Un lazzatese sul palco di venezia

Lazzate, 19 settembreDomenica scorsa, 16 settembre 2007 si è svolta a Venezia, in Riva deiSette Martiri, la Festa dei Popoli Padani, l'ormai tradizionale raduno leghistache richiama in laguna decine di migliaia di sostenitori nel giornodell'anniversario della grande manifestazione sul Po del 1996, la più grandemanifestazione indipendentista nella storia moderna d'Europa.Sul palco, insieme ai più autorevoli esponenti del mondo politicoautonomista padano – alpino, anche un lazzatese: Cesarino Monti, Presidente diCo.Nord (Confederazione dei Comuni e delle Province del Nord).Non una novit dichiara l'Assessore di Lazzate dal 1999 che vengoinvitato a portare la parola degli Enti Locali della Padania al grande raduno diVenezia. Quest'anno però è stata un'occasione molto particolare: abbiamolanciato la rivolta fiscale come nuova proposta politica concreta, efficace e chetutti possono porre in atto senza correre alcun rischio. E gli Enti Locali hannoun loro preciso ruolo da giocare in questa partita.Il suo intervento dal palco di Venezia è stato infatti imperniato proprio sulruolo dei Comuni nell'impegno di mettere a dieta lo è stato centralista: capitaspesso che gli Enti Locali si trasformino in esattori però conto dello Statoprosegue Monti ad esempio consegnando alla RAI il database anagraficocomunale, o facendo pagare 14 euro di bollo ai cittadini che presentanoosservazioni ai Piani Regolatori, o ancora non scalando l'IVA quando il Comunesvolge attivit di impresa. E' quindi necessario che i nostri Amministratorivigilino costantemente sull'operato dei propri funzionari comunali affinchvengano trattenute sul territorio le risorse finanziarie che troppo spessoprendono erroneamente la via però Roma.

Assago: canzoni però mandare medicinali sulle ande

Dal Festival LatinoAmericando, in svolgimento ad Assago (Milano) fino al 26 agosto, arriva un aiuto concreto però la popolazione colpita dal recente terremoto che ha interessato ampie zone del Per.Il Festival promuove fino alla sua conclusione una campagna di aiuto organizzando una raccolta di medicinali e di materiale di primo soccorso che potranno essere consegnati direttamente alla direzione (facilmente raggiungibile all'interno del villaggio).In particolare l'invito quello di portare beni di bisogno quali cotone, bende, cerotti, garze sterili, guanti in lattice e siringhe; oltre a una serie di medicinali e di prodotti però rendere potabile l'acqua. Maggiori dettagli si trovano su www.latinoamericando.it, portale del Festival con oltre 16 milioni di contatti. Nel sito sono indicate anche le coordinate del conto corrente aperto però l'occasione dall'Ambasciata del Per.Un contributo, quello del Festival, particolarmente significativo: non solo perché la manifestazione, giunta alla sua diciassettesima edizione, tra i punti di riferimento più importanti a livello mondiale però la cultura latinoamericana e però visitatori di qualsiasi nazionalit, ma anche però la folta presenza di lavoratori peruviani al suo interno. Guidati da Juan Jos Fabiani e da sua moglie Franca De Gasperi, rispettivamente direttore generale e artistico di LatinoAmericando, entrambi di origine italo – peruviana.Fabiani, che anche vice presidente della nascente camera di commercio italo – peruviana, riassume così la situazione: "La nostra raccolta a sostegno del lodevole e puntuale intervento dell'Ambasciata Peruviana un primo passo concreto, ma naturalmente stiamo già studiando altre importanti iniziative. Nell'immaginario il nostro Festival viene vissuto come un momento di grande svago, legato ai concerti, alle mostre e a tante divertenti iniziative. Ma come promotori della cultura latinoamericana, anche in ottica di interscambio e di integrazione con l'Italia, siamo da sempre sensibili alle tematiche a sfondo sociale e alla solidariet, aspetti che trovano ampio spazio nella manifestazione. Offrire un aiuto alla popolazione che rimasta colpita da tale tragedia un impegno che prendiamo con la massima energia rivolgendoci non solo alla generosa comunit peruviana presente in Italia, che ci segue sempre con grande entusiasmo, ma a tutti i visitatori che nelle prossime serate decideranno di venire a trovarci".Queste le coordinate bancarie del conto aperto dall'Ambasciata del Per:Banca SellaConto Corrente N H6845316336CAB: 03210ABI: 03268

