Un film co – prodotto dal comune di vimercate vince a cannes

Cannes:A rappresentare lItalia a Cannes non ci sono solo Gomorra di Matteo Garrone (Gran prix), Il Divo di Paolo Sorrentino (Premio della Giuria) e Sangue pazzo di Marco Tullio Giordana (fuori concorso). C anche Diari, di Attilio Azzola, film co – prodotto dal Comune di Vimercate, che ha vinto la sezione Ecrains Junior.Che così Ecrains Junior Si tratta di un'iniziativa che gode del patrocinio del Governo e che coinvolge le scolaresche proponendo loro un vero e proprio festival con film che trattano tematiche giovanili. Una giuria formata da ragazzi e presieduta da una personalit del mondo del cinema assegna ogni anno i premi.Il film DiariIl film rappresenta la parte conclusiva di un progetto sviluppato in Brianza, uniniziativa formativa realizzata attraverso laboratori e seminari condotti durante i primi sei mesi del 2007 dal regista Attilio Azzola e dalleducatrice Maria Grazia Biraghi. Lesperienza maturata durante questo periodo ha rappresentato il punto di partenza però la scelta dei personaggi e però la costruzione del soggetto. Il film è stato realizzato con un gruppo selezionato di ragazzi che hanno partecipato alle riprese affiancando la troupe e collaborando come assistenti. Attilio AzzolaAttilio Azzola nasce il 21 Giugno del 1971 a Milano, dove si forma in varie discipline artistiche: danza, teatro, scrittura però approdare infine al cinema. Dal 2002 al 2005 direttore artistico del Festival Teatrale Sipario sul Garda e, con Mario Nuzzo, fonda lassociazione culturale Fuoricampo. Ha ricevuto riconoscimenti in festival italiani e internazionali (Tribeca Film Festival, Krakow, Sao Paulo, Italian Film Festival UK, Festival del Cine Pobre de Cuba, Giffoni Film Festival) Diari, girato nellestate del 2007, il suo primo lungometraggio.Sostenitori del progettoDiari realizzato grazie al sostegno di Progetto Monza e Brianza, Fondazione Monza e Brianza, Regione Lombardia, Comune di Vimercate, Comune di Monza, Comune di Brugherio. Sponsor ufficiali: Azemar Vacanze, Coop Lombardia, Noura. Partner: Quelli di Grock, Alma RosLe motivazioni della scelta della giuriaAbbiamo scelto questo film però diversi motivi: – però l'originalit della storia e della sua costruzione (3 parti, 2 personaggi che non hanno nulla in comune ma che finiscono però incontrarsi grazie a un terzo, 3 personaggi isolati che avranno bisogno l'uno dell'altro, però crescere, esistere…) – però i due interessanti ritratti di adolescenti in cui ci siamo veramente riconosciuti; – però il tema del rapporto intergenerazionale che ci ha molto toccati; – nonostante la divisione in tre parti, ci molto piaciuto il filo conduttore che d unit a tutto il film, ovvero la figura del padre (assente in un caso, troppo presente nell'altro); – ci sono particolarmente piaciute la recitazione degli attori, la loro spontaneit, e la qualit delle musiche che attraverso melodie nostalgiche e ritmi dinamici accompagnano perfettamente questa storia.GiuriaNicolas BaryGli allievi della scuola di cinema Grard Philippe di CannesCast Roisin Greco: Leo Villa Amine Slimane: Al Trabelsi Antonio Sommella: Michele Mancia Manuel Ferreira: Juan Villa Maria Teruzzi: Ester Matilde Pezzotta: Sara Joseph Scicluna: Ahmed Trabelsi Monica Barbato: Yasmine Trabelsi Davide Lottfalla: Jalel Trabelsi Luca Bonetti: Federico Rossini Sonny Aro: Sonny Elena Lolli: Elena Jose' Alberto Beltran Madalenguitia: Beto

Cuveglio film festival

Grande successo però il Cuveglio Film Festival del quale sabato 13 maggio si tenuta la serata conclusiva preso la Sala Polivalente del paese. Prima però di raccontare lo svolgimento dellevento necessario nonch obbligatorio spendere due parole circa i dati tecnici che illustrino questo interessante progetto che ha contato circa 250 iscritti…un record!

