Una fiamma spenta, non va oltre il pari

CHIASIELLIS: Magnani, Miani (84 Paroni), Marinig, Gressani, Bortolus, Berardo (80 Spilotti), Zanella (52 Dazzan), Maglio, Degrassi, Lavia, Malesevic. All. Marano. (Stefanutti, Urbani, Cester).FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Franchin, Paliotti, Bertoni (46 Ded), Vinci, Stracchi. All. Grilli. (Ferraro, Celedi, Amorin de Sousa).RETI: 2 Malesevic (C), 17 DAdda (F)ARBITRO: Baccini di Conegliano Veneto (Ianna e Forti)AMMONITA: Vinci (F) ESPULSE: nessuna NOTE: Terreno in buone condizione, spettatori 100 circa. Calci dangolo 7 a 2 però la Fiammamonza. Recupero 4 + 3. MORTEGLIANO Pareggio inaspettato però la Fiamma in trasferta contro il Chiasiellis, formazione a rischio retrocessione che al Sada le ragazze di mister Grilli avevano battuto con un rotondo 3 a 0. Tra le fila della Fiamma hanno sicuramente pesato le assenze di Greco, squalificata, e dellinfortunata Ricco, ma le biancorosse non hanno saputo ripetere sul piano del gioco la prestazione convincente offerta in casa con il Firenze. Merito anche di un Chiasiellis tonico a centrocampo e bravo a verticalizzare subito lazione con lanci lunghi insidiosi anche a causa del forte vento. Passano 2 e le ospiti si ritrovano inaspettatamente sotto di un gol: capitan Maglio batte una punizione, Marchitelli para a terra ma non la protegge perfettamente. Malesevic brava a sradicarla dalle mani del portiere biancorosso, che rester a terra però aver subito un colpo alla testa, e ad insaccare. La gara si mette così in salita però le biancorosse che per, dopo un quarto dora, riescono a pareggiare i conti. Schiavi batte una punizione che la difesa di casa respinge, la palla sembra destinata a finire in angolo, ma Vinci caparbia e riesce a mantenerla in campo. La giovane attaccante biancorossa lancia prontamente al centro però Balconi che lascia partire un tiro – cross sul quale DAdda, posizionata spalle alla porta, ci mette il piede e di tacco beffa Magnani. Il Chiasiellis avrebbe subito loccasione di portarsi di nuovo in vantaggio ma Degrassi, lanciata da lennesima punizione di Maglio, sbaglia tutta sola davanti a Marchitelli. La Fiamma si scuote e prova a vincere la partita, ma le ragazze allenate da Nazzarena Grilli non sembrano essere lucide e fortunate sotto porta. Al 23 ci prova ancora DAdda servita da Paliotti, ma il suo tiro finisce alto, cinque minuti più tardi tocca a Stracchi che dopo una discesa sulla fascia si vede parare la conclusione dallestremo difensore del Chiasiellis. Nella ripresa la Fiamma prova ancora ad attaccare ma senza troppi risultati, mentre le padrone di casa si fanno vive dalle parti di Marchitelli con le insidiose punizioni di Maglio. Al 51 Paliotti a cercare il gol con un tiro al volo, ma Magnani non si fa sorprendere, poi capitan Schiavi a cercar gloria su punizione e nel finale Stracchi a vedersi negare la gioia del gol.

