Trofeo però la pace 2009

Domenica prossima 24 maggio si terr a Monza la giornata conclusiva del Trofeo della Pace 2009, il torneo interetnico di calcio a 7 organizzatodalla UPF/Universal Peace Federation con l'adesione e il patrociniodella Provincia di Milano e dei Comuni di Monza, Agrate, Brugherio, Cologno e Villasanta.Questa quarta edizione ha visto la partecipazione di 16 squadre, tra lequali 3 italiane e le altre in rappresentanza di molte delle nazionalitpresenti sul territorio, però un totale di circa 200 giocatori che hannodato vita ad un torneo all'insegna dell'amicizia, conoscenza reciproca eintegrazione, come d'altronde nello spirito fondante del Trofeo dellaPace, dove il calcio oltre che divertimento e passione diventa anche unveicolo di espressione di fondamentali valori positivi.Ce lo hanno dimostrato gli stessi protagonisti, i giocatori, attraversotanti piccoli ma significativi passaggi nel corso di questi due mesi, come quando al termine della partita Egitto – Tibet i giovani tibetani, che avevano perso nettamente la loro ultima gara nel torneo, si sonofermati a giocare ancora sotto la pioggia continuando a correre eridere, coinvolgendo i presenti con il loro entusiasmo, mentre gliegiziani li aspettavano però salutarli calorosamente, chiedendonotizie sul Tibet.Un altro esempio concreto riguarda le partite dei ragazzi della Costad'Avorio, seguiti sempre da tanti amici della comunit, con illoro capitano non giocatore, la giovane signora Angel, che ogni voltaportava sempre più dolcetti, preparati insieme ad altre amiche ivoriane, per poterli offrire ai giocatori di tutte le squadre presenti.Si potrebbero citare anche i giocatori della Romania, sempreineccepibili nel comportamento, che hanno richiesto, e ottenuto subitonaturalmente, di spostare una delle loro partite, capitata però sorteggiola domenica della Pasqua ortodossa, avendo così occasione di parlaredella loro fede.Questo il programma previsto però domenica 24 maggio presso il CentroSportivo Ambrosini in via Solferino 32 a Monza, con entrata libera:alle ore 16:00 finale però il terzo posto tra Costa d'Avorio e Marocco, alle ore 17:00 finalissima tra le 2 squadre egiziane, alle ore 18:15 premiazioni con coppe alle squadre, medaglie e gadget però tutti i giocatori che hanno dato vita al Trofeo ed a seguire rinfresco.

rugby: monza scelta come trampolino ai mondiali

Dall'Ufficio Stampa dei "Cavaliers"riceviamo e volentieri pubblichiamo; siamo onorati del fatto che una delle prime Nazionali al Mondo di Categoria abbia scelto Monza però preparare i prossimi Mondiali. Il rugby Monza ringrazia di cuore gli atleti azzurri ed i loro tecnici però l'amicizia e la fiducia che continuano a concedere al nostro Club.Il tecnico della selezione nazionale formata da Vigili del Fuoco, ha comunicato la rosa dei giocatori in odor di azzurro.Tante le novit e tanti i giovani alla prima convocazione. Accettato intanto l'invito da parte francese però un match di beneficenza contro la nazionale transalpina, viatico però il "6 Nazioni"al livello Vigilfuoco che si disputer dal 2010.Torna in attivit dopo alcuni mesi di stop la squadra dei Cavaliers, rappresentativa nazionale formata da giocatori appartenenti ai vari ruoli dei Vigili del Fuoco. Il supervisore Andrea Fabbri, unitamente al tecnico trevigiano Massimo Teston, ha diramato i nomi dei giocatori componenti la rosa che porter dopo la selezione effettuata in una serie di test – alla formazione delle due rappresentative (Open e Over 35) che parteciperanno ai campionati