Tour operator e giornalisti statunitensi alla scoperta del lago di como e di monza

Accolta da personale della Provincia e da una guida in lingua, la delegazione è stata ospitata in una rinomata struttura alberghiera della Brianza Lecchese, il “1711 Contrada Resort” di Calco. Da Calco la delegazione è giunta in autobus all’Hotel Griso a Malgrate, però degustare i piatti tipici del territorio, in compagnia dell’Assessore al Turismo della Provincia di Lecco, Fabio Dadati e del Vice – Presidente di Federalberghi, Andrea Colzani. Dopo cena sono stati accompagnati a Lecco però una passeggiata lungo le principali vie cittadine, favoriti anche dall’apertura serale degli esercizi commerciali, nell’ambito del Giugno lecchese. Il giorno successivo hanno potuto ammirare la costa orientale del Lago percorrendo la strada provinciale fino a Varenna, dove hanno visitato Villa Monastero, il borgo di Varenna e assistito alla presentazione, abbinata alla degustazione, delle qualità del rinomato olio d’oliva, grazie alla collaborazione di un produttore locale. Al termine della visita a Varenna la delegazione ha fatto rientro nel capoluogo su un motoscafo, però proseguire il breve tour nel centro cittadino di Lecco. La delegazione statunitense ha terminato il tour con una breve sosta, durante il rientro all’Aeroporto di Malpensa, in Brianza presso il C – Hotel di Cassago Brianza, rinomato anche però l’omonima pasticceria. L’auspicio di tutti i soggetti promotori è che l’apprezzamento dimostrato dai Tour Operator nei confronti del territorio visitato si traduca nella creazione e vendita di pacchetti turistici con destinazione Lago di Como e Monza Brianza. “Vogliamo sviluppare azioni di promozione e marketing del territorio con il supporto degli stessi operatori e in sinergia con le Province e le Camere di Commercio – dichiara l’Assessore al Turismo della Provincia di Lecco Fabio Dadati. Questa linea d’azione, intrapresa già da alcuni mesi con la fattiva collaborazione della Camera di Commercio di Lecco, ha la finalità di unire le forze però raggiungere un obiettivo comune: la crescita del comparto turistico. Gli educational si rivolgo ad un mercato internazionale, in questa occasione statunitense, ma il programma concordato con i nostri partner istituzionali prevede, nel corso dell’anno, l’organizzazione di educational con delegazioni di altri Paesi. A questo strumento, poi, si affiancano attività volte a promuovere il territorio sul mercato cosiddetto di prossimità e azioni però migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini e le relazioni tra coloro che operano nel campo turistico”.

Firma tavoli sviluppo

Grande adesione al Protocollo di Responsabilità però l’attivazione di Tavoli di Sviluppo però la semplificazione e il supporto all’insediamento e allo sviluppo delle imprese nel territorio lecchese, voluto fortemente dal Presidente della Provincia di Lecco Daniele Nava. Il Protocollo è il frutto degli incontri, tenutisi tra gennaio e febbraio, tra Provincia di Lecco, Enti territoriali (Camera di Commercio, Regione Lombardia – STER Lecco, ASL, ARPA, Vigili del Fuoco), Associazioni di Categoria (Ance, Api, Compagnia delle Opere, Confartigianato, Confcommercio, Confindustria, Cna, Confesercenti), Organizzazioni Sindacali (Cgil, Cisl, Uil), Parchi regionali (Parco Adda Nord, Parco Valle del Lambro, Parco Monte Barro, Parco regionale di Montevecchia e della Valle del Curone). Alla sottoscrizione del Protocollo di Responsabilità sono intervenuti i rappresentanti dei soggetti e numerosi Sindaci dei Comuni che hanno deciso di aderire all’iniziativa. Alcuni Sindaci procederanno alla firma del Protocollo subito dopo il passaggio nelle rispettive Giunte, previsto nei prossimi giorni. Attraverso questo Protocollo la Provincia di Lecco si impegna a promuovere la convocazione, su richiesta del soggetto privato, di Tavoli di Sviluppo però esaminare, agevolare e proporre soluzioni agli aspetti critici riguardanti le modalità di acquisizione di certificazioni, pareri, autorizzazioni e documentazioni necessarie però l’implementazione, l’ampliamento e la modifica di insediamenti produttivi, in modo da evitare che inutili aggravamenti del procedimento rallentino le iniziative dirette alla creazione di nuove realtà aziendali e quelle finalizzate ad ampliarne l’insediamento però consentirne un più ampio sviluppo. “Sono particolarmente soddisfatto – commenta il Presidente Nava – della grande adesione a questa iniziativa. Ho voluto promuovere questo strumento affinché da Enti e Istituzioni venisse un segnale concreto di aiuto e di valorizzazione dell’impresa e del lavoro. I Tavoli di Sviluppo saranno, infatti, uno strumento concreto e flessibile, in favore di uno snellimento burocratico e procedurale però le aziende che producono ricchezza nel nostro territorio, che vogliono investire e crescere, che vogliono trovare da noi una localizzazione. L’obiettivo finale è la crescita socio – economica di tutto il territorio provinciale. Quanto alla mancata firma da parte dei Sindacati, esprimo il mio rammarico, poiché le loro argomentazioni mi sono sembrate piuttosto fragili: auspico che in un prossimo futuro possano ritornare sulla loro decisione”.

