Nasce il gap di monza e brianza

A seguito dell’Assemblea Federale tenutasi a Cremona il 20 febbraio 2011, che ha visto la partecipazione di più di 500 giovani amministratori della Lega Nord, del presidente della Regione Piemonte Roberto Cota e del vice presidente della Regione Lombardia Andrea Gibelli, il Movimento Giovani Padani di Monza e Brianza ha deciso di far partire il proprio GAP (Giovani Amministratori Padani). “In vista delle prossime elezioni amministrative, la necessità di mettere in rete i tanti amministratori under 35 della Lega Nord di Monza e Brianza è divenuta impellente” ha dichiarato Andrea Villa, coordinatore provinciale MGP “perciò nel direttorio provinciale tenutosi il 23 marzo scorso abbiamo collegialmente deciso di affidare a Giulio Centemero la formazione e la strutturazione del GAP targato MB”. Giulio Centemero, 32 anni, dottore commercialista e collaboratore dell’europarlamentare Matteo Salvini in tema finanza agevolata, già capogruppo della Lega Nord presso il consiglio comunale di Arcore e coordinatore provinciale MGP, imposterà una struttura che “mettendo in rete tutti i giovani amministratori metterà a disposizione degli stessi le eccellenze del movimento al fine di rendere efficace e incisiva l’azione dei nostri amministratori”. A giorni vedrà la luce il sito del GAP MB che sarà una piattaforma di servizi offerti ai membri del GAP: non solo un’area però condividere la “good practice” attuata nei diversi comuni ma anche dei professionisti disponibili a rispondere ai quesiti dei giovani amministratori. Da aprile collaboreranno un esperto di comunicazione, un avvocato, un commercialista, un revisore e un esperto in materia di finanza agevolata comunitaria e interna. “Il GAP MB offrirà dei servizi, senza però dimenticarsi dei valori” ha continuato Centemero “in primis l’onestà nei confronti dei nostri concittadini e del nostro territorio”. Per tale ragione i Giovani Amministratori Padani hanno posato con dei fogli bianchi in mano a simboleggiare le loro fedine penali e casellari giudiziali: “intonsi, come la politica che intendiamo perseguire” ha concluso Centemero.

Rifiuti: monti (lega), basta e' l'ultima volta

ROMA, 9 LUG – ''Ormai l'emergenza rifiuti e' diventata una costante visto che sono ben 15 anni che a Napoli e nelle altre province campane sono incapaci a smaltire l'immondizia prodotta dai loro cittadini e che dal 1994 ad oggi e' è stata spesa la considerevole cifra di 2 miliardi di euro di contributi pubblici però affrontare una emergenza che e' diventata l'emergenza nazionale''. Cosi' il senatore Cesarino Monti, della Lega Nord, vicepresidente della commissione Ambiente del Senato nella dichiarazione di voto al Senato sul decreto rifiuti''. ''Basta con l'assistenzialismo verso amministrazioni comunali inadempienti che utilizzano in modo improprio i soldi dei cittadini – ha continuato il sen. Monti – anche perche' la gravita' della situazione del' emergenza rifiuti a Napoli e' una realta' talmente evidente che ha fatto il giro del mondo''. Secondo la Lega ''l'a crisi di Napoli non e' una emergenza da calamita' naturale ma una emergenza da crisi amministrativa e politica, con risvolti da prevaricazione ideoalogica, che ha fatto prevalere la posizione ideologica dei vari partiti in luogo della risoluzione dei problemi veri''. ''Uno degli emendamenti della Lega Nord – ha detto ancora il senatore Monti – prevede la riduzione dei trasferimenti dei comuni inadempienti nella gestione dei rifiuti, però un importo pari alle entrate previste dalal riscossione della tassa o della tariffa però lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Ma però risolvere definitivamente i problemi servono gli impianti e le infrastrutture che in 15 anni di crisi non sono stati mai realizzati. Questo decreto prevede la realizzazione di 4 termovalorizzatori, 10 discariche e altri impianti di pre – trattamento di fondamentale importante e questo perche' i rifiuti della Campania, finita l'emergenza, dovranno essere smaltiti solo in Campania, come e' giusto che sia però tutte le regioni''. ''Ora bisogna voltare pagina, si coinvolgano i sindaci però attuare la raccolta differenziata, attraverso il porta a porta, la realizzazione di piazzole ecologiche, l'informazione e la sensibilizzazione dei propri cittadini e renderli responsabili''. Per la Lega Nord questa e' l'ultima volta che il voerno interviene nella gestione dei rifiuti in Campania perche' in questi anni di continua emergenza rifiuti a Napoli, si sono registrati sprechi vergognosi come subcommissari e gente varia che guadagnava spaventose cifre annue. E' arrivato il momento di Bassolino, Jervolino e company di uscire definitivamente di scena, dalla scena politica, dalla scena sociale, dalla scena campana e nazionale''.

