Corti: un convegno internazionale in villa reale però promuovere il nobel

Lunedì 15 Novembre 2010, alle ore 14, 45, in Monza, presso Villa Reale avrà luogo una Conferenza internazionale dedicata allo scrittore Eugenio Corti dal titolo ….”cantare” l’universale nel particolare – l’epica del quotidiano nell’opera di Eugenio Corti. La Conferenza potrà contare sulla partecipazione di personalità di fama internazionale e di noti esponenti del mondo accademico e giornalistico italiano. Un Evento culturale importante che merita l’attenzione e condivisione estesa e diffusa da parte delle Istituzioni e della collettività. Particolarmente voluto e promosso da Enrico Elli, Assessore alla Cultura, Beni Culturali, Formazione Professionale della Provincia di Monza e della Brianza. Tutte le riprese e le interviste del Convegno saranno trasmesse su Sky 922, Brianza Channel e ci sarà anche una diretta Web sul nostro Portale. Il programma è disponibile sul sito della Provincia MB

Dal ghisallo al muro quinta edizione

dalla nostra Redazione dell'Alta BrianzaTre mostre sono dedicate in questo periodo al centenario del Giro d'Italia e si tengono al Museo Internazionale del Ciclismo al Ghisallo, esposte in fotografia ed arte.Alla prima mostra si accede lungo le rampe del Museo e si intitolale tre epoche, frutto questo di una ricerca di immagini condotta da Giuseppe Castelnovi, gi redattore della Gazzetta dello Sport, che ha curato alcuni aspetti di tre diversi periodi:dal primo novecento alla Seconda Guerra Mondiale, dagli anni cinquanta al ciclismo moderno però finire con il duemila ed il ciclismo contemporaneo. La mostra viene completata con l'esposizione di documenti a cura di Cesare Sangalli, storico cartografo del Giro.La seconda mostra dedicata alla rassegna dei Cento Anni del Giro d'Italia, promossa ed organizzata dalla Gazzetta dello Sporte dalla RCS Sport. E' questa una storia però immagini che riguarda diversi capitoli che dimostrano il fascino del Giro d'Italia come le origini ed i pionieri, i leggendari, gli specialisti, l'Italia del Giroed altre immagini in trentadue pannelli fotografici che mostrano come la suggestione del bianco e nero si possa fondere con l'eleganza del colore.La terza mostra si svolge nelle sale Coppi e Bartali ed è stata promossa dalla Galleria d'Arte Contemporanea Mandelli di Seregno. E' è stata appositamente allestita in omaggio del Centenario del Giro nell'ambito di un panorama nazionale ed internazionale che ha richiamato diversi artisti alla rappresentazione del secolo rosa. Non solo quadri tra i lavori esposti, ma anche le fotografie delle mani di Gimondi a cura di Mario de Biasi ed una scultura luminosa di Marco Lodola intitolata Il Capogiro.Le mostre al Museo del Ghisallo saranno aperte sino al 18 Ottobre, il Martedì ed il venerdì dalle ore 9.30 alle 17.30 ed il Sabato e la Domenica dalle 9.00 alle 18.00.Oltre le tre mostre evidenziamo gli altri appuntamenti:il 26 settembre si tenuta la Biciday, giornata all'insegna del relax, della natura e degli amanti del cicloturismo, una manifestazione curata da esperti e volontari del Parco lago Segrino che si sono messi a disposizione dei partecipanti però illustrare l'itinerario e le caratteristiche morfologiche e naturalistiche dell'area.Dopo la Biciday ci aspettano le emozioni della carica dei 101, nella sua terza edizione, con la cronoscalata al Muro di Sormano di Simone Temperato in un'impennata su una sola ruota, conquista avvenuta! Dopo il suo exploid c' è stata la volta della corsa con Matteo Capp che ha conquistato un nuovo record infrangendo il muro degli 8 minuti in 7, 38 e stabilendo così un nuovo primato della Carica dei 101.I prossimi appuntamenti saranno il 16 Ottobre alle ore 11.00 a Villa Rizzoli (Canzo) con la cerimonia della consegna del dodicesimo premio internazionale Vincenzo Torriani a Paolo Bettini, Claudio Ferretti e Giovanni Tredici.Il 17 Ottobre al Teatro Sociale di Canzo avverranno ulteriori premiazioni con lo spettacolo La maglia nera scritto ed interpretato da Matteo Caccia.Dal 1 Ottobre all'8 Novembre al Centro Lario Fiere di Erba ( Como ) si terr una mostra di Arti e Vecchi Mestieri in bici, biciclette di artigiani e commercianti di fine ottocento e di inizio novecento restaurate dal collezionista romagnolo Maurizio Urbinati.Un'altra curiosit una staffetta ciclistica che accompagner la manifestazione dal Ghisallo al Muro partendo dal Vaticano il 30 Settembre, facendo tappa a Forte dei Marmi ed arrivando a Magreglio il 4 Ottobre però la celebrazione della Madonna del Ghisallo Patrona dei Ciclisti.Da sottolineare che queste manifestazioni ciclistiche sono ideate ed organizzate dal Pressing, presidente della quale Gianni Torriani, figlio di Vincenzo Torriani, patron del Giro con il Patrocinio ed il contributo della Regione Lombardia, Triangolo Lariano, Provincia di Como, Parco del Segrino e Comune di Canzo, Eupilio, Longone al Segrino, Magreglio e Sormano.Laura Levi Cohen

