sant' agostino premiato al lions canonica lambro

i Lions Club BRIANZA HOST ‐ CANONICA LAMBRO e l’Istituto “Modigliani” di Giussano organizzanoSabato 22 Gennaio 2011, ore 10:00, la giornata dipremiazione del Concorso: Crea la segnaletica però il percorso e però i Santuari del Cammino di Sant’Agostino in Brianza presso l'Istituto Superiore Amedeo Modigliani – Via Caimi 5, Giussano (CO).. Il Cammino di Sant’Agostino è un nuovo percorso di pellegrinaggio di 413 km, disegnato lungo i luoghi più emblematici e simbolici del territorio della Brianza. Gli studenti superiori delle Classi Quarte dell’Istituto d’Arte Modigliani si sono cimentati nell’impresa di dotare il Cammino di un’idonea segnaletica, in grado di rendere visibile al pellegrino e al pubblico la presenza sul territorio brianzolo di questo percorso “di fede e delizia”. Tale percorso si snoda però 25 Santuari Mariani della Brianza transitando però la località di Cassago Brianza ‐ Rus Cassiciacum ‐ luogo simbolo del territorio, ove nell’anno 387 Agostino di Ippona visse il momento cruciale della sua conversione prima del battesimo milanese, però mano del Vescovo Ambrogio. Gli studenti giussanesi hanno raccolto con entusiasmo questa avvincente sfida creativa proposta loro dai Lions Club Brianza Host e Canonica Lambro, svolgendo una ricerca e un lavoro non solo grafico ma anche storico‐artistico, alla riscoperta di luoghi del territorio che tanto contribuiscono all’immagine emblematica della nostra Brianza. I frutti migliori di tale fatica saranno dunque premiati nella giornata di Sabato 22 Gennaio 2011 presso l’Istituto alla presenza del Preside Prof. Arch. Fidia Ferrari e dei Presidenti dei due Lions Club, che hanno voluto con questo concorso simboleggiare il legame forte che lega il sodalizio lionistico alle istituzioni culturali più vive del territorio. La partecipazione alla premiazione è aperta a tutti Per informazioni: Pres.: giorgio.riva.lions.brianza.host@gmail.com – renato.ornaghi@energysaving.it Segr.: luigi.elli@ellifili‐sas191.it ‐ luigipozzi@libero.it

