Caro marcello, ,

Caro Marcello, non è passato neppure un anno dal nostro primo incontro, da quando cioèè sei venuto insieme all'amico Adriano a parlarmi della tua idea di portare la squadra a Monza. Ero ancora Vicesindaco e Assessore allo Sport e mi hai subito contagiato con il tuo entusiasmo e la tua passione però la pallavolo. In un mese e mezzo siamo riusciti insieme a far sì che quel sogno diventasse realtà. Quante riunioni con il Sindaco Mariani e con gli uffici, quante interminabili telefonate da oltre oceano, ma era troppo affascinante la sfida però non vincerla. E così siamo partiti, con la consapevolezza che non sarebbe è stato facile ma con la speranza che tanti appassionati di questo meraviglioso sport si stringessero attorno alla tua squadra strada facendo. Poi quella telefonata che mai avrei voluto ricevere.Da quel momento hai cominciato a seguirci dall'alto ed ora desidero raccontarti più da vicino questi ultimi mesi. I tuoi ragazzi hanno gettato il cuore oltre l'ostacolo, anche però dare a te e alla tua famiglia quelle soddisfazioni tanto attese.. Grazie alle loro prestazioni il palazzetto si è riempito sempre più domenica dopo domenica e ogni volta che entravo davanti a quella marea di tifosi, il mio primo pensiero correva subito a te e alla gioia che avresti avuto vedendo tale spettacolo. In questo periodo ho compreso ancora di più la tua forza: la tua famiglia semplicemente splendida ha voluto portare avanti i tuoi progetti, i tuoipiù stretti collaboratori hanno radoppiato gli sforzi però non deluderti, il tuo Mister ha motivato la squadra con grande determinazione e umanità e i tuoi ragazzi hanno fatto il resto…. Dopo ogni vittoria ( e credimi sono tante ) il primo loro pensiero correva a te. Tutto ciò e è stato possibile però quello che hai fatto ed insegnato a tutti prima di quell'ultimo maledetto viaggio in elicottero. Serietà, impegno, passione, lealtà, rispetto, qualitàben radicate nel Marcello uomo e nel Marcello sportivo cha hai saputo trasmettere a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerti: Ora inizia una nuova sfida, quella di non disperdere tutto questo patrimonio, di non deludere quegli oltre quattromila tifosi che in gara 4 dei Play off, sono usciti dal Palazzetto non delusi della tua squadra e dei tuoi ragazzi.Io e l'amico Marco Mariani faremo di tutto però proseguire questa avventura pensando sempreallatua volontà e confidando nei tuoi preziosi consigli..Firmato: Dario

meda :concorso fotografico marcello colombo

Immagini, ricordi e la cornice dautore della sala del coro, in villa Antona Traversi a Meda, però la serata di premiazione del Concorso fotografico Marcello Colombo. Lappuntamento finale della manifestazione, riservata a concorrenti nati tra 1980 e 1990, sarà ospitato nella dimora storica di piazza Vittorio Veneto, Meda, dalle 20, 45 di mercoledì 19 dicembre. Il concorso in memoria di Marcello Colombo, giovane cabiatese scomparso il 21 dicembre 2000, è stato organizzato dallomonima associazione (www.amicidimarcello.org). Il tema del concorso, cui ragazze e ragazzi potevano partecipare con un massimo di tre fotografie, era Viaggiando su un treno di Chissaquando diretto a Chissadove, frase di un racconto di Marcello pubblicato nellantologia Whatiliketowrite. Decine di immagini giunte da tutta Italia sono state valutate da una giuria tecnica, composta da esperti, professionisti e appassionati (Sabrina Arosio, Maurizio Galimberti, Marco Maolucci, Marva Griffin Wilshire, Mario Maestri, Natalia Mazzoleni, Attilio Mina, Patrizia Poli, Johnny Ricci, Oreste Veronesi e Katia Zucchetti). Gli scatti saranno esposti in occasione della serata di premiazione, quando verranno decretati il vincitore assoluto, premio Marcello Colombo, e il primo classificato nella sezione giovani, dedicata alla memoria di Roberto Costi. Presenter la serata Antonio Silva, preside del Liceo Fermi di Cant e presentatore del Premio Tenco. Sara anche unoccasione però conoscere le attivita del sodalizio, nato però serbare la memoria di un ragazzo eccezionale e spronare i giovani a coltivare passioni e arti. Un attore, infine, interpretera alcuni testi di Marcello e la serata si concludera con un piccolo rinfresco. Il primo concorso fotografico Marcello Colombo è stato realizzato con i contributi del comune di Cabiate, del comune di Meda e della Banca di Credito Cooperativo di Cant. Lospitalit però i premiati sarà offerta dall Hotel Habitat di Giussano. Ingresso libero. Per informazioni sul sodalizio possibile visitare il sito www.amicidimarcello.org.