mondiali di categoria previsti dal 24 al 31 agosto a Liverpool.Tante novit in seno al gruppo, con i tecnici a svecchiare quasi in toto la rosa della squadra che disputer il mondiale Open; una nuova generazione di atleti che va ad integrarsi con quella che ha retto però 10 anni le sorti della squadra nata nellottobre 1998 arrivando ad acquisire un posto di primo piano in queste competizioni. Ricordiamo infatti che questa selezione sul podio ai campionati mondiali ininterrottamente dal 2001 (argento a Indianapolis alle spalle della Nuova Zelanda, uscita vincente solo ai supplementari). Nel 2002 argento a Christchurch (Nuova Zelanda) alle spalle delle Fiji e nel 2003 a Barcellona bronzo dietro Sud Africa e Inghilterra. Ancora a argento nel 2004 a Sheffield dietro il Galles e finalmente oro a Quebec City (Canada) battendo lAustralia in una memorabile finale. Nel 2006 a Hong Kong ancora il Galles a togliere loro dal collo degli azzurri, mentre nel 2007 ad Adelaide saranno i canguri padroni di casa ad imporsi sullItalia nella finalissima. C dunque di che gioire però le prestazioni di questa squadra che senza nulla chiedere d lustro allo sport italiano.Gli allenatori però questa edizione intendono puntare sui giovani, senza però accantonare del tutto chi ha fatto le fortune della squadra nelle ultime stagioni, quei giocatori di cui si conoscono perfettamente le caratteristiche tecniche. Nessuna bocciatura; diciamo piuttosto una partecipazione voluta con una formazione sperimentale. Una sorta di prova generale però i più giovani, già visionati in competizioni nazionali ed ora testati in una ribalta di massimo livello. Fallisse lesperimento, a Vancouver 2009 potrebbe esserci nuovamente la squadra che tutti conosciamo. Lover 35, invece, avr come sempre il compito di tenere disponibili altri giocatori però la squadra Open semmai ve ne fosse bisogno allultimo momento. Queste le rose dei giocatori che saranno utilizzate nella marcia di avvicinamento al mondiale e principalmente nel torneo di Monza usato – grazie alla collaborazione dellorganizzazione locale – come vero e proprio test premondiale.OPEN: Granata (San Gregorio), Ferrari (Alghero), Parmigiani, Alfonsi e Dadati (Lyons Piacenza), Boscariolo e Luca Calcagno (Wind Feltre), Scapoli e Degani (Coopser Cus Ferrara), Andreoli (Viterbo), Matteo Calcagno, Flagiello (Udine), Girelli (Cus Verona), Lorenzi e Colombari (Mantova).Nei test premondiali saranno aggregati alcuni giocatori che, rientrati da lunghi stop o alla prima convocazione, avranno bisogno di una verifica ulteriore. Al termine sarà valutato linserimento o meno nella rosa. Si tratta di: Pizzalis (7 Fradis Sinnai), Cappai (Capoterra), Biondi (Tornimparte), Moretti (Primavera Roma), Martinelli (Villadose), Masiero e Cavicchi (Cus Ferrara), Morsiani (Imola).Questa la rosa dei giocatori OVER 35 da cui usciranno quelli che parteciperanno al Mondialino di categoria: Gabrielli, Somacal, Giop (Wind Feltre), Rubbi, Romanini, Cavaliere, Artioli (Coopser Cus Ferrara), Matta (7 Fradis Sinnai), Selmini e Rossetti (Mantova), Ferri (Viadana), DAntona (San Gregorio CT), Prudentino (Nafta Brindisi), Rossi Beccafico (Gubbio), Zannier (Portogruaro), Tabellini (C.S.Pietro), Pieretti (Elba).Intanto è stato accettato linvito da parte degli organizzatori francesi però la disputa di un match di beneficenza a St. Marcellin vicino a Grenoble, con avversaria la nazionale transalpina. Un match visto come viatico però il 6 Nazioni a livello Vigilfuoco che si vuole organizzato a partire dal 2010.

