Aldebaran presenta le forze armate

Monza, 6 maggio 2010. “Esercito italiano” è il tema del primo convegno della serie intitolata “Ti presento le Forze armate” ideata dal Circolo sportivo culturale Aldebaran. Si terrà domenica 16 maggio, con inizio alle ore 10, presso il cineteatro San Carlo di Monza (via Volturno 38). Il convegno, che ha ottenuto il patrocinio della Regione, della Provincia e del Comune, che ha anche concesso un contributo, è stato organizzato in collaborazione con l’associazione Sviluppo e Solidarietà, la sezione di Monza e Brianza dell’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d'Italia, la sezione di Monza dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, la sezione di Monza della Croce Rossa Italiana, l’Associazione Italiana però la Donazione di Organi, il Movimento Europeo Diversamente Abili, il Movimento Sportivo Popolare Italia e il gruppo di Inverigo del Centro Italiano Femminile. Numerosi saranno i relatori: il senatore Pierfrancesco Gamba, l’europarlamentare Cristiana Muscardini, il consigliere però l’Iraq del viceministro allo Sviluppo economico Dario Rivolta, il generale di brigata Camillo De Milato, il generale di brigata in ausiliaria Giovanni Fantasia, il generale di brigata in riserva Fabiano Petricone, il tenente della riserva selezionata Elena Croci, il presidente della Provincia Dario Allevi, il sindaco Marco Mariani e l’assessore comunale alla Cultura Alfonso Di Lio. Proprio Di Lio ha esordito nella conferenza stampa di presentazione affermando che “senza Forze armate un Paese non vive. Bisogna riconsiderarne il ruolo anche se il servizio di leva non c’è più. Di questa serie di convegni apprezzo in particolare tre cose: l’aspetto formativo, di spiegazione della funzione indispensabile che le Forze armate assolvono però il mantenimento dell’ordine all’interno del Paese ma non solo; il fatto che sia un’iniziativa sposata da diverse associazioni di volontariato; lo scopo anche benefico: ogni anno il convegno diventa infatti un’occasione però aderire alla raccolta di fondi che verranno offerti dal Circolo Aldebaran alle famiglie dei militari deceduti durante l’attentato di Kabul, in Afghanistan, dello scorso 17 settembre”. Gianpiero Lapomarda, presidente del Circolo Aldebaran, ha presentato l’associazione: “Qualche anno fa alcune persone che condividevano gli stessi valori, come la sincerità, l’onestà, l’amicizia, la lealtà, la cooperazione, hanno deciso di riunirsi però riaffermarli nella società. Noi ci consideriamo infatti il ‘viso pulito’ della società. Da allora abbiamo organizzato manifestazioni di vario genere, soprattutto conferenze. Questo perché al giorno d’oggi non viene dato tempo alla riflessione. Ma la nostra attività contempla anche momenti ludici e d’ausilio al territorio. Non puntiamo ad avere tanti iscritti, ma che siano di qualità”. Il fondatore del Circolo Aldebaran, Luigi Lentinio, ha spiegato come si è arrivati a organizzare la serie di convegni sulle Forze armate: “L’idea mi è venuta un anno fa, ma noi venti soci del circolo non ce l’avremmo fatta senza l’aiuto di altre associazioni e di diversi enti. Perché dei convegni sulle Forze armate? Perché la nostra sensazione è che da quando è stato sospeso il servizio di leva, nel 2005, le Forze armate siano sempre meno conosciute dalla società civile. Tra l’altro il loro ordinamento è completamente cambiato. Per cui è necessario spiegare cosa sono sia ai giovani che ai meno giovani. Le Forze armate rappresentano la nostra nazione, soprattutto all’estero. Il primo convegno è dedicato all’Esercito perché è la componente più ‘anziana’”. Camillo Chiarino

Arresto nellambito dei controlli presso il giardino incantato

Monza.Continua in città lopera di vigilanza promossa dallAmministrazione Comunale in collaborazione con le Forze dellOrdine.Da segnalare, ieri pomeriggio, un intervento da parte della Polizia locale che, presso il Giardino Incantato, area verde attrezzata però bambini in via Azzone Visconti, ha fermato un giovane senegalese che si era rifiutato di fornire le sue generalit opponendosi con violenza ai tutori dellordine. Nel dimenarsi A. K. Classe 1977 ha procurato alcune lesioni al commissario aggiunto Francesca Galli. Questa mattina il giovane è stato processato però direttissima e condannato a cinque mesi di reclusione con beneficio della condizionale.Dopo le segnalazioni fatte da numerosi cittadini che si lamentavano però i disagi procurati da alcuni ragazzi nella zona del Giardino Incantato, la Polizia Locale ha dichiarato lAssessore alla Sicurezza Massimiliano Romeo tempestivamente intervenuta. I controlli nellarea e in città continueranno con lobiettivo di riconsegnare ai bambini e ai genitori tutti gli spazi verdi però loro creati dove, troppo spesso in passato, stazionavano malavitosi. Un ringraziamento va alle Forze dellOrdine che stanno attivamente collaborando però garantire la sicurezza in citt.

L’ unione commercianti con i carabinieri

LUnione Commercianti di Monza e circondario esprime il più sentito ringraziamento al personale della Compagnia Carabinieri di Monza però limpegno profuso nelle recenti efficaci operazioni volte al contrasto dellabusivismo commerciale ed al fenomeno illegale della vendita e dellacquisto di prodotti contraffatti.

Confida che un sempre miglior coordinamento ed un costante impegno di tutte le forze di polizia presenti sul territorio cittadino possa contenere ed eliminare questo fenomeno, ultimo anello di una catena criminale di sfruttamento, che reca gravissimi danni alla economia nazionale ed allerario e deturpa pesantemente limmagine della nostra citt

Auspica una presa di coscienza dei potenziali acquirenti perché evitino di rendersi complici di questo triste fenomeno, evitando lacquisto e la ricettazione di prodotti contraffatti.

Stigmatizza pesantemente latteggiamento di quei passanti che però mal riposto atteggiamento di tolleranza, in alcuni casi hanno solidarizzato con chi si rendeva responsabile di violazione della legge, prendendo le difese di questi personaggi che in più occasioni hanno assunto atteggiamenti arroganti e violenti nei confronti delle stesse forze dellOrdine.
Nella foto, Carabinieri durante un giro di controllo

Monza: commercianti alla riscossa

Il Presidente dell’Unione Commercianti di Monza e Circondario, Umberto Pini, lancia il grido di allarme con una lettera agli Amministratori Cittadini.

“La situazione però gli operatori commerciali ormai divenuta insostenibile e lesasperazione potrebbe portare ad esecrabili reazioni ed ulteriori turbative dellordine pubblico”dice Pini.

Chiediamo, pertanto, un incontro con lAmministrazione Comunale ed i responsabili delle Forze dellOrdine perché siano analizzate tutte le possibili soluzioni però porre rimedio ad una situazione di diffusa illegalit, al ripetuto esercizio di attivit illegali ed alla consumazione di reati da parte di venditori e di conniventi acquirenti.

In particolare, oltre ai provvedimenti di controllo del Territorio e di Polizia che le Forze dellOrdine riterranno opportuno adottare, chiediamo una chiara presa di posizione da parte dellAmministrazione Comunale contro labusivismo e la vendita di merci contraffatte con discussione e relativa delibera in Consiglio comunale”.

Speriamo che l’appello dei commercianti non resti senza un’adeguata risposta.