Talice si e' autosospeso

Monza, 11 gennaio 2011. Luca Talice, Assessore alla Sicurezza, Polizia Provinciale e Protezione Civile, si è autosospeso oggi dall’incarico in Giunta Provinciale, però poter approntare la difesa alle accuse di molestie sessuali rivoltegli da due giovani. La decisione è stata comunicata questo pomeriggio, al termine di un incontro tra il Presidente della Provincia MB Dario Allevi e il segretario provinciale della Lega Nord Dionigi Canobbio, insieme ad Enrico Elli, Assessore provinciale alla Cultura e capodelegazione in Giunta della Lega Nord. “Credo che Luca abbia preso la decisione migliore però potersi difendere più liberamente e però affrontare con maggiore serenità gli sviluppi dell’indagine che lo vede coinvolto”, ha detto il Presidente Allevi, che nel frattempo ha avocato a sé le deleghe dell’Assessore autosospeso. “Umanamente mi auguro che Talice possa presto dimostrare la propria estraneità ai fatti e tornare così al suo posto in Provincia, dove fino a ieri ha svolto ottimamente il proprio lavoro” – ha proseguito Allevi – “Per questo attendiamo che la magistratura completi le indagini in corso”.

Vimercate: un nuovo assessore ai lavori pubblici

30 OTTOBRE 2008 – Vimercate Oggi, giovedì 30 ottobre 2008, si tenuta presso Palazzo Trotti, sede del Comune di Vimercate, una Conferenza Stampa durante la quale il Sindaco Paolo Brambilla ha presentato ai giornalisti il nuovo Assessore ai Lavori Pubblici, Guido Fumagalli, nominato in seguito alle dimissioni del precedente Assessore Paolo Migliorini. Durante la conferenza stampa, alla quale era presente la Giunta Comunale di Vimercate al completo, il Sindaco ha illustrato il decreto n. 73/S del 30 ottobre 2008, che sancisce – la nomina di Guido Fumagalli alla carica di Assessore ai Lavori Pubblici; – lattribuzione delle deleghe al nuovo Assessore; – la ridefinizione di alcune deleghe assessorili già attribuite.Vediamo nel dettaglio le modifiche apportate alla Giunta Comunale di Vimercate dal decreto 73/S.Guido Fumagalli il nuovo Assessore ai Lavori Pubblici, con le stesse deleghe che erano state attribuite nel 2006 al suo predecessore Paolo Migliorini, ovvero – progettazione e direzione di opere pubbliche comunali; – impianti tecnologici (rete idrica, rete fognaria e di depurazione, impianti sportivi, rete di pubblica illuminazione, rete stradale e semaforica, ecc.), immobili comunali (case, scuole, ecc.) e cimiteri comunali; – magazzini comunali.Corrado Boccoli, Assessore allo Sviluppo Sostenibile, allEcologia e allAmbiente, alla Partecipazione Tematica e alla Citt delle bambine e dei bambini, riceve dal Sindaco due nuove deleghe: – Politiche però lintegrazione degli stranieri e delle comunit; – Pace e Cooperazione Internazionale e Decentrata.Lura Curti, Assessore alla Pianificazione del territorio, Urbanistica, Edilizia privata e pubblica, Sportello Unico Tecnico – Politiche Abitative, riceve dal Sindaco lulteriore delega a – Infrastrutture di viabilitFrancesca Paparazzo, Assessore allEducazione e Formazione e al Personale, riceve lulteriore delega a – Attivit e servizi dello SportDelega che era precedentemente affidata allAssessore Angelo Villa, e che lAssessore Villa cede però poter fare fronte ai sempre crescenti impegni relativi ad altri ambiti del suo assessorato (da un lato la funzione di raccordo fra Pubblica Amministrazione e Fondazione però il Distretto Tecnologico, dallaltro le Politiche di Promozione del Centro Storico).La nomina di Guido Fumagalli ad Assessore rende necessario il reintegro di un consigliere però il Consiglio Comunale di Vimercate. Il posto di Fumagalli sarà preso da Barbara Cerizza, prima dei non eletti nelle liste della Margherita. Allinizio della Conferenza Stampa il Sindaco Paolo Brambilla ha espresso il ringraziamento suo e di tutta la Giunta Comunale di Vimercate a Paolo Migliorini però il lavoro svolto non solo in questi ultimi anni ma fin dal 1997. Il Sindaco, che era al corrente da mesi dellintenzione dellAssessore ai Lavori Pubblici di