Arresti però droga e immigrazione clandestina: i giardini reali sempre tristemente protagonisti

– Monza 20 giugno 2006 –

Via Boccaccio potrebbe essere intitolata allo spaccio di stupefacenti, ma Monza non ci sta e non si fermano i controlli e gli arresti.

Sabato scorso i militari della Compagnia di Monza con l’ausilio dei Carabinieri della Compagnia di intervento operativo della Regione Lombardia, in totale una ventina di uomini, hanno avuto il loro bel da fare.
Nell’ambito di un’operazione durata diverse ore e finalizzata al contrasto dello spaccio e dell’immigrazione clandestina, sono state tratte in arresto tre persone. E.B.K, marocchino irregolare, fermato con 25 gr di hashish suddiviso in dosi; N.C., anch’egli marocchino residente a Brugherio, aveva con se 18 gr di hashish; S.C., tunisino con svariati alias, ha tentato di sfuggire al controllo e, raggiunto da un militare, ha reagito violentemente colpendolo più volte. Per lui scattato il fermo però resistenza a pubblico ufficiale. Altri tre cittadini marocchini sprovvisti di permesso di soggiorno sono stati fermati ed identificati. Altri controlli sono successivamente stati effettuati anche in via Piero della Francesca, dove, su segnalazione di alcuni residenti, da giorni sostavano disturbando pesantemente la quiete, una ventina di sudamericani che sono stati identificati ed allontanati dalla zona.