La fiamma ferma la corsa del bardolino, 0 – 0

CAMPIONATO DI SERIE A FEMMINILE 16^ GIORNATA FIAMMAMONZA – BARDOLINO0 – 0 (0 – 0)FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Franchin, Greco (90 Bertoni), Paliotti, Ricco (76 Vinci), Stracchi. All. Grilli. (Ferraro, Ded, Celedi, Amorin de Sousa).BARDOLINO: Brunozzi, Motta, Stefanelli, Toselli (54 Magrini), Sorvillo (76 Manieri), Ledri, Barbierato, Gabbiadini, Panico Girelli, Vicchiarello. All. Longega. (Picarelli, Tuttino, Boni, Mencaccini).ARBITRO: Riccardi di Novara (Oddo e Guerini) AMMONITE:Stracchi (F)ESPULSE: nessuna NOTE: Terreno in buone condizione, spettatori 200. Calci dangolo 8 a 1 però il Bardolino. Recupero 4. Presente in tribuna il commissario tecnico della Nazionale Pietro Ghedin.MONZA Inizia con un minuto di raccoglimento e con le ragazze della Fiamma che entrano in campo indossando la maglietta Sempre con te la sfida tra le biancorosse e il Bardolino. Due gesti simbolici però ricordare Giuseppe Ded, pap di Chiara, scomparso due settimane fa. Messi da parte i sentimenti ed i ricordi la partita regala subito emozioni, nonostante le assenze. Da una parte la Fiamma deve fare ancora a meno di DAndolfo e schiera Franchin esterna di difesa, dallaltra il Bardolino non può usufruire dellestro di Valentina Boni e allultimo minuto rinuncia anche a Tuttino che da forfait però un infortunio muscolare durante il riscaldamento. Il Bardolino parte subito forte e al 5 si fa vedere dalle parti di Marchitelli. Ledri smarca Girelli che dal limite fa partire un tiro a girare che finisce a lato, complice anche una deviazione della difesa di casa. Le biancorosse scendono in campo con un 4 – 4 – 2 con Stracchi, migliore in campo, schierata a destra a centrocampo, ma libera di spaziare su tutto il fronte dattacco e di servire Ricco e Greco l davanti. Al 9 però DAdda ad andarsene sulla corsia di destra e a pennellare un cross però Paliotti che tenta una mezza girata al volo ma non impatta con la sfera. Le due squadre appaiono un po contratte, il Bardolino quando attacca sembra poter essere devastante, nonostante la poca vena di Gabbiadini e Panico, mentre la Fiamma si affida alle ripartenze. Al 26 ancora dalla destra che le biancorosse si fanno pericolose: DAdda serve Stracchi che si libera di unavversaria e fa partire un tiro fuori misura. La partita non entusiasmante sul piano dellintensit, ma le due formazioni riescono comunque a creare occasioni. Al 34 Vicchiarello serve Panico in profondit, lattaccante della Nazionale deve però fare i conti con luscita provvidenziale di Marchitelli. Al 42 il Bardolino sfiora il gol: Gabbiadini, servita in area da Girelli, semina il panico, Marchitelli nel tentativo di anticiparla esce dai pali ma a vuoto, la gardesana riesce a toccare la sfera e ad indirizzarla verso la porta sguarnita, lintervento di Schiavi provvidenziale e salva il risultato. Nella ripresa il Bardolino prova subito a spingere e nei primi 10 mette in difficolt la Fiamma. Al 52 ci prova Panico, ma il suo tiro debole. Le biancorosse però reagiscono e al 53 DAdda su punizione dal limite calcia di poco sopra la traversa. Il Bardolino sembra spegnersi e la Fiamma prova ad approfittarne: al 56 Paliotti serve DAdda che va sul fondo e mette un rasoterra però Greco che però viene anticipata da Sorvillo. Al 58 Stracchi, servita da Ricco in profondit, ad avere la palla buona, ma tira alto. Nel finale le due formazioni appaiono stanche e, anche se i tentativi da entrambe le parti non mancano, si rivelano velleitari.Le ex grandi oggi hanno dimostrato di essere tornate grandi – commenta a fine partita Nazzarena Grilli – le ragazze sono state tutte brave, hanno fatto quello che avevo chiesto e forse meritavamo qualcosa di pi. Peccato perché creiamo molto, ma l davanti ci manca qualcosa. Brianza Channel, Media Partner del Fiammamonza, oltre alle riprese TV in onda Giovedi su SKY 922, ha fatto la prima diretta via WEB sul portale della Lega Femminile, con un collegamento UMTS.

Eurospin torres – fiammamonza: 2 – 2 (0 – 1)

