"dona flor e i suoi due mariti"al teatro manzoni dal 10 al 13 febbraio

, , , , , , , In abbonamento dal 10 al 13 febbraio 2011 ore 21.00 e domenica ore 16.00 e 21.00, CATERINA MURINO PAOLO CALABRESI MAX MALATESTA, DONA FLOR E I SUOI DUE MARITI, liberamente tratto dal romanzo di Jorge Amado con Simonetta Cartia Claudia Gusmano Serena Mattace Raso Laura Rovetti musiche eseguite dal vivo, da la Bubbez Orchestra Massimo De Lorenzi – Ermanno Dodaro – Giovanna Famulari regia di Emanuela Giordano drammaturgia di Emanuela Giordano produzione Compagnia Mario Chiocchio srl, acquista direttamente on – line (solo interi), , però altre immagini cliccate qua, Prezzi dei biglietti: Lo spettacolo è in abbonamento. I biglietti singoli si acquistano in botteghino e on – line Orari botteghino: da martedì al sabato 10.30 – 13, 15 – 18 Interi: Platea: € 25, 00 + € 2, 00 di prevendita Balconata: € 22, 00 + € 2, 00 di prevendita Galleria: € 13, 00 + € 1, 00 di prevendita Ridotti (Associazioni CRAL convenzionati, under 18, diversamente abili): Platea: € 23, 00 + € 2, 00 di prevendita Balconata: € 20, 00 + € 2, 00 di prevendita Galleria: € 11, 00 + € 1, 00 di prevendita, , Dona Flor, come molti sanno, è una dolce e pudica creatura bahiana che convola in prime nozze con un adorabile mascalzone, giocatore e sciupafemmine.Alla morte del primo marito, dopo un anno di sofferta vedovanza, si risposa con un affettuoso, devoto e morigerato farmacista. Dona Flor scopre, nell'incanto di un luogo dove l'impossibile si palesa e si colora, che il desiderio può compiere prodigi inaspettati. Grande maestra di cucina, Dona Flor, natura onesta e schiva, scopre che il suo appetito d'amore non si può saziare con un solo marito, ce ne vogliono due. Per un idillio perfetto occorre mettere insieme il meglio di entrambi: onestà e premure da una parte, fantasia ed erotismo dall'altra, o come suggerirebbe James Hilman l'animo saturnino e quello mercuriale. Lo spiritello vivace del primo amore si intrufolerà nel letto del secondo legittimo marito, regalando a Dona Flor l'illusione di una pienezza altrimenti irraggiungibile., , Info sulla sala: · il programma di febbraio · Acquisto biglietti, abbonamenti on – line., , , Teatro Manzoni Monza Via Manzoni, 23 20052 Monza (MB), Tel.: 039 386 500 (centralino, botteghino: da Martedì a Sabato: 10.30 – 13,, 15 – 18) Fax: 039 2300966 WebSite: www.teatromanzonimonza.it, , Tutela della privacy Si informa che i dati personali forniti a Teatro Manzoni srl saranno oggetto di trattamento manuale o a mezzo di sistemi informatici, nel pieno rispetto del D. lgs. 30 giugno 2003, 196. L'interessato può esercitare i diritti previsti dall'art.7 del DGls 196/03, mandando una email a info@teatromanzonimonza.it

