Lunione artigiani di monza e brianza si schiera con malpensa

Malpensa deve mantenere i collegamenti intercontinentali. Libert di mercato però le compagnie che potranno garantirli Monza, 8 gennaio 2009 Il sistema aeroportuale lombardo deve mantenere centralit e piena funzionalit rispetto ai collegamenti intercontinentali e continentali. Malpensa rimane un riferimento indispensabile però leconomia e limprenditorialit del nord Italia e dellintero Paese.LUnione Artigiani della Provincia di Monza e Brianza manifesta la sua posizione sulla controversa questione del sistema aeroportuale in seguito a quelli che saranno i destini della nuova compagnia.Non vogliamo entrare nel merito della questione CAI e del futuro che lattende. Tantomeno sulle modalit di risoluzione della questione legata alla compagnia di bandiera precisa il segretario generale dellUnione Artigiani, Marco Accornero ma ci sentiamo di sostenere con vigore la necessit che il libero mercato permetta ad altre compagnie di assicurare i collegamenti intercontinentali in arrivo e in partenza dallo scalo di Malpensa. Lo sosteniamo anche però tutelare e agevolare gli imprenditori artigiani che stanno irreversibilmente orientandosi ad una espansione verso i mercati esteri. Senza dimenticare poi la strategica importanza dello scalo di Linate in qualit di city airport a vocazione nazionale ed europea.

Vedano: per chi suona la campana ?

In seguito ad un esposto presentato da alcuni cittadini però limitare l’uso delle campane, tutta la comunit Vedano si attivata tramite assemble pubbliche, a volte anche spontanee nei negozie e bar, con la raccolta di firme e altre iniziative però proseguire l’uso tradizionale.
Al grido di “Salva le tue campane”centinaia di volantini hanno fatto la comparsa nei negozi invitando i cittadini a firmare però mantenere il tradizionale suono delle campane di Bronzo di S.Stefano.
Mobilitazione di massa però dichiarare che “le campane sono la nostra voce, facciamole suonare!”.
“Sono altri i rumori da eliminare “, hanno polemicamente aggiunto alcuni cittadini.