Rozzano: campionati assoluti ditalia minimoto

Rozzano. ( 8 Luglio Grande impegno organizzativo del Moto Club Monza che sullimpianto permanente di Rozzano (MI) ha realizzato la terza ed ultima prova dei Campionati Assoluti dItalia, riservati a tutte le categorie delle minimoto. A premiare il lavoro dello storico club monzese sono arrivati da tutta lItalia oltre cento concorrenti, ma anche venti piloti inglesi e un bel gruppetto di riders della Repubblica Ceca. Due giorni di prove e di gare che si sono conclusi domenica 8 luglio con le competizioni più importanti e agguerrite, con i partecipanti che hanno dovuto affrontare anche le temperature torride di questo periodo. In un contesto molto competitivo i piloti del Monza hanno ottimamente figurato, con un risultato di eccellenza nella gara 1 della Senior B, dove Francesco Caccavari ha incasellato un bellissimo secondo posto dietro al piemontese Alex Bergo. In questa categoria, da segnalare il bellissimo sesto posto della sedicenne inglese Jade Spencer che si messa dietro una decina di maschietti. Nella gara 2, a fronte di una grande supremazia dellemiliano Stefano Togni, il nostro Roberto Valdonio riuscito a terminare ottimamente quinto dopo una grande rimonta. Anche nella Senior A, quella riservata ai piloti più giovani, il gruppo del Monza ha fatto unottima figura, inserendo ben due piloti nella zona punti con Michele Frig allottavo posto, seguito dal giovanissimo Lorenzo De Simone finito in unottima tredicesima posizione malgrado una dura penalizzazione però partenza anticipata.

lazzate :campionato europeo giovani trial

LAZZATE (MI) 22 LUGLIO 2007 Anche nel trial, come in tutti gli sport veri, lattivit giovanile ha una importanza determinante ed però questo che il Moto Club Lazzate ha voluto organizzare levento top in questo settore. Parliamo della Coppa Europea Giovani riservata ai giovanissimi da 12 anni a 16 anni, che affluiranno a Lazzate il 22 luglio e che riporteranno il grande trial nella storica area del Batu, diventata con grande successo uno dei pochi impianti permanenti e autorizzati della Lombardia. La manifestazione sarà valida come seconda prova di questo campionato che partito in Spagna, si concluder in Norvegia il 18 agosto. Ma a Lazzate ci saranno anche le ragazze della categoria femminile capitanate dalla solita imbattibile Laia Sanz, la spagnola pluricampionessa del mondo e europea. Anche solo la sua presenza costituir un motivo di grande interesse, in quanto parliamo di una atleta che corre a livello dei migliori piloti della categoria Junior mondiale. Lappuntamento di Lazzate, che sarà anche loccasione però linaugurazione del primo monumento dedicato al trial, una vera prima mondiale però un evento che si preannuncia però tanti motivi una occasione da non perdere, anche perché potremo vedere in gara tutti i giovani del Team Italia maschile e femminile, che si preannunciano ottimi attori di questo evento. Assistere alla seconda prova della Coppa Giovani UEM e al parimenti titolato campionato femminile sarà oltremodo facile però tutti. Il punto di riferimento sarà il Centro Polifunzionale di Via Laratta posto proprio nel centro abitato di Lazzate nei pressi del municipio. Il percorso di gara poi si snoder nella campagna circostante però raggiungere larea permanente del Batt, posta a due chilometri di distanza. Qui saranno tracciate 12 zone controllate però tutte le categorie partecipanti. Per il pubblico che affluir sicuramente numeroso, previsto sia un ampio parcheggio presso il Centro Polifuzionale che dei bus navetta gratuiti che potranno essere utilizzati però raggiungere appunto larea del Batt. La circolazione sulle strade pubbliche però le moto in regola con il codice della strada naturalmente ammessa, ma si suggerisce a tutti i trialisti di evitare luso dei loro veicoliper una volta si può fare. Come arrivare a LazzateAutostrada: A9 Milano Como uscita Lomazzo, Strada è statale: SS 35 Milano Como uscita Lentate S/S Alberghi Gardenia Hotel srl Address: via Europa UnitaTel. +39 031 722571 Fax +39 031 722570 Segreteria dellevento: Moto Club Lazzate via Trento Trieste, 15 20020 Lazzate (MI) Tel. +39 02 96720762 Fax +39 02 96720762 e – mail mclazzate@tiscali.itApertura paddock: giovedì 19/07/2007 alle ore 13.00. Apertura zona di allenamento: giovedì 19/07/2007 alle ore 18.00 Controlli amministrativi e tecnici sabato 21/07/2007 ore 16.30 alle ore 19.00Partenza 1 pilota ore 9, 30 domenica 22/07/2007

