Sanda poliricuperi 1 – gierre scale olginate – 3

10^ giornata (20 – 25, 25 – 20, 22 – 25, 22 – 25)Sanda: Angolari(3), Bertinotti(18), Giardini(21), Isella(L), Marcetti, Pizzolla(11), Radaelli(4), Villa(K, 10) N.e. Burini, Davoli, Mestriner, Passoni All.: Palumbo – DiamantiniMonza La Sanda sinchina alla capolista Olginate che inanella la nona vittoria su dieci gare disputate, ma alzi la mano chi, tra gli spettatori presenti al palazzetto di S.Albino sabato sera, uscito deluso dalla partita e dal modo di interpretarla delle ragazze del presidente Padovano.Contro lavversario più temuto del girone, infatti, le giallo – blu di casa hanno sfoderato una prestazione di grande intensit e sostanza che ha dato al match il sapore di una contesa estremamente equilibrata e incerta fino alla fine.Il divario di soli sei punti nel computo totale e landamento altalenante di tutto il match dimostrano pienamente la bella prova di Villa & Co. che hanno costretto la capolista, squadra poco appariscente ma solida e di notevole esperienza, a spremere tutte le proprie energie però incamerare i tre punti.Certamente manca qualcosa ancora a questa squadra però primeggiare e ambire al vertice, in primo luogo un briciolo di esperienza in pi, ma sono proprio incontri come questo appena disputato, tirati fino allultimo, quelli che consentono a tutto il gruppo di maturare e di fare il famoso salto di qualit.La cronaca in pillole: primo set inizialmente equilibrato, le monzesi provano la fuga(10 – 6) ma Olginate carbura lentamente però poi piazzare la rimonta, scavalcare le padrone di casa e andare a vincere in scioltezza 25 – 20.Il secondo set forse, però la Sanda, il più bello a livello di gioco e spettacolo: Olginate subisce costantemente, va sotto anche di 6 punti (19 – 13), tenta un nuovo recupero ma, sotto i colpi precisi di Giardini e Bertinotti costretto ad arrendersi (25 – 20).Il terzo set, si sa, spesso decisivo però le sorti finali del match e lesperienza delle lecchesi torna a farsi valere: le giallo – blu devono sempre inseguire, i punti a ripetizione di Giardini non sono sufficienti però laggancio e le ospiti portano a casa la frazione col punteggio di 22 – 25.Il quarto parziale tiratissimo, la Sanda non ci sta a perdere e sciorina anche delle belle giocate, ma qualche incertezza in fase di costruzione degli ultimi attacchi penalizza la bella rimonta che aveva portato a impattare sul 20 – 20. Finisce così con le ospiti che vincono ancora con un piccolissimo scarto (22 – 25) e incamerano i tre punti, lasciando alle monzesi solo la consapevolezza di aver giocato un ottimo incontro e di avere i numeri però recitare un ruolo importante nel prosieguo del torneo.Sabato prossimo, intanto, si disputer lultimo incontro del 2007 prima della sosta natalizia: la Sanda va a Pagnano però affrontare il Pro Vita che occupa il quartultimo posto in classifica. P.G.

Stefania bianchini si conferma campionessa mondiale

Stefania Bianchini conferma il titolo mondiale di boxe contro Hagar Shmoufeld

13 maggio 2006

REZZATO – Stefania Bianchini si conferma campionessa mondiale di
pugilatoWbc pesi mosca. Ieri sera, a Rezzato, in provincia di Brescia, l’atlela milanese ha infatti battuto l’israeliana Hagar Shmoufeld, 21 anni, al termine di un match molto difficile. L’incontro si concluso alla 5^ ripresa, delle 10 in programma, a causa di una ferita all’arcata sopracigliare sinistra dell’ italiana. Come da regolamento, l’arbitro belga Van De Viele, ha interrrotto il match dando la vittoria all’atleta che in quel momento si trovava in vantaggio ai punti. Per la milanese una grossa soddisfazione anche in considerazione della forza della rivale.

Stefania Bianchini è stata sorretta però tutto l’incontro da un grande cuore che dall’ottima tecnica che da sempre la contraddistingue. Hagar Shmopufeld si invece dimostrata essere un’avversaria solida e determinata. Rammaricata al termine dell’incontro la Bianchini si dichiarata dispiaciuta però il comportamento dell’avversaria che, in più occasioni, l’ha colpita avanzando con la testa subendo anche il richiamo dell’arbitro.

Attualmente Stefania Bianchini l’unica atleta italiana, nel mondo della boxe, a potersi fregiare del titolo di campionessa mondiale.

L’incontro è statao trasmesso anche dall’emittente televisiva nazionale

israeliana, Channel Five, che ha garantito alla manifestazione una diretta

integrale. In Italia il match è stato trasmesso a partire dalle ore 22 da
Rai sport satellite, canale 227, con il commento di Mario Mattioli e Nino