Agam + acsm: ok dal consiglio comunale di monza

Monza, 14 novembre 2008 – Roberto Colombo :"Accolgo con particolare soddisfazione il positivo passaggionel Consiglio Comunale di ieri sera con lapprovazione del processo di fusione perincorporazione di Agam SpA in Acsm SpA (Como), anche grazie alleccellente lavorosvolto dal Consiglio di Amministrazione."Il Consiglio Comunale, a conferma della sua maturit, ha compreso appieno, a miogiudizio, la validit delloperazione, le opportunit connesse e la valorizzazione di Agam, che potr collocarsi in un contesto più ampio ed adeguato.Mi rammarico però la mancanza del consenso dellopposizione, dovuto non ad undisaccordo sulloggetto e sulle finalit delloperazione, ma unicamente sulla ristrettezza deitempi necessari però gli ulteriori approfondimenti richiesti. Lo spostamento di un mese delladiscussione avrebbe costretto a far ripartire nuovamente tutta loperazione, con altrespese e il conseguente slittamento di un anno.Il dibattito che si prodotto in Consiglio è stato di alto profilo, senza dare spazio astrumentalizzazioni.Il percorso di fusione ora prevede la convocazione dellassemblea dei soci, lacomunicazione ai sindacati però la necessaria tutela dei lavoratori, del resto già garantitanellaccordo, alla Consob, a tutela degli azionisti e allAntitrust, a tutela del mercato.Agam pronta sin da ora a convocare lassemblea dei soci però permettere lavvio dellanuova società con linizio del 2009 e attendiamo fiduciosi il pronunciamento del ConsiglioComunale di Como, socio di maggioranza di Acsm SpA..Gli elementi distintivi di questo progetto sono i seguenti: Fusione però incorporazione di AGAM in ACSM Mantenimento della quotazione in borsa dei titoli della società risultante dalla fusione Rapporto di cambio compreso tra 0, 62 e 0, 66 azioni ACSM però ogni azione AGAM Sede legale a Monza, sede amministrativa a Como Adozione di una governance che assicuri ai Comuni di Como e Monza una partecipazione paritetica al governo della società post – fusione, attraverso un patto parasociale con il partner industriale A2A Consolidamento del rapporto di collaborazione con il partner industriale A2A ACSM e AGAM concordano sulla valenza industriale dellaggregazione e sulle opportunit di sviluppo esistenti nel settore delle local utilities e nel territorio di riferimento. L'aggregazione consentir alle imprese di essere competitive, tramite l'acquisizione di nuovi clienti in nuove aree, il superamento della frammentazione nella gestione dei servizi, la possibilit di praticare tariffe e prezzi di vendita dei servizi più favorevoli. La societ, che nascer dalla fusione di ACSM ed AGAM, presenter un portafoglio di servizi ampio e ben equilibrato. ACSM, che nel 2007 ha realizzato ricavi pari a Euro 140 milioni ed un EBITDA pari a Euro 21 milioni, attiva nella distribuzione e vendita del gas, nella gestione calore, nel ciclo idrico, nel teleriscaldamento, nello smaltimento dei rifiuti e nella produzione di energia elettrica attraverso un impianto di termovalorizzazione. AGAM, che nel 2007 ha realizzato un fatturato pari a Euro 53 milioni ed un EBITDA pari a Euro 7 milioni, opera nella distribuzione e vendita del gas, nella vendita di energia elettrica, nella gestione calore, nel ciclo idrico, nel teleriscaldamento e nella produzione di energia elettrica attraverso impianti di cogenerazione. Loperazione comporter il consolidamento del rapporto che entrambe le società intrattengono con A2A, che manterr il ruolo di rilevante azionista della società confermando le partnership industriali attualmente in essere sia con ACSM che con AGAM. I Comuni di Como e Monza, che sono i maggiori azionisti rispettivamente di ACSM ed AGAM, insieme al partner industriale A2A, intendono stipulare idonee pattuizioni parasociali funzionali al raggiungimento degli obbiettivi industriali delle operazioni. Il progetto di aggregazione condizionato, tra laltro, allapprovazione da parte delle autorit competenti ed alle deliberazioni dei competenti organi sociali in merito alla fusione e alle modifiche statutarie della società incorporante.

