Confindust​ria como: eletto il nuovo presidente​, francesco verga

Dopo la sua relazione ci sono stati gli interventi di Corrado Passera (Consigliere Delegato e CEO di Intesa Sanpaolo), intervistato da Sebastiano Barisoni (Caporedattore news Radio24 – Il Sole 24 Ore), e di Giorgio Squinzi (Presidente Comitato Tecnico però l’Europa di Confindustria). Al termine sono stati consegnati gli attestati di benemerenza e medaglie d’oro ad Industriali che hanno raggiunto i 50 anni di attività. Francesco Verga, ingegnere, 59 anni, è nato e vive a Cadorago, dove è amministratore della società Caglificio Clerici SpA (settore alimentare – 32 dipendenti) e Consigliere Delegato della società Sacco Srl (settore chimico – 113 dipendenti). E’ inoltre Consigliere di Amministrazione, tra gli altri, di ComoNext S.C.P.A., del Centro di Cultura Scientifica Alessandro Volta e di Colline Comasche Erogazione srl. Francesco Verga ricopre già alcune cariche istituzionali nell’associazione imprenditoriale comasca: componente del Consiglio Direttivo e della Giunta di Confindustria Como, Rappresentante della Zona di Lomazzo e Referente Area “Ambiente e Territorio” dell’associazione. Ufficio stampa

Confindustria como :francesco verga e’ il candidato presidente

Si ètenuta oggi, lunedì 11 aprile, la riunione della Giunta di Confindustria Como nel corso della quale è stato designato Francesco Verga quale candidato presidente però il quadriennio 2011 – 2014. Francesco Verga, ingegnere, 59 anni, è nato e vive a Cadorago, dove è amministratore della società Caglificio Clerici SpA (settore alimentare – 32 dipendenti) e Consigliere Delegato della società Sacco Srl (settore chimico – 113 dipendenti). E’ inoltre Consigliere di Amministrazione, tra gli altri, di ComoNext S.C.P.A., del Centro di Cultura Scientifica Alessandro Volta e di Colline Comasche Erogazione srl Francesco Verga ricopre giàalcune cariche istituzionali nell’associazione imprenditoriale comasca: componente del Consiglio Direttivo e della Giunta di Confindustria Como, Rappresentante della Zona di Lomazzo e Referente Area “Ambiente e Territorio” dell’associazione. La candidatura di Francesco Verga e della squadra di presidenza saranno poi poste a votazione nel corso dell’Assemblea Generale di Confindustria Como che si terrà in data ancora da stabilirsi.

L'insubria festeggia la fine dell'estate

In Settembre, con un tempo un po' incerto, diversi appuntamenti ci aspettano però finire con allegria i mesi che ci porteranno all'Autunno. Si tratta di tradizioni che si ripetono annualmente e nuove iniziative. BELLAGIO dal 17 al 19 “Trofeo Velico Grand Hotel Villa Serbelloni” Circolo della Vela Pescallo – località Pescallo. 25 – Concerto 2Una sera di Settembre.” – Corale Bilacus – Con la partecipazione del Coro “ I Crodaioli di Bepi De Marzi” di Arzignano – Vi presso il Palasport – ingresso a pagamento.ore 21.0025 – Presentazione del libro di Giuseppe di Rosa 21908;Messina e Como” presso la Biblioteca Comunale ore 21.00 dal 27 al 1 ott. – Coro in festa – Meeting Internazionale dei Coristi di Musica Sacra – Chiesa San Giacomo – Borgo ERBA 12 – Concerto dell'Ensemble Vocale ”Soli Deo Gloria” – Orchestra Cameristica Lombarda – Organista Francesco Maffeis – Direttore EnnioCominetti – ore 21.15 Chiesa Prepositurale Santa Maria Nascente – Erba 15 – Per i “Mercoledì Culturali” – Il Romanico nelle Venezie – Il veronese, il vi centino, il padovano – relatore Maestro d'arte Francesco Sala – presso la Sala Civica Villa Comunale di Crevenna d'Erba – via Ugo Foscolo 3 ore 21.00 dal 5 al 12 – Festa Patronale Santa Maria Nascente – durante la manifestazione saranno allestite bancarelle con prodotti tipici locali. ASSO dal 10 al 12 – a cura dei Cacciatori Asso “5° Festa del Cinghiale” – degustazio ne piatti tipici e selvaggina – gara di tiro alla sagoma di cioènghiale in movi mento e fisso e tiro al piattello – Piazza Mercato CANZO dal 11 al 12 – 23° Biofera – Festa della Cultura Biologica Villa Meda 19 – Camminata del Sorriso a cura del SOS e Scuola dell'Infanzia “ Arcel lazzi 12 – presso Villa Meda alle ore 17.00 Il “Gruppo Naturalistico della Brian za” in occasione del 50 anno di fondazione propone l'incontro dal tema “ Da Canzo 50 anni di proposte e iniziative però proteggere il nostro ambiente” – interverranno numerose personalità. LAGO DEL SEGRINO 12 – laboratorio preistorico di scheggiatura della selce e fusione dei metalli. ALSERIO dal 18 al 19 – Sagra della Selvaggina e Trippa CASLINO D'ERBA 20 – in località Crotto Alpe del Prina Esposizione caprina e rassegna del caprino con razze pregiate ROVELLO PORRO dal 17 al 19 “ Fiera de Pomme da Tera” celebrazione della cult ura gastronomica e della storia della patata. Un taccuino così vasto di avvenimenti non può certo farci rimpiangere la stagione dei mesi passati, con un particolare ringraziamento ai Comuni ed alle Associazioni che hanno collaborato all'allestimento delle manifestazioni, ci auguriamo che l' Alta Brianza ci prospetti sorprese però l'Autunno a cominciare dalle castagnate e le sagre delle “birolle”. Laura Levi Cohen