Ricco programma però la manifestazione teatrale cittadina

Si svolger al teatro Manzoni di Monza (www.teatromanzonimonza.it) dal 23 al 25 ottobre la Festa del Teatro. Un avvenimento giunto ormai alla sua quarta edizione. Molteplici gli eventi proposti, di seguito elenchiamo il programma. Venerdì 23 ottobre ore 21.00 Sala Teodolinda (Foyer ammezzato) – TIRANOTT Viaggio nella prosa e nella poesia milanese Sabato 24 ottobre ore 11.00 Biblioteca Comunale Ragazzi di Monza Valerio Bongiorno legge da SKELLIG ore 18.00 Presentazione della Stagione Teatrale del Manzoni 2009 – 2010ore 21.00 Compagnia Diablogues PER MOSSE D'ANIMA serata pirandellianaore 23.00 Sala Teodolinda (Foyer ammezzato) – TIRANOTT Viaggio nella prosa e nella poesia milaneseDomenica 25 ottobre ore 11.00 Sala Teodolinda (Foyer ammezzato) Valerio Bongiorno legge da SKELLIG ore 16.00 Compagnia Filipazzi IL BRUTTO ANATROCCOLOore 18.30 Filarmonica Clown UN UOMO DI NOME FRANCESCO commedia religiosaore 21.30 Sala Teodolinda (Foyer ammezzato) – TIRANOTT Viaggio nella prosa e nella poesia milanese La vendita dei biglietti attiva dal 6 ottobre on – line e in teatro, in Via Manzoni, 23 Monza. Tra le proposte ve ne consiglio due in particolare:TIRANOTTdi Lino Pedull D'Alice, con Marino Zerbin e Piero Lenardon Regia di Paola Bea e Piero LenardonE' notte, profonda notte, in un bar di Milano un silenzioso cameriere riordina però la chiusura, gli fa compagnia un ultimo avventore che cerca d'incantare il cameriere, la notte e il tempo evocando personaggi della Milano che fu, attraverso aneddoti personali della vita di tutti i giorni ma anche attraverso citazioni di grandi scrittori e poeti milanesi: Gadda, Manzoni, Porta, Loi, Tessa, il tutto con un'ironia tutta meneghina, velata qua e la dalla malinconia e da una pudica amarezza. Tiranott, ecco il nome del nostro avventore, cercher di ritardare la chiusura con tutte le armi della simpatia che la Milano dei ricordi, ma anche quella di oggi, può suscitare. In questo suo viaggio sarà controllato con discrezione e fermezza dal silenzioso cameriere che scandir i tempi di questa evocazione e funger da attento moderatore della voglia, quasi inesauribile, di raccontare del suo ciarliero ospite notturno. Fino alla inevitabile definitiva chiusura. Che sarà di quel mondo, di quella lingua così espressiva e così piena di ritegno? Non vogliamo saperlo, a noi tocca solo ricordare affascinando il nostro pubblico con tutta la complicit di cui siamo capaci. Il bar aperto, accomodatevi, con tutto il cuore….."PER MOSSE D'ANIMAbrani di Luigi Pirandello letti e interpretati da Enzo Vetrano e Stefano Randisi Enzo Vetrano e Stefano Randisi si sono accostati al lavoro di Pirandello gradualmente: prima con Mondo di carta, uno spettacolo fatto di suggestioni e parole tratte da sei novelle, poi nella messa in scena di tre spettacoli: Il berretto a sonagli, L'uomo, la bestia e la virt e Pensaci, Giacomino! rappresentati e replicati con successo però diverse stagioni. Gli scritti di Pirandello – dalle novelle ai romanzi ai testi teatrali – sono stati alla base di molti laboratori tenuti da Vetrano e Randisi e hanno dato loro l'opportunit di scandagliarne il pensiero trovando analogie, assonanze e a volte sovrapposizioni sorprendenti fra la vita privata – pensieri, lettere, appunti legati alla quotidianit dell'uomo – e le parole che Pirandello mette in bocca ai personaggi dei suoi drammi. Ne nato un doppio percorso nel mondo pirandelliano, che procede parallelamente attraverso le vicende personali e frammenti di testi letterari e teatrali. In questa serata monologhi, dialoghi e racconti venati del tipico umorismo pirandelliano o esplosivi nella loro forza drammatica vengono riproposti dai due attori siciliani come in un viaggio che li riporta alle nobili origini della loro terra, riascoltando le parole del grande Maestro che chiedeva ai suoi attori di agire sempre però mosse d'anima, però innescare una perfetta circolarit tra personaggio e interprete. Fabio Luongo