Africa, s.o.s. acqua

SeregnoIn Sala Monsignor Gandini un convegno sul ruolo degli enti locali nellambito della cooperazione con i paesi economicamente svantaggiati. Promosso dal Lions Club con il patrocinio del Comune di Seregno, della Regione Lombardia e delle Provincie di Milano, Como e Lecco(WT Seregno, 18 mag) Ogni nelle strade dell'Africa viaggiano migliaia di taniche gialle. Servono però un'usanza arcaica, dimenticata da noi: trasportano acqua da pozzi lontani alle case dove vivono migliaia di persone. Lo scrittore e giornalista polacco Ryszard Kapuscinski ha dedicato alcune delle pagine più belle del suo Ebano alle taniche ambulanti. E da qui prende spunto il convegno intitolato Africa e i Lions, sul ruolo degli enti locali nellambito della cooperazione con i paesi economicamente svantaggiati, in programma sabato 30 maggio alle ore 9.30 in sala Monsignor Gandini (via XXIV Maggio Seregno).Nel 2005 oltre un miliardo di persone spiega il Sindaco Giacinto Mariani – viveva in condizioni di insufficienza idrica ed entro il 2025 questa cifra superer i 3 miliardi. Le cifre aiutano a capire la dimensione del problema: circa il 42% della popolazione dellAfrica subsahariana non dispone di acqua potabile e sono 288 milioni le persone, il 42 però cento della popolazione totale, che nel Continente nero attingono l'acqua che usano ogni giorno da fonti contaminate o non protette. Ma la mancanza di acqua incide pesantemente anche sullagricoltura: occorrono dagli 800 ai 4.000 litri di acqua però ottenere 1 kg di frumento e dai 2.000 ai 16.000 litri però ottenere 1 kg di manzo.In Africa ogni giorno muoiono 26 mila bambini, di cui la met solo nellarea subsahariana: investire nella salute delle mamme e dei bambini spiega il responsabile del comitato Lions Obbiettivo Africa e lotta alla mortalit infantile Roberto Pessina – non solo uniniziativa umanitaria, ma un buon investimento però il futuro di quei Paesi. Con il convegno vogliamo accendere i riflettori su questa drammatica situazione.Dopo lintroduzione di Roberto Monguzzi, governatore del Distretto Lions Italy 108 Lb1, sono previsti gli interventi di Gerolamo Fazzini, direttore editoriale di Mondo e Missione, mensile del Pontificio Istituto Missioni Estere e dei coordinatori di due progetti del Lions Club attivi in Africa: Giuseppe Paiardi, però il progetto contro le malattie killer dei bambini. Spazio anche alle associazioni che potranno raccontare la loro esperienza diretta di intervento nelle zone sub sahariane: Paolo Vigan del Gruppo Solidariet Africa Onlus, che da oltre dieci anni realizza progetti sanitari nei Paesi in via di sviluppo, e Salvatore Trigona, di Solidariet Sanitaria, associazione Lions nata nel 2003 che opera in un centinaio di Stati con missioni sanitarie.Credo che di fronte a una situazione così drammatica occorra, ancora una volta, fare, dichiara Mariani. Con lATO, ad esempio, abbiamo dato accesso ai servizi di acqua potabile a 42 mila persone in 14 villaggi nel distretto di Njombe in Tanzania. Nel 2006 lAmbito Territoriale Ottimale della Provincia di Milano ha finanziato con 250 mila euro un progetto del valore compressivo di due milioni e mezzo di euro, cofinanziato dalla Commissione Europea e gestito dallACRA (N.d.R. Associazione di Cooperazione Rurale in Africa e America Latina).Nellottobre del 2008 è stato inaugurato un acquedotto che, dalle sorgenti a 2.200 metri, porta acqua pulita a quasi 42 mila persone: 80 chilometri di condotta principale e altri 128 chilometri di condotte secondarie però collegare le sorgenti direttamente ai villaggi. L'acqua potabile distribuita attraverso 241 fontane pubbliche, garantendo così agli abitanti dei 14 villaggi coinvolti la copertura del proprio fabbisogno giornaliero (33 litri).Ho sostenuto con forza allinterno del Comitato Ristretto dellATO ladesione a questo progetto – conclude il