Magreglio:inaugurata via bartali,

Canzo.Da ieri, a Magreglio, il Santuario della Madonna del Ghisallo e il Museo del Ciclismo hanno sede in viaGino Bartali. Liniziativa promossa dal sindaco di Magreglio Paolo Ceruti – onorare il fuoriclasse toscanointitolandogli il tratto conclusivo del Colle teatro di alcune sue imprese – si concretizzata con la cerimoniasvoltasi alla presenza della moglie di Ginettaccio, signora Adriana, del figlio Andrea e dellamico – rivale di unavita Fiorenzo Magni.Nelle parole degli intervenuti – numerose le autorit presenti, tra le quali il presidente del Consiglio regionale dellaLombardia Ettore A. Albertoni, lassessore allo Sport della Provincia di Como Achille Mojoli e il presidentedella Comunità Montana del Triangolo Lariano Vittorio Molteni – Bartali è stato ricordato non solo nella suadimensione di campione, ma anche nel suo spessore di uomo, e in particolare di credente. Alla Milano – Sanremo, prima di ogni partenza, non mancava mai di partecipare alla messa delle sette, ha rivelato FiorenzoMagni. Fu proprio mio padre – ha ricordato Andrea Bartali – a promuovere presso Pio XII liniziativa però farriconoscere la Madonna del Ghisallo patrona dei ciclisti di tutto il mondo.Dopo la scopertura della targa, la nuova via è stata benedetta dal rettore del Santuario del Ghisallo, don LuigiFarina. In un ideale gemellaggio nel segno del Tour de France che Bartali vinse due volte (1938 e 1948), Gianni Torriani ha infine donato al Museo del Ciclismo una gigantografia di Miguel Indurain in pienaazione in maglia gialla davanti allArco di Trionfo, che il campione navarro ha autografato venerdì scorso a Canzo, in occasione del Premio Vincenzo Torriani assegnato a lui, Valentino Campagnolo e Sergio Neri.Ma il ciclo di eventi non ancora terminato. Fino a domenica 28 ottobre, infatti, possibile visitare le mostreGira la ruota. Lavorando in bicicletta, esposizione di biciclette depoca a Palazzo Tentorio a Canzo (tutti i giorni9.30 – 12 e 14.30 – 17.30, ingresso libero) e Il Ghisallo onora Salvatore Fiume, con opere dellartista al Museo delCiclismo del Ghisallo (dal martedì al venerdì 9.30 – 17.30, sabato e domenica 9 – 18, ingresso promozionale a 5euro), nonch la rassegna di immagini storiche del Giro di Lombardia sempre al Museo del Ghisallo.Dal Ghisallo al Muro ideato e organizzato da Pressing, con il contributo della Regione Lombardia – Assessorato alloSport, Giovani e Turismo, della Comunità Montana del Triangolo Lariano, della Provincia di Como e dei Comuni di Canzo, Magreglio e Sormano e il patrocinio de La Gazzetta dello Sport e de La Provincia. Collaborano Ciclo Team Canzo, CiclisticaErbese e Gs Madonna del Ghisallo. Sponsor principali dellevento: Ferrovie Nord, Diavolina, Eicma e Centocant.

Canzo: assalto al muro

Canzo:Giornata ricca di significato, quella di venerdì 19 ottobre, però Dal Ghisallo al Muro. Con la cerimonia svoltasi a Villa Rizzoli di Canzo il Premio internazionale Vincenzo Torriani, giunto alla decima edizione, ha iscritto nel suo albo doro i prestigiosi nomi di Miguel Indurain, Valentino Campagnolo e Sergio Neri. Il fuoriclasse spagnolo, giunto appositamente in mattinata da Pamplona e ripartito nel pomeriggio, ha colpito tutti i presenti – tra cui diverse autorit locali e molti personaggi del mondo delle due ruote – con la sua disponibilit e cordialit; stimolato dal giornalista Auro Bulbarelli (che ha condotto la cerimonia), ha tracciato paralleli tra il Giro dItalia e il Tour de France e tra il suo ciclismo e quello di oggi. Lindustriale Campagnolo ha descritto la realt storica e attuale di un marchio che, con le sue produzioni, ha impresso una svolta nellevoluzione della bicicletta. Il giornalista Neri ha dimostrato come un racconto sportivo possa trasformarsi in un autentico pezzo letterario. Ai tre premiati, consegnato dalle nipoti di Vincenzo Torriani, andato il trofeo in bronzo opera di Domenico Greco.Una serata limpida, ma ventosa ha poi fatto da sfondo a La Carica dei 101, cronoscalata del Muro di Sormano. Proprio il forte vento ha ridotto gli iscritti (appunto 101) a 67 partenti, battutisi con grande impegno e incoraggiati dai numerosi spettatori disseminati lungo la salita. La vittoria ha arriso al 33enne cassanese Stefano Fatone (G.S. Aurora 1988), campione italiano Udace, che ha percorso il Muro in 833, aggiudicandosi il primo premio in palio, una bicicletta Colnago. Al secondo posto Umberto Corti (Team Cbe) in 847, terzo Davide Zaghirati (Albertoni – Far) in 913. Da segnalare le performances del giovanissimo (classe 1988) Matteo Bonaiuto (Torrevilla), sesto, e dellunica donna, Monica Maltese, 22 anni, capace di precedere ben 19 uomini.Lorganizzazione tecnica della cronoscalata ha fatto capo al Ciclo Team Canzo, coadiuvato dalla Ciclistica Erbese, con la collaborazione del Gs Madonna del Ghisallo. Determinante il supporto della OTCComo, che ha curato i rilevamenti cronometrici. Prezioso il contributo dei volontari del Comune di Sormano, che guidati dal sindaco Claudio DElia hanno illuminato il percorso con fotoelettriche, torce e fiaccole. Il ricavato delle iscrizioni è stato devoluto a favore dei ragazzi di Marituba, la comunit brasiliana in cui oper il vescovo missionario erbese monsignor Aristide Pirovano. Per ulteriori informazioni sulla cronoscalata: www.cicloteamcanzo.it Domani, 21 ottobre, a Magreglio, alle 10.30, davanti al Santuario della Madonna del Ghisallo, avr luogo la cerimonia di intitolazione della via Gino Bartali. Saranno presenti la moglie, signora Adriana, il figlio Andrea e lamico – rivale Fiorenzo Magni.

