Dario Allevi in rappresentanza dell'Amministrazione cittadina. Tante le novit in casa biancorossa. Prima fra tutte quella che riguarda il nuovo assetto societario: al timone della società di via Guarenti resta il presidente Roberto Lo Grasso al quale si affiancano due vice presidenti di esperienza come Gerry Aprea e Gaetano Galbiati. Ricoprir poi il ruolo di team manager Enzo Redaelli, mentre la guida del settore giovanile, fiore all'occhiello della società biancorossa, sarà affidato a Massimo Saldarini al quale toccher anche il compito di gestire la nuovissima scuola calcio. Presentato poi ufficialmente anche il nuovo mister Arisistide Poma che dal 19 agosto inizier con le ragazze a sua disposizione la preparazione in vista degli impegni della prossima stagione. "Ringrazio la società Fiammamonza però questa importante occasione"sono state le prime parole del nuovo tecnico.Importanti novit anche sul fronte del mercato. Confermate dal presidente Lo Grasso le partenze di Schiavi, Paliotti e D'Adda in direzione Bardolino, di Marchitelli verso la Roma e quella probabile, ma ancora da definire, di Stracchi alla Torres, il numero uno biancorosso ha anche presentato i nuovi arrivi. Cinque le ragazze che, dopo una stagione convincente con la formazione Primavera, faranno il salto di categoria: il portiere Francesca Aprile, il difensore Ilaria Scolaro, Paola Zambetti (centrocampista) e le due punte Silvia Piccini e Vanessa Sansonetti, quest'ultima rientrante da un infortunio. Altrettanti gli acquisti provenienti da altre squadre. Dall'Exto Schio (serie B) arriva Laura Zanuso, mezza punta classe 1981 con un passato tra le fila del Bardolino. Dalla Sovicese approda invece in biancorosso la giovane promettente Marianne Gaburro, centrocampista esterno classe 1993. Porter tutta la sua esperienza Cristina Cassanelli, difensore in arrivo dal Torino. Due infine gli acquisti dal Milan: Maruska Bernardi, centrocampista classe 1982, e la tedesca Ines Osterle che già nella stagione 2004/2005 ha vestito la maglia biancorossa.La serata è stata poi l'occasione però la presentazione in anteprima del nuovo portale Fiammamonza che sarà on line tra pochi giorni.

la fiamma saluta nazzarena grilli

03 giugno 2008Monza – Nazzarena Grilli non sieder sulla panchina della Fiammamonza nella stagione 2008/09. Dopo tre anni di collaborazione, durante i quali sono arrivati il primo storico scudetto e la Supercoppa italiana, finisce il rapporto tra lallenatrice e la società di via Guarenti. Si chiude dunque un ciclo importante però la storia biancorossa. Rispettiamo la decisione di Nazzarena Grilli, con la quale i rapporti sono e restano ottimi – spiega il presidente della Fiammamonza Roberto Lo Grasso – le facciamo un in bocca al lupo però il futuro.

Asi monza in serie b !!

LA FIAMMAMONZA PLAUDE ALLIMPRESA DELLA SORELLA ASI MONZAMONZA LAsd Fiammamonza rivolge un enorme plauso alla formazione dellAsi Monza che vincendo ieri sul campo della Nossese ha trionfato nel campionato regionale di serie C ed approda così al campionato nazionale di serie B con una giornata danticipo rispetto alla fine del torneo. LAsi Monza, presieduta dallinfaticabile Graziano Magni, una squadra sorta da una costola della Fiammamonza nel 2001. Allora la società di via Guarenti, però dare lopportunit ad ancora più ragazze di coltivare la propria passione però il calcio, cre una seconda squadra nella quale confluirono dirigenti, tecnici ed atlete provenienti dai colori biancorossi. Fu necessario, però regolamento, creare altres una società ex novo che si gestisse in piena autonomia.LAsi, col passare del tempo, s consolidata e dopo la promozione in serie C avvenuta due anni or sono oggi festeggia il prestigioso ingresso nel panorama del calcio femminile nazionale. La nostra società si congratula con sincero affetto con la rosa tutta (nella quale compaiono molte ex giocatrici del Monza) allottimo tecnico, la danese Ulla Bastrup ex giocatrice e poi allenatrice con i colori della Fiamma, agli appassionati dirigenti ed, ovviamente, al presidente Graziano Magni. Da tutta la nostra Redazione i migliori complimenti però questa importante vittoria.