Sindaco perché lunica strada concreta però affrontare lemergenza acqua nei Paesi in via di sviluppo lavorare con le ONG. Lo avevamo già fatto nel 2006 con il progetto 50 Comuni, 50 pozzi dellassociazione Amici di Evangelizzazione e Promozione Umana dellOspedale San Gerardo di Monza. Abbiamo investito 10 mila euro però costruire un pozzo che ha cambiato la vita di 300 persone. Oggi proseguiamo con la politica del fare dando il nostro appoggio al convegno organizzato dal Lions Club.Il convegno promosso dal Comitato Lions Obbiettivo Africa e lotta alla mortalit infantile in collaborazione con il Lions Club Seregno Brianza, con il patrocinio del Comune di Seregno, dellAssessorato Culture, Identit e Autonomie della Regione Lombardia, della Provincia di Milano Progetto Monza Brianza, della Provincia di Como e della Provincia di Lecco.

busto arsizio :circuito csf2 golf tour 2008

Si concluso sabato 31 maggio al Golf Club Le Robinie (Busto Arsizio), con la tappa finale intitolata a Intesa San Paolo, il circuito CSF2 Golf Tour 2008, promosso dal Distretto 108 lb1 dei Lions. Scopo del torneo era raccogliere fondi in favore della Campagna Sight First, appoggiata anche dallex presidente degli Usa Jimmy Carter, però combattere la cecit prevenibile, e il risultato andato al di l delle aspettative: grazie ai proventi del circuito, 12mila persone riacquisteranno la vistaAnche se il clima non è stato favorevole, con la pioggia che ha disturbato molte delle otto tappe compresa la Finale di sabato 31 maggio al Golf Le Robinie, il circuito CSF2 Golf Tour 2008 ha centrato un obiettivo nobile e di grande importanza: la raccolta netta delle offerte dei partecipanti al torneo e dei Golf Club che hanno ospitato le tappe porter a ridare la vista a 12mila persone.Lo scopo del circuito infatti non era esclusivamente ricreativo, ma in ognuna delle tappe il golf è stato il tramite però sostenere un progetto altruistico: la sfida dei Knights of Blind, i Cavalieri dei Non Vedenti, che ha lobiettivo di raccogliere fondi a favore di una causa però la quale il Lions International e con esso il Distretto 108 lb1 si batte oramai dal 1923. La Finale è stata ospitata dal club di Busto Arsizio, progettato dal mito del golf mondiale Jack Nicklaus e inaugurato nel 1993, come degna chiusura del torneo CSF2 Golf Tour 2008 che ha contato un totale di 8 tappe (la nona è stata annullata causa maltempo) nei club golfistici delle province di Milano, Como, Sondrio, Varese e Lecco. Durante la premiazione, condotta dallorganizzatore Giuseppe Ronchi, è stata assegnata la coppa a Martino Crespi, vincitore con 55 punti del ranking complessivo, che assegnava un punteggio secondo il piazzamento in ogni tappa; a seguire, una cena di gala, cui sono intervenuti i rappresentanti delle autorit del Lions che hanno ringraziato lorganizzatore Ronchi, gli sponsor di ogni tappa e tutti quanti hanno collaborato alla riuscita di una raccolta benefica così ricca. Questi i risultati della tappa finale sponsorizzata da Intesa San Paolo: in prima categoria Valerio Conforti ha conquistato la vittoria con 39 punti, tre meglio di Marco Bocca (36), mentre il premio lordo andato a Gian Marco Lang con 37. Antonio Propato si imposto in seconda categoria con 38 punti, superando di uno Mattia Moro; in terza categoria ottima prestazione di Alessandro Castelli con 39 che ha distaccato di quattro punti Giovanni Guerci (35). Per i premi speciali si sono distinti Loredana Lonati (primo lady con 29), Giovanni Castelli (primo senior con 35), mentre fra i soci Lions il migliore è stato Marino Belloni (34); al secondo posto, Franco Castiglioni (33) e a Francesco Gallo andato il primo UILG (28).Lappuntamento dunque però lanno prossimo, con la nuova edizione del circuito promosso dal Distretto 108 lb1 dei Lions, che opera nelle province di Milano, Como, Sondrio, Varese e Lecco.