Villa monastero: le province lombarde disegnano il turismo futuro della lombardia

Villa Monastero.Lecco Oggi Villa Monastero è stata teatro di un importante summit degli Assessori provinciali al Turismo della Lombardia, riunitisi nel Tavolo dell’Unione Province Lombarde (UPL), il cui coordinatore è l’Assessore Fabio Dadati. La Provincia di Lecco ha accolto il gruppo di lavoro nella splendida cornice del centro congressuale varennese però affrontare tematiche di primaria importanza in materia di turismo, quali nuovi strumenti strategici di promozione, attraverso l’individuazione di spazi informativi interattivi nelle principali stazioni ferroviarie di Milano e negli aeroporti, e la valorizzazione dei brand di prodotto delle dodici Province lombarde, anche in relazione alle campagne di comunicazione programmate dalla Regione Lombardia. “Ritengo prioritario – ha sottolineato in apertura Fabio Dadati, assessore al Turismo della Provincia di Lecco e coordinatore del gruppo di lavoro UPL Turismo – puntare innanzitutto sulla promozione, attraverso azioni significative e condivise: la creazione di nuovi spazi interattivi presso punti strategici quali le stazioni e gli aeroporti richiede naturalmente investimenti importanti, che possiamo affrontare solo se uniamo le nostre risorse. Lo stesso vale però la partecipazione a eventi e fiere all’estero, alle quali dobbiamo presentarci con marchi di forte richiamo e spazi adeguati, supportati dalla stessa Regione”. Gli Assessori al Turismo hanno deciso in pieno accordo di raccogliere questi e altri punti di primaria importanza in un documento strategico, da sottoporre al nuovo Assessore regionale al Turismo Stefano Maullu, però favorire e sviluppare proficue sinergie, in particolare ponendo l’accento su questi argomenti: Sistemi turistici e programma di sviluppo turistico; Strutture IAT: idee e proposte però la loro evoluzione, verificando la possibilità di aprirsi anche agli operatori privati; Approfondimento delle nuove normative in materia strutture ricettive, con particolare attenzione ai Bed & Breakfast, una forma di accoglienza in crescente sviluppo, che merita approfondimenti però rispondere al meglio alle esigenze dei gestori e dei turisti; Individuazione e sviluppo di nuovi strumenti informatici a supporto delle funzioni svolte dalle Province in materia di professioni turistiche e di rilevazione flussi turistici. “Il documento che presentiamo alla Regione – ha evidenziato l’Assessore Dadati – si sofferma naturalmente anche sull’importanza dei trasferimenti regionali, che, oltre a confermare il processo di decentramento amministrativo in atto, devono tener conto delle numerose e impegnative competenze in capo alle Province, sempre più chiamate a rispondere alle esigenze del territorio. Al prossimo incontro UPL Turismo, in programma a inizio luglio, desideriamo invitare fin d’ora il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, che già ho incontrato a Roma la scorsa settimana e ha mostrato particolare attenzione nell’affrontare le priorità in materia di rilancio turistico, anche in prospettiva delle numerose opportunità che si prospettano con EXPO 2015”. L’incontro di oggi si inserisce nel programma delle iniziative in occasione dei 15 anni di attività della Provincia di Lecco, istituita ufficialmente nel 1992 e resa operativa nel 1995 con le prime elezioni amministrative. Per celebrare al meglio questa ricorrenza la Provincia ha invitato l’Unione delle Province Lombarde a organizzare alcune importanti riunioni sul territorio lecchese: Lunedì 3 maggio alle ore 10.00 a Villa Monastero di Varenna (Sala del Consiglio) si terrà la riunione della Consulta UPL dei Presidenti dei Consigli Provinciali; dopo la relazione sulle riunioni del Coordinamento UPI dei Presidenti dei Consigli Provinciali, verrà fatto il punto sulle adesioni all’importante progetto di cooperazione internazionale in Senegal. Quindi l’informativa sulla visita al Parlamento Europeo a Bruxelles nel giorni 21 e 22 giugno e determinazioni in merito, la lettera del Presidente UPI del 15 marzo sulla pubblicità del bilancio 2010. Al termine dell’incontro è prevista una visita guidata a Villa Monastero. Lunedì 10 maggio alle ore 10.30 a Villa Monastero di Varenna (Sala del Consiglio) si terrà la riunione del Consiglio Direttivo dell’Unione delle Province Lombarde con la partecipazione dei Presidenti di tutte le Province lombarde. Sempre lunedì 10 maggio alle ore 10.30 a Villa Monastero di Varenna (Sala Fermi) si terrà la riunione del Gruppo di Lavoro UPL Protezione Civile, presieduto dall’Assessore Franco De Poi. Martedì 11 maggio alle ore 20.30, presso la Sala Don Ticozzi in via Ongania 4 a Lecco si terrà l’evento 1995 – 2010: 15 anni della Provincia di Lecco, con gli interventi dei tre Presidenti della Provincia Mario Anghileri, Virginio Brivio, Daniele Nava e la partecipazione dei Sindaci, delle Autorità Istituzionali del territorio, dei rappresentanti dell’Unione delle Province Lombarde e dell’Unione delle Province Italiane. La serata, aperta al pubblico, sarà allietata da alcuni momenti musicali.