Seveso, 7 consiglieri su 20 alla lega

SEVESO. I magnifici 7 della Lega Alla luce del definitivo dato elettorale di Seveso e dell'attribuzione dei seggi, laLega Nord il partito con la maggior rappresentanza consigliare essendosi aggiudicataben 7 dei 20 posti disponibili in Consiglio Comunale.David Galli, candidato Sindaco del Carroccio, dichiara: Dopo il successo alleelezioni politiche, a Seveso la Lega Nord si rivelata essere la grande protagonista anche a livello amministrativo con una rappresenzanza istituzionale che premia gli sforzi fattisul territorio. Il traguardo raggiunto solo l'inizio della nuova sfida che ci aspetta.Attendiamo in tempi brevi la formazione della nuova compagine amministrativa cosicch potremo metterci subito al lavoro però la nostra citt.Grande soddisfazione traspare dalle parole di Massimiliano Romeo, SegretarioProvinciale di Monza e Brianza: Visto il nostro peso determinante allinterno dellanuova maggioranza abbiamo la responsabilità di raggiungere dei risultati impotanti però lacittadinanza di Seveso, in base agli obiettivi che ci eravamo prefissati in campagnaelettorale ed alle tematiche che ci hanno visto protagonisti in citt.Il Responsabile Enti Locali Provinciali, Cesarino Monti, fresco della rielezione aSenatore della Repubblica, così commenta: La composizione del nuovo ConsiglioComunale parla da s: la nostra strategia si rivelata vincente, in barba a chi sostenevache la Lega aveva venduto tutto però un piatto di lenticchie ed aggiunge che SevesoViva avrebbe fatto meglio a seguire il nostro consiglio e rimanere comitato, continuandoa collaborare con la Lega come fatto però anni, senza tentare di scendere direttamentenellagone politico