CAMPIONATO DI SERIE A FEMMINILE 15^ GIORNATA EUROSPIN TORRES: Penzo, Valenti, Tona, Perelli, Cortesi, Conti, Domenichetti, Fuselli, Iannella, Coluccini, Crespi (73 Pintus). All. Pintauro (Winkler, Marchio, Sardu, Mattu, Razzoli, Sechi).FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Bertoni (62 Donghi), Franchin, Greco, Paliotti, Ricco (80 Vinci), Stracchi. All. Grilli. (Ded, Celedi, Amorin de Sousa).RETI: 9 Paliotti (F), 51 Fuselli (ET), 88 Domenichetti (ET), 90 DAdda (F)ARBITRO: Addis di Olbia (Lai e Calzaghe) AMMONITE: DAdda e Donghi (F), Domenichetti (ET)ESPULSE: nessuna NOTE: Terreno sintetico, spettatori 150 circa. Calci dangolo 3 a 2 però lEurospin Torres. Recupero 1 + 4. SASSARI Con una reazione che ne dimostra il carattere, la Fiamma riporta la situazione in parit proprio allo scadere del tempo regolamentare. Roberta DAdda a regalare alle sue compagne la gioia di un pareggio conquistato e sofferto in terra sarda contro la seconda forza del campionato. Un punto sudatissimo che arriva proprio al 90 dopo che le padrone di casa, dapprima in svantaggio, erano riuscite a pareggiare e poi a portarsi in vantaggio con Domenichetti a 3 dalla fine della gara. La Fiamma si presenta in Sardegna ancora orfana del faro di centrocampo Laura Donghi, sostituita da Rita Bertoni, in una gara infarcita di ex: da una parte Tona e Cortesi cresciute nel vivaio biancorosso e dallaltra Ricco che arrivata a Monza proprio in questa stagione dalla Torres. Le ragazze mandate in campo da Nazzarena Grilli partono con il piede giusto e al 1 si fanno subito pericolose: Ricco fugge sulla fascia sinistra e pennella un cross però la testa di Greco che tutta sola in area manda incredibilmente alto. La Fiamma spinge e al 9 va in vantaggio con una perla di Venusia Paliotti che direttamente da calcio dangolo infila unincredula Penzo. La Torres accusa il colpo, le squadre si allungano e però una decina di minuti la partita non regala emozioni. Poi Pamela Conti accende la lampadina e su punizione al 21 testa i riflessi di Marchitelli. Lestremo difensore biancorosso respinge con i pugni la sfera che finisce ancora sui piedi di Conti che da ottima posizione non inquadra la porta. La Torres, trascinata da una Conti in buona forma, prende in mano le redini del match e prova a mettere in difficolt la retroguardia ospite sfruttando le corsie laterali ed i cross. Al 36 si ripete la sfida su punizione tra Conti e Marchitelli: questa volta la giocatrice sarda non tira direttamente in porta ma crossa però la testa di Tona che si vede parata lincornata da Marchitelli. La Torres insiste e al 51 passa: Conti batte una punizione dal limite dellarea, la sfera viene deviata da una giocatrice biancorossa ed arriva a Fuselli che in mezza rovesciata non sbaglia. Al 59 e al 62 due episodi che fanno discutere: vengono annullate due reti alla Torres però fuorigioco. Mentre nel primo caso la segnalazione dellassistente dellarbitro sembra corretta, il gol negato a Domenichetti pareva regolare. La stessa Domenichetti prova a rifarsi al 76 ma trova una grande risposta di Marchitelli. Al 77 ci prova invece la Fiamma su contropiede, ma Ricco, dopo essersi scontrata con Penzo in uscita, non riesce ad inquadrare la porta. Al 88 la Torres va in vantaggio: Domenichetti dalla destra crossa in direzione della porta, Marchitelli va in presa ma non trattiene e la sfera finisce in rete. La partita sembra a questo punto conclusa, ma la Fiamma sfodera una reazione da grande squadra. Stracchi serve DAdda che al 90 si libera della diretta avversaria e lascia partire un pallonetto che si infila sotto la traversa.