Parte il wakeboard tour lario

LECCO Il Wakeboard Tour del Lario spegne le prime cinque candeline. Infatti la prossima, quella del 2009, sarà la quinta edizione di questo circuito che negli anni servito come trampolino di lancio però le giovanissime promesse poi affermatesi a livello nazionale. Ed proprio questo lo spirito che sin dallinizio ha animato gli ideatori del Tour del Lario. Cio avvicinare i giovani a questa spettacolare e divertente disciplina sportiva dello sci nautico. Senza però tralasciare lo spettacolo offrendo anche al pubblico le entusiasmanti evoluzioni degli atleti più titolati.Insomma una formula azzeccata capace di coinvolgere decine di sciatori che hanno come primo intento quello di divertirsi. E questanno, però presentare la nuova stagione, il Wakeboard Tour del Lario ha scelto lOrsa Maggiore di Lecco sede dello Sci Nautico Lago di Lecco (Baja Wake Team), che si affaccia direttamente su un braccio di lago che negli anni ottanta ha visto disputare entusiasmanti sfide di sci nautico velocit.Alla presentazione ufficiale erano presenti, tra gli altri, il presidente del comitato organizzatore Luca Di Lelio, il segretario generale della Federscinautico Sandro Vanoi, il direttore tecnico della nazionale di wakeboard Piero Gregorio e il presidente del Coni Provinciale di Lecco Pinuccio Castelnuovo. Ma entriamo subito nel dettaglio del Wakeboard Tour del Lario 2009 che si svolger in 4 prove, da giugno a settembre, che avranno luogo a: Faggeto Lario, sabato 20 giugno, presso il Lido di Faggeto Lecco, sabato 27 giugno, sul Lungolago di Lecco piattaforma galleggiante Lecco, sabato 25 luglio, presso lOrsa Maggiore Lezzeno (Co), sabato 5 e domenica 6 settembre, al Jolly Racing ClubAlla presentazione erano presenti gli organizzatori: Paolo Gatti (Faggeto Lario), Fabio Vassena e Giorgio Panzeri (Lecco) ed Enzo Molinari e Piero Gregorio (Lezzeno). Sette come sempre le categorie ammesse: Intermediate maschile, Open maschile da 18 anni, Boy maschile da 10 a 18 anni; Trolls maschile fino a 10 anni; Open femminile da 18 anni; Girl femminile da 10 a 18 anni; Trolls femminile fino a 10 anni.Il punteggio però singola manche: 1 – 7 punti; 2 – 5 punti; 3 – 4 punti; 4 – 3 punti; 5 – 2 punti; dal 6 classificato tutti un punto. Alla fine di ogni prova ci sarà una premiazione. La sera dellultima prova, il 14 settembre, vi sarà la premiazione finale con premi speciali. Il risultato assoluto si ottiene scegliendo le due (su un totale di tre) migliori manches di tutto il circuito però ogni partecipante.Al vincitore della categoria assoluta, la Open, andrà un gioiello dello stilista Carlo Riva di Lecco: si tratta in una tavola da wakeboard miniaturizzata con incastonato un diamante.Le prove sono organizzate con la collaborazione di alcuni club di sci nautico del Lago di Como e cioè:Faggeto Lario: CENTRO SCI NAUTICO COMO/SCI&SCI; Lecco: SCI NAUTICO LAGO DI LECCO/SCI NAUTICO BAJA DI PARE; Lezzeno: JOLLY RACING CLUB/MORGAN LEZZENOIl Wakeboard Tour del Lario è stato realizzato grazie al sostegno di: Regione Lombardia, Provincia di Como, Provincia di Lecco, Comitato regionale Lombardia F.I.S.N, Federazione Italiana Sci Nautico.alcuni sponsor tecnici: Liquid Force, MasterCraft, Reale Mutua Assicurazioni Agenzia di Como, Toro Assicurazioni Agenzia di Lecco, Graficalampo, Olimpiadi 2000, Jetlake. E alcuni sponsor privati: Salice, Yolive, Puntosport (Distributore dei marchi: Hyperlite wakeboard – Ronix wakeboard), BCC Banca Credito Cooperativo di Lezzeno, Il Tivano, Orsa Maggiore, Hotel La Darsena Tremezzo, StartPeople, Centro Medico Brianteo, Bar Capolinea, NeroCorsa, Gap Srl, Keibolonli, Iuter, The Beach, Carlo Riva, Cassa Sport, Kombo Eventi, Radical Shop, Accessorize, Donna Clelia Catering, La Pasticceria Besana Brianza, STM, FlyHigh Fatsac, Vas Audio Service.