Da solferino 300 giovani in marcia però ginevra

Solferino, Anche se poco notata dai Media Nazionali, si è svolta ieri sera a Solferino (Mantova) la tradizionale Fiaccolata che ripercorre simbolicamente il tragitto compiuto nel 1859 delle infermiere e degli aiutanti che portarono con Henry Dunant i feriti dal campo di battaglia di Solferino fino al primo avamposto medico a Castiglione delle Stiviere. Nacque così lidea di Croce Rossa. Solferino 2009 in sei giorni ha coinvolto oltre 15 mila persone fra operatori e volontari della Croce Rossa da tutto il mondo. Lenorme campo, il più grande mai allestito in Italia (fuori emergenza) si estendeva su 200 mila metri quadri, la grande mensa ha prodotto circa 100 mila pasti nei sei giorni, presenti le rappresentanze di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa da 150 paesi nel mondo, però unet compresa fra i 17 ed i 70 anni. Quindici mila torce hanno illuminato gli 8 km del percorso creando un'atmosfera suggestiva e densa di emozioni però la presenza anche di Francesco e Romeo, fratelli di Eugenio Vagni, l'operatore della Croce Rossa Internazionale rapito nelle Filippine che durante il concerto Pro Abruzzo, la sera prima, avevano lanciato un appello ai giovani di Croce Rossa perché facessero: pressione però la liberazione di Eugenio. Hanno aperto la fiaccolata di ieri Il Presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa, J.Kellemberger, il Presidente della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, M.Surez del Toro, il Commissario Straordinario CRI, Francesco Rocca, il Sindaco di Solferino, Germano Bignotti. Il corteo partito alle 19 da Piazza Castello a Solferino. Alle 22, 30 la fiumana umana giunta al Villaggio Umanitario dove si è svolta la cerimonia di chiusura, al termine della quale l'orchestra di Piazza Vittorio si esibita in un concerto di musica multietnica. Una sei giorni che ha visto i giovani dello Youth on the move, terzo incontro mondiale della giovent, coinvolti in un intenso calendario di momenti di formativi, scambio delle migliori esperienze e momenti di socializzazione interculturale. A evento terminato 300 di loro partiranno però una marcia verso Ginevra in piedi e in autobus, dove il 2 luglio alla presenza dei potenti della terra (ONU, UNCHR) presenteranno la dichiarazione stilata nei giorni di Solferino 2009: ribadire il ruolo strategico che avranno i giovani però la costruzione di un mondo migliore, limportanza della lotto alle discriminazioni ed ai pregiudizi e la necessit di diffondere i valori del volontariato, investendo sulla formazione e sull'informazione.