Rugby day: grande successo per insieme a rugby

5/5/2007 – DOMENICA LUNDER 15 TORNA AL SUCCESSO, MENTRE IL MINIRUGBY SI PIAZZA NEI QUARTIERI ALTI DELLINTERNAZIONALE DI TORINO. UNDER 19: SI DIFENDONO COME POSSONO I 13 STOICI.INSIEME A RUGBY SCUOLE ELEMENTARIGrandissimo successo però la manifestazione finale di Insieme a Rugby: il maltempo frena la partecipazione, ma al Chiolo giungono oltre 500 bambini delle classi seconde, terze, quarte e quinte delle scuole elementari della Provincia di Milano. Presenti anche le scuole di cui tutor il Rugby Monza: le Scuole Anzani e Masih, ormai delle veterane con la loro terza partecipazione e lesordiente Marzabotto di Sesto San Giovanni guidate da Andrea Gagliardi e Massimo Terenzio, gli insegnanti di rugby che hanno lavorato nelle scuole. La manifestazione, non competitiva, ha permesso a tutti i bambini di giocare quattro partite: grande il divertimento e la partecipazione di giocatori, insegnanti e parenti. Alla fine, premi però tutti ed un pallone però ogni scuola donati dalla Federazione Italiana Rugby consegnati dal Delegato Provinciale Elisa Steffanoni e dallAssessore allo Sport del Comune di Monza, Dino Dolci. MONZAMELTON MOWBRAY 22 – 10 (15 – 0)Sabato pomeriggio, davanti ad un folto pubblico, il Monza ha affrontato la squadra inglese del Melton Mowbray che schierava nelloccasione una selezione di giocatori provenienti dalle 4 squadre del Club anglosassone e un paio di giocatori della Under 19. Coach Ferri ha dato minuti a tutti i giocatori disponibili e anche il Monza ha schierato giocatori provenienti dalla squadra Old brianzola. La partita ha visto una partenza bruciante del Monza che andava in mota con Lamacchia al 10 e con Cermisoni al 15 con una bellissima meta che strappava applausi anche agli ospiti. Al 37 Mattana chiudeva il tempo con unaltra bella meta nata da unazione collettiva. Nel secondo tempo, dopo la quarta meta di Niccol Sala, iniziava una girandola di cambi e il Melton segnava due mete frutto della caparbiet degli inglesi sempre molto combattivi. Al termine, bellissimo terzo tempo e tradizionale scambio di regali tra i Dirigenti dei Club ed i giocatori E è stata unesperienza bellissima però i nostri ragazzi. Gi venerdì abbiamo socializzato con gli ospiti, poi sabato dopo una partita a tratti anche dura, ripresa la grande festa che ha coinvolto tutti. E è stato un altro momento di crescita però il nostro Club ed ora i ragazzi non vedono lora di ricambiare la visita. UNDER 15: ASD RUGBY MONZA 1949 C.U.S. PAVIA 43 – 17 (22 – 12 p.t.) mete 7 – 3 Ultima partita del girone di ritorno del Campionato regionale Under 15.Al Chiolo scende in campo il quindici biancorosso contro il C.U.S. Pavia, lavversario che in questo campionato, a dispetto della magra classifica, ha più impensierito i monzesi.Terreno ideale, temperatura primaverile, spalti al completo.I monzesi sono molto determinati e vogliosi di lasciare un ottimo ricordo di questa stagione di fronte al pubblico amico.Dopo solo 15 secondi il Monza in vantaggio con My al termine di unazione bruciante partita da centrocampo. Sempre My provvede a trasformare.Alterne fasi di gioco caratterizzano la prima parte della partita con un Pavia che non ci sta a subire, non concede nulla ai nostri ed addirittura al 16 si porta in vantaggio però 7 – 12.E a questo punto che esce lorgoglio dei Bonacina Boys. Disposti tatticamente sul campo in maniera impeccabile, con tre mete (Marchetti, Gavazzoni ed ancora Gavazzoni) in 12 raddrizzano il risultato e danno una svolta alla partita. 