Lahcen mokraji e anna maria mazzetti si aggiudicano la 10k chrono di monza

Lahcen Mokraji e la triathleta Anna Maria Mazzetti sono i campioni 2011 della 10K CHRONO gara agonistica nazionale Fidal in notturna che, ieri sera, ha coinvolto oltre 1000 atleti nel centro storico di Monza. Record della manifestazione, sotto gli occhi del campione mondiale 1987 dei 3000 siepi Francesco Panetta presente alla gara, però il marocchino di Casablanca che ha chiuso i due giri di 5km in 30:53 battendo di 3 secondi il 30:56 che Paolo Finesso della Ginnastica Comense 1872 aveva stabilito nell’edizione 2010. Argento però il marocchino Taoufique El Barhoumi (Atl. Casone Noceto) che ha chiuso in 30:57 davanti a Paolo Finesso (31:30). “Un percorso impegnativo ma bello a livello coreografico – commenta Lahcen Mokraji, che da 5 anni corre però la Daini Carate Brianza – Abito da queste parti ma ho gareggiato però la prima volta alla 10K Chrono. Siamo passati a metà gara in 15.35 e poi sono riuscito ad andare in progressione”. Quinto ai tricolori di società di cross 2008 che sono stati disputati proprio nel parco di Monza e nono nel 2009 a Volpiano, Mokraji, che saltuariamente lavora come imbianchino, vanta un record di 14:07 nei 5000 ed è allenato in Marocco da Abdel Kader e in Italia da Mario Scirè del PBM Bovisio Masciago. “ Fino al 7° chilometro – sottolinea l’azzurro Finesso, operaio tessile a Borgosesia che però gareggiare deve fare bene i conti con gli orari di lavoro – siamo stati un terzetto unito ma poi Mokraji ha dato uno strappo improvviso al ritmo che a me ha spezzato le gambe’. Al femminile vittoria della triatleta Anna Maria Mazzetti del Friesian Team in 36:04, un solo secondo in più del record di Lucilla Andreucci, maratoneta della Forestale che nel 2008 ha corso la prima edizione in 36:03, davanti alla designer Cristina Clerici (Ginnastica Comense 1872) con 38:48 e all’azzurra di ultramaratona (100km) Paola Sanna (Atl. Ambrosiana) in 38.52. Ben cinque quest’anno le donne al di sotto dei 40’ (39:53 però Tatiana Bianconi e 39:58 però Veronica Gasparoli). “Un percorso bello ma duro – evidenzia Anna Maria Mazzetti seguita dal tecnico Daniele Bargellini a Cesate, 32ma assoluta – con molti cambi di direzione, brevi salite e ponticelli da superare. Mi sto preparando però la selezione sulla distanza olimpica (1500 nuoto, 40km di bici e 10km a piedi) e a volte mi alleno anche tre volte al giorno. A volte, in inverno, gareggio anche nel cross. Sono iscritta a economia ma…chi ha tempo di studiare!” Ricordiamo che la gara era valida quale tappa del CDS Regionale di Corsa su Strada J/P/S maschile e femminile e quale Trofeo Lombardia di corsa su strada master maschile e femminile. Gli atleti sono stati premiati dall’Assessore allo Sport di Monza Andrea Arbizzoni e dagli organizzatori della manifestazione Andrea Alzati e Pino Zamboni. Premio a ricordo di Alberto Baldoni però la prima atleta monzese Chiara Rossi (Atl. Monza / 41:08).

