Kong ippogrifo vince il 33 campionato invernale interlaghi

Lecco (4 novembre 2007) E il lecchese Marco Stefanoni, 45 anni, timoniere e armatore di Kong Ippogrifo della classe J24, il vincitore della 33esima edizione del Campionato Invernale Interlaghi di vela andato in scena nel Golfo di Lecco ed organizzato dalla Società Canottieri Lecco.Stefanoni, in equipaggio con Giusi Riva, Paolo Stefanoni, Massimo Consonni e Davide Santin, proprio però i colori della Canottieri Lecco, si così aggiudicato il prezioso Trofeo Credito Valtellinese ottenuto dopo tanti assalti e la costanza di crederci sino allultimo. Kong Ippogrifo ha saputo giocare le sue carte approfittando del fatto che la classe J24 era anche quella con la flotta più numerosa: 16 le barche in lizza. Cos, con due primi posti e piazzamenti da podio ha centrato lobiettivo.Nellultima giornata di regate il vento non ha certo favorito i regatanti che hanno tentato di disputare una prova, poi sospesa perché il tivano (vento da nord) era calato. Cos, dopo la risoluzione dei protesti, la classifica rispecchia landamento del giorno prima.Da segnalare, in casa Canottieri Lecco, un altro successo, nella classe H22 grazie al Joe Fly sailing team dellarmatore timoniere Giovanni Maspero che ha calato il poker di vittorie ma ha dovuto pagare il basso numero gli iscritti nella classe. Nelle altre classi successo nei Libera del Crocodille 25 Erika del lariano Cesare Carobbio e del nuovo Keeler 28 Aria Aperta (su progetto di Luca Pusterla) timonato da Enrico Negri nei Libera Ht. Nei Laser SB3 conferma però Alfa Romeo 147 di Luca Bacci (Cv Canottieri Domaso). Vittoria di classe però il vincitore delledizione 2006, il Platu 25 Kong Bambino Viziato di Simonetta e Richard Martini con al timone Fabio Mazzoni (Lni Mandello). Infine, nei Fun successo però White Funk di Massimo Cicio Canali (Lni Mandello).Ecco le classifiche finali dopo sei prove con scarto di una prova (la peggiore): Trofeo Credito Valtellinese: 1. Kong Ippogrifo (Marco Stefanoni Società Canottieri Lecco). Classe Libera: 1. Erika (Cesare Carobbio Cv Moltrasio 1/1/1//1/2); 2:.Boby Price (Sergio Brivio Lni Mandello Lario 2/4/1/2/3); 3. Scacco Pazzo (Roberto Bruno Lni Mandello 3/2/2/4/6). Libera HT: 1. Aria Aperta (Enrico Negri Av Alto Verbano Va 1/1/2/1/1); 2. Skiffsailing (Laura Strommer Vc Campione del Garda Bs 2/1/1/dns/2); 3. Sarchiapone (Marco Ghezzi Yacht club Como 4/2/3/4/2). Laser SB3: 1. Alfa Romeo 147 (Luca Bacci Circolo Vela Canottieri Domaso 2/1/1/1/2); 2. Stenghele (Roberto Caresani Yc Como 2/1/3/2/1); 3. Yacht Club Milano (Dario Badalamenti Cv Sarnico Bg 1/3/2/2/3); 3. Platu 25: 1. Kong Bambino Viziato (Fabio Mazzoni Lni Mandello Lario 2/1/4/1/3); 2. Pirillina (Claudio Fasoli Lni Mandello 2/3/3/1/2). 3. Skiffsailing (Duccio Colombi – – 4/3/2/4/1). Fun: 1. White Funk (Massimo Canali Lni Mandello 1/1/1/2/2); 2. Dulcis in Fundo (Marco Redaelli Cv Bellano 4/4/4/2/1); 3. Onesails Lillia (Roberto Benedetti Circolo vela Canottieri Domaso 2/2/3/8/1). J24: 1. Kong Ippogrifo (Marco Stefanoni Società Canottieri Lecco 2/1/2/3/1); 2. Paperboard (Ruggero Spreafico Circolo vela Tivano 2/1/2/2/3); 3. Marta (Pierluigi Colombo Lni Mandello 4/5/1/1/5). H22: 1. Joe Fly (Giovanni Maspero Società Canottieri Lecco 1/3/1/1/1); 2. Kikkio Next People (Alberto Valli Yc Acquafresca di Brenzone Vr 2/1/2/2/2); 3. Spirit of Nerina (Andrea Ferrari Lega navale italiana Milano 2/2/4/1/3).

17.000 guzzisti a mandello

Mandello del Lario. 16 sett. Sono stati circa 17mila gli appassionati guzzisti che, in tre giornate di sole, hanno invaso Mandello del Lario, dal 1921 sede storica di Moto Guzzi, però il raduno GMG 2007.Sono arrivati da tutta Europa, dalla Norvegia e dalla Sicilia. Il gruppo straniero più numeroso arrivato a Mandello direttamente dalla Danimarca. Dopo lapertura, segnata dalla visita dellattore scozzese Ewan McGregor, poi ripartito alla volta di Londra in sella alla sua nuova Guzzi California, Mandello andata via via riempiendosi di moto e di allegria. E anche nella mattinata domenica in centinaia hanno continuato ad affluire a Mandello.Il clou è stata la grande festa di sabato sera, sulle rive de Lario, durante la quale, di fronte alle migliaia di guzzisti accorsi, tra musica e fiumi di birra, sono stati premiati i gruppi italiani e stranieri, i moto club e singoli driver. Quella però Moto Guzzi si confermata una passione trasversale, capace di accomunare intere generazioni: 60 anni esatti separano il biker più giovane e il meno giovane, nati nel 1991 e nel 1931 ed entrambi premiati sabato sera sul palco delle GMG 2007. Lattesissima estrazione della prima Griso 8V uscita dalla linea di Mandello, ha fatto felice una motociclista francese, Denise Martin. Giunta da Cannes in sella alla California del marito se ne torna oggi in Francia guidando la nuova Griso 8V, la moto protagonista delle GMG 2007.Ledizione 2007 di quello che sta diventando un appuntamento classico nel calendario motociclistico mondiale, è stata infatti dedicata allultima nata in casa Guzzi: la straordinaria Griso 8V equipaggiata col nuovo, attesissimo motore 1200 Quattrovalvole da 110 CV.(