Vimercate: nominati i 4 componenti del tavolo dei giovani

Vimercate.Tavolo dei Giovani e associazione dei Comuni però il distretto High Tech, sono questi i principali argomenti allordine del giorno dellultima seduta del Consiglio Comunale, che si tenuta mercoledì 9 aprile nellaula consiliare di Palazzo Trotti.Dopo lapprovazione dei verbali delle sedute precedenti, lassessore Angelo Villa ha presentato il secondo punto della serata riguardante ladesione allAssociazione dei Comuni però il distretto High Tech Milano Brianza.Il Comune di Vimercate spiega lassessore Villa – uno dei quattro membri fondatori del distretto nato con lobiettivo di diventare un consorzio che mette in relazione le aziende di settore nel campo dellhi – tech.Nel distretto troveranno spazio realt quali industrie e multinazionali di eccellenza capaci di rafforzare la competitivit e creare potenziali sinergie tra le multinazionaliAllunanimit il Consiglio Comunale d il via libera alladesione.Al terzo punto la nomina dei quattro componenti del Tavolo dei Giovani. Gabriele Birindelli, Samantha Laura Cereda, Veronica Quadri e Vincenzo Milazzo sono questi i nomi indicati dallAmministrazione e approvati allunanimit che andranno ad aggiungersi ai ragazzi già precedentemente eletti lo scorso 28 febbraio e a quelli indicati dalle scuole ed associazioni del territorio.Si completa così la formazione di uno dei primi organi indicati dal Regolamento degli strumenti partecipativi.Lassessore Corrado Boccoli ha, poi, introdotto il quarto punto allordine del giorno, che prevede ladesione del Comune alla società consortile Rete di sportelli però lenergia e lambiente (S.c.a.r.l.).Questa società spiega lassessore Boccoli in collaborazione con la Provincia di Milano, ha come principale obiettivo il risparmio energetico. Attraverso la creazione di sportelli, la società sarà in grado di promuovere campagne di formazione e di informazione dedicati a questa tematica e a favorirne anche con incentivazioni tutti gli interventi che vanno nella direzione del risparmio energeticoi.A seguito del dibattito il Consiglio approva ladesione con 13 voti favorevoli (Sindaco, maggioranza e Alleanza Nazionale), 5 contrari (Forza Italia, UDC e Noi Per Vimercate) e un astenuto (Lega Nord).Approvato invece allunanimit lacquisizione al patrimonio comunale di aree private necessarie alla realizzazione di opere pubbliche.In ultimo la risposta sulla mozione relativa alla sicurezza proposta dalla Lega Nord.Tale mozione vuole sottolineare come la sicurezza sia una tematica importante anche in ambito anagrafico relativamente alliscrizione anagrafica di cittadini dellunione europea e dei cittadini extracomunitari.Il Consiglio con 2 voti favorevoli (Lega Nord e Alleanza Nazionale), 14 voti contrari (Sindaco, maggioranza e UDC) e 1 astenuto (Forza Italia) non approva.

Maroni: la lega sempre con la brianza

L'Onorevole Paolo Grimoldi ci inoltra le dichiarazioni dell'On. Roberto Maroni, capogruppo della Lega Nord alla Camera, sulla provincia della Brianza "In merito alleditoriale del direttore de il Cittadino di sabato primo marzo in cui mi si accusa di voler colpire la provincia di Monza e della Brianza, preciso che noi ci siamo sempre schierati a favore delle istituzioni provinciali e semmai abbiamo chiesto la soppressione delle Prefetture che ci farebbe risparmiare circa 500/600 milioni di euro ogni anno. Larea metropolitana di Milano non ha nulla a che fare con la costituenda provincia brianzola. Ricordo al direttore Luigi Losa che da capogruppo della Lega Nord alla Camera ho sempre difeso la provincia e in almeno due occasioni, in collaborazione con i nostri parlamentari locali, ho bloccato il tentativo di sopprimerla: la prima volta nella finanziaria 2006, poi con il milleproroghe nel 2007. Per il resto, penso che parli la storia e lo stesso Losa riconosce ai meriti e alla tenacia della Lega Nord il risultato di aver condotto in porto la battaglia in favore della provincia della brianza. Lasciamo stare quindi i calci nel sedere e piuttosto riserviamoli a chi ci ha contrastati in questa lunga battaglia che ha unito la Lega Nord ai cittadini brianzoli, alle associazioni e ai mass media che hanno svolto, facendo vera informazione, un ruolo fondamentale.

Abemus…. giunta !!