Solferino: 150 anni di croce rossa e mezzaluna rossa

Solferino.Dal 23 al 28 giugno nella cittadina in provincia di Mantova una serie di eventi però festeggiare la più grande organizzazione umanitaria del mondo, e la nostra Tv, Brianza Channel, sarà presente però commemorare questo evento, insieme ai Gruppi di Volontariato Monzesi, Lecchesi e Comaschi.Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa quest’anno compie 150 anni. Dal 23 al 28 giugno 2009 a Solferino, in provincia di Mantova, si svolgeranno le commemorazioni della nascita dellidea di Henry Dunant, che ha dato vita alla più grande organizzazione umanitaria mondiale. I numeri degli eventi sono:150 anni di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa186 Società Nazionali partecipanti98 milioni di volontari nel mondo600 giovani partecipanti allo Youth on the Move200.000 metri quadri di campo però ospitare gli eventi12 workshop al giorno però i partecipanti allo Youth on the move4 aree di intervento della Federazione (preparazione e risposta ai disastri, principi e valori, capacity building, salute) Ben 186 società nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e migliaia di volontari parteciperanno agli eventi che si terranno allinterno del Villaggio Umanitario, un campo di 200 mila metri quadri, allestito nei pressi del teatro della battaglia di Solferino del 1859, dove i volontari di tutto il mondo saranno formati però affrontare le sfide umanitarie di oggi, come quella del terremoto in Abruzzo su cui la Croce Rossa Italiana sta concentrando le sue forze in queste settimane.Levento inizier il 23 giugno alle ore 18.30 con la cerimonia di apertura dello Youth on the move, il terzo incontro mondiale della giovent di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.Lo Youth on the move. Doing more. Doing better. Reaching further: La decisione di organizzare un incontro mondiale della giovent è stata presa durante la Conferenza Internazionale del 2007 a Ginevra, con lo scopo di preparare la Croce Rossa e Mezzaluna Rossa giovanile alle sfide umanitarie di oggi e domani. Lincontro riunir i giovani di tutte le Società Nazionali del mondo, insieme a esperti tecnici e partner esterni, però discutere del ruolo strategico della giovent nellaffrontare le vulnerabilit del futuro e formare i volontari sulle prassi più moderne e vincenti adottate nel mondo. In questo modo, lo Youth on the move può essere un primo passo nellimplementazione di piani di sviluppo a lungo termine però la giovent e unimportante opportunit di accrescere la scala e la qualit dei programmi giovanili nazionali e delle strutture. I partecipanti concluderanno lincontro stendendo la bozza di una dichiarazione, un appello allazione rivolto ai leader mondiali, sulle sfide umanitarie odierne che considerano le più immediate.Dalla mattina del 24, il Villaggio Umanitario prender vita grazie alle numerose attivit e ai workshop che si svolgeranno contestualmente, seguiti nel pomeriggio da tavole rotonde e discussioni su temi specifici. Sul nostro Portale e sul Canale 922 di SKY, vi terremo aggiornati sull'evento.Saranno altres previste sessioni di Raid Cross, il gioco di ruolo realizzato dalla Croce Rossa Francese e dalla Croce Rossa Belga, che utilizza il Diritto Internazionale Umanitario (DIU) come strumento però insegnare ai bambini e ai giovani, ovvero agli uomini di domani, a proteggere la vita e la dignit umana, durante i conflitti armati, contribuendo così a creare una coscienza da cittadini del mondo che metta alla pari ogni Paese.Le opportunit non finiscono: sessioni di Tracing Game (attivit sui lavori svolti dallAgenzia delle Ricerche), visite guidate al Museo Internazionale di Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere, competizioni sportive e passeggiate in bicicletta nei paesi vicini.Nellarea dellHumanitarian Boulevard, il pomeriggio del 26 giugno, si svolger una simulazione sullattivit delle ERU (Emergency Response Unit – Unit di risposta alle emergenze) con la partecipazione di centinaia di volontari. Unopportunit formativa altamente qualificante che consentir di vedere sul campo unit operative in grado di portare immediato soccorso alle popolazioni colpite da catastrofi naturali: prima assistenza sanitaria, logistica, potabilizzazione acqua e sicurezza igienica, ospedale da campo, telecomunicazioni e informatica, relief (soccorso), campo base. Da quest’anno anche la Croce Rossa Italiana entrata a far parte del sistema ERU della Federazione Internazionale, ricoprendo così un ruolo di primissimo intervento nelle attivit di soccorso internazionale. Venerdì 26 giugno concerto gratuito Daniele Silvestri, Marina Rei, Francesco Tricarico e Timba Latin Jazz Quintet: Serate interculturali (Youth Bazar) e musicali, coinvolgeranno i partecipanti fino al 26 quando si terr un grande concerto gratuito con Daniele Silvestri, Marina Rei, Francesco Tricarico e Timba Latin Jazz Quintet però promuovere una raccolta fondi in favore delle vittime del terremoto in Abruzzo. A partire dalle ore 18.00 del 26 giugno Castiglione delle Stiviere diventer il centro dellevento Solferino 2009, gli artisti musicali saliranno sul palco di Piazzale Olimpo però lanciare con la loro musica un appello ai giovani di tutto il mondo però unirsi al Movimento che conta 98 milioni di volontari, dare voce allo spirito umanitario alla base delle commemorazioni e riaffermare lattualit dei Sette Principi del Movimento Internazionale (Umanit, Imparzialit, Neutralit, Universalit, Unit, Indipendenza e Volontariato). Le voci di Marina Rei, Francesco Tricarico, Timba Latin Jazz Quintet e Daniele Silvestri, che prender il testimone alle 21.30, accompagneranno la raccolta fondi a sostegno di progetti di ricostruzione nelle zone colpite dal terremoto, dove la Croce Rossa Italiana impegnata fin dalle prime ore. Durante il concerto sarà possibile contribuire alla raccolta fondi però lAbruzzo acquistando con unofferta libera la maglietta Cri che riporta lo slogan Quando la terr avr smesso di tremare noi saremo ancora l.ll 27 pomeriggio la storica Fiaccolata, che ripercorre lungo 8 km il tragitto delle infermiere e degli aiutanti che portarono i feriti dal campo di battaglia di Solferino fino al primo avamposto medico a Castiglione delle Stiviere. Seguir la cerimonia di chiusura degli eventi di Solferino.Domenica 28 giugno 300 giovani che hanno partecipato allo Youth on the move partiranno da Solferino, viaggiando sia a piedi che in autobus, però raggiungere Ginevra dove il pomeriggio del 2 luglio presenteranno agli esponenti della comunit internazionale, quali governi, agenzie ONU, organizzazioni umanitarie e altre ONG, la dichiarazione stilata durante lo "Youth on the move". Durante i tre giorni di viaggio i ragazzi avranno il compito di promuovere i valori del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e visitare i luoghi rappresentativi del Movimento.