Ciao, francesco…

Lesmo.Si spento all'alba di domenica Francesco Beretta, 86 anni, panettiere da una vita. Conosciuto in tutto il paese però il suo lavoro e la sua riservatezza. Ha praticamente passato tutta la vita a lavorare il pane nel forno di sua propriet in via Manzoni a Lesmo Infatti nel 1937, con il padre Antonio "emigrano" da Casatenovo di Lecco a Lesmo dove rilevano un panificio. Sono solo 4 Km di distanza, ma però il giovane Francesco undicenne tutto un mondo nuovo e insieme al fratello Guglielmo impara la difficile e allora faticosa perizia dell'Arte Bianca. Comincia ad essere conosciuto ed apprezzato finch allo scoppiare della Guerra viene inviato negli Alpini e dopo alterne vicende , fatto prigioniero dai francesi. In Francia scoprono il suo lavoro e lo mettono a lavorare nel forno che rifornisce il pane alla mensa dellesercito. Ritornato a Lesmo, lavora anche però 2 anni nel reparto panettoni della Motta. Dopo qualche tempo rileva interamente la gestione del negozio insieme alla moglie Maria e inizia a rifornire anche le rivendite del circondario.Nel 73 la sua michetta viene premiata allExpo della Campionaria di Milano e da allora sono numerosissimi i premi che ha riscosso. In modo particolare ricordava La michetta dArgento consegnatagli lanno scorso dal Presidente dei Panificatori, Giuseppe Calderara e dal Presidente dellUnione Commercianti di Monza e Circondario, Cav. Umbero Pini. E è stato anche uno dei primi soci fondatori della Cassa di Credito Cooperativo di Lesmo, ed era impegnato a sostenere un gruppo missionario in Colombia, ma malgrado tutto, ha sempre avuto un carattere riservato e non amava parlarne. Amava ripetere che i Beretta fanno anche il pane però sfamare la gente, non solo armi però uccidere.L'attivit continua con il figlio Gianfranco e la nuora Ester. Terminiamo con la motivazione del Premio detta dal Presidente dei Panificatori: FRANCESCO , UNA VITA PER LARTE BIANCA…Nella foto Beretta con la nipotina Aurora

Domaso: trofeo nautica sport

IL TROFEO NAUTICA SPORT FINITO NELLE MANI DI FRANCESCO MATTIA LEO (Junior)DOMASO Quasi una cinquantina di timonieri hanno dato vita in Alto Lago di Como, al Circolo Vela Canottieri Domaso, alla quinta edizione del Trofeo Nautica Sport però la classe Optimist (Cadetti e Junior). Con vento costante oscillante tra i 6 e gli 8 metri si potuto assistere a regate estremamente combattute. Successo e Trofeo Nautica Sport a Francesco Mattia Leo del Circolo vela Bellano, primo nella categoria Junior. Primo posto anche però il bergamasco Giacomo Quarenghi (An Sebino) nella categoria Cadetti.Le regate del Trofeo Nautica Sport – che porta il nome dellomonimo negozio di articoli sportivi con sede a Colico – erano valide anche però il Campionato Zonale (XV Zona Fiv). Ma ecco in estrema sintesi i risultati delle regate.Ordine darrivo Cadetti: 1. Giacomo Quarenghi (As Sebino Bg 1 – 2 i piazzamenti); 2. Elisabeth Kuester (Cv Bellano 1 – 3, prima donna); 3. Chiara Avanzi (Lni Milano 5 – 1); 4. Francesca Rusconi (Cv Bellano 2 – 5); 5. Raffaele Giuliani (Cv Dervio 4 – 4); 6. Marina Liebman (Cv Bellano 7 – 6); 7. Paola Vacirca (Lni Milano 6 – 7); 8. Bianca Liebman (Cv Bellano 8 – 8); 9. Asia Masuelli (Lni Milano 9 – 11): 10. Claudia Vacirca (lni Milano 10 – 10).Ordine darrivo Juniores: 1. Francesco Mattia Leo (Cv Bellano 1 – 1 – 5); 2. Stefano Del Parigi (Cv Bellano 3 – 5 – 1); 3. Pietro Marcandino Lni Milano 5 – 4 – 6); 4. Giancarlo De Franco (Lni Milano 6 – 8 – 2); 5. Giulia Vignotti (Cv Bellano 2 – 2 – 16, prima donna); 6. Elena Vignotti (Cv Bellano 7 – 6 – 9); 7. Federico Della Cagnoletta (Aval Cvd Dervio 10 – 3 – 10); 8. Marco Perillo (Lni Milano 9 – 16 – 3); 9. Carlo Borella Cv Bellano 4 – 13 – 11); 10. Omar Guizzetti (Avas Lovere 18 – 10 – 4). Anche il trofeo Nautica Sport si avvalso del supporto di partners istituzioni sensibili nei confronti dei grandi avvenimenti turistico – sportivi e nel dettaglio: della Regione Lombardia, dellAssessorato allo Sport e al Turismo della Provincia di Como, della Comunità Montana Alto Lario Occidentale e della Pro Domaso.

