Roma 2013: annus horribilis però la f1

Roma. 26 febbraio"Tanto tuon, che piovve..", Possiamo sintetizzare cos, con una frase di Socrate, la vicenda dello spostamento del GP automobilistico a Roma, dopo tanti sussurri, sospetti, mezze smentite e altrettante ammissioni. Bernie Ecclestone, boss della F1, risponde al sindaco di Roma Gianni Alemanno e indica la data del 2013, entro la quale la capitale potrebbe avere il suo Gran Premio. La possibilit che venga spostato da Monza il GP di F1 ormai sembra essere sempre più una concreta realt. Le roboanti frasi a difesa del Circuito Brianzolo, fatte da personaggi e Politici Lombardi, si stanno infrangendo contro l'interesse economico e sopratutto, mediatico del Padre Padrone della F1. Malgrado le recenti critiche di Team e Case Motoristiche sulle nuove regole e novit da introdurre nelle corse, e la crisi che ha costretto delle storiche marche ad abbandonare le piste, il vecchio "Bernie", nato a Ipswich, GB, 28 ottobre 1930, non smette di stupire e di creare imbarazzi nelle Associazioni internazionali Automobilistiche. Vedremo cosa i brianzoli e i loro rappresentanti politici sapranno fare a fronte di quello che prima, sommessamente e ora sempre più chiaramente sembra un vero "scippo "sportivo. La Redazione