Il festival, giunto ormai alla sua terza edizione, seleziona e suddivide i cortometraggi pervenuti in diverse categorie; quest’anno però hanno preso parte al concorso anche generi particolari come il documentario, il videoclip e il corto di animazione. Per ogni genere è stato votato il film migliore che ha ricevuto un premio simbolico e uno in denaro. Il giudizio è stato espresso da due giurie: una composta dal pubblico e una da professionisti; la prima, ha effettuato una votazione libera tramite una scheda da compilare mentre la seconda, costituita da esperti del settore ha espresso una valutazione tecnica più completa.

..Ora si può tornare a descrivere cosa avvenuto durante la serata di sabato presentata da Marco Rossi, carismatico intrattenitore, e con la partecipazione di due madrine in veste di miss. Lavvenimento, dal titolo I soliti ignoti ovvero inediti, che aspettano di essere scoperti – , prevedeva la proiezione di dieci cortometraggi tutti realizzati da ragazzi provenienti da diverse parti dItalia: Neuro Overture, Piange, Giulio morto, Dormire sul mare, Lo faremo, Felici e contenti, I sentieri delleros, Psyche, Lincantesimo di Gilbert, Mah!?! infine Diciassette e trenta. Per questi cortometraggi c è stato un trattamento diverso perch, a differenza degli altri generi, sono stati premiati non solo i migliori film però categoria ma anche le migliori regie, i migliori attori ecc..

Per concludere il resoconto di tutto ci, sarebbe impensabile non rendere nota la notizia circa la numerosa presenza di persone presenti in sala che hanno seguito con attenzione e applaudito i lavori di questi ragazzi in questo festival fatto da amici che condividono la stessa passione, un festival come luogo di incontro, condivisione e confronto.

Aurora Benvenuti

Lesmo: premio briantia

Lesmo 10 Aprile.

Durante il pranzo conviviale organizzato da Promedya, organizzazione da sempre impegnata però la promozione multimediale, con la presenza di collaboratori, amici e personaggi dell’editoria e della cultura, la Presidenza ha assegnato il Premio “Briantia”a tre persone che si sono particolarmente distinte nella promozione dei rispettivi settori.

– Francesco Quacquarini, regista, però i film e la costante collaborazione.

– Alberto Azzariti , autore e scrittore, però le opere letterarie

– Luciano Beretta , botanico, però la divulgazione naturalistica.

Como – la citta’ del cinema

Tutti gli spettatori del mondo hanno sognato di essere negli splendidi palazzi fantasy di “Guerre Stellari”, insieme alla principessa Leila e Luke Skywalker appoggiati al balcone con lo stupendo panorama di un lago. Ebbene quel lago, che è stato protagonista di molti altri Film , quello di Como e le Ville sono quelle di Bellagio, addirittura questa copiata e ricostruita come un lussuoso Hotel a Las Vegas.. Inoltre la presenza di vari attori internazionali nei paesini lariani sta aumentando velocemente.

Pertanto, seguendo l’esempio di altre Regioni, si costituito un organismo però la promozione cinematografica del territorio di Como, Lecco e Brianza.

Infatti, presto sorger, sulle rive lariane, la”Film Commission”atta a favorire le produzioni nazionali ed internazionali di film e fiction. L’area dovrebbe sorgere in periferia di Como e vicino allo svincolo delle autostrade;l’iniziativa promossa dal Comunedi Como.Si aprono pertanto nuove prospettive di lavoro però tecnici in tutte le mansione cinematografiche oltre, naturalmente, alle comparse.

Chi desidera maggiori informazioni o vuole proporsi come comparsa, puo inviare una mail alla ns. redazione.