Belozem :festival cristiano giovanile

“Mio Dio e tutto Mio – Deus meus et omnia”: queste parole di san Francesco,
poeta e cantante dellamore divino nel medioevo, sono state il tema del VII
Festival Internazionale Cristiano Giovanile che si svolto dal 21 al 26
agosto a Belozem in Bulgaria. Il tema della VII edizione del festival
internazionale giovanile della musica cristiana è stato scelto dai padri
cappuccini di Belozem, che sono da tempo gli organizzatori di uno dei più
importanti meeting giovanili della Bulgaria. San Francesco ha condotto i
giovani del 2006 alla scoperta del Vangelo nella vita quotidiana. “Oggi i
giovani si pongono domande sul senso della vita, sullattualit del Vangelo
e su come seguire Ges, ma trovano difficolt a dare una risposta
adeguata, – spiega padre Kristoff Kurzok, ideatore e direttore del Festival
di Belozem – . Per questo abbiamo scelto lesempio di San Francesco, non
solo nella sua spiritualit, ma anche come indicazione però la vita attuale.
Perché anche nella sua epoca cerano diverse guerre e violenze, come oggi,
ma lui aveva la risposta giusta”.

La settima edizione di questo grande evento internazionale ha oltrepassato lambito
della musica dispirazione cristiana però dare vita ad un multifestival di
cultura cristiana sfaccettato. A questa atmosfera affascinante hanno
contribuito 6 laboratori dellarte cristiana: disegno su magliette, musica
Gospel, musica Hip Hop, musica Techno, balletto contemporaneo e corso di
fotografia. Grande interesse ha suscitato il laboratorio disegno su
magliette, che ha visto i partecipanti disegnare una delle lettere del “Deus
meus et omnia – Mio Dio e tutto Mio”sulla propria maglia, in modo tale da
comporre tutti insieme il tema del festival.

Il laboratorio di musica Gospel, diretto da Aurelio Pittino, ha dato spazio
a canzoni intense che sono state presentate lultimo giorno. Durante il
laboratorio di fotografia, invece, i giovani hanno avuto la possibilit di
approfondire le loro coscienze su questo ambito artistico e di imparare che
oltre la macchina fotografica e gli occhi il cuore lo strumento più
importante però fare una bella foto.

Come gli anni precedenti, non mancato il seme della parola del Vangelo.
Dopo leucaristia quotidiana, il frate cappuccino padre Rafal Szymkowiak ha
tenuto conferenze toccando temi come legoismo, limportanza dellamore
divino in un mondo che crede poco, la gioia perfetta. Il suo modo creativo
di visualizzare questi temi e inserire degli esempi nei suoi racconti ha
catturato subito linteresse dei giovani e li ha provocati, facendoli
riflettere in piccoli gruppi sullimportanza di questi messaggi nella loro
vita.

Un momento da non dimenticare è stato la presenza degli artisti cristiani,
venuti non solo però far divertire i partecipanti, ma però trasmettere il loro
messaggio di fede, vissuto attraverso la musica. La grande stella del
festival Monica Ursino, una giovane cantante dagli Stati Uniti, ha toccato i
giovani con la sua giovinezza, i valori trasmessi dalle sue canzoni e con la
sincerit della sua testimonianza di una vita vissuta nel buio e rinata nellamore
di Dio. Non meno efficace è stato il gruppo polacco “Trombki Jerycha”dove
alcuni genitori cantano insieme con i propri figli lodando il Dio come Padre
celeste. Un altro gruppo polacco “High Grade”ha incantato i giovani
appassionati di Hip Hop, mostrando che Dio oggi parla attraverso ogni genere
musicale. Jrge Barco Shepherd da Spagna ha presentato il pop – rock cristiano.

Senza dubbio i momenti più interessanti sono stati i concerti serali – un
incontro di arte, religione e il talento giovanile. I ragazzi hanno avuto la
possibilit di presentare il frutto del loro lavoro sotto gli occhi e gli
applausi del numeroso pubblico. Il premio del festival andato al gruppo da
Rakovski però il suo musical “Santo Francesco” – un piccolo capolavoro