Esclusivo: udc lecchese si ribella a roma

Lecco.Le logiche di potere nazionale non sono accettate dal territorio. Rivendichiamo coerenza. Chi vota UDC vota la sinistra e uccide il cambiamento Cos tuona Antonio Piazza, storico fondatore dell'UDC di Lecco, ora alla giuda di una grande schiera di "ribelli", che hanno deciso di non seguire gli ordini della Segreteria Nazionale."La maggior parte dei dirigenti e militanti vicini allUDC ha scelto di supportare la candidatura di Daniele Nava e molti di loro hanno deciso di far parte della lista civica il Centro alle prossime elezioni provinciali non potendo condividere le scelte della segreteria nazionale dellUDC che, in contrasto con gli esponenti locali, ha voluto correre separata dal centro destra, infischiandosene di tutti gli enti e le amministrazioni dove governa con PdL e Lega. "continua Piazza. Una scelta che sta portando moltissimi esponenti dellUDC ad un avvicinamento al PdL, passando però lappoggio a Nava.Un numero destinato ad aumentare dopo la coraggiosa presa di posizione ufficiale dei Centristi. Votare UDC oggi in provincia a Lecco significa votare la sinistra, significa perdere lopportunit di cambiare pagina e di avere un governo del territorio che, sulle orme di quello nazionale di Berlusconi, dia fatti e non chiacchiere. Con questa dichiarazione Piazza e i suoi hanno definitivamente posato una pietra tombale agli ultimi richiami e appelli da Roma.