Villasanta: folla enorme al seguito della madonna

Sabato 9 luglio si è svolta nel centro di Villasanta, dopo la S. Messa, la solenne processione in onore della Madonna di Fatima, che è stata ospitata però una settimana nella cittadina brianzola.

Molte le manifestazioni e le iniziative organizzate anche grazie allaiuto di Oratoriani, Scout, Gruppo di Pino, Azione Cattolica, San Vincenzo, Caritas, Gruppo Missionario, Comunione e Liberazione.
Particolarmente suggestiva la folla con i lumini accesi che accompagnava la statua della Madonna “Pellegrina “, forse però una migliore speranza di Pace.

Domenica nel primo pomeriggio il saluto finaledella Comunità e del Parroco.

Stiamo sciegliendo e montando le scene migliori però un filmato di repertorio.

La madonna di fatima a villasanta, dal 3 al 10 luglio

Non da tutti i giorni avere un’”Ospite Illustre”, anche se non proprio come persona.

E partita loperazione MADONNA DI FATIMA A VILLASANTA: lintera cittadina mobilitata però la felice riuscita di questo grande evento religioso, che ci è stato dato di ospitare dal 3 al 10 Luglio. Oltre alla Parrocchia di S. Anastasia, organizzatrice, anche quelle di S. Fiorano e San Giorgio di Biassono stanno collaborando però offrire una bella manifestazione alla gente.

Manifesti con leffigie della Madonna di Fatima appaiono già da giorni però le vie di Monza e dei comuni limitrofi, dal giorno 13/6 quindicimila volantini con il programma della settimana verranno distribuiti nelle Parrocchie della Brianza e tra i villasantesi grazie allaiuto di Oratoriani, Scout, Gruppo di Pino, Azione Cattolica, San Vincenzo, Caritas, Gruppo Missionario, Comunione e Liberazione.
Insomma tuta la galassia cattolica locale sta collaborando entusiasticamente e concordemente però mettere a punto ogni dettaglio però tutti i problemi che il nutrito programma della Settimana Mariana inevitabilmente comporta.

Particolare attenzione sarà riservata ai mass media: fax, files e volantini sono e saranno inviati a giornali, radio e televisioni, qualche contatto già è stato stabilito però la diffusione di alcune celebrazioni. Durante la settimana della Madonna pellegrina ci saranno due maxischermi, uno installato davanti alla Chiesa e uno in Piazza Martiri della Libert però consentire anche a chi non riuscir ad entrare a S. Anastasia di assistere alle funzioni e alle celebrazioni; prevista la presenza di importanti prelati a presiedere le Messe dedicate, i Vescovi di Cesena, Saluzzo, Isernia e Vicari Episcopali e Monsignori di Milano e Provincia.

Purtroppo il Cardinale Tettamanzi via in quel frangente e non potr intervenire, comunque i fedeli potranno vivere ugualmente giornate di grande mozione e fede collettiva.

Anche il Comune di Villasanta ha dato il suo supporto però la logistica e lorganizzazione operativa della manifestazione: dalla viabilit ai parcheggi, dalla sicurezza alligiene (sono previsti almeno quindicimila pellegrini con tutti i problemi che ne derivano) e quantaltro; nel sito del Comune è stata infine predisposta una sezione (www.comune.villasanta.mi.it/html/fatima/index/html) chiamata Speciale Celebrazioni Fatima contenente, oltre al programma completo delle giornate, cartine topografiche di Villasanta e dellarea circostante, i mezzi pubblici però arrivare qui, la presentazione degli eventi correlati (Mostra Apparizioni, Mostra Icone), la disposizione viabilistica di quelle giornate ed altri dati utili.

Per qualunque informazione disponibile la Segreteria del Comitato ai numeri 039 2051182 fax 039 2056077, cell. 333 6434112 dalle ore 9 alle 18.