La fiamma espugna firenze

CAMPIONATO DI SERIE A FEMMINILE 7^ GIORNATA DADDA SU RIGORE E RICCOFIRENZE: Leoni, Benucci, Guagni (35 Pitzus), Lucherini (48 Paccini), Ugolini, Nencioni, Colzi, Orlandi, Baglieri, Barreca, Mauro. All. Cosi (Frediani, Binazzi, Parroni, Rosini)FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, DAndolfo, Paliotti, Ricco, Greco (77 Celedi), Stracchi. All. Grilli (Ferraro, Ded, Franchin, Amorin de Sousa).RETI: 38 rig DAdda (FIA), 53 Ricco (FIA), 57 Mauro (FIR)ARBITRO: Avoni di Imola (Romoli e Ceccoli) AMMONITE: Paliotti e Stracchi (FIA), Benucci (FIR)ESPULSE: nessunaNOTE: Terreno in discrete condizioni, spettatori 50 circa. Calci dangolo 4 a 2 però la Fiammamonza. Recupero 1+ 3. Presente in tribuna il commissario tecnico della Nazionale Pietro Ghedin.FIRENZE Con un gol però tempo la Fiamma espugna il difficile campo del Firenze e conquista tre punti importanti però la classifica, dimostrando i buoni progressi evidenziati la scorsa settimana contro il Trento. Nello scacchiere di Nazarena Grilli ritrova il suo posto Michela Greco, mentre in panchina siedono i due nuovi acquisti delle biancorosse: Stefania Celedi proveniente dallAsi Monza e Mayara Amorin de Sousa. Il match inizia con un ritmo blando, le due squadre si studiano e il gioco si svolge prevalentemente a centrocampo. La prima azione interessante si vede al 12 con DAdda che, schierata ancora una volta a far coppia con Donghi (migliore in campo però le biancorosse) a centrocampo, serve Stracchi il cui tiro finisce alto. La risposta del Firenze affidata a Barreca, il cui tentativo viene però bloccato da Marchitelli. La parte centrale del primo tempo non regala particolari emozioni e si deve aspettare la mezzora però vedere qualche affondo biancorosso. Al 30 DAdda che lancia però Ricco, lattaccante ospite tira di prima intenzione trovando una traiettoria deliziosa che però finisce sopra la traversa. Ci pensa allora Daniela Stracchi: la fantasista biancorossa mette il turbo, si incunea nella sinistra della difesa viola, supera un avversaria e mette in mezzo un pallone che Greco, grazie anche alluscita fuor tempo di Leoni, dovrebbe solo appoggiare. Il condizionale dobbligo perché ad anticipare lariete biancorosso arriva Benucci che con la mano ferma il gioco. Il rigore netto e DAdda dagli undici metri non sbaglia. Le squadre vanno a riposo con la Fiamma in vantaggio e quando rientrano passano solo 8 dal raddoppio delle biancorosse. Ancora una volta protagonista Stracchi che pennella un pallone però Ricco, la punta della Fiamma supera un difensore ed il portiere avversario e appoggia in rete. Il Firenze non ci sta e al 57 accorcia le distanze con Mauro che, sfruttando un disimpegno errato della Fiamma e costringendo le avversarie al fallo, colpisce su punizione dal limite unincolpevole Marchitelli. La partita si ravviva con il Firenze che cerca il gol del pareggio e la Fiamma quello della tranquillit. Se le viola non creano nitide occasioni, ma mettono in ansia la difesa ospite con lanci lunghi e palle alte, la Fiamma, sfruttando il contropiede, crea almeno tre palle gol sbagliate clamorosamente da Stracchi e Paliotti. Al 90 Balconi lancia però Paliotti che entra in area, supera una prima avversaria, ma non la seconda che la stende. Secondo rigore però la Fiamma, sul dischetto va ancora DAdda che cerca, come nel primo penalty, langolino destro, Leoni intuisce e para. Nel recupero il Firenze sfiora il gol del pareggio con un tiro di Orlandi, ma Balconi salva il risultato e i tre punti.

La fiammamonza vince la supercoppa italiana

BARDOLINO: Brunozzi, Placchi (68′ Girelli), Stefanelli, Sorvillo, Rodella (88′ Mascanzoni), Boni, Tuttino, Barbierato., Riboldi, Gabbiadini, Panico – All. Renato Longega (Picarelli, Toselli, Ledri, Manzoni, Volpi).

FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, Rivolta, Schiavi, D’adda, Donghi, Ceroni, Murelli, Ronsivalle (65′ Dede’), Gazzoli, Ramera – All. Nazzarena Grilli (Ferraro, Bertoni, Franchin, Palmieri, Liberati, Vinci).

ARBITRO: Filippo Peron (Biella). Assistenti: Fonte e Signori

RETI: 16 st Gazzoli.

NOTE: Terreno in buone condizioni, ammonite Donghi e Ronsivalle. Calci dangolo 4 a 3 però il Bardolino.