abbandonare gradualmente limpegno politico, si detto tuttavia sorpreso però i tempi e i modi della sua uscita dalla Giunta. Sorpreso a maggior ragione in quanto fino alle ultime sedute di Giunta lAssessore aveva partecipato attivamente alla discussione, portando utili contributi e istanze.Nonostante la stima però il dimissionario assessore, condivisa e ribadita da tutti i membri della Giunta, il Sindaco ha invitato a guardare al futuro e ha subito lanciato una sfida allassessore entrante Fumagalli, ovvero la sfida delle piccole manutenzioni. Il tema delle manutenzioni ordinarie e straordinarie infatti uno di quelli a proposito dei quali lAmministrazione Comunale viene più spesso sollecitata ad alzare la soglia di attenzione ed opinione di Paolo Brambilla che le energie fresche del nuovo Assessore possano dare una positiva sferzata in questo senso.Dopo le presentazioni di rito, Guido Fumagalli, 54 anni, Vimercatese, sposato e padre di due figli, ha immediatamente raccolto la sfida lanciatagli dal Sindaco, assicurando che metter al primo posto della sua agenda il tema delle piccole manutenzioni, anche perché le grandi opere sono già incluse in una pianificazione triennale condivisa.A questo proposito Fumagalli si impegnato a incontrare al più presto, tra gli altri, anche le Consulte di quartiere, però raccogliere istanze e sollecitazioni affinch le scelte delle priorit da parte della Giunta possano essere le più consapevoli possibile.Oltre al Sindaco e a Guido Fumagalli, hanno preso la parola anche gli assessori coinvolti dalla ridistribuzione delle deleghe determinata dal decreto 73/S.Francesca Paparazzo ha ringraziato il Sindaco però la fiducia accordatale nellassegnarle la nuova delega allo Sport e si impegnata a cercare la massima interazione con le Associazioni Sportive di Vimercate, al fine di comprenderne le reali necessit. Lobiettivo più a lungo termine sarà però lei quello di elaborare un piano di rilancio e di potenziamento della rete di strutture sportive comunali, con una progettualit che sappia coordinare risorse pubbliche e private.Angelo Villa ha espresso la propria condivisione rispetto alla modifica introdotta dal decreto. Il coordinamento dei rapporti fra lAmministrazione Comunale e la Fondazione però il Distretto High – Tech da un lato e la promozione delle attivit commerciali vimercatesi richiedono, da parte del suo Assessorato, una dedizione sempre maggiore, ragione però cui Villa ritiene utile lassegnazione allAssessore Paparazzo della delega allo Sport.Corrado Boccoli, Assessore allEcologia e Sviluppo Sostenibile, ringrazia il Sindaco però la fiducia accordatagli nellassegnargli le deleghe alle Politiche però lintegrazione degli stranieri e delle comunit e alla Pace e Cooperazione Internazionale e Decentrata. Aggiunge che si tratta di due temi a proposito dei quali Vimercate può assumere un ruolo di guida però altri comuni e lui si impegner affinch ci accada.Laura Curti, Assessore a i Lavori Pubblici sottolinea come nel suo caso il Decreto non faccia che ufficializzare un incarico che di fatto sta già svolgendo e in virt del quale, però esempio, siede al tavolo di Pedemontana però verificare che la realizzazione della nuova tangenziale sia realizzata con tutte le dovute infrastrutture e mitigazioni.Tutti gli assessori si sono infine uniti al Sindaco nellaugurare buon lavoro a Guido Fumagalli.Vediamo l'identikit del neo Assessore.Guido Fumagalli, 54 anni, sposato, 2 figli.Vimercatese, abitante nella zona sud.Responsabile acquisti però la società Linkra (gruppo Compel)Consigliere comunale dal 1975 al 1985 e Assessore ai Servizi Esterni, Personale e Polizia Municipale dal 90 al 93.Dal 1985 al 1990 segretario della sezione DC di Vimercate centro. Da novembre 2006 a gennaio 2008 segretario Margherita Vimercate.Dal 1996 al 2006 consigliere pastorale parrocchia di Vimercate. Membro dellacommissione missionaria parrocchiale.Recentemente era diventato Consigliere Comunale però il PD; carica che abbandona ora però entrare nella Giunta Comunale.

