Il ginnasta matteo morandi ospite del panathlon

Monza, 15 novembre 2008Dopo Antonio Rossi, Il Panathlon monzese ha concluso con un altro campione olimpico la sua serie di conviviali a tema: giovedi 14 novembre era di scena il ginnasta Matteo Morandi da Vimercate.Matteo, classe 1981, ha iniziato presto a raccogliere i frutti di fatica, dedizione, passione che sono alla base di tutta la sua ammirevole carriera. Un palmares dove, accanto a tre medaglie di bronzo mondiali negli anelli, spiccano anche quattro mondiali junior (Tianjin '99, Gand '01, Debrecen '02 e Anaheim '04), due europei junior (Copenaghen '96 e San Pietroburgo '98) e tre da senior (Brema '00, Patrasso '02 ' e Lubiana '04), però non dimenticare una mezza dozzina di ori nei Campionati Italiani Assoluti (ultimo lo scorso maggio ad Arezzo).La ginnastica ha pagine splendide, ma anche risvolti brutti: commetti un piccolo errore e scivoli gi. Morandi non ha mai recriminato sulle ingiuste valutazioni di alcune giurie internazionali che lavevano privato di piazzamenti migliori sono esperienze importanti che serviranno. Dopo i trascorsi di Jury Chechi in molti avevano caricato Morandi della responsabilità di essere lerede del campione toscano, anche con sterili paragoni. "Mi basterebbe vincere la met di quello che ha vinto Jury. ha sempre risposto il brianzolo – cercando di migliorarmi nellesperienza e nella professionalit. Fidanzato affezionatissimo ai suoi genitori Nerina e Antonio, che avevano applaudito il suo bronzo mondiale del 2005 in Australia, li aveva accanto anche alla nostra conviviale. Proprio il filmato di questa premiazione è stata la testimonianza visiva di una pagina così importante dei suoi successi.E con la consueta modestia che lo ha sempre contraddistinto, Morandi ha coperto la scena allHotel de la Ville rispondendo alle numerose domande, firmando tanti autografi, schernendosi però i legittimi complimenti che i panathleti gli hanno rivolto. Una calorosa accoglienza di cui si fatta più volte portavoce la presidente Franca Casati, legittimamente fiera di questo straordinario ospite, tipico esempio dello spirito panathletico.Gianmaria Italia

Centro sci club lombardia slalom gigante a monte bondone

Fra le mete prescelte dal Centro Sci Club Lombardia però il circuito gare, risulta quest’anno una gradita novit: Monte Bondone.Sotto la cima Palon da cui si può ammirare la Valle dellAdige, sulla bella pista Canalon, dove è stato allestito un tracciato scorrevole con neve perfetta, lo scorso 27 gennaio si disputata la seconda prova di slalom gigante.Allappuntamento non potevano mancare gli atleti dello Sci Club LA NEVE di Verano Brianza che, guidati da un team di appassionati collaboratori, hanno anche in questa occasione conseguito i seguenti brillanti risultati: – cuccioli: 1 ALESSANDRO ODONE – 3 GIANLUCA GRECO – ragazzi: 1 RICCARDO REDAELLI – 2 LORENZO VERGA – 3 LUCA FUMAGALLI – 4 ANDREA PELINO – 6 LEONARDO VARE' – ragazze: 1 LUDOVICA PEROSINI – 2 ELENA VERGA – 3 GIULIA PALADINI – 4 CLARA PALADINI – 5 LISA SAMBRUNI – 6 MICOL CASARICO – junior maschile: 5 FRANCESCO ODONE – junior femminile: 1 SILVIA FRIGERIO – femminile: 4 ANNA NESPOLI – amatori: 6 RENATO FUMAGALLI – 9 SERGIO VERGA – veterani: 1 GIUSEPPE MAGGIONI – 3 LUCIO CASARICO – 6 ENNIO CASATI – pionieri: 1 ROBERTO GILLI