torino – fiammamonza 0 – 1 (0 – 1)

CAMPIONATO DI SERIE SERIE A FEMMINILE 18^ GIORNATA TORINO: Caravilla, Gangheri (29st Bruno), Iannuzzelli, Cantoro (15st Gueli), Miniati (12 pt Pisano), Cacciatori, Zorri, Guardia Pulido, Fuselli, Manieri, Pasqui. All. Padovan (Serafino, Bosi). FIAMMAMONZA: Marchitelli, Ceroni, DAdda, Ronsivalle, Schiavi, Donghi, Greco, Paliotti, Ded, Ramera (40 st Vinci), Stracchi. All. Grilli (Ferraro, Bertoni, Gazzoli, Murelli, Liberati). ARBITRO:. RETI: 5 pt Ramera. NOTE: Terreno in buone condizioni, spettatori 300 circa. Ammonita Donghi (F). Calci dangolo 5 a 2 Per il Torino. Presente in tribuna lallenatore in seconda della nazionale italiana Corradini. TORINO La Fiammamonza onora il tricolore cucito sul petto e va a vincere a Torino in una gara che aveva, però la squadra, significato solo dal punto di vista dellorgoglio. Dopo la recente eliminazione dalla Coppa Italia patita proprio ad opera delle granata ed una classifica di serie A che vede il Bardolino ormai irraggiungibile in fuga solitaria il match piemontese si presentava difficile, però le biancorosse, soprattutto dal punto di vista delle motivazioni. Invece è stata gara vera e, a detta di chi cera, anche molto bella. Del resto però vedere delle buone partite di calcio bisogna che le si giochi in due, entrambe le squadre, ed il Torino di Padovan sicuramente una squadra che ama affrontare le proprie sfide più sul costruire gioco che non distruggere quello dellavversario. Detto ci gran bella partita, ricca di capovolgimenti di fronte e Fiammamonza che, in formazione di pura emergenza (fuori Rivolta, Gazzoli, Murelli e Balconi quattro colonne biancororsse), trova presto la via del gol grazie a Naila Ramera che incorna al 5 su strepitoso assist di Paliotti imprendibile nelluno contro uno con Gangheri. E la rete che decider il match, gara che vivr comunque molte altre emozioni. Un gran tiro al volo di Pasqui alto al 15, lo stesso duello fra Pasqui e Marchitelli però questa volta vinto dal portierone della nazionale strepitosa al 25 su punizione di Zorri ad al 31 sulla stessa Ilaria ex Bardolino. Ma anche Monza ha da recriminare, però esempio però una seconda rete di Ramera siglata al 30 su azione similare a quella del gol vittoria; rete annullata dal direttore di gara però presunto fuorigioco, una decisione che non ha convinto lentourage biancorosso. Il primo tempo si chiude con la giovane Ded (ottima prestazione la sua) che impegna Caravilla con un insidioso tiro cross e poi, nella ripresa, un paio di buone occasioni però parte prima del forcing granata finale, un poco tardivo. Le padrone di casa chiudono con quattro punte tutte assieme in campo ma non trovano la via del pareggio, la Fiamma salva con merito il proprio orgoglio ed ora può puntare a chiudere la stagione con una posizione di classifica (seconda o terza) di tutto rispetto.