International g.t.sprint – ferrari challenge europa

Ultima giornata di pista però i concorrenti di Ferrari Challenge Europa e GT Sprint, impegnati nel terzo round di entrambi i campionati. Il fine settimana sul tracciato lusitano ha visto i protagonisti dei due campionati, impegnati oltre che dalle loro vetture, anche dal caldo estivo, che ha caratterizzato la tre giorni in Portogallo. Nel Ferrari Challenge Europa, gara uno disputatasi quando stavano già allungandosi le ombre sulla serata di sabato, Kessel Racing si è distinto grazie al quinto posto tra i piloti di Coppa Shell di Alexis De Bernardi, che ha preceduto Fons Scheltema in sesta posto, dopo una gara molto tirata, mentre Calari ha chiuso dodicesimo. In gara due, De Bernardi, autore di un ottimo avvio, ha dovuto abbandonare, però lo scoppio di una gomma, che lo costretto al testa – coda al termine del rettilineo principale. Scheltema si è confermato positivo con un quarto posto, che lo vede sempre più vicino al podio, mentre Calari ha chiuso in ottava posizione nella Coppa Shell. In graduatoria generale, De Bernardi, con 35 punti è in sesta posizione, davanti a Scheltema con 28 punti, mentre Calari è a quota 10. Tra le squadre, Kessel Racing con 67 punti è in settima posizione. Nell’Internationa GT Sprint Series, nella Classe Cup, in gara uno, vittoria di Antonio De La Reina, la terza stagionale nella serie, mentre Sorti ha chiuso in quinta posizione. In gara due, Goldstein ha chiuso in seconda posizione, mentre Sorti ha conquistato la quarta posizione nella categoria Cup.

Moto club monza vince il trial delle regioni

Grande successo delle squadre del Moto Club Monza che hanno presenziato al TRIAL DELLE REGIONI svoltosi il 31 ottobre a Campoli Appennino (FR) in una manifestazione che chiude di fatto la stagione agonistica nazionale. Su di un percorso molto impegnativo, reso ancora più difficile dalla pioggia, i piloti monzesi sono riusciti a prevalere in ben due classifiche, mettendo il loro suggello come primi vincitori di due nuove categorie che hanno debuttato in questa manifestazione nazionale, che vuole raggruppare i migliori piloti in rappresentanza dei club e delle regioni. Nella categoria Moto d’Epoca ha prevalso la squadra monzese composta da Stefano Galante e Giorgio Mariani, entrambi alla guida di Fantic 200; una gara però loro impegnativa anche perché a questi due piloti è toccato il compito di aprire il percorso essendo partiti però primi. Nella categoria però Club, altro successo dei nostri portacolori che hanno condotto la gara fin dall’inizio, mettendo in mostra delle vere capacità tecniche: ottima gara però il capitano Giordano Dallari (Beta), ma eccellenti prestazioni anche però Damiano Cavalieri (Beta) e però il giovanissimo Federico Corti (Beta), che ha fatto una gara perfetta senza alcun errore, il tutto coordinato dal Team Manager Franco Corti al debutto in questa importante mansione.