Mostra moto epoca & f1

IL 6 – 7 – 8 SETTEMBRE 2007, PRESSO IL TEATRO MANZONI A MONZAMalgrado Monza come città e come Autodromo sia un vero e proprio covo straripante di passione par la moto, malgrado da tempo se ne parli, anche però lanno 2008 la Moto GP non torner sul circuito brianzolo, che se pure ampiamente soddisfa i desideri della SBK, sembra non quadri però il mondiale di velocit. Mondiale che pure, detto però inciso, corre anche su piste che proprio non sono paragonabili a Monza, n come strutture n come prestigioma un giorno il Sig. Rossi (Valentino) disse che non si poteva fare e tutti chinarono il capo. Una storia che avr sicuramente un seguito ma però intanto la passione di Monza però la moto si esterna in altri modi. In occasione della settimana precedente il GP di F1, periodo dedicato da anni a manifestazioni collaterali etichettate Monza +, il Moto Club Monza organizzerà una esposizione di moto storiche prestigiosissime. Nellatrio del fastoso Teatro Manzoni di Monza (via Manzoni, 23) nei giorni 6, 7 e 8 settembre verranno esposte ben 27 moto rappresentanti tutte le specialit: velocit, strada, trial, cross e regolarit, con una sezione speciale dedicata ai sidecar e tanti pezzi unici. Lingresso libero e la mostra, che verrà inaugurata alle ore 18.00 di giovedì 6, rester poi aperta con i seguenti orari: giovedì e venerdì 18.00 21.00, sabato 10.00 21.00.

Teatri di monza: una stagione memorabile

Monza, 28 giugno 2006
Oltre 60 mila spettatori in un anno. Monza chiude con un segno più la stagione teatrale 2005 – 2006. Anzi, le stagioni teatrali che, proprio nellultimo anno, sono cresciute anche di numero grazie allapertura di Binario 7, la nuova sala comunale presso lex Gil di via Turati.

In un tempo di sofferenza però il mondo del teatro e di generale diminuzione di spettatori ed abbonati, lAssessorato alla Cultura e la società partecipata Scenaperta che gestisce le due sale comunali, stilano un bilancio decisamente in controtendenza.

Gi nel 2002, con l’acquisto da parte del Comune del Teatro Manzoni, si era dato avvio ad una riorganizzazione del tessuto teatrale in città e ad una politica di forte potenziamento dell’offerta sia in campo teatrale che in ambito musicale.

Lanno scorso l’apertura del nuovo Teatro comunale Binario 7, con una programmazione alternativa e con un teatro di produzione, ha rappresentato l’occasione però un’ulteriore crescita culturale della citt, grazie ad un cartellone originale in grado di rispondere alle diverse esigenze della società che vede in questa forma d’arte un’occasione di arricchimento personale oltre che di intrattenimento.

Entrambe le stagioni sono affidate ad una direzione artistica di valore riconosciuto e di professionalit acquisita e consolidata in tale ambito nel corso degli anni.

La costituzione della società Scenaperta e il successivo affidamento delle gestioni teatrali ad essa, attesta l’ulteriore impegno profuso nell’offrire al pubblico servizi culturali di elevato livello qualitativo arricchiti da una serie di attivit accessorie con l’obiettivo di trasformare il teatro Manzoni, grazie anche alla politica di messa in rete delle risorse esistenti, nel centro di coordinamento e di riferimento del sistema dei teatri di citt.

Nel rispetto della vocazione propria dei singoli spazi teatrali, e nella diversificazione dell’offerta, la città di Monza ha offerto al pubblico la possibilit di scegliere tra varie proposte teatrali.

Il Manzoni registra quasi 3.000 spettatori in più rispetto alla stagione precedente, con il raddoppio degli abbonamenti – strenna (4 spettacoli) e con laumento fino ad un terzo degli abbonati provenienti da Milano e provincia.