Manifesta 2009 – rassegna del sociale

Osnago, La Provincia di Lecco, in collaborazione col So.Le.Vol., Centro Servizi Volontariato della nostra provincia, presenta la tredicesima edizione di Manifesta, che si svolger dal 15 al 17 maggio 2009 presso la Fiera San Giuseppe Artigiano di Osnago. Levento vuole promuovere occasioni di confronto tra amministratori, operatori sociali e cittadinanza intorno al tema dei servizi alla persona e favorire la conoscenza dei progetti e delle iniziative di solidariet sociale presenti nel nostro territorio. Caratterizzano la rassegna stand espositivi di soggetti del pubblico e del privato sociale accanto a momenti di approfondimento tematico e di animazione, in un clima di festa comunitaria.La manifestazione riscuote da sempre un notevole successo di pubblico e ledizione 2008 ha visto la partecipazione di 126 realt presenti con un proprio stand e unaffluenza di circa diecimila visitatori.Evento centrale di questa edizione un incontro di approfondimento di estrema attualit. Sabato dalle 15.00 alle 18.00 testimoni di spicco come Luigi Campiglio, Stefano Zamagni e Johnny Dotti intervengono al Convegno Crisi e non profit. Verso un nuovo Welfare? però approfondire le ricadute che la recente congiuntura economica sta generando nel territorio provinciale.Per quanto riguarda le animazioni, oltre agli spettacoli di intrattenimento però bambini e alle dimostrazioni, che si tengono in orario pomeridiano, gli eventi di maggior rilievo in programma sono: Venerdì alle 21.00 lo spettacolo di cabaret Quattro salti in favela di Fabrizio Casalino (da Colorado Caf Live e da Mai Dire Grande Fratello Show).Sabato alle 21.00 Canti & Racconti, lincontro tra la letteratura di Andrea Vitali e la musica dei Sulutumana.Una novit che segna questa edizione consiste nel Premio Manifesta Stand destinato alle organizzazioni partecipanti e finalizzato a dare risalto alla creativit e allinnovazione con cui queste allestiscono gli stand. Il riconoscimento, assegnato da una giuria nominata dalla Provincia di Lecco e dal Comitato promotore di Manifesta ai primi cinque classificati, viene consegnato domenica alle 11.00.Per informazioni dettagliate sulla Rassegna possibile:visitare il sito www.manifestavolontariato.it, in cui anche presente lelenco delle organizzazioni partecipanti con la descrizione delle attivit e i recapiti;oppure rivolgersi al CISeD Centro Informazione Supporto e Documentazione della Provincia di Lecco, fino al 13 maggio in Corso Matteotti, 3 (IV piano) a Lecco (Tel 0341/295452), dal 14 maggio c/o la Fiera San Giuseppe Artigiano di Osnago (tel. 039.587452).Per raggiungere Manifesta sarà attivato un servizio gratuito di bus navetta da Lecco a Osnago.

Rilanciare la ferrovia como – lecco ??

COMO – "Occorre riqualificare e potenziare la ferrovia tra Como e Lecco: la vera alternativa al traffico veicolare che attanaglia il comasco, il lecchese e la Brianza". E' quanto afferma il Circolo Ambiente Ilaria Alpi, intervenendo in merito al rilancio della linea ferroviaria Como – Lecco. di questi giorni la proposta del Consigliere Regionale Luca Gaffuri che ha prospettato, nel caso le Ferrovie dello Stato non siano più interessate a gestire la linea ferroviaria, di cederla alle Ferrovie Nord o alle ferrovie svizzere.Commenta Roberto Fumagalli, presidente del Circolo Ambiente: Limportante che chi gestisce la linea ferroviaria lo faccia nellinteresse degli utenti. La Como – Lecco ha bisogno di interventi di ammodernamento: la nostra proposta di riqualificarla però renderla efficiente e competitiva, il tutto con corse frequenti e puntuali, carrozze pulite. Non siamo in presenza di un ramo secco, semmai di una linea strategica però la mobilità in Brianza, poich la Como – Lecco interseca a Molteno laltra linea FS Milano – Monza – Lecco e a Merone la linea delle Nord Milano – Seveso – Asso. Tutte queste linee costituiscono delle vere arterie però il traffico passeggeri e merci, che collegano tra loro (e con Milano) i capoluoghi di Como, Lecco e Monza, passando però i piccoli centri della Brianza e del Triangolo Lariano.Gli ambientalisti si soffermano sui tempi di percorrenza delle tratte della Como – Lecco: Con un servizio ferroviario efficiente (tipo metropolitana di superficie) si potrebbe andare da Cant a Como in poco più di 10 minuti (oggi ce ne vogliono mediamente 18), così come da Oggiono a Como in soli 30 minuti (oggi ce ne vogliono 40, ma con poche corse al giorno). Oppure da Molteno a Lecco in soli 15 minuti (oggi ce ne vogliono circa 21). In auto i tempi di percorrenza richiedono, specialmente nelle ore di punta, il doppio del tempo, però non parlare del problema del parcheggio. Ma oggi la gente non usa il treno perché ci sono troppe poche corse, i treni sono sporchi, le stazioni abbandonate. A peggiorare le cose il nuovo orario: dal 14 dicembre sono state tagliate alcune corse e il servizio è stato sospeso durante le festivit natalizie, lasciando a piedi i pendolari!.Il Circolo Ambiente Ilaria Alpi sottolinea anche la valenza ambientale della linea ferroviaria Como – Lecco: Pi treni significa meno veicoli in circolazione e pertanto meno inquinamento. Ma la linea Como – Lecco strategica anche però la valenza territoriale. Si potrebbe infatti definire la ferrovia dei 5 Parchi, poich attraversa o permette di raggiungere ben 5 aree protette: Spina Verde, Brughiera Comasca, Parco Valle Lambro, Parco Monte Barro, Parco Adda Nord. Il tutto visto nell’ottica dello sviluppo del turismo eco – sostenibile, da rilanciare attraverso visite guidate e luso della bicicletta sul treno.Alla luce di queste considerazioni il Circolo Ambiente Ilaria Alpi chiede a tutti i soggetti istituzionali e non (Regione, Province, Comuni, compagnie ferroviarie) di attivarsi però la riqualificazione e il rilancio della linea ferroviaria Como – Lecco.Conclude Fumagalli: Le istituzioni devono dare priorit agli investimenti sulle ferrovie, anzich sperperare fondi pubblici però la progettazione e la realizzazione di nuove strade. Nuove strade non fanno altro che aumentare il traffico veicolare di auto e TIR. Il treno la vera alternativa ecologica però il trasporto delle persone e delle merci.