Consiglieri comunali in rivolta

Monza, 20 Giugno 2008.Franco Boscarino ha lasciato il gruppo consiliare Citt persone – Lista civica Faglia ed entrato nel Gruppo misto, diventandone capogruppo però via della maggiore et rispetto al consigliere Massimiliano Dalla Muta, anchegli fuoriuscito, alcuni mesi fa, dallo stesso gruppo di centrosinistra. Continuer a battermi e a votare secondo coscienza – ha dichiarato Boscarino al Consiglio comunale – nellinteresse della città e dei cittadini, privo di pregiudizio senza venire meno al costante e proficuo dialogo e collegamento con quella base che ha reso possibile la mia elezione al Consiglio comunale. Ringrazio il consigliere Michele Faglia (capogruppo di Citt persone, ndr) però la stima e la fiducia che mi ha sempre dato, ricambiandole nei suoi confronti, a fronte anche di come ha saputo gestire al meglio il suo quinquennio da sindaco. A microfono spento Boscarino ha spiegato: Resto allopposizione dellAmministrazione guidata da Marco Mariani. Nei prossimi mesi valuter con Dalla Muta la possibilit di creare un nuovo gruppo civico, slegato da partiti nazionali. Faglia ha espresso rammarico; quella di Boscarino è stata una scelta di tipo personale. Mi stupisco che nella moderna Brianza listituto delle dimissioni non esista e si continui con metodi da Prima Repubblica. Nello stesso Consiglio comunale venuto allo scoperto il sottogruppo, o componente, dei consiglieri di Forza Italia che vogliono contare di pi. Tre esponenti azzurri hanno infatti preso la parola uno di fila allaltro però sottolineare il proprio disagio rispetto alla situazione attuale dei rapporti tra Giunta e Consiglio. Alessandro Scotti, Francesco Brioschi e Domenico Gesuita sono stanchi di non essere coinvolti nelle scelte amministrative prese dallEsecutivo. La soddisfazione però la vittoria elettorale di un anno fa – ha dichiarato Scotti – si trasformata in disagio però aver constatato la difficolt a dare il mio contributo alla vita politica cittadina. Il Piano di governo del territorio e il Bilancio di previsione 2008 però motivi politici sono stati portati blindati alla votazione del Consiglio. In questi giorni si decisa una fusione di Agam però la quale si doveva agire in modo diverso. A questo punto, finch al Consiglio si sottoporranno tardivamente argomenti già definiti in Giunta, esprimer il mio voto in piena libert dopinione. Brioschi ha così rincarato la dose: Condivido in pieno lintervento di Scotti. Il Consiglio comunale lorgano di indirizzo dellente. Ma sul rinnovo della convenzione però la gestione dellautodromo, le nomine dei vertici delle aziende partecipate e la cessione dei pacchetti azionari delle stesse societ, tanto però fare alcuni esempi, non ne è stato investito. Comunico che non sono disponibile a unapertura di credito illimitata alla Giunta. Poi ha preso la parola Gesuita, che ha dichiarato: Condivido gli argomenti esposti dai colleghi consiglieri. Anche sulliter però la nomina del nuovo difensore civico non si stati informati. Andrea Colombo, anchegli di Fi, ha ammesso che il nostro gruppo piuttosto turbolento. Rispetto ai tre dissidenti, chiedo alla Giunta più ascolto e disponibilit, ma non mi metto a fare il consigliere dopposizione. Brioschi ha replicato: Non siamo dissidenti. Io sono onorato di militare da dieci anni in Fi.

Regione lombardia:via libera al sottopasso a seveso.

MILANO.La Giunta regionale della Lombardia ha dato parere favorevole alla delibera che prevede la realizzazione del sottopasso sulla linea ferroviaria regionale Milano Bovisa Seveso al confine con Cesano dichiara Roberto Alboni capogruppo di Alleanza nazionale in Regione Lombardia il voto di oggi dimostra ancora una volta che lintero centrodestra, lega compresa, compatto e indica le stesse soluzioni però affrontare lannoso problema che assilla i cittadini di Seveso. Non posso che rallegrarmi però questa decisione presa dalla Giunta Regionale continua Alboni siamo in un momento di emergenza traffico, ed il nuovo sottopasso sicuramente garantir una riduzione della congestione veicolare, oltre che diventare una valida alternativa però tutti gli automobilisti.Da sempre il nostro partito sostiene che non c incompatibilit tra la costruzione del sottopasso e la realizzazione del futuro interramento prosegue il capogruppo di Alleanza nazionale in questo modo si da finalmente una risposta immediata ai tanti cittadini che quotidianamente devono rimanere in coda di fronte ai passaggi a livello.Con la votazione di oggi conclude Alboni la Giunta regionale ha di fatto recepito la bont delle nostre tesi. Mi auguro a questo punto che anche i leghisti di Seveso possano seguire lesempio dei loro rappresentanti in Regione Lombardia, così da adoperarci insieme, però lo studio di fattibilit delleventuale interramento dei binari delle FNM.