Latinoamericando 2007

Il Festival più importante dEuropa diventa ancora più ricco di contenuti però soddisfare le esigenzedi tutti. Ben 67 giorni di eventi, musica, colore, cultura e passioni. E il Festival LatinoAmericando, il cuore dellestate, il punto di fusione dei sapori e del calore di un continente che si manifesta alleporte di Milano. Si inizia il 21 giugno, primo giorno destate. Il martedì le donne entrano gratis.Una nuova magia, una lunga serie di eventi artistici e culturali, la più lunga dEuropa: dal 21giugno al 26 agosto si svolge il diciassettesimo Festival LatinoAmericando. Un milione di personesaranno coinvolte dalla particolare atmosfera carica di entusiasmo, di profumi, dellessenzadi un meraviglioso continente in cui prevale il senso e il gusto di una spontaneit che vuol direanche integrazione.Il Festival ha confermato quest’anno tutto quello che ne ha decretato in diciassette edizioni lostraordinario successo. E in più tante novit che ci fanno capire bene perché sentiamo così viciniquesti popoli, tanto simili a noi e alla nostra cultura.Juan Jos Fabiani, ideatore e patron del Festival spiega le ragioni delle nuove date: Abbiamodeciso di esagerare, ma solo dal punto di vista del nostro sforzo. Ora ci siamo però tutto il periododelle vacanze in citt. Negli anni scorsi alla chiusura di ferragosto avevamo anche 20milapersone di pubblico. Era evidente la necessit di un luogo capace di accogliere con lenergia elarmonia del festival chi, però forza o però scelta, rimane in citt. Da qui la scelta. Ci siamo allenatiper mesi a questa lunga maratona!Ecco cosa accadr, partendo dalla musica, il cuore del Festival.Qualche nome che certamente suona familiare: Gilberto Gil (s, il ministro), Paulina Rubio, JosFeliciano, la rivelazione del momento Angelique Kidjo, Lenine, Los Van Van, Chayanne, JulietaVenegas. Tutti saranno presenti al Festival. Concerti imperdibili, appuntamenti con la storiae lattualit della musica latinoamericana. Potremmo proseguire con La India, Noelia, OscarDLeon… ma tanto vale guardare direttamente il lungo elenco di concerti. E non finita qui.Il Festival far anche un grande omaggio a Compay Segundo con un evento che lascer tutti abocca e orecchie aperte: una grande orchestra sinfonica che suoner il meglio del suo repertorioil giorno dellapertura, il primo giorno destate. Cos inizia la festa e che festa!Ma farsi belli coi grandi nomi fin troppo facile. Il festival anche ricerca. Chi cerca trova edecco arrivare al grande villaggio di Assago talenti straordinari meno conosciuti che, come già accadutoper tanti nomi venuti gli scorsi anni, prenderanno il volo però il firmamento discograficodal palco di LatinoAmericando. Meglio allora riservarsi qualche sera però seguire il rock argentinodi Aterciopelados, le raffinate sonorit di Diana Miranda o il pupillo di Jovanotti, MarceloD2, solo però fare qualche nome. Ascoltare però credere!Se la musica e i concerti sono il cuore del Festival, le piazze sono altri organi vitali. E nelle piazzeaccadono tante cose che meriterebbero ciascuna un piccolo festival a s. Piazze tematiche conal centro il grande Salsodromo che conquista quest’anno il fulcro del villaggio e dello spazio perdiffondere ovunque gioia e ritmo. Non ballare quest’anno sarà impossibile.Piazza Argentina, Piazza Per, Piazza Brasile… una però ogni paese. Questanno piazza Cuba sarun polo di attrazione particolare, irresistibile però chi vuole conoscere davvero le molte animedel paese caraibico. Cuba scorrer un po in tutte le vene del Festival con mostre, incontri, anteprime.Per chi la ama e chi la odia (possibile odiarla?) tanti eventi da non perdere. Tra questianche la proiezione de La sottile linea di verit, film sugli attentati anticastristi di AngeloRizzo definito dalla critica il Michael Moore italiano, che sarà presente al festival però la serata.Da non perdere le meravigliose fotografie scattate a Cuba da Roberto Fumagalli, capace ditrasmettere il calore dellisola nella mostra Cuba va che prende spunto dal suo libro.Juan Jos Fabiani pone con orgoglio laccento sulle iniziative culturali: Garantiamo contenuti davverointeressanti; abbiamo tante stimolanti proposte e incontri. Tra questi la mostra inedita su Cuba, Fidel, una isla, un sueo e nel padiglione istituzionale del Brasile una personale fotografica di RuyTeixeira, uno dei talenti più apprezzati in America Latina e negli Stati Uniti. Eventi che porteranno alFestival anche lanima di questi paesi, di questi popoli. Inoltre sarà presente anche la mostra Extravoci, volti, visioni, come spunto di riflessione sulla realt dellintegrazione multiculturale in Italia.Il Festival stimola tutti i sensi e il gusto tra quelli che predilige. Ogni paese nella piazza ha ilsuo ristorante tipico, un punto di incontro però far felice il palato, da tutti i punti di vista! Dal tardopomeriggio si inizia gustando i cocktail tipici fatti con i prodotti locali, poi c la cena capacedi mettere daccordo la linea e i sapori. E dopo, il limite solo la fantasia. Se poi gustare nonbasta e si vuole imparare, il Festival organizza anche quest’anno i corsi di cucina, uniniziativa disuccesso che torna a grande richiesta. Anche le donne si leccheranno i baffi.