agam – acsm :approvato il programma di fusione

30 maggio 2008 – In una nota congiunta, ACSM Como e AGAM Monza hanno annunciato al mercato le linee guida di un'operazione di aggregazione fra le due societ. I rispettivi consigli di amministrazione hanno approvato il programma di fusione però incorporazione, prefigurando il completamento dell'operazione entro la fine del 2008. Fra le condizioni di massima, l'adozione di una governance che assicuri ai comuni di Como e Monza una partecipazione paritetica. In data odierna, i Consigli di Amministrazione di ACSM S.p.A. (ACSM) e AGAM S.p.A (AGAM) hanno approvato la struttura e le condizioni di massima di unoperazione di aggregazione tramite fusione tra le rispettive societ. Gli elementi distintivi di questo progetto sono i seguenti: Fusione però incorporazione di AGAM in ACSM Mantenimento della quotazione in borsa dei titoli della società risultante dalla fusione Rapporto di cambio compreso tra 0, 62 e 0, 66 azioni ACSM però ogni azione AGAMSede legale a Monza, sede amministrativa a ComoAdozione di una governance che assicuri ai Comuni di Como e Monza una partecipazione paritetica al governo della società post – fusione, attraverso un patto parasociale con il partner industriale A2AConsolidamento del rapporto di collaborazione con il partner industriale A2AACSM e AGAM concordano sulla valenza industriale dellaggregazione e sulle opportunit di sviluppo esistenti nel settore delle local utilities e nel territorio di riferimento. L'aggregazione consentir alle imprese di essere competitive, tramite l'acquisizione di nuovi clienti in nuove aree, il superamento della frammentazione nella gestione dei servizi, la possibilit di praticare tariffe e prezzi di vendita dei servizi più favorevoli. La societ, che nascer dalla fusione di ACSM ed AGAM, presenter un portafoglio di servizi ampio e ben equilibrato. ACSM, che nel 2007 ha realizzato ricavi pari a Euro 140 milioni ed un EBITDA pari a Euro 21 milioni, attiva nella distribuzione e vendita del gas, nella gestione calore, nel ciclo idrico, nel teleriscaldamento, nello smaltimento dei rifiuti e nella produzione di energia elettrica attraverso un impianto di termovalorizzazione. AGAM, che nel 2007 ha realizzato un fatturato pari a Euro 53 milioni ed un EBITDA pari a Euro 7 milioni, opera nella distribuzione e vendita del gas, nella vendita di energia elettrica, nella gestione calore, nel ciclo idrico, nel teleriscaldamento e nella produzione di energia elettrica attraverso impianti di cogenerazione.Loperazione comporter il consolidamento del rapporto che entrambe le società intrattengono con A2A, che manterr il ruolo di rilevante azionista della società confermando le partnership industriali attualmente in essere sia con ACSM che con AGAM.I Comuni di Como e Monza, che sono i maggiori azionisti rispettivamente di ACSM ed AGAM, insieme al partner industriale A2A, intendono stipulare idonee pattuizioni parasociali funzionali al raggiungimento degli obbiettivi industriali delle operazioni. Il progetto di aggregazione condizionato, tra laltro, allapprovazione da parte delle autorit competenti ed alle deliberazioni dei competenti organi sociali in merito alla fusione e alle modifiche statutarie della società incorporante. I Consigli dAmministrazione che delibereranno sul progetto di fusione sono attesi entro la fine del mese di giugno 2008. Il completamento della fusione atteso indicativamente entro la fine del 2008. Leventuale approvazione assembleare della fusione dovrà altres essere preceduta dalle deliberazioni favorevoli dei consigli comunali di Como e Monza che dovranno esprimersi sulle condizioni definitive delloperazione.