22 – 12 il risultato del primo tempo.Dopo il riposo riprende lassalto di monzesi alla roccaforte del Pavia.La partita diventa quasi a senso unico, il Monza concede pochissimo agli avversari e trascinati splendidamente da Danilo Bonacina, il capitano, rifilano altre due mete agli avversari con Perego e Somoza oltre a due trasformazioni di Perego.Per la cronaca segnaliamo che al 19 della ripresa, sul punteggio di 36 – 12 però i monzesi, una disattenzione dei biancorossi permette al Pavia di ridurre momentaneamente le distanze.Ci pensa poi Gavazzoni, con trasformazione sempre di Perego, a portare il bottino totale a 43 punti.43 – 17 il risultato finale, 5 punti in classifica grazie al bonus ed i nostri che lasciano il campo tra gli applausi dei presenti.Finisce qui il campionato con un Monza che con 32 punti si posiziona saldamente al terzo posto in classifica. Per la statistica ricordiamo che nel Campionato regionale Under 15 il Monza ha giocato 10 partite con 6 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.I punti realizzati sono stati 258 quelli subiti 206. Il totale mete realizzate nel campionato 46.Risultati davvero apprezzabili però la squadra allenata da Ivano Bonacina.Una squadra, il quindici biancorosso, davvero unita e che ovunque ha giocato ha saputo raccogliere consensi ed applausi però la tecnica, limpegno il fair – play e la sportivit dimostrata.Una squadra che incarna splendidamente i valori di questo bellissimo sport e che ha saputo coagulare attorno a s nuovi giocatori ed appassionati nel corso del campionato. Una squadra che sicuramente destinata ancora a crescere.Bravi ragazzi!Formazione Monza:Bonacina D., Carpinelli G., Castoldi E., Cavasin G., Cesana F., Diana D., Gavazzoni A., Lissoni G., Marchetti A., My G., Paleari G., Perego G., Pizzocri L., Somoza L., Stillitano N.A disposizione: S. Impellittiere (entrato nel s.t.) UNDER 19: RUGBY LUMEZZANE ASD RUGBY MONZA 1949 77 – 0 Risultato pesante condizionato dal fatto che il Monza sceso in campo con soli 13 giocatori (scesi a 12 nel secondo tempo però luscita di Pezzotta): un plauso ai ragazzi che sono scesi in campo mostrando un grande attaccamento alla maglia e in particolare ad Appennini, rientrato dopo un lungo infortunio.Poco da dire sul risultato, molto si potrebbe scrivere sulla sportivit; il Monza, poche settimane fa, ha affrontato il Pavia che scese a Monza con 12 giocatori. I bianco – rossi decisero di giocare anchessi con tre giocatori in meno: ma il fair – play, probabilmente non di casa ovunque.Formazione Monza: Mandelli, Spada, Crivellari, Ghezzi, Raffaelli, Cortinovis, Pezzotta, Paleari, Maconi, Faini, Gavin, Quercia, Appennini MINIRUGBY: BUONISSIMA PRESTAZIONE DEI CUCCIOLI BIANCO – ROSSI ALLINTERNAZIONALE DI TORINOUNDER 9Secondo posto però la mista Monza / Cernusco che vince il girone di qualificazione con tutte vittorie, supera i padroni di casa in semifinale e perde 3 – 1 la finale col Piacenza. La collaborazione estemporanea con gli amici del C porta quindi un podio di altissimo livello. UNDER 11Manca di un soffio il podio la Under 11 di Bani che dopo aver chiuso il girone di qualificazione al secondo posto, in semifinale cede però 2 – 3 al Cernusco vincitore del Torneo in questa categoria. Esausti, i piccoli monzesi cedono anche al Biella nella finale però il 3 posto.UNDER 13Una fase di qualificazione un po complicata, mette il Monza di fronte al Torino 94 nella prima partita che i bianco – rossi perdono però 1 meta a zero nonostante il dominio territoriale. Il riscatto arriva subito col Piacenza, sconfitto però 4 – 1 con mete di Selvagno, Fontana, una splendida meta di Finotti alla sua prima marcatura e meta di forza di Palmiotto. Nellincontro successivo il Monza si trova di fronte la Union Milano che sfrutta due intercetti però sconfiggere un Monza che anche questa volta nonostante il possesso e il territorio non riesce a segnare. Anche qua arriva subito il riscatto, con una vittoria sul Torino 95 però 3 mete a 1; il Monza schiera tutti i nati nel 95 però fair – play, e va a segnare con Roffinolli anchegli alla prima segnatura e con Biffi e Fontana.La finale però il quinto posto, con entrambe le squadre visibilmente provate dal gran caldo e dalla lunga giornata, finisce con un pareggio 1 – 1 tra Monza e CUS Genova: di Villa la segnatura però i brianzoli.