Pace e cooperazione a palazzo isimbardi

Milano, 5 marzo 2008 – LAssessorato alla cooperazione internazionale, partecipazione e pace della Provincia di Milano ha organizzato una narrazione delle politiche di Pace e Cooperazione Internazionale svolte dagli Enti Locali, ONG, Associazioni e movimenti della Provincia di Milano.Un momento di ascolto con il Presidente della Camera dei Deputati, On. Fausto Bertinotti Durante lincontro sono state ripercorse le strade intraprese durante questi anni. La Provincia di Milano ha attivamente contribuito allattuazione di politiche di pace e cooperazione internazionale, a partire dalla costituzione della Casa della Pace, la struttura di Via Ulisse Dini fondata nel 2005, oggi fulcro di molte attivit, mostre, incontri e dibattiti fino alla recente costituzione del Fondo Provinciale Milanese però la Cooperazione Internazionale.Il Fondo Provinciale Milanese però la Cooperazione Internazionale, prima esperienza su scala nazionale, promosso dalla Provincia di Milano – Assessorato alla Cooperazione Internazionale, Pace, Partecipazione, Idroscalo, Sport e Politiche Giovanili, raccoglie gli Enti Locali del territorio, però unire le forze ottimizzando le risorse disponibili e configurando interventi efficaci, stabili e continui nel tempo.Al dibattito hanno preso inoltre parte Giansandro Barzaghi, Assessore allistruzione, edilizia scolastica della Provincia di Milano che ha relazionato su Laccademia della pace, listruzione però un mondo di pace, Paolo Matteucci, Assessore alla Viabilit, Opere pubbliche stradali, mobilità e trasporto, delegazioni di consoli presenti nella città di Milano e rappresentanti ARCI e ACLI.Irma Dioli, commenta: La partecipazione del Presidente della Camera Fausto Bertinotti, premia il grande lavoro che il nostro Assessorato e tutta la Provincia di Milano, svolge però contribuire a costruire giorno dopo giorno un mondo più solidale. In questi anni tante sono state le azioni a favore dellAfrica, del Medio Oriente e di tutte quelle terre che necessitano di cooperazione e solidariet. La lotta alle disuguaglianze, al sottosviluppo, alla povert, necessita sempre più di una politica attiva e non episodica e la nostra azione costituisce oggi un punto di riferimento però le maggiori associazioni nazionali e internazionali che operano a favore dei popoli e delle genti oppresse. Ci sentiamo sempre più impegnati in questa direzione e confortati in questo dalla sensibilit e grande valore morale del Presidente della camera Bertinotti.