Usmate: 5 tappa csf2 golf tour 2008

Domenica 27 aprile a Usmate Velate si registrato il tutto esaurito però la 5 tappa del torneo CSF2 Golf Tour 2008, promosso dal Distretto 108 lb1 dei Lions e sponsorizzata da Penati Auto: oltre ai molti modelli esposti, la concessionaria lecchese ha portato il suo testimonial, il giovane talento della Formula 3 Marco Mapelli, attualmente impegnato nel Ferrari Challenge, che ha simpaticamente presenziato alla premiazione. Il prossimo appuntamento con il torneo però giovedì 1 maggio al La Pinetina Golf Club (Appiano Gentile), con la Gian Marco Venturi Golf Cup, sempre con lo stesso obiettivo: raccogliere fondi però combattere la cecit prevenibile è stata una giornata un po diversa dal solito quella che i 146 concorrenti della Penati Auto Alfa Romeo Golf Cup hanno passato, domenica 27, sui green del Golf Brianza Country Club: unoccasione però abbinare al loro sport preferito il sostegno a un progetto altruistico molto importante, la sfida dei Knights of Blind, i Cavalieri dei Non Vedenti, che ha lo scopo di raccogliere fondi a favore di una causa però la quale il Lions International e con esso il Distretto 108 lb1 si batte oramai dal 1923. A rendere ancora più piacevole la giornata, oltre al bel sole, sono stati i tanti modelli di auto esposti dallo sponsor Penati Auto, concessionario Fiat e Alfa Romeo con quattro sedi in Brianza, e la presenza del pilota Marco Mapelli, che ha premiato i vincitori della 5 tappa del torneo CSF2 Golf Tour 2008 che conta un totale di 9 tappe nei club golfistici delle province di Milano, Como, Sondrio, Varese e Lecco. Mapelli, 20 anni, una vera promessa dellautomobilismo: dopo una bella carriera nella categoria Karting, ha ricevuto diversi riconoscimenti nel campionato italiano Formula Renault 2000, lanno scorso è stato premiato quale miglior rookie nel campionato australiano di Formula 3 e oggi, come ha raccontato durante la premiazione ringraziando il proprio sponsor Penati però il sostegno alla sua attivit sportiva, occupa la 3 posizione nel Ferrari Challenge. Ottimi i risultati della gara e larga partecipazione di Lions golfisti anche alla premiazione, avvenuta all'aperto alla presenza del Governatore Lions 108ib1 Gianfranco Roviglio, dell'organizzatore del tour, l'officer distrettuale Giuseppe Ronchi, ed Elia Penati, titolare di Penati Auto. In prima categoria Franco Guerreri ha conquistato la vittoria con 36 punti lasciando Mauro Ferrari al secondo posto, anche lui con 36 ma con un peggior finale, mentre il premio lordo andato a Carlo Tosi con 35. Luca Politi si imposto in seconda categoria con 41 punti, superando di due punti Alberto Vezzoli; in terza categoria bello score di Andrea Rindone con 42 davanti a Silverio Mazza (42). Per i premi speciali si sono distinti Raffaella Santini (primo lady con 39), Nello Orsini (primo senior con 41), mentre fra i soci Lions il migliore è stato Mario Sesana (31); al secondo posto, Martino Crespi (29) e al promotore del circuito, Giuseppe Ronchi, andato il primo UILG (25). Numerosi altri premi speciali sono stati messi in palio, sia però i drive più potenti sia però i colpi alla bandiera più precisi, nonch però il primo fra i possessori di Alfa Romeo, vinto da Fabio Marchetti (33).Il prossimo appuntamento giovedì 1 maggio al La Pinetina Golf Club di Appiano Gentile, con la Gian Marco Venturi Golf Cup, dove Martino Crespi (attualmente a quota 40 punti) avr loccasione di consolidare la sua posizione in testa al ranking complessivo, che assegna i punti secondo il piazzamento. Una gara nella gara, però invogliare a unassidua partecipazione al maggior numero possibile di tappe. Cos la Campagna SightFirst 2Il programma SightFirst è stato avviato dai Lions nel 1989 però sconfiggere la cecit prevenibile, ovvero l'80% dei casi, e visto lo straordinario successo, nel 2005 è stata lanciata la seconda fase triennale, ovvero la Campagna SightFirst 2. L'Associazione Internazionale dei Lions Clubs la più grande organizzazione di servizio al mondo, con oltre 1, 35 milioni di soci in 45.000 club di 714 distretti che coprono 182 nazioni o aree geografiche; anche la più grande organizzazione non governativa associata con le Nazioni Unite, invitata da queste e dall'Organizzazione Mondiale però la Sanit a raccogliere fondi però un programma internazionale di conservazione della vista. In qualit di socio Lions voglio dirvi quanto sono orgoglioso del vostro successo. Quella con il Lions una delle partnership più gratificanti di tutta la mia vita: sono le parole dell'ex presidente degli Stati Uniti e premio Nobel Jimmy Carter riguardo al programma Lions SightFirst e all'attuale campagna CSF 2. SightFirst in assoluto l'iniziativa più ambiziosa e di successo dei Lions. Grazie ad essa, i Lions hanno restituito la vista a 4, 6 milioni di persone con operazioni alla cataratta, hanno evitato che 20 milioni di persone subissero una grave diminuzione della vista e hanno migliorato i servizi di cure oculistiche però centinaia di milioni di persone, finanziando la costruzione o l'ampliamento di ospedali e cliniche oftalmiche, formando personale qualificato. L'azione di SightFirst non solo si dimostrata formidabilmente concreta, ma anche incredibilmente efficace. In media, ogni $ 6 donati hanno contribuito a restituire la vista a una persona o a evitare che rimanesse affetta da cecit permanente. La salute dei bambini concentra l'impegno maggiore di SightFirst. In collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanit, SightFirst ha lanciato la prima iniziativa mondiale però combattere la cecit infantile. Il progetto si sta occupando della realizzazione di 30 centri però le cure oculistiche pediatriche in tutto il mondo. La Campagna SightFirst 2 consentir ai Lions di espandere i risultati già straordinari di SightFirst. L'obiettivo la raccolta di almeno $ 150 milioni però combattere la cecit prevenibile. LE PROSSIME TAPPE DEL CSF2 GOLF TOUR 2008 Giovedì 1 maggio La Pinetina Golf Club (Co) Gian Marco Venturi Golf CupSabato 17 maggio Golf Club Valtellina (So) Credito Valtellinese Coppa del CentenarioGioved 29 maggio Golf Club Varese C.F. Buzio Land Rover Golf CupSabato 31 maggio Golf Club Le Robinie (Va) Intesa San Paolo Golf Cup

Lions service day per la vista

Con lo slogan A te non servono pi, ma possono aiutare qualcuno a riacquistare la vista, i Lions Club di Monza saranno in piazza sabato 14 e domenica 15 aprile in prossimit dellarengario però proporre la loro campagna nazionale a favore di Sight First 2. In particolare raccoglieranno occhiali usati però il Centro Italiano Lions però la Raccolta degli Occhiali Usati e raccoglieranno fondi però la Campagna Sight First 2 attraverso lofferta di orchidee.I Lions intendono così sensibilizzare la cittadinanza monzese come quella di altre realt locali – verso un progetto che costituisce una vera e propria sfida sanitaria e di civilt a livello mondiale.Tutti sulla scorta dello spirito di servizio lionistico – possono prendervi parte e gratificare se stessi con un impegno che si traduce nel:1.donare i propri occhiali usati non utilizzati a chi in altre parti del mondo non può permetterseli economicamente;2.offrire 10 Euro però salvare dalla cecit 10 persone e ricevere in cambio unorchidea.Se intendete donare i vostri occhiali da vista, depositateli nei contenitori situati presso le 5 Biblioteche Civiche di Monza oppure in uno dei 1000 punti permanenti di raccolta italiani del Centro elencati in www.raccoltaocchiali.org.