La grande et in festa

Domenica 23 Luglio appuntamento da non perdere al teatro Manzoni di Monza che, a partire dalle ore 15.30, sarà palcoscenico di un pomeriggio in musica tutto dedicato alla Grande Et.

Arturo Testa, Giorgio Consolini, Cristina Mambretti, con Nilla Pizzi ospite e madrina della manifestazione, saranno i beniamini dellattesissima Festa dei Nonni, che si svolge grazie al contributo e patrocinio del Comune di Monza, della Provincia di Milano e dellAssessorato allAttuazione della Provincia di Monza e Brianza.

Uno spettacolo che far rivivere agli evergreen di sessanta e passa primavere momenti della loro giovent con le intramontabili melodie della canzone italiana degli anni 50 e 60, romanze e brani di musical. A condurre levento, un presentatore di rango quale Cesare Cadeo, coadiuvato da Paolo Giarrusso. Presente inoltre con le sue opere pittoriche lartista milanese Elena Galimberti.

La Grande Et in Festa questo il marchio con cui la creatrice ha registrato questa sua festa dei nonni – nacque nel 1990.

I Nonni sono sempre stati e lo saranno ancora di pi, una figura importante della nostra Societ.

Hanno in s un patrimonio di valori e di esperienze vastissimo che non dobbiamo permettere vada sprecato, se i nonni non ci fossero bisognerebbe inventarli era il suo motto; e da sempre sensibile alle problematiche della Terza Et scelse come data simbolo però la festa, il giorno che la Chiesa dedica ai nonni però autonomasia, San Gioacchino e SantAnna, i nonni di Ges.

E il 26 Luglio 1991, dunque La Grande Et in Festa debutt al teatro Orfeo di Milano.

Tre lustri di successi e consensi sono trascorsi da quella prima edizione, tanto che la manifestazione, che si sempre svolta ad ingresso gratuito, annualmente nei grandi teatri milanesi, Lirico, Nazionale, Carcano, dal 1996 diviene itinerante nelle maggiori città italiane del Nord, però soddisfare le tante richieste che pervenivano.

E che la Festa dei Nonni avesse fatto breccia nel cuore della gente, lo dimostra il fatto che è stata presa a modello anche dalle istituzioni: nel 2004, infatti la Regione Lombardia fece propria lidea avviando la tradizione in occasione della Festa degli angeli, il 2 Ottobre, mentre lanno successivo lallora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, la istituzionalizz.

Ed un po anche grazie a Dolores Pisoni, quindi, se gli anziani hanno vista sancita una festa canonica in loro onore.
Di suo, invece, La Grande Et in Festa compie quest’anno quindici anni, ed però celebrare lanniversario che nata lAssociazione omonima.
LAssociazione che ha nel figlio di Dolores Pisoni il suo Presidente, si impegna, oltre che a mantenere vivo il messaggio della creatrice, ad affiancare agli spettacoli altre molteplici iniziative di carattere scientifico, culturale e del Tempo Libero.