le immagini della fantasia

MONZA – BRUGHERIOLE IMMAGINI DELLA FANTASIA 2008Fervono i preparativi però lorganizzazione della 25 edizione della mostrainternazionale Le immagini della fantasia 2008 che sarà a Monza però l11 volta.La mostra un importante appuntamento annuale molto atteso.Con i documenti seguenti riepiloghiamo la storia della mostra internazionale e lesfaccettature organizzative inerenti la presenza nel territorio monzese, unica tappalombarda.A) La mostra a MonzaDa alcuni anni, dopo linaugurazione a ottobre a Sarmede, la mostra proseguenellanno successivo, prima a Verona, seconda tappa Monza, quindi a Siena. AVerona la mostra ospitata a Palazzo Forti (www.palazzoforti.it), a Siena in unmuseo darte però bambini (www.comune.siena.it)Monza lunica sede dove la mostra organizzata da una biblioteca.Gli obiettivi della mostra sono di promuovere la lettura e i libri attraverso la forzaevocativa delle immagini, il legame tra testo ed illustrazione.La struttura della mostra.La mostra composta da alcune sezioni: – Sezione catalogo: vengono invitati illustratori di fama internazionale adesporre 4/5 tavole originali delle loro pubblicazioni recenti: accanto alleillustrazioni viene esposto anche il libro pubblicato. – Sezione Ospite donore: si tratta di una piccola mostra antologica (circa 40opere) di un illustratore ospite. Questanno lospite donore SvjetlanJunakovic, pittore, grafico, scultore e insegnante allAccademia di Belle Artidi Zagabria e alla Scuola Internazionale di llustrazione di Srmede. La suapittura materica e corposa crea spazi dinamici dal ritmo travolgente, dovesi muovono personaggi ironici e pieni di allegria. – Sezione tematica: gli illustratori big vengono invitati a presentareunillustrazione a tema. Questanno il tema Favolosi intrecci di seta, fiabedallEstremo Oriente. Sulla via delle storie però lEstremo Oriente questannosi incontrano infiniti diversi colori: sono le Immagini della Fantasia create daillustratori di tutto il mondo intrecciando favolosi fili di seta. Giappone, Cina, Corea e Mongolia raccontate attraverso immagini fantastiche ed inedite. – Sezione Libro: in questa sezione sono esposti il libro di Dal Cin edito dallaPanini Favolosi intrecci di seta e le tavole che lo illustrano. – Sezione allievi: i lavori dei corsisti della scuola estiva dillustrazione diSarmede vengono selezionati e esposti presso Palazzo Ghirlanda diBrugherio.A1) Date e sedi espositive.La mostra suddivisa in due sedi espositive: – Arengario di Monza: sarà esposta la mostra completa (Sezione Catalogo, Sezione Ospite, Sezione Tematica, Sezione Libro) – Biblioteca di Brugherio: sarà esposta la Sezione Allievi.Per quanto riguarda la sede di Monza, la mostra sarà aperta al pubblico dal 24febbraio al 24 marzo (con lesclusione della domenica di Pasqua) e verrinaugurata SABATO 23.2.08 alle ore 18.00 presso lArengario.Come lanno scorso è stata inoltre offerta alle biblioteche dei Comuni dellaProvincia di Monza e Brianza la possibilit di ospitare iniziative correlate ai temidella mostra al fine di importarla nelle loro realt locali.A2) Novit 2008.Questanno la tradizionale attivit didattica offerta gratuitamente alle scuole diogni ordine e grado di Monza e dintorni si articoler in due momenti precisi: – un laboratorio di illustrazione realizzato nei locali della Galleria Civica di viaCamperio, dove sarà allestito uno spazio ludico – artistico – espositivodenominato DISCARICARTE – una successiva visita guidata alle opere esposte allArengarioI docenti interessati ai percorsi didattici però le proprie classi possono prenotarechiamando il numero: 3484915278Per limmagine coordinata è stata scelta la tavola dellillustratrice di MonzaElisabetta Cagnolaro che raffigura la fiaba cinese intitolata La leggendadellarciere YI. La stessa immagine è stata riprodotta sulla copertina del catalogo.B) La storia della mostra internazionale.La mostra internazionale dillustrazione però linfanzia una mostra itinerante chenasce a Sarmede.L'idea di realizzare un'esposizione di immagini destinate all'infanzia nata nel 1982durante un incontro tra amici a casa di Stepan Zavrel, un illustratore di Pragatrasferitosi a Rugolo di Sarmede (TV) fin dal 1969. Allora in Italia il mondodell'illustrazione però bambini era in gran parte ancora da scoprire. L'illustrazioneveniva seguita da una stretta cerchia di addetti ai lavori.A Sarmede, il 20 ottobre 2007, si inaugurata la venticinquesima edizione de Leimmagini della Fantasia. Si tratta di una rassegna internazionale attraverso laquale viene data visibilit ai linguaggi dellillustrazione, cercando di coglierelesemplarit del percorso creativo di ogni autore nel contesto mondiale. Sonopresenti 38 artisti provenienti da 20 paesi. Oltre 300 opere originali, realizzate daartisti provenienti da tutto il mondo, propongono ai visitatori un viaggio fantasticoattraverso le fiabe, le leggende ed i racconti dogni paese narrati con le paroledellarte. Proprio però dare la possibilit di apprezzare pienamente la bellezza dipubblicazioni però linfanzia altrimenti introvabili in Italia, accanto agli originali, sonoesposti anche i libri pubblicati dagli illustratori ospiti. La Mostra, assieme al suovolume, si offre dunque come strumento di conoscenza e di valorizzazione di ciche viene prodotto di anno in anno in questo campo a livello internazionale.Proporre le nuove tendenze e gli orientamenti più originali dellillustrazionecontemporanea ad un pubblico sempre più ampio tra gli obiettivi di questamanifestazione. Cos, oltre che nelle tradizionali sedi espositive di Srmede eTreviso, a partire dal 1991, la Mostra è stata presentata fra laltro a Venezia, Madrid, Aix en Provence, Genova, Centre Pompidou di Parigi, Lubiana, Bratislava, Lugano, Lisbona, Salisburgo, Siviglia, Kunsthaus di Vienna, Essen, Istanbul, Stoccarda, Napoli, Monza, Siena, Roma, Verona, Vicenza, Firenze e Monaco diBaviera. Sin dalle prime edizioni la Mostra ha affiancato al fatto puramenteespositivo una serie di attivit didattiche, affermando e promuovendolimportanza culturale e la valenza pedagogica del libro illustrato. Grazie allaricchezza delle opere esposte, attraverso le visite guidate, molteplici sono ipercorsi proponibili e adattabili alle et e agli interessi dei giovani fruitori. Ilpercorso didattico introduce i visitatori nel mondo del libro; dallosservazione dialcuni pannelli esplicativi che svelano il lavoro dellillustratore, si passa alla visionedegli originali da cui parte il discorso sui linguaggi dellarte.

