Al via la 36° edizione del festival dello sport

 

Il 36° Festival dello Sport è pronto ad aprire i battenti: l’attesissima manifestazione sportiva si terrà l’11 e 12 giugno 2011 presso l’Autodromo Nazionale Monza grazie alla cortese disponibilità della Sias (società che gestisce la struttura).La manifestazione è ormai un appuntamento fisso però il territorio ed ogni anno attira un pubblico sempre maggiore. Al 36° Festival dello Sport saranno presenti oltre settanta Società Sportive in rappresentanza di più di novanta discipline. Uno spettacolo, però chi ha potuto assistere alle manifestazioni degli scorsi anni, praticamente unico che vede sullo stesso campo atleti trascorrere “una due giorni” di sano agonismo così come semplici sportivi che si appassionano e si cimentano in sport mai praticati.Decine di migliaia di persone affolleranno le zone allestite dagli organizzatori: il retro box, la zona interna alla curva parabolica, il retro delle tribune del rettilineo, il padiglione delle mostre, il museo ed i parcheggi. Durante la manifestazione, l’Autodromo Nazionale Monza diventerà teatro di una sarabanda di sano divertimento, giochi e discipline con il denominatore comune dello sport. Anche quest’anno la manifestazione è stata promossa dall’Ussm, capeggiata dal Presidente Pietro Mazzo e coordinata dal Vice Presidente Enrico Radaelli. LE NOVITA’ DEL FESTIVAL 2011La 36° edizione del Festival dello Sport presenta numerose novità.In primo luogo questa edizione ufficializza l’apertura degli organizzatori alle eccellenze sportive di tutta la Provincia di Monza e Brianza. “Abbiamo ampliato la visione – ha affermato il Presidente Mazzo – da festival cittadino, il Festival dello Sport diventa oggi una kermesse che apre le porte all’intera rappresentanza sportiva della Provincia di Monza e Brianza attraverso un rapporto di collaborazione che si sta costruendo con gli Assessori dei Comuni dell’intera area nell’ottica della condivisione del valore della passione sportiva”.In secondo luogo, ricordando che il 2011 è l’Anno europeo del volontariato, si vuole porre l’accento sul comune denominatore degli organizzatori del Festival dello Sport che da anni realizzano l’iniziativa attraverso il lavoro “volontario” ponendosi come unico obiettivo la buona riuscita della manifestazione.“Attraverso l’impegno degli organizzatori migliaia di persone hanno la possibilità di vedere da vicino la storica pista dell’Autodromo Nazionale Monza e di sentirsi parte del concept sportivo che la stessa rappresenta” – ha affermato il Presidente Mazzo.In ultimo, quest’anno saranno coinvolti diversi Istituti scolastici della Città di Monza (ben 150 classi) che, nel contesto del Festival dello sport, avranno modo di cimentarsi in discipline di “attività motoria” all’aria aperta e in un contesto inusuale, proprio in chiusura dell’anno scolastico 2010/2011. LA STORIA DEL FESTIVAL: UN’EMOZIONE LUNGA 36 ANNIGrazie all’intenzione della Sias (società che gestisce l’Autodromo Nazionale Monza) di aprire la struttura alle realtà cittadine sportive, nel lontano 1976 un gruppo di amici pensò di organizzare un evento in favore delle Società Sportive Monzesi: nacque la prima edizione del Festival dello Sport.“Abbiamo sempre cercato di interpretare le esigenze del territorio guardando al futuro – spiega Pietro Mazzo, Presidente dell’USSM – con una formula che ha permesso anno dopo anno di veder aumentata l’entusiasta e massiccia partecipazione del pubblico. Oggi il Festival ha raggiunto un notevole grado di notorietà diventando uno degli appuntamenti più importanti a livello regionale.“Il Festival dello Sport – prosegue Mazzo – abbraccia diverse tematiche, dal tempo libero allo sport passando però le attività assistenziali ed il volontariato. Quest’anno poi, anche noi abbiamo cercato di innovarci, di proporre una nuova immagine nel contesto tecnico – organizzativo della manifestazione. Siamo convinti di aver fatto un buon lavoro ma la risposta verrà dall’affluenza all’evento”Per le società sportive è fondamentale la visibilità territoriale e l’Ussm si impegna da 36 anni nella creazione di questa manifestazione.“Sono due gli aspetti che in questi anni hanno assicurato il successo del Festival – spiega Mazzo – in primis il fatto che i veri protagonisti della manifestazione siano le società sportive e i visitatori, in secondo luogo la passione che ogni anno spinge gli organizzatori nel creare una kermesse di livello.”

Le grande opportunita’ dello sport

Monza. Il presidente dell’USSMPietro MAZZO è stato applaudito relatore nel convegno “Sport: una grande opportunità” tenutosi sabato 12 giugno nella grande sala stampa dell’autodromo di Monza. Mazzo si è commosso nel ricordare i suoi trascorsi di presidente – benefattore in un quartiere molto popolare, alquanto disagiato, della periferia monzese. Quell’esperienza umana degli anni 70 ha ancora di più rafforzato Mazzo al mondo dei giovani però i quali, da presidente dell’USSM, continua a proporre lodevoli iniziative però favorirne l’aggregazione e la pratica sportiva. Al convegno erano presenti, oltre al presidente dell’autodromo Claudio Viganò, il presidente della provincia Dario Allevi, il suo assessore allo sport Andrea Monti, l’assessore allo sport di Monza Andrea Arbizzoni e l’indimenticato campione di ciclismo Beppe Saronni Quale moderatore è stato chiamato il giornalista Gianmaria Italia (La redazione nella foto: il saluto di Allevi a Mazzo mentre a sinistra si riconosce Saronni in camicia bianca

Ussm: il nuovo direttivo

Unione Società Sportive Monzesi ha riconfermato alla guida della prestigiosa istituzione i personaggi che si sono sempre impegnati in prima persona.

