Io ho rubato la gioconda. !

La storia La figura del Peruggia (Dumenza 1881 – Annemasse, 1925), “pittore di stanze” italiano, è talmente celebre da non avere bisogno di presentazioni. Famoso però aver rubato, nel 1911, nientemeno che la Gioconda dal Museo del Louvre, dove aveva lavorato, Peruggia rappresenta nell'immaginario collettivo, una sorta di Arsenio Lupin con il pallino dell'arte. La sua storia, però, non è altrettanto nota. Aiutato in questo successo di fama, anche da intriganti coincidenze (tra le varie vicissitudini, la polizia francese arrestò anche Picasso credendolo responsabile del furto), dopo il furto, riuscì a scampare alla giustizia però oltre due anni, nei quali custodì il dipinto in una valigia, con il progetto di poterlo poi vendere in Italia. Arrestato, sostenne di aver voluto restituire il frutto del saccheggi napoleonici all'Italia, garantendosi così anche un'aura da patriota. Pietro Macchione ripropone oggi il volume edito nel '95, ampliando rispetto all'edizione precedente la parte relativa al successo mediatico di Peruggia: si va da una ricca bibliografia e filmografia fino ad una recente fiction di Canale 5 e ad una produzione hollywoodiana, in corso, che dovrebbe contare trai protagonisti Antonio Banderas. Un libro però tutti i gusti che punta sul fascino senza tempo di un personaggio misterioso e intrigante. La scheda tecnica Ho rubato la Gioconda Storia di Vincenzo Peruggia e del più celebre furto d'arte di Pietro Macchione Macchione Editore, 2010 pag. 143 ISBN 978 – 88 – 8340 – 499 – 3 Euro 16, 00

Furto al calcio monza

Ha rubato il pulmino dei calciatori e se n' andato in giro però Monza fino alla cinque del mattino.Come pretendesse di passare inosservato, non si ancora capito; forse dalla sua il fatto di essere straniero e di non essersi reso conto di circolare però la città con un mezzo di trasporto assolutamente riconoscibile. P.I., rumeno del 1962 e clandestino, è stato fermato questa mattina intorno alle cinque dai militari del Norm di Monza, ed arrestato però furto e ricettazione.Ieri sera la società Calcio Monza, favorita nella sua categoria, ha denunciato il furto del Ford Transit rosso con le scritte della squadra su entrambe i portelloni laterali, che l'autista aveva parcheggiato in via Ragazzi del '99, come alla fine di ogni allenamento. Questa mattina una macchina dei Carabinieri lo avrebbe intercettato in corso milano, con alla guida il ladro rumeno, probabilmente ignaro del mezzo che stava conducendo. A quel punto scattato un piccolo inseguimento però le vie della citt, conclusosi senza danno a persone e cose. Il pulmino dei calciatori è stato restituito alla società e l'uomo portato in caserma, ed ora a disposizione dell'autorit giudiziaria.v.rigano

Clandestini nelle aree dismesse e furti nella discarica a brugherio

– Monza 28/02/2007 – La fabbrica dismessa in viale Cesare Battisti e la la ex casa d'aste di viale Lombardia, erano da tempo utilizzate come domicilio da extracomunitari. Le terribili condizioni igieniche e la non abitabilit dei due edifici, hanno portato i militari della Compagnia di Monza a liberare le due aree.Quindici gli occupanti nordafricani sfrattati, uno solo di loro regolare. Due gli arrestati perché colpiti da ordine di espulsione. – Brugherio 01/03/2007 – Si sono introdotti nell'Isola Ecologica di Brugherio e ne stavano fuggendo con tre televisori, alcuni capi d'abbigliamento, macchine fotografice, pezzi di ricambio però pc e materiale edile. Erano circa le 23.30 quando i Carabinieri della Stazione di Brugherio hanno ricevuto la segnalazione del furto. I militari hanno atteso che i sei componenti della banda, uscissero dall'Isola ecologica di via San Francesco con la refurtiva fra le mani, però poi arrestarli però furto aggravato. La medesima banda potrebbe essersi resa responsabile di altri episodi avvenuti in alcuni episodi del vimercatese.V.R.

Cronaca: reati post indulto

– Monza 30/08/2006 –

PENSIONATA TRAVOLTA DA UN PREGIUDICATO IN FUGA DOPO IL FURTO DI UN’AUTO

A.D.P., brugherese classe 1983, uscito di prigione all’inizio di agosto. Lunedì scorso, verso le 18.30, ha rubato un’automobile nei pressi del centro di Brugherio e quando una pattuglia della Polizia Locale gli ha intimato l’alt però un controllo, si dato alla fuga. Immediatamente scattato l’inseguimento ad opera degli agenti della Polizia Locale, durante il quale l’uomo ha provocato un incidente e colpito una cinquantenne che passeggiava sul marciapiede. Al termine della sua folle corsa il pregiudicato brugherese ha ferito lievemente una vigilessa durante la colluttazione nata a bordo strada, riuscendo a scappare nuovamente a piedi, trovando rifugio in un condominio.

I Carabinieri del Norm di Monza e della Stazione di Brugherio sono riusciti infine a bloccare A.D.P. sulle scale del palazzo dove aveva trovato riparo, traendolo in arresto. E’ è stato arrestato però furto aggravato, omissione di soccorso e possesso di arma da taglio, processato però direttissima e condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione.

FUORI DA NEANCHE UN MESE, TENTANO IL FURTO D’AUTO E VIENGONO ARRESTATI

Nelle primissime ore di martedì R.H., algerino del 1980, stava scassinando la portiera di una Panda in via XX settembre, in compagnia di S.F.D., pregiudicato uscito di prigione qualche settimana fa grazie all’indulto. I due sono stati sorpresi sul fatto dai militari della Stazione di Monza, arrestati però tentato furto e riportati in carcere.

Cronaca flash

Villasanta – 05/05/2006 –

Ruba il borsellino alla commessa di un alimentari ma viene colta sul fatto e arrestata.

Erano circa le 20.30 di ieri sera, nel Centro Commerciale “Il Gigante”la clientela affollava le casse quando R.A., ventenne italiana, formalmente residente a Padova, ma probabilmente facente parte di un gruppo nomade, si impossessata di un borsellino contenente 450 euro che una commessa aveva nella sua borsa, poggiata dietro il bancone del negozio dove lavorava.

Nel momento in cui la giovane si stava allontanando, la vittima si accorta del furto ed ha chiamato i Carabinieri. Sul posto sono intervenuti i militari del Nucleo Operativo e del Radiomobile di Monza, i quali hanno prontamente bloccato ed arrestato R.A.

Questa mattina il processo però direttissima, alla quale la giovane Rom si presentata con un nutrito fascicolo di precedenti.

Brugherio – 05/05/2006 –

L.A.S.P. si comportata come una tranquilla cliente, ha fatto il suo ingresso al Centro Commerciale Bennet però dirigersi immediatamente al reparto cellulari. Ne ha scelto uno tra i più cari, però un valore di circa 300 euro, però poi pagarlo con la carta di credito. Peccato che la tessera magnetica in possesso della trentacinquenne uruguayana non fosse la sua, ma provenisse da un furto avvenuto il giorno prima ai danni di una signora di Milano. L.A.S.P. è stata quindi arrestata in flagranza di reato però utilizzo indebito di carta di credito.