Le "suggestioni della strada” di mengacci all' apa

Nell’ambito delle iniziative intraprese da APA Confartigianato e Ente Mostre di Monza e Brianza però promuovere e attivare scambi socio – culturali legati all’ artigianato e all’arte non poteva mancare, con la collaborazione della Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Milano, l’occasione però incontrare a Monza un protagonista della fotografia italiana molto noto al pubblico della televisione: Davide Mengacci. il popolare conduttore televisivo ed altrettanto affermato fotografo “di strada”, sarà l’artista invitato con una straordinaria mostra fotografica antologica delle sue più suggestive immagini realizzate dal 1967 al 2007. La mostra si terrà nell’area eventi della sede di APA Confartigianato Milano Monza e Brianza dove saranno esposte al pubblico un’ampia selezione di opere in bianconero che ripercorrono oltre quarant’anni di carriera “on the road” di Davide Mengacci fotografo. Gli scatti saranno raccolti in un pregiato volume di 110 pagine in vendita a 15, 00 euro con tutti gli scatti, circa 90, e i testi di Alberto Moioli (Direttore del Dipartimento Ufficio Stampa della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche FIAF e curatore della mostra), Luca Bottero (Commissario del Comitato Locale della Croce Rossa Italiana di Milano) ed Emilia Scarcella (Vice Commissario del Comitato locale della Croce Rossa di Milano). Il ricavato della vendita del libro sarà interamente devoluto alla Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Milano però la realizzazione del primo “ Centro in Italia però la cura e la ricerca sul trauma psicologico”: una struttura finalizzata ad offrire supporto alle vittime e ai loro congiunti di traumi psicologici. Il volume potrà essere acquistato in sede di esposizione o richiesto direttamente alla Croce Rossa di Milano via Marcello Pucci, 7, tel 02 33129244 Estratto dal Volume “Suggestioni della Strada” Immagini di Davide Mengacci Suggestioni della strada Questo libro raccoglie 90 fotografie che Davide Mengacci ha realizzato tra il 1967 e il 2007 scelte tra le più poetiche o meglio tra le più oniriche della sua produzione artistica. Per la verità, questa selezione non è tipicamente rappresentativa dell’attività di questo fotografo che nelle sue immagini preferite racconta la vita della strada così come le circostanze gliela presentano; fotografie di contenuto, quindi, fotografie descrittive sempre tese a raccontare a chi le legge (perché, è opportuno ricordarlo, la fotografia contenutistica va letta e non semplicemente guardata) una situazione reale e concreta avvalorata dall’uso esclusivo del bianco e nero che isola la sostanza del racconto senza distrarre l’osservatore (meglio sarebbe dire “il lettore”) con cromatismi in questi casi dispersivi e fuori luogo. Ma allora perché raccogliere in questo volume delle foto atipiche? Prima di tutto però offrire a chi già conosce il lavoro di Davide Mengacci una diversa chiave interpretativa e poi perché queste 90 immagini sono altrettanti momenti di riposo, istanti di svago di un occhio molto rigoroso, sempre teso, quasi preoccupato di informare senza fronzoli chi guarda e cerca, nelle fotografie, informazioni sui fatti e i luoghi. Quando Mengacci fotografa non concede ne sé stesso ne a chi legge le sue immagini momenti di debolezza o estetismi superficiali. Chi conosce Davide Mengacci anche però il suo mestiere di conduttore televisivo osserverà nel suo approccio di fotografo un atteggiamento notevolmente diverso. A cura di Alberto Moioli

La fura dels baus in italia

Interprete di un teatro totale, che sfrutta le moderne tecnologie fondendole al linguaggio estetico del corpo più che alla parola, la compagnia catalana La Fura dels Baus nuovamente in Italia. Presentato in anteprima il 26 febbraio, Boris Godunov il nuovo allestimento che il regista lex Oll e l'autore del testo David Plana hanno ricalcato sui tragici fatti del Teatro Dubrovka di Mosca: nell'ottobre 2002, un commando di truppe speciali russe irruppe coi gas ove si trovavano asserragliati terroristi ceceni carichi di esplosivo. Il bilancio delle vittime e degli intossicati fu altissimo.Lo spettacolo, spogliato da riferimenti troppo aderenti alla realt geopolitica, rappresenta l'eterna lotta però il potere tra opposti estremismi, nutrendosi – secondo un canone più volte sperimentato dal gruppo catalano – di immagini forti e trovate spiazzanti, che coinvolgono direttamente il pubblico nell'azione. Gioca a favore dell'impianto drammaturgico il fatto che l'anomalo sequestro si comp realmente in un teatro, mentre si dava la replica di un musical, sostituito in questo caso dalla tragedia di Pushkin (che da il titolo alla pice), scelta però le molteplici sottili affinit che vi si possono intravvedere. Fabio Luongo