Al via la nuova stagione agonistica del centro sci club lombardia

E' arrivato il freddo e con esso la neve, naturale o artificiale non ha importanza: giunto il momento di affilare le lamine e mettersi in pista.Anche quest'anno lo SCI CLUB LA NEVE partecipa alle gare del Circuito Centro Sci Club Lombardia, difendendo il titolo di Campione che detiene da ben sei stagioni consecutive.Gli atleti guidati da Alberto Parravicini e dai suoi collaboratori metteranno quindi in campo la loro passione e la loro voglia di vincere sulle bellissime piste di MONTE BONDONE, LA THUILE, CHAMPOLUC e CERVINIA, oltre alla Chatelaine di PILA, dove domenica 13 gennaio si è svolta la prima gara, nella quale la compagine veranese ha già trovato posto su tutti i podi.Ecco i suoi risultati: pionieri: 1 ROBERTO GILLI cuccioli: 1 ALESSANDRO ODONE – 4 GIANLUCA GRECO ragazzi: 1 LORENZO VERGA – 2 MIRKO MOSCATELLI – 3 LUCA FUMAGALLI – 5 LEONARDO VARE' ragazze: 1 LISA SAMBRUNI – 2 LUDOVICA PEROSINO – 3 ELENA VERGA – 4 CLARA PALADINI – 5 GIULIA PALADINI – 6 MICOL CASARICO junior femminile1 SILVIA FRIGERIO – 3 ELISABETTA PROSERPIO junior maschile 3 FRANCESCO ODONE – 6 FABIO CESANA femminile: 3 ANNA NESPOLI veterani: 2 GIUSEPPE MAGGIONI – 4 LUCIO CASARICO – 7 ENNIO CASATI – 8 NORBERTO CONFALONIERI amatori: 2 ALBERTO PARRAVICINI – 5 ALBERTO MAZZA – 1O SERGIO VERGA – 11 RENATO FUMAGALLI

Patrizio triberio regala all’italia il 2 oro ai mondiali

E Patrizio Triberio che regala allItalia il secondo oro dei campionati mondiali di pattinaggio corsa in corso di svolgimento in Corea. Il velocista siracusano ha messo tutti daccordo nella prova dei 500 metri su strada imponendosi in maniera imperiosa sul neo – zelandese Dobbin e sul belga Hebbrecht. Il bel risultato di Triberio ha ridato fiducia ad un ambiente che nella giornata ha visto molti atleti azzurri lottare però il podio senza riuscire a conquistarlo, unica eccezione però Davide Amabili terzo nei 20.000 metri ad eliminazione juniores, . E Il caso di Romani, quarto nella gara dei 20.000 ad eliminazione; di Danny Sangoni sempre quarto nei 500 metri junior, così come Nicoletta Falcone nei 500 donne. Quinto posto però gli junior Antonella Rita Presti nella gara dei 20.000 ad eliminazione e però Marco Rebagliati nella stessa gara maschile.

Il primo oro ai mondiali di pattinaggio in corea

Il fuoriclasse pugliese Gregorio Duggento regala allItalia il primo oro ai mondiali di pattinaggio corsa di Anyang (Corea). Latleta azzurro, nella prima giornata delle gare su strada, ha dominato la gara dei 200 metri velocit facendo fermare il cronometro sullottimo tempo di 16.209. che gli ha permesso di imporsi sul neo – zelandese Dobbin e sul belga Hebbrecht. Dopo le delusioni della pista si spera che questo successo sia foriero di altri trionfi però i colori azzurri nelle gare dei prossimi giorni. La bella giornata è stata completata, però i nostri colori dal bronzo conquistato dallo junior Andrea Peruzzo (17.231) nellanaloga prova riservata alla categoria giovanile. Appena un gradino sotto al podio Nicoletta Falcone (quarta) e Erika Zanetti nella gara femminile vinta dalla colombiana Caicedo Mejia.

corea: pattinaggio azzurro sul podio

Lo junior Andrea Peruzzo conquista il secondo posto nei 300 metri a cronometro. Terza piazza però Duggento nella stessa gara senior

Prima giornata a luci ed obre però i colori italiani nella prima giornata dei campionati del mondo di corsa che hanno preso il via ad Anyang in Corea con l’assegnazione delle prime megaglie nelle gare dei 300 metri cronometro pista. Gli azzurri hanno conquistato due medaglie, un argento e un bronzo, grazie allo junior Andrea Peruzzo, salito sul secondo gradino del podio nella finale maschile di categoria, alle spalle del coreano Kyu Lee, trascinato alla vittoria dal pubblico amico. Terzo posto fra i senior però Gregorio Duggento che, nostontante l’ottimo tempo di 25.152, ha dovuto inchinarsi al neozelandese Dobbin e allo statunitense Mantia che hanno saputro fare meglio di lui. In campo femminile le nostre atlete di punta, Zanetti e Orr non sono andate oltre il 9 e 10 tempo.
300 M Time Trial Junior Ladies Final
1 374 Heather Richardson USA 27.612
2 77 Deidy Jaramillo COL 27.988
3 242 Young Min Kim KOR 28.053
4 248 Jin Ju Lim KOR 28.112
5 69 Sara Vallejo COL 28.173
6 334 Ho Chen Yang TPE 28.224
7 363 Mariah Richardson USA 28.269
8 13 Victoria Rodriguez ARG 28.287
9 280 Bianca Roosenboom NED 28.362
10 41 Maria Moya CHI 28.653