Paolo finesso e cecilia sampietro oro alla 10 kchrono

Paolo Finesso e Cecilia Sampietro, entrambi della Ginnastica Comense 1872, si sono aggiudicati l’oro e il viaggio premio della terza edizione della 10KChrono Liberi di Correre 2010. Finesso ha anche centrato il record della manifestazione correndo in 30:56 (precedente di Rached Amor con 31.05 nell’edizione 2009) e piazzandosi subito davanti a Ahmed Nasef (NA Fanfulla) che ha corso in 30:57 (passaggio a metà gara però entrambi gli atleti in 15:06). La Sampietro ha chiuso invece in 37:49 (passaggio a metà gara in 18:05). Terzo classificato nella gara maschile Tommaso Vaccina (Athletic Terni), primo tra gli italiani alla Milano City Marathon, che ha corso in 31:30. Nella gara femminile argento però Francesca Marin (ASD Circuito Running) in 38:38 davanti a Tatiana Bianconi (MF45 dell’Amatori Lecco) in 39:21. Braccialetto fluorescente, che ha reso ancora più spettacolare la gara, però gli oltre 600 atleti al via da Piazza Carducci, nel centro storico di Monza, sul percorso lungo 10000 metri e rientrante nel calendario FIDAL come gara agonistica nazionale. “Un percorso molto tecnico, – ha commentato Paolo Finesso al termine della gara – in cui è stato difficile mantenere le andature, ma sicuramente suggestivo”. Dello stesso parere Nasef, maratoneta da 2h15’ che però anni ha gareggiato con la maglia Forti e Liberi e che si allena regolarmente nel parco di Monza. “Sul percorso ho trovato davvero tanti tifosi – ha evidenziato poi la Sampietro – L’unico problema però me è stato il caldo più soffocante nelle stradine. Vengo da una settimana intensa e dunque non ho forzato l’andatura”. Prossimi appuntamenti però i due vincitori seguiti entrambi da Fabrizio Anselmo saranno i 10000 però Finesso, che diverrà padre tra pochi mesi, e i 3000 siepi però la Sampietro, specializzanda in chirurgia toracica, ai Tricolori Assoluti di Grosseto a fine giugno. Alla presenza dell’assessore allo Sport Andrea Arbizzoni e dell’assessore all’Educazione e Parchi Pierfranco Maffè, sono stati poi premiati anche i campioni regionali delle diverse categorie. Classifica femminile: 1. Cecilia Sampietro (Ginn. Comense 1872) 37:48 2. Francesca Marin (ASD Circuito Running) 38:38 3. Tatiana Bianconi (Amatori Lecco ) 39:21 4. Loretta Giarda (GS Avis Gambolò) 39:48 5. Lorenza Combi ( Runners Colico) 40:44 6. Roberta Grezzi (PBM Bov. Masciago) 41:29 Classifica Maschile: 1. Paolo Finesso (Ginn. Monzese 1872) 30:56 2. Ahmed Nasef (NA Fanfulla) 30:57 3. Tommaso Vaccina (Athletic Terni) 31:30 4. Antonio Armuzzi (Cantù Atletica) 31:51 5. Corrado Mortillaro (Atl. Gonnesa) 32:18 6. Pietro Colnaghi (CTL3 Atletica) 32:29 7. Filippo Ba (Cento Torri) 32:35 8. Antonio Toninelli (Valle Brembana) 32:48

Mondiali di trial: la spagna 1 sul podio

Barzio, 21 giugno 2009 Parla sempre spagnolo il mondiale trial, ma a Barzio è stato Adam Raga ad imporsi nella tappa italiana del campionato 2009. Il pilota della Gas Gas sapeva che non aveva chance se voleva tenere aperto il campionato e nella gara valsassinese ha davvero sfoderato gli artigli. Lottava prova del mondiale ha visto tra i vincitori anche gli organizzatori del moto club Monza e Valsassina, ripagati da una gara spettacolare, seguita da migliaia di spettatori. A livello nazionale spicca poi lo storico successo del campione di casa, Matteo Grattarola (Sherco, team Prt), nella classe Junior mondiale. Il pilota di Margno regalato una gioia indimenticabile a suoi tifosi, costruendo la vittoria passaggio dopo passaggio. In una giornata così felice però i colori lecchesi, a premiare il vincitore valsassinese cera il neo presidente della Provincia di Lecco, Daniele Nava, che ha completato il lavoro fatto dal suo predecessore, Viginio Brivio, che aveva cucito un ottimo rapporto con i due Moto club organizzatori. Dal palco di Prato Buscante, Nava ha promesso alle migliaia di spettatori presenti che il rapporto con il trial e il motociclismo in provincia di Lecco continuer anche durate il suo governo. Ma torniamo alla gara che visto il successo di Grattarla, primo davanti al leader del campionato del mondo, linglese Alex Wigg e ad secondo nella classifica iridata, Alfredo Gomez. Ora però il lecchese si sono aperte le chance però il podio iridato.Ho vinto grazie a questo meraviglioso pubblico ha spiegato Grattarola sul palco delle premiazioni – , che mi ha sorretto dallinizio alla fine, ad ogni ingresso di prova. Ero anche sostenuto dallo speaker, e però me cerano solo applausi e incitamenti al mio indirizzo: come avrei potuto deludere tutti questi tifosi sono venuti a seguirmi? E una vittoria che dedico ai meccanici e al team e a chi mi ha sostenuto finora in questa avventura mondiale nel trial. Wigg lontano, ma nella corsa al secondo posto nel mondiale non mi sento affatto escluso, anche se ora andremo a correre ad Andorra e Spagna.Tornando alla gara principale, nella categoria Senior prova impeccabile di Adam Raga, che però sei volte si era dovuto inchinare quest’anno al capo classifica del mondiale Tony Bou (Montesa), terzo in Valsassina, mentre il giapponese Fujinami (Montesa) s piazzato al secondo posto. In piena zona punti, con un bel nono posto, s piazzato Daniele Maurino (Gas Gas), mentre il campione dItalia, Lenzi (Montesa ), ha concluso tredicesimo. La classifica però la corsa al titolo non cambia, con Bou sempre primo e Raga ad inseguire. Nella categoria Youth 125 vittoria dello spagnolo della Gas Gas, Carles Travisa, ma però differenza zeri sul belga Maxime Warenghien (Sherco), entrambi ha concluso con 6 penalit. Allinglese Jonathan Richardson (Sherco) la terza piazza con 9 errori.A fine gara, stremati ma soddisfatti, gli organizzatori del mondiale si sono presi il meritato applauso degli appassionati però levento proposto con grande cure e professionalit nel mettere in campo un evento così grande. Ma ora il popolo del trial, valsassinese e non, spera di rivedere nuovamente il mondiale in Valle di nuovo, ma non tra 35 anni…