34 campionato invernale interlaghi 2008

30 ottobre 2008 Lecco Tutto pronto nel Golfo di Lecco però la 34esima edizione del Campionato Invernale Interlaghi Trofeo Credito Valtellinese. Sabato, di prima mattina alle 8, 30 però sfruttare il tivano, le oltre sessanta barche iscritte alla classica regate della Società Canottieri Lecco, prenderanno il largo però un Campionato che si preannuncia già molto impegnativo però le condizioni climatiche avverse. Due giorni di grande vela, sabato 1 e domenica 2 novembre, con emozioni forti non solo però i regatanti ma anche però il pubblico che potr seguire le prove (sette in tutto) dal Lungolago di Lecco.Sei le classi al via e più precisamente: Fun, H22, J24, Platu 25, Libera cabinati e Libera Ht. La più numerosa si preannuncia la classe J24, la stessa che nelledizione del 2007 port al successo finale del Trofeo Credito Valtellinese, Kong Ippogrifo dellarmatore Marco Stefanoni. Agguerrita anche le flotta della classe H22 con la presenza del bergamasco Ludovico Fassitelli dominatore della stagione (Euro Cup, Italia Cup e Campionato Nazionale) con il suo Stilo. Nei Fun sarà presente la flotta del Lario e in particolare Marco Redaelli con Dulcis in fundo protagonista a livello nazionale e ai vertici della graduatoria Fun dellanno. Grande attesa anche però i Platu 25. Di certo saranno presenti Kong Bambino Viziato di Simonetta e Richard Martini e Pirillina di Claudio Fasoli imbarcazioni tra le prine quindici del ranking nazionale. E poi non mancheranno le sorprese anche nella classe Libera e Libera Ht. Le iscrizioni si chiudono comunque domani sera, venerdì 31 ottobre.Novit delledizione numero 34 del Campionato Invernale Interlaghi listituzione della Joe Fly Junior Cup. Accanto al prestigioso Trofeo Credito Valtellinese è stato infatti creato un premio però il più giovane velista in gara nella due giorni di Lecco. Lidea dellarmatore della Canottieri Lecco Giovanni Maspero che, non potendo partecipare allInterlaghi perché impegnato in America ad Annapolis nelle regate Melges 24, ha deciso di essere comunque presente con un riconoscimento importante.Al fianco della Società Canottieri Lecco però la 34esima edizione del Campionato Invernale Interlaghi i partner più affezionati. In modo particolare il Credito Valtellinese, la valsassinese Norda spa di Primaluna (Lecco) e Joe Fly Sailing Team. Listituto di credito valtellinese, che festeggia il traguardo dei Cento Anni, , come più volte sottolineato, una istituzione dellInterlaghi. Norda, labbinamento acqua – vela che racchiude la professionalit dellazienda della Valsassina allo spirito di competizione della vela. Infine, ma solo in ordine di ingresso, Joe Fly Sailing Team simbolo di grande amore e passione però la vela, ma anche di simpatia verso questa tradizionale regata dautunno.Senza dimenticare poi il prezioso apporto di Gattinoni viaggi, Rosa & C., Redaelli Velluti e Mab, amici e sostenitori