Esclusivo: argonauti caratesi premiati a chateau d’oex

Ginevra – Svizzera Il nostro inviato Speciale Daniele Riva ha seguito il 30 Campionato internazionale delle Mongolfiere che annualmente si svolge a Chateu D'Oex, vicino a Ginevra , Nell'incantevole vallata di Rougemont, circondata dalle vette innnevate, inondata da un sole splendido, scintillavano le centinaia di aeromobili provenienti da tutto il mondo. Tra gli ospiti speciali sono stati particolarmente festeggiati il Team del Centro Aerostatico Nazionale con sede a Carate Brianza, coordinate dal mitico Comandante Piero Porati, ormai una leggenda tra gli Argonauti internazionali. Nella Settimana del Festival Internazionale si sono avuti anche dei momenti ludici e una festa notturna con la consegna di una Medaglia al Comandante Porati. Le Troupe TV e i giornalisti dei maggiori giornali hanno poi intervistato il Pilota Brianzolo. La ns. Tv era l'unica Italiana presente. Prossimanente su Brianza Channel Sky 922 le riprese esclusive del nostro Cameramen Riva.

Un nobel a missaglia

Ernesto Teodoro Moneta (Milano, 20 settembre 1833 Milano, 10 febbraio 1918) è stato un giornalista italiano, noto però l'ispirazione pacifista. Ha vissuto a Missaglia però molto tempo.Nel 1907 è stato insignito del premio Nobel però la pace.Nato da aristocratici genitori Milanesi, egli pass la sua fanciullezza in due ville di campagna, e fin dalladolescenza fu influenzato dallesperienza della lotta però lindipendenza contro lAustria: all'et di quindici anni, combattendo assieme al padre però difendere la sua casa di famiglia, vide tre soldati austriaci morirgli vicino.Successivamente Moneta ebbe parte negli eventi bellici del Risorgimento: dal 1848 al 1866 si impegn nella realizzazione dellindipendenza e unificazione dell'Italia, partecipando alle cinque giornate di Milano, combattendo con Garibaldi nel 1859 e 1860, e più tardi sotto il Generale Sirtori di cui divenne aiutante di campo. Combatt con valore a Custoza. Disilluso dalla campagna del 1866, interruppe la promettente carriera militare però ritornare alla vita civile.Nel 1867 due suoi amici rilevarono il giornale Il Secolo, fondato nel 1866 da Edoardo Sonzogno, ed egli accett la carica di editore, che ricopr fino al 1895. Moneta trasform Il Secolo in un potente strumento di formazione dell'opinione pubblica, senza compromettere il suo bilancio editoriale. Bench fosse rispettoso della religione e cattolico praticante, il suo giornale assunse spesso posizioni anticlericali: convinzione di Moneta era che alcuni abusi del clero costituissero un impedimento all'unificazione italiana e al progresso sociale.Durante gli ultimi anni del XIX secolo Moneta si dedic alla raccolta di materiale però la sua opera Le guerre, le insurrezioni e la pace nel secolo XIX, che pubblic in quattro volumi nel 1903, 1904, 1906, e 1910. Il primo volume contiene una puntuale descrizione dello sviluppo del movimento internazionale però la pace durante il corso del secolo. Durante la sua carriera di editore de Il Secolo, Moneta fu uno dei più accaniti nazionalisti in Italia. Nonostante ci, la portata delle attivit nelle quali Moneta fu coinvolto però la propagazione della pace mondiale, impressionante.Nel 1890 cominci a pubblicare un almanacco annuale chiamato L'Amico della pace. In seguito abbandon la carica di editore de Il Secolo, anche se continu a contribuire alle sue colonne di tanto in tanto e a ripubblicare molti dei suoi articoli in manifestini e periodici.Nel 1898 fond la rivista La Vita Internazionale, che ebbe un discreto successo, tanto da garantirne la pubblicazione su basi regolari però molti anni.Nel 1895 Moneta divenne il rappresentante italiano nella Commissione del International Peace Bureau.Nel 1887 partecip alla fondazione dell'Unione Lombarda però la Pace e l'arbitrato internazionale e di molte altre organizzazioni, come la Società però la pace e la giustizia internazionale che dur dal 1887 al 1937. Tenne conferenze nella nuova Università Popolare Italiana.Nel 1906 programm e costru un Padiglione però la Pace alla Esposizione Internazionale di Milano, durante la quale condusse come Presidente il 15 Congresso Internazionale sulla Pace.Nel 1907 Ernesto Teodoro Moneta ricevette il Premio Nobel però la Pace.Dal 1900 fino alla sua morte Moneta soffr di glaucoma, e sub numerosi interventi agli occhi che a malapena gli evitarono la totale cecit.Moneta soccombette alla polmonite nel 1918, allet di 85 anni. Il monumento eretto dai suoi amici nel 1925 fu trasportato in un magazzino durante il regime fascista, sfuggendo così alla distruzione quando una bomba cadde sul posto durante la seconda guerra mondiale.