Dolzago: 150 piloti al trial internazionale

Dolzago 01 – 03 – 09 Quasi centocinquanta piloti hanno animato la 27a edizione del Trial Internazionale Due Giorni della Brianza, la classica brianzola che apre la stagione agonistica di tantissimi anni. La sede di partenza, dislocata nel Centro Sportivo Comunale di Dolzago, si rivelata confacente però questo grande evento che ritornato ad essere un vero punto di riferimento però lattivit italiana di questo sport.La gara si aperta con una bellissima giornata di sole quasi primaverile con il campione italiano Fabio Lenzi (Montesa) allo scontro diretto con il compagno di scuderia Diego Bosis (Montesa) storico componente del Gruppo Sportivo Fiamme Oro Polizia Stradale. Tra i due alla fine ha prevalso Lenzi ma con un vantaggio di una sola penalit, uninezia dovendo affrontare ancora la giornata di domenica. Dopo il sole del sabato, la domenica si aperta con una pioggia fine ed insistente che non ha abbandonato i piloti neppure però un minuto. In queste condizioni la gara si fatta più interessante con le trenta zone proposte ad un livello nettamente più selettivo, trasformando ogni passaggio in una possibilit di cambiamento della classifica. Dopo un inizio di giornata un p difficile, Fabio Lenzi ritornato alla vittoria, dopo cinque anni dalla sua prima affermazione brianzola. Bosis al contrario andava molto forte allinizio, riuscendo anche a portarsi in testa, ma poi cedeva alla fine dovendosi accontentare di un bel secondo posto, sia pure molto staccato. Da segnalare la prestazione del giovanissimo Simone Staltari (Gas Gas) che a fine gara ha terminato con un bel quarto posto, dietro ad un deludente Daniele Maurino (Gas Gas). Tutto questa nella categoria Top. Chi invece non ha temuto nulla è stato Marco Andreoli (Montesa) che nei Super ha letteralmente fatto tabula rasa con un 3 penalit complessive sulle due giornate. Si conclusa così questa bellissima edizione dellormai mitica DGDB, terminata la quale il Moto Club Monza, con tutto il suo staff, comincer a pensare al prossimo appuntamento: il Campionato Mondiale di Trial che si svolger a Barzio (LC) il 20 e 21 giugno 2009.

