Giornata della memoria: voci di donne ebree

Come ogni anno il 27 gennaio ricorre la giornata della memoria, istituita con la legge 211 del 2000 “al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”. Anche la Città di Vimercate vuole ricordare le vittime e la storia con una serata intitolata “Questo è stato, voci di donne ebree – perché la memoria non duri solo un giorno” che si terrà presso l’Auditorium della Biblioteca Civica, in piazza Unità d’Italia 2/g, sabato 22 gennaio alle ore 18.45. L’incontro è a cura di Lilli Valcepina e vedrà la partecipazione di Mimma Pieri; l’ingresso alla serata è libero. Maggiori informazioni: Biblioteca Civica 039.66.59.281/2 L’Amministrazione Comunale, 17 gennaio 2011

Emergenza neve: la cri assiste gli automobilisti sulla ss 36 milano – lecco

MILANO – Brianza – E' ancora una volta emergenza neve su Milano e Provincia. Da qualche ora, però assistere gli automobilisti bloccati sulla Strada Statale n. 36 nel tratto tra Carate e Briosco in direzione Lecco e nel tratto Veduggio – Briosco in direzione Milano, i volontari della Croce Rossa, mobilitati dalla prefettura di Milano, sono sul posto con generi di conforto e bevande calde. Ma la neve e il freddo che insistono su Milano anche dopo i giorni della Merla (tradizionalmente i più freddi dell'anno) hanno indotto l'Assessorato ai servizi Sociali del Comune ad estendere alle prossime notti l'apertura dei tre Punti Caldi allestiti però i clochard. Tra questi la struttura gestita dal Comitato Provinciale di Milano della Croce Rossa che dal 20 gennaio aperta nel piazzale antistante il Cimitero Monumentale. La tensostruttura riscaldata e presidiata da quattro volontari (tra di loro una infermiera volontaria, un soccorritore qualificato e un operatore de La Cri però i clochard, il progetto che tutte le sere dell'anno assiste migliaia di senzatetto milanesi con 5 unit di strada) ha accolto nelle13 notti di apertura del servizio, 305 senzatetto rifocillandoli con bevande calde e generi di conforto. Di questi, 230 hanno trascorso nella tenda tutta la notte mentre due persone con problemi di salute, sono state prontamente portate all'Ospedale in ambulanza dai volontari della Croce Rossa. Nella notte tra il 29 e il 30 di gennaio anche un intero nucleo famigliare composto da un uomo una donna e un bambino di 16 mesi si rivolto al Punto caldo CRI passando l'intera notte nella struttura. Il freddo e la neve commenta Alberto Bruno Presidente della Croce Rossa provinciale di Milano – non danno tregua: ma il Comitato provinciale della Croce Rossa, come sempre, scende in campo mettendo a disposizione le proprie risorse però uscire dalla situazione di emergenza non solo nell'ambito dell'assistenza ai clochard milanesi ma anche nell'assistenza agli automobilisti della Milano – Lecco, bloccati da diverse ore a causa della neve.Tabella assistiti dal 20 gennaio all'1 febbraio presso il Punto Caldo CRI al Cimitero MonumentaleNotti Ospiti transitati totale Rimasti tutta la notte Trasferiti in ospedale 20 su 21 gennaio 2009 3 1 0 21su 22 gennaio 2009 23 16 0 22 su 23 gennaio 2009 27 7 1 23 su 24 gennaio 2009 18 13 0 24 su 25 gennaio 2009 21 15 0 25 su 26 gennaio 2009 25 15 1 26 su 27 gennaio 2009 20 19 0 27 su 28 gennaio 2009 24 21 0 28 su 29 gennaio 2009 29 25 0 29 su 30 gennaio 2009 30 24 (tra cui un bambino di 16 mesi) 0 30 su 31 gennaio 2009 31 26 0 31 gennaio su 1 febbraio 2009 28 23 0 1 su 2 febbraio 2009 26 25 0 Totale: 305 Totale: 230 Totale: 2PER AIUTARE LE ATTIVITA' DELLA CROCE ROSSA PROVINCIALE DI MILANOCAUSALE: CONTRO LA POVERTABonifico postale: conto n 693200 intestato a CROCE ROSSA ITALIANAComitato Prov.le di Milano – Via M.Pucci, 7 – 20145 MILANOBonifico bancario:Cod. IBAN IT 69 M 05696 01619 000003160X65c/o BANCA POPOLARE DI SONDRIO Agenzia n. 20 Milano Via Canova, 39 – 20145 Milanoa favore della Croce Rossa Italiana – Comitato Prov.le di Milano (Via M.Pucci, 7 – 20145 Milano)