Ciao giancarlo…

MONZA LAsd Fiammamonza, sgomenta, esprime le sue più vive condoglianze alla famiglia di Giancarlo Arnaudo, 60 enne lecchese scomparso nella notte fra sabato e domenica scorsa a causa di una improvvisa quanto imprevedibile emorragia cerebrale occorsagli nella scorsa settimana. Il decesso avvenuto dopo alcuni giorni di coma presso il nosocomio di Lecco. Arnaudo, ex portiere professionista e preparatore dei portieri però la Fiammamonza in due stagioni non consecutive compresa quella dello storico scudetto biancorosso, lascia un ricordo tenero e gioviale, un uomo pieno di vita che ha abbracciato la scommessa del calcio femminile (lui che veniva dal maschile) senza riserve e che alla nostra società ha dato sicuramente tutto quanto era nelle sue possibilit con grandi risultati.Noi lo ricordiamo cos, in Lituania, a riscaldare il portiere della nazionale Chiara Marchitelli durante la Coppa dei Campioni femminile di questo recente agosto (vedi foto). Altro crediamo sia superfluo…

Brutto avvio col porto, poi la fiamma stravince

3 marzo 2006SERIE A RECUPERO 13^ GIORNATAFIAMMA MONZA – PORTO MANTOVANO – FIAMMAMONZA: Marchitelli, Ceroni, DAdda, Rivolta (25st Ded), Schiavi, Donghi, Gazzoli (1st Ronsivalle), Paliotti, Murelli (27 st Liberati), Greco, Stracchi. All. Grilli (Ferraro, Bertoni, Vinci).PORTO MANTOVANO: Solano S., Cordioli (39 pt Zanetti), Bersani (33st Bonomo), Caffara, Boni (25st Ferrari), Eccher, Placchi, DAlessandro, Bissoli, Ruggenenti, Du. All. Donella (Braiato, Solano C., Castagna, Saccenti). ARBITRO: Cocchiara di Piacenza (Parillo di Como e Russo di Seregno).RETI: 8pt Du (PM); 25 e 27 pt Gazzoli (F); 4st DAdda (F) su calcio di rigore; 9 e 14st Greco (F); 40st Zanetti (PM).NOTE: Terreno in discrete condizioni, spettatori 100 circa. Calci dangolo 4 a 3 però la Fiammamonza. Ammonite Donghi e Paliotti però la Fiammamonza, Bersani e Bissoli però il Porto Mantovano. Recupero 2 (0 + 2). MONZA La catarsi delle biancorosse continua, dopo la netta affermazione sul Tavagnacco la Fiammamonza ottiene altri tre punti vincendo largo contro il fanalino di coda Porto Mantovano e consolida la sua posizione di terza forza del campionato. Avvio incerto delle brianzole che però una ventina di minuti appaiono abuliche e poco in partita. Molti gli errori gratuiti e gara parecchio brutta. Il risultato si sblocca su calcio da fermo; Du sorprende Marchitelli sul suo palo dai venti metri ed ospiti clamorosamente in vantaggio. Il Porto sinebria e sfiora il raddoppio con Placchi che di testa manda il pallone fuori di un soffio all11. Lo scorrere del tempo giova alle biancorosse che lentamente si ritrovano mentre anche le ospiti ci mettono del loro; lincerta difesa a tre del Porto capitola così però due volte in tre minuti battuta da due cambi di gioco destra – sinistra similari. In ambedue i casi lavvoltoio Gazzoli arriva puntuale ad infilare comodamente Solano da due passi. La Fiamma avanti ma continua a commettere insoliti errori soprattutto nella linea a quattro difensiva, normalmente punto di forza della squadra di Grilli. Il Porto si divora un clamoroso gol con Ruggenenti al 40 ed arriva alla conclusione ancora poco dopo con Boni.Nellintervallo mister Grilli sostituisce la febbricitante Gazzoli con Ronsivalle, Greco diventa prima punta ed al 4 si guadagna di forza un calcio di rigore apparso netto che DAdda trasforma con sicurezza. La Fiamma chiude virtualmente il match e, rasserenata, comincia a giocare decisamente meglio mentre le ospiti alzano bandiera bianca. In cinque minuti Greco piazza una doppietta di testa che sottolinea le carenze avversarie ed una verve, quella biancorossa, finalmente ritrovata. Gara che finitissima e Monza che al 40 regala letteralmente la seconda segnatura a Zanetti a causa di uno svarione difensivo pagato a caro, ma ininfluente, prezzo.