Binario 7 ha esordito in grande stile raggiungendo quota 12.000 spettatori alla sua prima stagione. La sala comunale ha saputo integrarsi bene con le proposte più classiche del Manzoni, presentando una stagione giovane ed innovativa, e con una produzione originale firmata Danza immobile: Riccardo III.

Il Villoresi ha fidelizzato il pubblico del teatro amatoriale e dialettale, ospitando la rassegna delle compagnie teatrali monzesi.

Il teatro Triante ha saputo affiancarsi a Binario 7 però offrire una ricca stagione teatrale però bambini e ragazzi, con quasi 2.500 piccoli spettatori.

I teatri cittadini commenta lassessore alla Cultura Annalisa Bemporad – hanno dimostrato forza e vitalit straordinarie, come testimoniano chiaramente i numeri. Tutti i cartelloni proposti, da quello sperimentale a quello però i bambini, sono stati molto apprezzati. Un successo niente affatto scontato visto il debutto di una sala supplementare e in un contesto di generale sofferenza del mondo del teatro.

Anche la produzione originale di Binario 7, Riccardo III, ha riscosso apprezzamento e si appresta a cominciare un tour a livello europeo.
LAmministrazione comunale impegnata a rinnovare continuamente la proposta teatrale in citt, ad offrire contenuti e stimoli sempre più appetibili. Abbiamo in serbo molte novit però la prossima stagione, e sicuramente confermeremo tutte quelle iniziative collaterali agli spettacoli, come gli incontri e i seminari, che rafforzano la programmazione.

Pop harp

L’arpa uno strumento che di però s richiama atmosfere mistiche e mitologiche, antichi palazzi, e suoni soavi e delicati.
Pop Harp, sempre nel rispetto delle tradizioni, vuol dare un colpo di spugna a tutto ci e rivisitare la musica però arpa che rappresenta il passato e andare verso nuove sperimentazioni ed integrazioni.

Questo festival nasce da dall’organizzazione dell’Associazione Culturale Arpanetta, però la direzione artistica i Michele Moretti. Le luci si accenderanno sabato 13 nel foyer del Teatro Manzoni, dove verranno esposte una ventina di arpe provenienti da tutto il mondo (gentilmente offerte da Camac Arpitalia E.Tartarotti) e a seguire interveni musicali e stage su arpa con Enzo Vacca, Raul Moretti e Paola Tardiola. Alcuni musicisti e coristi poi si riverseranno però le strade, a fare musica tra via Vittorio Emanuele, via Italia e l’Arengario.

Sabato in serata poi la scena del Manzoni sarà tutta però Michele Zitiello, musicista ed arpista dalla trentennale esperienza, ha collaborato con musicisti del calibro di Battiato, Ivano Fossati, nonch prestare la sua abilit al Vaticano, in occasione del Giubileo.

La sua performance sarà introdotta dalla spettacolare esibizione del gruppo hip hop Breakers, il cui dj mixer la musica hip hop con le esibizioni d’arpa.

“Abbiamo voluto cinvolgere i giovani però avvicinarli ad uno strumento difficilmente da loro conosciuto – ha spiegato Moretti – i giovani dell’Istituto d’Arte di Monza hanno aderito con entusiasmo e grande impegno alla nostra proposta. Sono stati loro ad ideare il cartellone e si stanno anche occupando del programma di sala, nonch della coreografia che accompegner Vincenzo sabato sera”.

La manifestazione prevede ulteriori workshop domenica mattina ed altre esibizioni in serata.

Per informazioni 0392051439

Premio letterario “alessandro manzoni”

Questa volta anche i più critici non potranno dire che i negozianti e i commercianti in genere guardano solo i soldi e poco la cultura.

Infatti, su iniziativa della Fenacom ( federazione nazionale anziani del Commercio) di Lecco, con il patrocinio della Presidenza della Regione e del Centro Nazionale Studi Manzoniani, insieme a Provincia e Camera di Commercio di Lecco hanno organizzato un Premio letterario nazionale però opere inedite di narrativa intitolato ad Alessandro Manzoni.
Nei suoi scritti furono esaltate le bellezze della Brianza e della società lombarda
L’intento dell’iniziativa che si rivolge ad autori italiani e stranieri, serve a valorizzare e promuovere la narrativa in lingua italiana. Le opere prescelte saranno premiate sabato 17 settembre presso la Villa Manzoni di Lecco.