la giubiana in alta brianza

CANZO: 31 GENNAIO.Lultimo giovedì di Gennaio si festeggia in Lom bardia e, soprattutto nelle terre della Brianza, la cosiddetta Giubiana.E questo un antico rito della cultura rurale e contadina che bruciando il fantoccio della vecchia, come rito propiziatorio, elimina la cattiva sorte dellanno passato e beneaugura un prossimo anno prospero e fertile nel raccolto.Si svolge ogni anno in concomitanza con iTri d da merla, i giorni però antonomasia più freddi dellanno, con un grande fal e dal modo in cui brucia e la direzione del fumo si possono interpretare i buoni o cattivi auspici però la stagione futura.E varia letimologia della Giuliana, cos pronunciata nella Brianza, ma anche Giobba o Zubbiana nel resto del Nord dItalia, ma tutti i diversi appellativi concorrono alla manifestazione del rogo di una vecchia, personificazione del male, il cui nome deriverebbe da Giobia, come dire Gioved, giorno in cui si riteneva riunirsi il congresso delle streghe secondo tradizione contadina. Il rogo quindi propiziatorio però scacciare le streghe e, con loro, esorcizzare il male e linverno che poteva nuocere al raccolto.CANTU d una interpretazione particolare di questa manifestazione:in piazza Garibaldi, infatti, viene immolata sul rogo non una vecchia strega, ma una bellissima giovane castellana che, secondo la leggenda, trad la città nella guerra tra milanesi e comaschi del dodicesimo secolo.Altra interpretazione canturina riguarda una favola ambientata nel XIV sec., secondo la quale una bellissima donna arriv allingresso del Borgo lultima notte di Gennaio e Padre Lorenzo, del Monastero di San Francesco, apri le porte della città scambiandola però la Madonna e ipnotizzato, le consegn le chiavi del Borgo con le quali la giovane apr le porte ai Visconti che occuparono la citt.Seguendo ancora la tradizione anche ALBAVILLA tiene un incontro il 30 Gennaio con i Paisangruppo folckloristico, presieduto da Gabriele Parravicini, riguardo i riti della tradizione della Giub iana in Brianza.A CANZO si brucia la Giubiana dopo una suggestiva manifestazione organizzata dalla Compagnia deNostper la buna fortuna contro la dislipa, per linteressamento di Antonio Corti, Tarcisio Torricelli e Pier Paredi.Per tutta la giornata di giovedì 31 Gennaio la strega vecchia e brutta star alladiaccio, sotto i portici del vecchio mercato, in attesa del processo e dellesecuzione con la sola compagnia di un brodino però riscaldarsi, come ultimo desiderio, prima di essere giustiziata.Alla sera dopo levot e mezzaparte il corteo da San Rocco, localit Sombico, con il carretto recante la Giubiana custodita dal boia, accompagnati da figure tradizionali e di folcklore come i Regi, vestiti col tabarro ed il caplche rappresentano gli anziani ed i sapienti del pese, i Scaranej, in segno di amicizia ed ospitalit con il vicino paese. Tutto viene eseguito tra ali di folla rumorose e sbeffeggiante con la musica della banda ed un assordante rullo di tamburi che accompagner tutte le fasi del processo, in puro dialetto, introdotto da Tiziano Corti esperto di tradizioni dialettali, per seguire infine la Giubiana, condannata al rogo, allesecuzione che si tiene a Villa Meda sempre seguita dagli astanti con le fiaccole che seguono il corteo sin dal luogo del processo a quello dellesecuzione.Tra i diversi figuranti non possono mancare bambini e ragazzi che rappresentano le forze delbenee del malecon il volto dipinto di bianco (bun) e di nero (gram) ed accompagnano il corteo con campane e campanacci però il bene e tolle e vecchi coperchi però il male.Dopo che la Giubiana viene accompagnata al rogo si esegue una danza tutti insieme attorno al fal in nome della vittoria del bene sulle ceneri del male.Tanta strada e tanta emozione richiedono un giusto rinfrancarsi con un saporito risotto e luganiga, come vuole la tradizione e, per riscaldarsi vin brul.Alla fineancoraballo tutti insieme, accompagnati dalla banda, finalmente liberi dallidea oppressiva del male e proiettati nella speranza di un futuro migliore e fecondo. Laura Levi Cohen