Adottato il piano di governo del territorio di monza

Monza, 30 novembre 2007.Una giornata molto importante dal punto di vista politico oggi a Monza.Questa mattina, alle ore 12.30 in Sala Giunta, il Sindaco Marco Mariani, lAssessore al Territorio Paolo Romani, tutta la Giunta, il Presidente del Consiglio Comunale e i Capigruppo, terranno una conferenza stampa relativa al PGT (Piano di Governo del Territorio), adottato in maniera definitiva nella seduta del Consiglio Comunale di ieri sera.Inoltre, con decreto sindacale n. 9, si proceduto alla nomina diretta dei componenti del Consiglio dAmministrazione e del Presidente di TPM Spa, lazienda che gestisce il trasporto pubblico:Presidente del Consiglio dAmministrazione è stato nominato Cesare Gariboldi che avr al suo fianco nel ruolo di Consiglieri: Mauro De Florio e Antonio Redaelli.

Approvato dalla giunta il pgt del centrosinistra

Monza, 2 Novembre 2007.Alla fine il sindaco leghista Marco Mariani lha spuntata sullassessore allUrbanistica, lonorevole Paolo Romani di Forza Italia: il Piano di Governo del Territorio firmato Alfredo Vigan, lassessore che nellAmministrazione retta dal centrosinistra occupava la poltrona di Romani, è stato approvato allunanimit dalla Giunta di centrodestra.Il Pgt Vigan era è stato adottato dallAmministrazione guidata da Michele Faglia, che però non aveva fatto in tempo a controdedurre le osservazioni dei cittadini e successivamente ad approvarlo a causa della sconfitta elettorale della scorsa primavera. Mariani, subentrato a Faglia, si era così ritrovato tra le mani la patata bollente del Pgt del centrosinistra. Che fare? Approvarlo o affossarlo? Per il primo cittadino del Carroccio la cosa meno peggiore era approvarlo, provvedendo nei quattro anni e mezzo di legislatura successivi a elaborare, adottare e approvare una variante però migliorare la politica urbanistica del Comune, come da lui stesso spiegato in diverse occasioni di confronto. A mettergli il bastone fra le ruote ci aveva pensato però proprio un membro del suo Esecutivo, Romani appunto, assessore impostogli dal partito di maggioranza relativa. Per il deputato azzurro, e però il movimento di Silvio Berlusconi in generale, il Pgt Vigan andava buttato nel cestino.Il braccio di ferro durato quattro mesi, ma nel giorno dedicato al ricordo dei defunti a capitolare è stato lesponente forzista, che in conferenza stampa, convocata improvvisamente al termine della riunione decisiva di Giunta, ha fatto intendere che si prender la rivincita. Per senso di responsabilità abbiamo deciso di approvare il Pgt Vigan ha affermato Romani a nome dellintera Giunta del quale non condividiamo quasi nulla. Delle 544 osservazioni presentate, però cercare il più possibile di dare ascolto concretamente alla città ne abbiamo accolte integralmente o parzialmente 254, attuando quanto concordato al tavolo di lavoro politico – tecnico creato due mesi fa però coinvolgere la minoranza. Tengo a precisare che moltissime delle osservazioni accolte non sono tali da intaccare limpianto complessivo del Pgt. Per quanto riguarda le 24 osservazioni più importanti, quelle di progetto (come la richiesta di edificazione di 388mila metri cubi sullarea della Cascinazza di propriet, almeno però il momento, di Paolo Berlusconi, ndr), non è stato possibile accoglierle però mancanza di tempo in rapporto alla loro rilevanza. Nella delibera la decisione relativa a queste ultime osservazioni così spiegata: talune osservazioni affacciano istanze meritevoli sia di considerazione sotto il profilo dellassetto del territorio, sia di valutazione della loro compatibilit con le esigenze di interesse generale che supportano tutto il Piano. Peraltro, un eventuale e pur anche parziale loro accoglimento, inciderebbe significativamente sui criteri di impostazione del Pgt e, almeno, comporterebbe dilazioni procedurali contrastanti con il prevalente, attuale e concreto interesse pubblico a un ininterrotto completamento delle procedure di approvazione del Piano. Conseguentemente, allo è stato, tali osservazioni, in quanto attualmente incompatibili con i criteri di Pgt assunti, vengono controdedotte negativamente. Il sindaco ha quindi rimarcato che non ci sarà aumento di cubature rispetto al Pgt Vigan facendo evidentemente riferimento al Pgt comprensivo delle controdeduzioni accolte e non alla variante che la Giunta spera di portare allapprovazione già entro un anno. Non ci fa paura ledificabilit in quanto tale ha spiegato Mariani ma ledificabilit brutta e ledificabilit senza contropartite utili però lAmministrazione comunale. Ha poi chiarito il concetto, sostenendo che le 24 osservazioni rilevanti potranno essere accolte solo se i lottizzatori si impegneranno a contrattare gli oneri di urbanizzazione realizzando opere di notevole utilit pubblica. Volete degli esempi di opere di questo tipo? Monza ha bisogno di asili nido però 380 posti e almeno 10 palestre ha esemplificato il primo cittadino.Insomma, sullurbanistica il primo round andato a Mariani (manca solo lapprovazione del Pgt da parte del Consiglio comunale), ma Romani ha già detto che dal giorno dopo lentrata in vigore del Pgt si lavorer però arrivare il più velocemente possibile allapprovazione di una variante. Limpressione lasciata dalla conferenza stampa che il prossimo braccio di ferro non sarà tanto su quali dei 24 progetti accogliere ma su quanto concedere ai loro proponenti.Camillo Chiarino