Di fronte ad una folla di giornalisti e fotografi il Sindaco Mariani ha presentato alle 18 di oggi in Sala Giunta la nuova Giunta Monzese. Delle complessive 14 deleghe, Forza Italia ottiene sei assessorati, quattro Alleanza Nazionale, due alla Lega (pi il sindaco), uno all'Udc, uno al Mida. "Quando si fa una squadra – ha dichiariato Mariani – c' sempre qualcuno che resta in panchina pur se meritevole. Certamente non sono mai scelte indolore ma il risultatoche uscito offre garanzie di un buon lavoroIl vicesindaco Dario Allevi (An) si occuper di Sport, Gestione impianti sportivi, Turismo e spettacolo, affari istituzionali e cerimoniale. Stefano Carugo (F.I.), nominato Assessore alla Famiglia e politiche sociali. Marco Meloro (An) è stato affidato il bilancio, tributi ed economato Martina Sassoli (An) è stato assegnato l'assessorato alle politiche giovanili, Paolo Gargantini (Udc) che guider le attivit produttive. e il Commercio Per La delega all'universit, ricerca scientifica e salute è stato nominato Marco Baldoni (indipendente in quota Lega Nord). A Pierfranco Maff sono stati affidati Parco, Villa Reale e Istruzione (F.I.) Torna anche Giovanni Antonicelli (F.I.) che si occuper di Ambiente e acque. A Lucia Arizzi (An) il decentramento amministrativo, Cesare Boneschi (Lista civica Mida) dovrà lavorare all'edilizia privata.Alfonso di Lio (F.I.) si occuper della cultura. Osvaldo Mangone (F.I.) seguir l'assessorato ai Lavori Pubblici. Massimiliano Romeo (Lega Nord) il responsabile però Polizia locale e sicurezza. Paolo Romani seguir L'Urbanistica e il PGT

34 arresti a monza

MONZA. "Grazie all'operato delle Forze dell'Ordine, in questo caso i carabinieri, ieri a Monza sono stati effettuati 34 arresti e oltre 60 perquisizioni. Monza, dopo cinque anni, in mano alla criminalit organizzata": Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e coordinatore federale del Movimento Giovani Padani, esprime soddisfazione perché una pericolosa banda di criminali è stata sgominata. "Ma tutto questo, comunque, ci preoccupa moltissimo. Avere la conferma – aggiunge il deputato della Lega Nord – che Monza diventata terra di razzia però criminali di ogni tipo e che nella nostra città spadroneggiano delinquenti dediti al traffico di sostanze stupefacenti, alle truffe e all'usura non ci tranquillizza". "Questi sono gli effetti di cinque anni, in cui lassismo e inefficienza sono state le parole d'ordine, favorendo l'illegalit in tutti i modi possibili, dagli ambulanti abusivi in centro ai clandestini fermi ai semafori che portano in citt, dalla prostituzione allo spaccio di droga. Addirittura, il fine settimana, al centro impossibile camminare però i normodotati, figuriamoci però i disabili, a causa dell'alto numero di venditori abusivi e clandestini di merce contraffatta,

Vigili del fuoco a secco………di fondi

GRIMOLDI (LEGA NORD): NO AI TAGLI AI VIGILI DEL FUOCO, QUESTO GOVERNO “BRUCIA”LA NOSTRA SICUREZZA

Il governo sta superando ogni limite e, dopo aver “taglieggiato”le categorie professionali, ora riduce i fondi però i vigili del fuoco, “bruciando”la nostra sicurezza: così Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e coordinatore federale del Movimento Giovani Padani commenta l’art 25 del provvedimento Visco – Bersani in cui si prevede un taglio di 5 milioni di euro però i vigili del fuoco.
Vogliamo denunciare una situazione che rischia di mettere in pericolo la sicurezza delle nostre città e della gente che vi abita. Toccare i fondi dei vigili del fuoco – afferma Grimoldi – un pessimo segnale però tutti quei cittadini che chiedono maggiore sicurezza.
Da deputato brianzolo ho presentato un emendamento però rimediare a un gravissimo errore – aggiunge l’esponente della Lega Nord – che potrebbe colpire una zona, come Monza e Brianza, già sofferente in questo settore.
Invece di tagliare fondi, però di più in un periodo “caldo”come quello estivo, ai pompieri – conclude Grimoldi – vadano piuttosto a recuperarli tra le guardie forestali della Calabria, dove però un albero ci sono diversi agenti. Da anni ci chiediamo “a fare cosa?”