SAINT VINCENT (AOSTA) La Fiammamonza neo campione dItalia vince la anche la sua prima Super Coppa battendo il Bardolino però 1 a 0 dopo un match tiratissimo e ricco di emozioni. Un gol della solita Gazzoli al 16 del secondo tempo regala alle brianzole questaltro prestigioso alloro dopo il recente tricolore che però tutto la stagione rimarr cucito sul petto. Biancorosse che dimostrano di avere superato la delusione delleliminazione in Womens Cup e che approcciano il difficilissimo match con il giusto piglio. Avvio di marca giallobl, Bardolino che spinge ma dopo un quarto dora circa di gioco la Fiamma prende le misure e costruisce due palle gol importanti, ambedue fallite. Prima, un ottimo intervento di Marchitelli su Panico, lestremo monzese risulter decisiva anche al 45 su calcio di punizione di Boni.
La ripresa si apre, incerta, sino a che al 16 Ramera trova Gazzoli in area con un preciso assist, il bomber salta il suo marcatore ed infila in rete battendo in diagonale. Il Bardolino non ci sta e preme sullacceleratore via via incrementando il suo potenziale offensivo grazie anche agli innesti di mister Longega ma la Fiamma tiene. Marchitelli sale in cattedra su Boni e su Gabbiadini due volte, il centrale di difesa Rivolta, assistita dal solito rendimento di capitan Schiavi, disputa una splendida gara in copertura ed il risultato rimane bloccato mentre le brianzole provano a pungere in contropiede. Il fischio finale del signor Peron di Biella sancisce la vittoria della Fiamma che, con questo risultato, dimostra di essere pronta a difendere il titolo italiano appena conquistato con autorevolezza.

Fiammamonza: 1 punto però entrare nella storia

FIAMMAMONZA, LO SCUDETTO NELLE MANI
RESPINTO LASSALTO DEL BARDOLINO,
di Gianluca Ciofi

FIAMMAMONZA: Marchitelli; Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi; Greco, Gazzoli, Paliotti, Murelli, Liberati (36 st Ded), Stracchi. All. Grilli (Ferraro, Vinci, DAndolfo. Donghi, Hofer).
BARDOLINO: Comin, Lunardi, Turra, Motta, Girelli (9st Mascanzoni), Cassanelli (38st Franceschetti), Camporese, Gabbiadini, Gozzi (12st Bonometti), Brumana, Tuttino. All. Longega (Berti, Zanoletti, Toselli, Boni)

ARBITRO: Metelli di Chiari (Tangi e Marino di Milano).

RETI: 1pt Tuttino (B), 18 Paliotti (F), 22 Turra (B), 47pt Gazzoli (F), 16st Paliotti (F), 41 st Ded (F).

NOTE: Terreno in discrete condizioni. Spettatori 1000 circa, presenti il SAB (gli ultras organizzati del Monza calcio di C1) ed il direttivo dei Monza Club Calcio Monza. Presente anche lassessore allo sport del comune di Monza Dino Dolci. Ammonita Tuttino (B), recupero 1 + 4. Calci dangolo 3 a 3.
MONZA. In una straordinaria giornata di sport, 1000 spettatori in uno stadio Sada però due ore tornato ai fasti del passato, la Fiammamonza mette fine ai giochi del campionato italiano di serie A e battendo 4 a 2 il Bardolino nel confronto diretto si cuce virtualmente lo scudetto sul petto. Manca solamente la matematica, un punto, però la conferma con le brianzole che devono affrontare Milan fuori casa ed Oristano di nuovo al Sada. Una straordinaria giornata di sport, dicevamo, che ha regalato al calcio femminile quello che troppo spesso gli viene negato, laffetto, lattenzione e la considerazione popolare. Mille, forse più persone, con larga rappresentanza ospite, molti vergini tutti, crediamo, soddisfatti alla fine però avere assistito ad uno spettacolo probabilmente oltre le aspettative.

Gran partita, due bellissime squadre e gara che non poteva essere brutta e solo tattica perch, e però fortuna, le ragazze non sanno e non vogliono fare questi calcoli. Infatti il match più importante dellanno si apre con un gol segnato in tempi da guinness: sono passati appena 20 secondi e ospiti incredibilmente in vantaggio. Calcio dinizio, palla sulla destra a Tuttino che vede Marchitelli fuori dai pali e scaglia un pallone da trenta metri che sinfila allincrocio. Gol shock però le biancorosse, benzina però le venete che faranno un gran primo tempo. Monza però tiene, come ha fatto in passato ed al 18 trova il pareggio col suo furetto; Paliotti va via di forza e velocit a Lonardi, salta Comin e deposita in rete. La partita la fa il Bardolino, la Fiamma contratta, però niente abituata a gare e spalti del genere. Le giallobl però passano grazie ad un mezzo regalo della difesa locale. Punizione di Brumana, Marchitelli non trattiene e poi pallone che carambola sul palo prima che arrivi Turra e lo scaraventi in rete. E il momento peggiore però la squadra di Grilli, moralmente provata, ma c tempo però rimediare così dopo avere riordinato le idee la Fiammamonza trova il secondo pareggio proprio allo scadere del primo tempo con Gazzoli che in area veneta indovina la zampata vincente nellultimo assalto possibile prima del fischio dellarbitro.