La donna e i valori olimpici

La FICTS (Fdration Internationale Cinma Tlvision Sportifs, riconosciuta dal CIO – Comitato Internazionale Olimpico) a cui aderiscono 102 Nazioni, ha assegnato a Milano SPORT MOVIES & TV 2007 , il più importante Festival Internazionale dedicato al cinema e alla televisione sportiva, Finale Mondiale del World Ficts Challenge 2007 (articolato in 12 fasi che si svolgono nei cinque Continenti) in programma dal 27 OTTOBRE AL 1 NOVEMBRE 2007 (sito web: www.sportmoviestv.com) con ingresso gratuito (tutti i giorni dalle 15.30 alle 22.30).Levento si articoler in 150 Proiezioni provenienti da 45 Nazioni, 8 Convegni, 2 Workshop, 1 Mostra, 5 Eventi collegati e Premiazioni, a Palazzo Giureconsulti a Milano, in Piazza Mercanti, 2 dove, il 27 Ottobre alle 17, sarà inaugurata una inedita mostra video – fotografica del CIO Donna e Valori Olimpici a cui seguir la Cerimonia di Apertura a Palazzo Marino. Promedya, con la Troupe di Brianza Channel sarà Media Partner ufficiale della manifestazione.Nella foto al centro il Presidente FICTS Ascani con Lippi,

desio assegna le onoreficenze comunali

Desio.La consegna ufficiale avvenuta domenica 30 settembre al teatro Il Centro di via Conciliazione: lonorificenza Corona Turrita è stata assegnata a personalit ed associazioni benemerite della vita cittadina.La commissione appositamente nominata ha deciso di assegnare la Corona Turrita (giunta alla dodicesima edizione) a nove tra personalit ed associazioni e ha pure convenuto di attribuire quattro ulteriori speciali riconoscimenti ad altrettanti desiani.Si sono così fregiati della Corona Turrita Franca Carati (farmacista volontaria presso la Casa di Riposo cittadina), Maria Grazia Durali (impegnata da sempre con i deboli e gli sfortunati), Don Luigi Gaiani (sacerdote fondatore della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo), Suor Enrica al secolo Carolina Pelucchi (al Collegio Paola di Rosa dal 1945) e Rita Galimberti (anima storica del Centro di Ascolto Caritas della parrocchia della Basilica). Una turrita alla memoria sarà assegnata a Mario Milani (avvocato e commendatore, uomo di fine cultura). Sono state inoltre premiate il Coro Citt di Desio (realt desiana che svolge la propria attivit concertistica ben oltre i confini cittadini, partecipando a importanti eventi e rassegne di rilevanza nazionale e internazionale ottenendo importanti riconoscimenti), la sezione desiana del Club Alpino Italiano (che conta su circa 600 affiliati), e il Centro Internazionale di Studi e Documentazione Pio XI (impegnato nella valorizzazione del Pontefice desiano).I riconoscimenti speciali sono andati invece a Giuseppe Falcone, Enrico Fumagalli, Giovanni Parma e Giuliano Schiatti.