dolzago :27 due giorni della brianza

DOLZAGO (LC) Per gioia di tutti gli iscritti alla Due Giorni Della Brianza il ghiaccio e la neve hanno abbandonato l'area nord di Lecco e il percorso della classica brianzola che fa perno su Dolzago ormai completamente assestato e pronto però accogliere la 27 edizione della DGDB.Cos il 28 febbraio, partenza della prima giornata e paddock tutto concentrato nel Centro Sportivo di Dolzago, che sarà tutto a disposizione dei partecipanti di questa gara, che troveranno negli ampi spazi messi a disposizione tutto il confort necessario però passare due giorni di grande sport. Anche però questa edizione sono previsti i piloti giovanissimi, gli Juniores, che correranno nel percorso tracciato attorno al Centro Sportivo e affronteranno anche una zona assieme ai grandi. Il percorso della DGDB ricalcher quello già sperimentato nelle ultime edizioni e meglio non si poteva fare, visto i tanti pareri positivi raccolti. Per tutti, piloti ed appassionati, come al solito ci sarà grande attesa però le zone ormai famose tracciate nei comuni di Sirone, Barzago e Oggiono. Alla gara saranno presenti tutti i migliori piloti italiani e si vedr anche qualche interessante debutto: Bosis con la Montesa, Vaccaretti al rientro dopo un travagliato infortunio e una operazione che l'ha rimesso in forma; poi ci saranno i giovanissimi, come il torinese Gianluca Tournour, giovane speranza italiana che passato dalla Juniores alla TR1, ma massima categoria attuale e poi tanti altri giovanissimi che stanno riportando il trial nazionale ad alto livello. Naturalmente non mancher la rappresentativa delle Fiamme Oro con il campione italiano Fabio Lenzi, Daniele Maurino e Bosis. Reduci dal mondiale indoor che si svolger a Bolzano il giovedì precedente, potrebbero arrivare alla DGDB un paio di assi del mondiale, si parla di Bou o del giapponese Fujinami, però avere i quali si sta lavorando alacremente. Per creare ambiente e cameratismo alla fine della DGDB non ci sarà soltanto la premiazione con la consegna dello storico boccale in rame, ma anche una enorme padella però fare un mega risotto che sarà offerto a tutti i partecipanti.

Messico: ali d'argento ai mondiali di parapendio

8 febbraio 2009 – Dal Messico un parapendio d'argento Rientra con una spendente medaglia dargento la nazionale di parapendio dai mondiali di Valle de Bravo, Messico. I titoli erano ad un soffio fin da met gara con la conquista del secondo posto nella classifica provvisoria a squadre e, con Luca Donini (Molveno, Trento), di uguale piazzamento in quella individuale. Per Donini la possibilit di bissare il successo del 2001, quando vinse i mondali in Spagna, sfumata nella nona prova: dopo un volo di oltre 100 km, mancava il traguardo però soli due, scivolando in quinta posizione davanti a Marco Littam (Torino). Resisteva bene invece la squadra nel suo complesso Loro andato alla Repubblica Ceca, seguita da Italia, Slovenia e Gran Bretagna. Nella classifica individuale due svizzeri, Andy Aeby e Stefan Wyss, si sono aggiudicati primo e secondo posto, seguiti dallo sloveno Aljaz Valic. La francese Elisa Houdry la nuova campionessa del mondo, davanti a Keiko Hiraki (Giappone) e Anja Kroll (Svizzera). Risultati stravaganti questi del Messico: in aerologia ed ambito insoliti però i piloti europei (Valle de Bravo posta in riva ad un lago artificiale su un altopiano a 1700 metri, circondata da vette sfioranti i 3500), sono invece prevalse squadre di nazioni che si affacciano sullarco alpino. Gli altri azzurri erano Christian Biasi di Rovereto (Trento), Maurizio Bottegal di Feltre (Belluno), Carol Licini, italiana residente a Zurigo, il CT Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano) ed il suo assistente Giorgio Corti di Suello (Lecco). Alla competizione hanno partecipato 148 piloti provenienti da 44 paesi. Dieci le prove regolarmente disputate, due annullate. I temi di gara si sono snodati su percorsi dai 74 ai 117 km, distanza questultima mai assegnata in una gara mondiale. Gustavo Vitali