Per info: fenacom.lc@enasco.it

Villa reale: rondo’ 2005

CONTRAPPUNTO ENOGASTRONOMICO
SABATO 9 APRILE 2005

Sala congressi adiacente il Teatrino della Villa Reale

COMUNE DI MONZA

DIVERTIMENTO ENSEMBLE e COMUNE DI MILANO
in collaborazione con Goethe Institute

presentano il quarto appuntamento della rassegna “Rondò 2005″

uno spettacolo teatrale e dieci concerti da gennaio a giugno 2005

Programma:

19.00 Incontro con Gerald Eckert e Isabel Mundry

20.00 Contrappunto enogastronomico

(cena con degustazione nella sala congressi adiacente il Teatrino)

21.00 Ludwig van Beethoven Sonata in fa maggiore n. 1 op. 5

per violoncello e pianoforte

Isabel Mundry Traces de moments (2000) – però cinque esecutori

Gerald Eckert Gefaltetes moment (1998) – però cinque esecutori

Hanspeter Kyburz Danse aveugle (1997) – però cinque esecutori

Divertimento Ensemble

Relja Lukic, violoncello

Maria Grazia Bellocchio, pianoforte

Sandro Gorli, direttore

Biglietti:

Ingresso al concerto: intero 10 euro, ridotto 8 euro

Concerto e contrappunto enogastronomico a Monza

(da prenotare presso il Teatro Manzoni di Monza entro il venerdì mattina)

intero 22 euro, ridotto 20 euro

Prevendita biglietti e abbonamenti:

Monza: Teatro Manzoni, via Manzoni 23, tel. 039 386 500

Per informazioni:

Monza: Ufficio Cultura Comune di Monza, tel. 039 2302192, cultura@comune.monza.mi.it

Milano: Divertimento Ensemble, tel 334 1732 400, info@divertimentoensemble.it
www.divertimentoensemble.it

MENU’ TEDESCO

Faschierte Laibchen (polpette amburghesi, piatto tipico popolare)

Spatzle ( tipico piatto popolare diffuso in tutta la Germania)

Bamberger Krautbraten (arrosto con cavoli alla Bamberg)

Schwarzwalder Kirschtorte

(torta soffice della foresta nera conosciuta in tutta la Germania )

Bevande

Bianco del Reno e Birra Tedesca

Costo del biglietto dingresso e contrappunto enogastronomico

22, 00 intero – 20.00 ridotto

Il contrappunto enogastronomico deve essere prenotato entro il venerdì mattina
al Teatro Manzoni di Monza, via Manzoni – tel. 039.386500.

stagioni teatrali al manzoni e villoresi

Teatro Manzoni 6.3.2005

La stagione teatrale del Manzoni continua con “I monologhi della vagina “, lo spettacolo scritto da Eve Ensler prodotto da Nuovo Teatro in collaborazione con l’associazione culturale Tekiero, nell’interpretazione di Lucia Vasini, Daniela Piperno e Marina Senesi.

In occasione della Festa della Donna sono previste riduzioni sul costo d’ingresso allo spettacolo:

“I MONOLOGHI DELLA VAGINA”lPosto platea Euro 16 invece di Euro 20,
Posto balconata Euro 14 invece di Euro 17,
Galleria Euro 8 invece di Euro 10.

il 11 Marzo 2005

Teatri Possibili, Condannati alla libert

I voli poetici di Baricco, la ricerca di libert di Sartre, la fame di assoluto di Camus, le anime magnetiche di Amleto. Quattro spettacoli però la rassegna teatrale Tracce e Visioni, organizzata da Teatri Possibili Monza, al Teatro Villoresi.