le immagini della fantasia

MONZA – BRUGHERIOLE IMMAGINI DELLA FANTASIA 2008Fervono i preparativi però lorganizzazione della 25 edizione della mostrainternazionale Le immagini della fantasia 2008 che sarà a Monza però l11 volta.La mostra un importante appuntamento annuale molto atteso.Con i documenti seguenti riepiloghiamo la storia della mostra internazionale e lesfaccettature organizzative inerenti la presenza nel territorio monzese, unica tappalombarda.A) La mostra a MonzaDa alcuni anni, dopo linaugurazione a ottobre a Sarmede, la mostra proseguenellanno successivo, prima a Verona, seconda tappa Monza, quindi a Siena. AVerona la mostra ospitata a Palazzo Forti (www.palazzoforti.it), a Siena in unmuseo darte però bambini (www.comune.siena.it)Monza lunica sede dove la mostra organizzata da una biblioteca.Gli obiettivi della mostra sono di promuovere la lettura e i libri attraverso la forzaevocativa delle immagini, il legame tra testo ed illustrazione.La struttura della mostra.La mostra composta da alcune sezioni: – Sezione catalogo: vengono invitati illustratori di fama internazionale adesporre 4/5 tavole originali delle loro pubblicazioni recenti: accanto alleillustrazioni viene esposto anche il libro pubblicato. – Sezione Ospite donore: si tratta di una piccola mostra antologica (circa 40opere) di un illustratore ospite. Questanno lospite donore SvjetlanJunakovic, pittore, grafico, scultore e insegnante allAccademia di Belle Artidi Zagabria e alla Scuola Internazionale di llustrazione di Srmede. La suapittura materica e corposa crea spazi dinamici dal ritmo travolgente, dovesi muovono personaggi ironici e pieni di allegria. – Sezione tematica: gli illustratori big vengono invitati a presentareunillustrazione a tema. Questanno il tema Favolosi intrecci di seta, fiabedallEstremo Oriente. Sulla via delle storie però lEstremo Oriente questannosi incontrano infiniti diversi colori: sono le Immagini della Fantasia create daillustratori di tutto il mondo intrecciando favolosi fili di seta. Giappone, Cina, Corea e Mongolia raccontate attraverso immagini fantastiche ed inedite. – Sezione Libro: in questa sezione sono esposti il libro di Dal Cin edito dallaPanini Favolosi intrecci di seta e le tavole che lo illustrano. – Sezione allievi: i lavori dei corsisti della scuola estiva dillustrazione diSarmede vengono selezionati e esposti presso Palazzo Ghirlanda diBrugherio.A1) Date e sedi espositive.La mostra suddivisa in due sedi espositive: – Arengario di Monza: sarà esposta la mostra completa (Sezione Catalogo, Sezione Ospite, Sezione Tematica, Sezione Libro) – Biblioteca di Brugherio: sarà esposta la Sezione Allievi.Per quanto riguarda la sede di Monza, la mostra sarà aperta al pubblico dal 24febbraio al 24 marzo (con lesclusione della domenica di Pasqua) e verrinaugurata SABATO 23.2.08 alle ore 18.00 presso lArengario.Come lanno scorso è stata inoltre offerta alle biblioteche dei Comuni dellaProvincia di Monza e Brianza la possibilit di ospitare iniziative correlate ai temidella mostra al fine di importarla nelle loro realt locali.A2) Novit 2008.Questanno la tradizionale attivit didattica offerta gratuitamente alle scuole diogni ordine e grado di Monza e dintorni si articoler in due momenti precisi: – un laboratorio di illustrazione realizzato nei locali della Galleria Civica di viaCamperio, dove sarà allestito uno spazio ludico – artistico – espositivodenominato DISCARICARTE – una successiva visita guidata alle opere esposte allArengarioI docenti interessati ai percorsi didattici però le proprie classi possono prenotarechiamando il numero: 3484915278Per limmagine coordinata è stata scelta la tavola dellillustratrice di MonzaElisabetta Cagnolaro che raffigura la fiaba cinese intitolata La leggendadellarciere YI. La stessa immagine è stata riprodotta sulla copertina del catalogo.B) La storia della mostra internazionale.La mostra internazionale dillustrazione però linfanzia una mostra itinerante chenasce a Sarmede.L'idea di realizzare un'esposizione di immagini destinate all'infanzia nata nel 1982durante un incontro tra amici a casa di Stepan Zavrel, un illustratore di Pragatrasferitosi a Rugolo di Sarmede (TV) fin dal 1969. Allora in Italia il mondodell'illustrazione però bambini era in gran parte ancora da scoprire. L'illustrazioneveniva seguita da una stretta cerchia di addetti ai lavori.A Sarmede, il 20 ottobre 2007, si inaugurata la venticinquesima edizione de Leimmagini della Fantasia. Si tratta di una rassegna internazionale attraverso laquale viene data visibilit ai linguaggi dellillustrazione, cercando di coglierelesemplarit del percorso creativo di ogni autore nel contesto mondiale. Sonopresenti 38 artisti provenienti da 20 paesi. Oltre 300 opere originali, realizzate daartisti provenienti da tutto il mondo, propongono ai visitatori un viaggio fantasticoattraverso le fiabe, le leggende ed i racconti dogni paese narrati con le paroledellarte. Proprio però dare la possibilit di apprezzare pienamente la bellezza dipubblicazioni però linfanzia altrimenti introvabili in Italia, accanto agli originali, sonoesposti anche i libri pubblicati dagli illustratori ospiti. La Mostra, assieme al suovolume, si offre dunque come strumento di conoscenza e di valorizzazione di ciche viene prodotto di anno in anno in questo campo a livello internazionale.Proporre le nuove tendenze e gli orientamenti più originali dellillustrazionecontemporanea ad un pubblico sempre più ampio tra gli obiettivi di questamanifestazione. Cos, oltre che nelle tradizionali sedi espositive di Srmede eTreviso, a partire dal 1991, la Mostra è stata presentata fra laltro a Venezia, Madrid, Aix en Provence, Genova, Centre Pompidou di Parigi, Lubiana, Bratislava, Lugano, Lisbona, Salisburgo, Siviglia, Kunsthaus di Vienna, Essen, Istanbul, Stoccarda, Napoli, Monza, Siena, Roma, Verona, Vicenza, Firenze e Monaco diBaviera. Sin dalle prime edizioni la Mostra ha affiancato al fatto puramenteespositivo una serie di attivit didattiche, affermando e promuovendolimportanza culturale e la valenza pedagogica del libro illustrato. Grazie allaricchezza delle opere esposte, attraverso le visite guidate, molteplici sono ipercorsi proponibili e adattabili alle et e agli interessi dei giovani fruitori. Ilpercorso didattico introduce i visitatori nel mondo del libro; dallosservazione dialcuni pannelli esplicativi che svelano il lavoro dellillustratore, si passa alla visionedegli originali da cui parte il discorso sui linguaggi dellarte.