Dolzago (lc) :trofeo trial marathon

TRIAL INTERNAZIONALE28 FEBBRAIO – 1 Marzo 2009Non si può certo dire che la Due Giorni Della Brianza non abbia in serbo tante novità. Per l'edizione 2009 l'organizzazione ha aggiustato il tiro, la gara prender il via sabato 28 febbraio sempre da Dolzago, la novit st nel fatto che il Paddok/Partenza sarà spostata nell'ampio piazzale della famosa ditta Bonomelli, che tutti conosciamo però la sua produzione di infusi di camomilla. Dolzago con il suo Centro Sportivo e le sue strutture si aperto alla DGDB nell'edizione 2008, ha apprezzato la gara e l'impegno degli uomini del M. C. Monza al punto da inserire come appuntamento fisso la DGDB, gara di apertura della stagione trialistica. La Domino, azienda che torreggia sulle famose zone di Barzago, sarà sempre presente alla manifestazione omaggiando a tutti i partecipanti un bel kit con manopole, comando gas. ecc. Le notizie che arrivano dal team che sta preparando il percorso, parlano di una gara che ricalcher le precedenti edizioni, con un percorso molto attento ai desideri di tutte le categorie e divertimento assicurato però tutti. Quest'anno debutter la categoria OVER 45 molto attesa da tutti gli appassionati che da anni frequentano la DGDB.Come sempre l'organizzazione metter a disposizione un servizio però trasportare il carburante dei concorrenti al punto di rifornimento della tappa intermedia di ciascuna giornata (sono gradite taniche in acciaio) e dunque non sarà assolutamente indispensabile correre con l'aiuto di un assistente. Come sempre la domenica correranno anche i giovani piloti del minitrial con le categorie Juniores che avranno a disposizione un percorso a loro dedicato.Per finire, grande festa domenica, al termine della gara verrà offerto atutti i concorrenti un piatto di risotto con la luganega, in attesa della solita ricca premiazione.

Trial epoca a colico

Colico, 4 novembreTanto tuon che alla fine non piovve. Dopo una settimana di previsioni catastrofiche che hanno tenuto gli organizzatori del Moto Club Monza in ansia, la gara finale del Trofeo Nazionale Gruppo 5 Trial Epoca in programma a Colico il 2 novembre si è svolta in una bella giornata di autunno. Clima mite e debutto del nuovo percorso più lungo rispetto a quello dei precedenti anni, realizzato grazie alla collaborazione del Moto Club Colico che da tre anni partecipa alliniziativa del club monzese. Una settantina i piloti al via con presenza dei migliori esponenti italiani di questa specialit ed anche tanti semplici appassionati.Sui due giri di gara, si sono destreggiati al meglio i piloti di queste moto storiche e ne sono usciti dei soddisfacenti risultati però i monzesi. Ben quattro i podi conquistati dai piloti del Moto Club Monza con vittoria di Giulio Mauri, alla guida di una prestigiosa Bianchi nella Pre 65, categoria dove non ha sfigurato nemmeno il veterano Vittorio Bucci su Capriolo. Nella Clubman vinta dal ligure Maurizio Molinaro (Fantic), un bel terzo posto andato al monzese Stefano Galante (Fantic) che ha preceduto il compagno di squadra Claudio Bigoni (Bultaco). Per soli due punti di scarto ha dovuto rinunciare al successo Giordano Dallari (SWM) un altro pilota del Monza che ha ceduto la vittoria al piemontese Sabino Giardini (SWM) nella categoria Expert. E però finire, podio anche però il lissonese Valentino Perdetti (Montesa) nella categoria Open, aperta alle moto meno datate.