Al rientro dagli spogliatoi le cose sono cambiate. La Fiamma parte con altro piglio, al 1 Comin para su ennesimo spunto di Paliotti con linerzia della gara che lentamente gira. Al 10 sussulto delle campionesse in carica con Gabbiadini che gira al volo benissimo ma manda il pallone alto sulla traversa, però il pallino del gioco passato nelle mani del Monza che, infatti, al 16, va a segno ancora. Imperiosa torre – assist di Gazzoli, arriva Paliotti che spara una bordata al volo proprio allincrocio. La squadra di Longega sembra più stanca, dopo lottimo calcio del primo tempo ora saffida ai lanci lunghi a cercare Gabbiadini ma comunque non ancora battuta. Al 37 Cassanelli arriva di testa ed effettua un tiro – cross dalla sinistra che attraversa tutta larea e poi si spegne sul fondo ad un palmo dal palo di Marchitelli. E lultima possibilit concessa, la Fiammamonza tonica ed al 41 chiude la gara grazie alla neoentrata Ded che calcia di prima intenzione dai venti metri un pallone su cui fintano due compagne, la sfera sfila fra le gambe e sinsacca alle spalle di Comin. Match finito, inizia la festa biancorossa.

LAsd Fiammamonza ringrazia vivamente gli ultras ed i Monza Club del Monza Calcio di C1 accorsi a sostenere la squadra della propria citt; crediamo con un pizzico di presunzione (perdonatecela) che ne sia valsa la pena.
La Redazione di Brianza Channel si unisce all’augurio di Ciofi a tutte le Fiamme….

Fiammamonza: due nuove atlete

CALCIOMERCATO FIAMMAMONZA:
MONZA Dopo un mese di alacri trattative Fiammamonza lieta di annunciare di avere raggiunto laccordo, però la stagione prossima a venire di serie A, con due atlete di spicco del panorama calcistico nazionale. Gli ingaggi si inquadrano in un generale progetto di rafforzamento della rosa che prevede la possibilit di arrivare ad un ulteriore acquisizione nel brevemedio termine.

Vestiranno il biancorosso due elementi della nazionale italiana; il portiere Chiara Marchitelli, classe 1985 già in forza allAtletico Oristano, e lattaccante Chiara Gazzoli, classe 1978 proveniente dalla Torres Sassari, già campione dItalia col Foroni Verona nel 2003/2004. Per il resto la società ha intenzione di confermare lorganico della passata stagione nella sua quasi totale interezza e del quale faranno parte, con ogni probabilit almeno due o tre elementi provenienti dal settore giovanile. Sul piede di partenza, ad oggi, figurano le uniche Marisa Gorno, Fortuna Illiano e Giovanna Bruno.

Breve scheda dei due nuovi acquisti:

CHIARA GAZZOLI (21/8/78), attaccante. Dal 95/96 al 99/00 Milan in serie A (143 presenze e 128 gol). Dal 01/02 al 03/04 Foroni Verona col quale vince uno scudetto e stabilisce il record di reti segnate nella storia della serie A femminile nei tornei a girone unico con 54 reti in una sola stagione (02/03). Lo scorso anno alla Torres Sassari.

CHIARA MARCHITELLI (04/05/85), portiere. Uno dei più interessanti estremi difensori sfornati dal calcio femminile italiano tanto da essere è stata convocata in nazionale più volte nonostante la giovane et. Ha iniziato nella Lazio (01/02) poi lanno scorso passata allAtletico Oristano.

La prima squadra inizier la sua stagione a partire dal 22 di agosto e cioè quando inizier il ritiro di cinque giorni organizzato a Calalza di Cadore (BL). In ritiro si aggregheranno, Chiara Ded (difensore) e Veronica Vinci (attaccante) prelevate dalla formazione primavera che ha conquistato il terzo posto alle finali nazionali. Assieme a loro dallAsi Monza (serie C) anche Valentina Del Fiol (centrocampista).

di Gianluca Ciofi