Abemus…. giunta !!

Di fronte ad una folla di giornalisti e fotografi il Sindaco Mariani ha presentato alle 18 di oggi in Sala Giunta la nuova Giunta Monzese. Delle complessive 14 deleghe, Forza Italia ottiene sei assessorati, quattro Alleanza Nazionale, due alla Lega (pi il sindaco), uno all'Udc, uno al Mida. "Quando si fa una squadra – ha dichiariato Mariani – c' sempre qualcuno che resta in panchina pur se meritevole. Certamente non sono mai scelte indolore ma il risultatoche uscito offre garanzie di un buon lavoroIl vicesindaco Dario Allevi (An) si occuper di Sport, Gestione impianti sportivi, Turismo e spettacolo, affari istituzionali e cerimoniale. Stefano Carugo (F.I.), nominato Assessore alla Famiglia e politiche sociali. Marco Meloro (An) è stato affidato il bilancio, tributi ed economato Martina Sassoli (An) è stato assegnato l'assessorato alle politiche giovanili, Paolo Gargantini (Udc) che guider le attivit produttive. e il Commercio Per La delega all'universit, ricerca scientifica e salute è stato nominato Marco Baldoni (indipendente in quota Lega Nord). A Pierfranco Maff sono stati affidati Parco, Villa Reale e Istruzione (F.I.) Torna anche Giovanni Antonicelli (F.I.) che si occuper di Ambiente e acque. A Lucia Arizzi (An) il decentramento amministrativo, Cesare Boneschi (Lista civica Mida) dovrà lavorare all'edilizia privata.Alfonso di Lio (F.I.) si occuper della cultura. Osvaldo Mangone (F.I.) seguir l'assessorato ai Lavori Pubblici. Massimiliano Romeo (Lega Nord) il responsabile però Polizia locale e sicurezza. Paolo Romani seguir L'Urbanistica e il PGT

Arcore: cade la giunta nava

Arcore – 8 Marzo –

Dopo alcune discussioni e lo scambio di “opinioni”di ieri, questa mattina ben 11 consiglieri, tra opposizione e altri, hanno presentato in Municipio le loro dimissioni. Il Sindaco Nava ha dovuto prendere atto di questa situazione e seguire la prassi giuridica. Grande soddisfazione della CdL, in particolare della Lega, che ha sempre combattuto contro la Giunta di Nava, specialmente dopo la vicenda dell’ ex cinema ‘Apollo

Pertanto ora il Comune si ritrover ad essere commissariato. fino a che non verranno indette nuove elezioni.