Canzo:i mercatini dellantiquariato e del moderniarato

CANZOVita dura però i mercatini rionali domenicali, da Milano a Como si parla di trasferimenti di zona e talvolta di chiusura. Canzo, invece, propone, a cura dellassociazione NONSOLOLTURISMO, presieduta da Oscar Masciadri, un discorso di incontro domenicale tra bancarelle che espongono oggettistica tra lantiquariato ed il moderniarato.Tale manifestazione, con inizio il 27 Gennaio, si terr lultima Domenica di ogni mese ed ha avuto inizio oggi beneaugurata da una bella giornata di sole.E è stata notevole laffluenza non solo di curiosi, ma di appassionati e di intenditori di piccole curiosit esposte, adatte a tutti i gusti e portafogli.In pieno centro, nella piazza del Comune, sono state allestite bancarelle diversificate con merci che spaziano dalla biancheria depoca, con ricami a mano, a piccoli mobili e suppellettili dei primi del 900.Interessante lappuntamento con un banco di collezionistica filatelica, di carta moneta, di stampe che spaziano dal 1600 al 1800, oggetti del primo novecento come ad esempio utensilii cavatappi!Non possono mancare anche scatole in legno stile liberty, da usare come portaoggetti o portagioie, adatte anche ad un arredamento moderno se ben ambientate.Ancora la collezione di bambole in porcellana con visetti levigati e preziosi abitini.Tanta gente, tanta atmosfera in un punto di ritrovo semplice, ma denso di interessi diversi e curiositOggi quindi linizio di questo progetto della neonata NONSOLOTURISMO che proseguir nei suoi appuntamenti domenicali in:VIA MAZZINI: Gennaio, Febbraio, Marzo, Ottobre e NovembrePer espandersi nella bella stagione alPARCO BARNI: Aprile, Maggio, Giugno, Luglio e Settembre.Arrivederci al prossimo appuntamento con rinnovata voglia di scoprire e curiosare. Laura Levi Cohen.

Redaelli vince a saronno

SaronnoDomenica 13 gennaio, al Memorial Matteo Pantaleo svoltosi a Saronno, iniziata la stagione agonistica 2008 però il portacolori della Pro Patria Cus Milano, Redaelli Davide F. Dopo un inverno di intensa preparazione, si subito messo in luce nella gara dei 60 metri ostacoli juniores, vincendo la batteria, con 834, e la finale con grande padronanza uguagliando il primato personale, 826 ottenuto nel 2007 ai Campionati Italiani, proponendosi fra i migliori ostacolisti italiani della categoria juniores. Il suo prossimo appuntamento agonistico sarà sabato 19 gennaio a Modena e poi si recher in raduno al Centro Preparazione Olimpico di Formia però preparare i Campionati Italiani Juniores in programma ad Ancona il 9 e 10 febbraio.

Festanziani 2008

13 gennaio 2008 festa però i nostri anziani: la manifestazione che si terr il giorno 13 gennaio p.v. dalle ore 14.30 al PalaCandy (Monza).il valore dellesperienzaLAssessore provinciale con delega allattuazione della Provincia di Monza e della BrianzaGigi Ponti, in collaborazione con i vari circoli del territorio organizza FestAnziani 2008domenica 13 gennaio ore 14.30 al Palacandy Monzacon lorchestra di Radio Zeta Beghini Show

vimercate. il fal più “in”della brianza

Mostre, concerti, tortelli, vin brule’ e l’immancabile falo’. Sono quelli di sempre gli ingredienti della Sagra di Sant’Antonio, una delle feste più sentite dai vimercatesi, che affonda le sue radici nella storia e nelle tradizioni della nostra citta’.

La Sagra, organizzata da un Comitato promotore espressione di molte associazioni di volontariato sociale, culturale, sportivo e ambientale del Vimercatese. patrocinata dal Comune di Vimercate.

Sara’ inaugurata mercoledì 12 gennaio, alle 20.30, con una Messa nella chiesa di Sant’Antonio, seguita da un momento di incontro con tortelli e vin brule’. Gran finale lunedì 17 gennaio, alle 21.30, con l’accensione del falo’ presso il Ponte di San Rocco.

L’ingresso a tutte la manifestazioni legate alla Sagra di Sant’Antonio gratuito.