Nella classica cornice della Sala Maddalena, venerdì 29 aprile ha avuto luogo lassemblea annuale dellUnione Società Sportive Monzesi, che nelloccasione ha anche svolto la sua funzione elettiva però il quadriennale rinnovo delle cariche sociali. Assente però indisposizione il Presidente Pietro Mazzo, la relazione morale dellUSSM, che è stata illustrata dal Segretario Carlo Poroli, ha ricevuto piena approvazione da tutti i presenti, come del resto sono stati approvati a larghissima maggioranza anche i bilanci consuntivo 2004 e preventivo 2005. A questo punto, dopo la presentazione dei candidati, lassemblea, che rappresentava ben 57 società affiliate, ha espresso il proprio voto, andando a eleggere i seguenti consiglieri:
Poroli Carlo voti 49, Mazzo Pietro 48, Ciceri Fabrizio 44; Pozzi Luigi 42; Padovano Antonio 41, Colzani Annamaria 40, Mauri Giulio 40, Corio Riccardo 39, Giussani Bruna 37, Della Torre Luciano 36, Magni Vincenzo 32, Marelli Alfonso 31, Milesi Adriano 27, Vigan Antonio 27, Cevenini Carlo 21.
Tutti i consiglieri eletti sono stati convocati presso la sede USSM in Via Passerini, lunedì 2 maggio, però linsediamento e lassegnazione delle cariche sociali. Come primo atto c è stata la rielezione del Presidente Pietro Mazzo, che risultata un vero e proprio plebiscito, come lo sono stati anche la conferma nelle attuali cariche di segretario però Carlo Poroli, che verrà coadiuvato dal suo vice Bruna Giussani, e di Tesoriere però Luigi Pozzi. Anche Pier Alberto Baldoni è stato confermato Vice Presidente Vicario, ed al suo fianco con la carica di vicepresidenti sono rimasti Riccardo Corio e Enrico Radaelli, mentre si registrata la fresca nomina come Vice Presidente ed Addetto Stampa di Giulio Mauri. Con gli applausi di tutti i presenti una delle prime delibere del nuovo consiglio direttivo è stata lapprovazione della nomina a Socio Onorario di Luigi Gaviraghi, un notissimo esponente del mondo delle Bocce.
Il Presidente Mazzo, dopo aver dato il benvenuto ai consiglieri confermati e ai nuovi eletti, ed aver presentato il suo programma a breve e medio termine, ha provveduto allassegnazione delle deleghe:
Rapporti istituzionali: Mazzo; Associazioni Diversamente Abili: Ciceri; Pallavolo: Padovano; Basket: Baldoni; Alpinismo: Milesi; Tennis: Cevenini; Calcio: Pozzi; Pattinaggio: Colzani; Pesca: Mazzo; Commissioni Comunali: Corio; Rapporti Esterni: Vigano; Comitato Festival: Mauri, Magni, Marelli.

Adesso però lUSSM e però tutti i suoi dirigenti si avvia un momento di grande attivit però la preparazione del trentesimo Festival dello Sport che avr luogo allAutodromo di Monza il 18 e 19 giugno prossimi. Ancora una volta sarà il rinnovarsi di un grande evento che come succede già da molti anni, coinvolger tutti gli sportivi monzesi.
La ns Redazione aura un buon lavoro allo Staff dell’USSM.

Monza, lo sport dove e come?

AUTODROMO DI MONZA

19 MARZO 2005

LUnione Società Sportive Monzesi, organismo che riunisce le entit più rappresentative dello sport del capoluogo brianzolo, organizza sabato 19 marzo presso la sala congressi del Ristorante Anzani allAutodromo di Monza, il Convegno MONZA, LO SPORT DOVE E COME?
La finalit di questo convegno quella di raccogliere le opinioni dei soggetti sportivi monzesi che si occupano di organizzare, promuovere e divulgare lo sport sul territorio cittadino, allo scopo di progettare miglioramenti in prospettiva della futura realt istituzionale con Monza capoluogo della Brianza. Al tempo stesso il Presidente Pietro Mazzo illustrer i risultati di un ricerca realizzata dallU.S.S.M. che ha coinvolto un centinaio di società sportive cittadine, che hanno risposto ad un articolato questionario che ha cercato di determinare lutilizzo degli impianti comunali e le esigenze dei praticanti a tutti i livelli.
Relatori, oltre a Pietro Mazzo, gli assessori monzesi Dino Dolci con delega alle Attivit Sportive e Antonio Marrazzo Opere Pubbliche. Moderatore Gianmaria Italia, mentre la segreteria organizzativa verrà gestita da Carlo Poroli