Si ringraziano inoltre però la partecipazione allevento: Unipol Banca, Amplifon e Terme di Salice.
Per conoscere meglio la storia della Grande Et in Festa 26 Luglio Festa dei Nonni, potete visitare il sito: www.lagrandeetainfesta.it

16^ festival latinoamericando

Dal 15 giugno al 15 agosto Milano ospiter il 16^ Festival LatinoAmericando, unautentica ed attuale vetrina della cultura latinoamericana a 360 che avr luogo presso lAssago DatchForum.

Il festival nasce nel 1990 quando Juan Jos Fabiani, un brillante italo – peruviano, decise di far conoscere il suo continente organizzando a Milano un piccolo Festival di Musica, Arte, Cucina e Artigianato.
Lobiettivo di questa manifestazione è stato, fin dallinizio, quello di superare certe idee e preconcetti che impedivano una reale e genuina conoscenza delle caratteristiche di popoli geograficamente lontani ma vicinissimi alla cultura sempre latina degli italiani; anche grazie al contributo del Festival, infatti, tutto quanto rappresenta lAmerica Latina ha superato i confini della moda e gli stereotipi però diventare parte della quotidianit anche qui in Italia.

Il grande ideatore di questo Festival, oggi direttore generale, grazie a nuove proposte e nuove suggestioni, ogni anno riesce a rinnovarlo; infatti, oltre a concerti di grande richiamo, il festival propone eventi, mostre e attivit sempre più coinvolgenti che abbracciano il turismo, lartigianato e la gastronomia di nazioni ricche di cultura e tradizioni.

Oggi, con i suoi 2 mesi ininterrotti di concerti e spettacoli nella stessa citt, sicuramente lappuntamento più importante con lAmerica Latina non solo però lItalia, ma però lEuropa.
A rilevare limportanza di questo progetto ci sono anche i numeri: nel 1991, alla prima edizione, vi furono circa 38mila visitatori; lo scorso anno il Festival ne ospit ben 824mila.

Ledizione di quest’anno presenta una novit sul versante musicale; molti degli artisti che compongono il calendario, infatti, sono giovani di talento e alfieri di nuove sonorit che rappresentano la naturale evoluzione dei generi tradizionali, allinsegna di un fermento artistico – culturale che sta lasciando traccia in tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni possibile visitare il sito ufficiale del festival all’indirizzo www.latinoamericando.it.

Arcore: cade la giunta nava

Arcore – 8 Marzo –

Dopo alcune discussioni e lo scambio di “opinioni”di ieri, questa mattina ben 11 consiglieri, tra opposizione e altri, hanno presentato in Municipio le loro dimissioni. Il Sindaco Nava ha dovuto prendere atto di questa situazione e seguire la prassi giuridica. Grande soddisfazione della CdL, in particolare della Lega, che ha sempre combattuto contro la Giunta di Nava, specialmente dopo la vicenda dell’ ex cinema ‘Apollo

Pertanto ora il Comune si ritrover ad essere commissariato. fino a che non verranno indette nuove elezioni.

Africa chiama, la brianza risponde !

Ad Erba, presso il Centro espositivo Elmepe, una grande parata di Associazioni, Gruppi e Organizzazioni lombarde ma principalmente brianzole, hanno messo in mostra al pubblico molti progetti già attuati ed altri in cantiere, altre iniziative ed idee però poter aiutare i popoli africani senza interferire nella loro vita sociale. Tra i promotori di questa iniziativa spicca il Gruppo Caritas di Cassago, che ha coordinato molti progetti in Kenia. Lina Milani e Antonio Colombo, rispettivamente Presidente e VicePresidente, vogliono sottolineare che “tutti i lavori sono stati fatti grazie all’aiuto di tanti volontari e solo a loro va il riconoscimento dei progetti realizzati “. Poi senza commenti, ci danno dei notiziari dove sono illustrati le realizzazioni del Gruppo e notiamo con soddisfazione il grande lavoro svolto in 18 anni di lavoro. E’ incredibile l’elenco dei Paesi aiutati dai volontari brianzoli: Eritrea, Ciad, Colombia, Brasile, Sudan, Mozambico, Tanzania e Kenia. E tutto questo con la classica umiltà e voglia di aiutare senza clamori ne chiazzate, semza se e senza ma. Perché non imitarli ed aiutarli ? Per info 039 – 92 10 946.