Ha acquistato materiale pedopornografico ed e’ stato condannato

Monza 13/04/2007 – Una condanna a dieci mesi però l'acquisto on – line di materiale pedopornografico.Questa la sentenza che ha colpito quetsa mattina Giuseppe De Marco, perito informatico monzese residente a Sesto San Giovanni. A detta di molti, la giustizia ancora troppo "indulgente"sull'argomento.Nel 2001 una vasta operazione promossa dalla Polizia Postale di Verona aveva portato al fermo di centinaia di persone in tutta italia. Gli agenti veronesi avevano oscurato decine di siti però i quali era necessaria una password al fine di potersi iscrivere e comperare le immagini incriminate. Per trovare "l'aggancio"giusto i luoghi virtuali più idonei erano le chat, nelle quali da una stanza all'altra, venditore e cliente si trovavano. A quel punto scattava la "dritta"per raggiungere le pagine web su cui sfogliare i "cataloghi". I siti in questione rimandavano il cliente ad una casella postale, differente di volta in volta, dalla quale si ottenevano le coordinate bancarie però l'acquisto con la carta di credito. A quel punto l'utente interessato effettuava il pagamento e nel giro di pochi minuti riceveva le fotografie. Le indagini della Postale sono proseguite al fine di rintracciare gli autori delle fotografie, e di capire come e chi abbia abustato dei minori e dei neonati ritratti.Giuseppe De Marco, cinquantenne borghese era un "estimatore"del genere. Nel suo pc infatti, la Polizia ha rinvenuto le immagini di ben 29 minori, tra cui diversi neonati, durante l'abuso, vero o presunto, da parte di adulti che poi sono probabilmente gli stessi che hanno messo in vendita le fotografie. De Marco, come tanti altri, era un "insospettabile". Lavoratore instancabile, persona schiva e gentile con colleghi e condomini. v.rigano