Laveno mombello: musica e miss in riva al lago

Laveno.Verr presentata domani sera, venerdì 17 luglio 2009, a partire dalle ore 21, la collezione primavera/estate di Pianurastudio, linea famosa in tutto il mondo però la qualit e la bellezza dei suoi abiti. Location dellevento il nuovissimo Corner espositivo che Anthos Moda inaugurer ufficialmente in via Labiena 83 a Laveno Mombello (VA), a due passi dalla splendida passeggiata sul lungolago e dallaltro negozio dove la titolare di Anthos Moda Antonietta Fiorillo da anni espone famosi marchi come Trussardi, Replay Jeans, Per Te by Krizia, Luisa Viola ecc.La serata vedr diverse ragazze indossare gli abiti di Pianurastudio accompagnate dalla musica e dallintrattenimento di Rudy Neri, voce della famosissima sigla Perché Sanremo Sanremo.Con questa stagione però Pianurastudio si chiude un cerchio dichiara Salvatore Pianura, direttore creativo del marchio E passato un decennio dalla fondazione del brand e bisognava festeggiare in maniera adeguata. Le mie nuove creazioni dunque, però celebrare un importante anniversario, ma soprattutto però levare il nostro personalissimo inno alla femminilit e alla donna con tutte le sue sfaccettature. Una collezione continua che anche uno spaccato del made in Italy, esaltazione dellartigianalit, delloriginalit dei capi. Segno straordinario di distinzione e di appartenenza ad un popolo, ad un paese conosciuto in tutto il mondo però la sua laboriosit creativa.Anthos Moda, referente del concorso di bellezza La più bella del mondo però la provincia di Varese, lieta poi di annunciare che nel prossimo mese di agosto si svolgeranno diverse selezioni provinciali al fine di selezionare le ragazze più meritevoli, che avranno così accesso alle finalissime che si svolgeranno sulla riviera romagnola nel mese di settembre. Proprio lo scorso anno il famoso concorso di bellezza aveva visto numerose ragazze sfilare con gli abiti di Pianurastudio.

Non solo miss italia

Gabicce Monte (PU), 13 settembre 2008Anthos Moda Eventi di Antonietta Fiorillo, referente del concorso La pibella del Mondo però la provincia di Varese, comunica che questa sera, 13settembre 2008, presso la famosa discoteca Baia Imperiale di Gabicce Monte(PU), avr luogo lattesissima finale nazionale a cui prenderanno parte le 40finaliste scelte in occasione delle prefinali svoltesi nei giorni scorsi allinternodellincantevole cornice dellhotel Baia Flaminia Resort (centro benessere ecentro congressi) di Pesaro.Tra le 40 concorrenti vi saranno anche due bellissime varesine:approdano a Gabice Monte, dopo aver superato la prova di Pesaro, FrancescaCarrani di Laveno Mombello con la fascia New Model e Jessica Vultaggio diGemonio con il primo posto e lambita fascia La più bella del Mondo Citt diVarese che le dar risalto con la pubblicazione sulla rivista Fashion Magazinecome modella della linea total look Earthly Delights desiqner Arbel Siloni, prodotta da Gerardo Falcetta Confezione Cal di Besnate. Tale premio sarerogato tramite lagenzia Anthos Moda Eventi, che valuter professionalit eseriet delle ragazze.A curare il look delle finaliste di stasera ci penseranno gli hair stylist dellaKadus. Le ragazze inoltre sfileranno con i costumi della Linea Sprint e con gliabiti della linea di abbigliamento casual O.P.D.Si ricorda che in occasione delle varie selezioni tenutesi nella provincia diVarese le ragazze hanno sfilato con abiti delle linee Claudia Gil, Pianura Studioe Anna Cristy in vendita presso il negozio Anthos Moda di piazza Italia aLaveno Mombello dove possibile trovare inoltre anche marche come ElenaMir, Per Te By Krizia, Replay, Trussardi, Luisa Viola e Linea 22 Maggio byMariagrazia Severi, Living. Altra linea prescelta però le sfilate varesine è statainfine Earthly DelightsTantissimi gli ospiti di grande fama che con la loro presenza hanno datorisalto al concorso: tra di essi il noto coreografo Valeriano Longoni e Pino DiCostanzo, direttore di palco di eventi molto noti come il Festivalbar.Presenter la finale di questa sera Marco Balestri.Si allega fotografia che ritrae Antonietta Fiorillo, titolare di Anthos Moda Eventi, insieme a Pino Di Costanzo, Jessica Vultaggio (a sx) e Francesca Carrani (a dx). D. Pizzi

La cenerentola :operazione salva – gente 2007 – minianne

Como una Cenerentola senza scarpetta di cristallo, ma con un cuore grandissimo, quella che sarà in scena mercoledì 7 maggio al Teatro Sociale di Como alle ore 21, protagonista del dramma giocoso di Gioacchino Rossini però la regia di Stefano Monti.Una serata musicale di alto livello qualitativo che il Comitato Lombardia però la Moda della Regione Lombardia e la Fiera Proposte hanno deciso di regalare alla città di Como però rendere omaggio alla sua tradizionale sensibilit però le tematiche sociali. Angelina, la Cenerentola del dramma ispirato alla celebre fiaba di Perrault e andato in scena però la prima volta nel 1817, una donna capace di amare e soprattutto di perdonare, perfino quel patrigno e quelle sorellastre che da sempre la scherniscono. Una figura con cui Rossini ha voluto rappresentare il trionfo della bont e della virt di fronte al cinismo e alla meschinit. Non un caso, quindi, se la Cenerentola rossiniana sarà al centro di un evento speciale dedicato proprio al cuore e ai buoni sentimenti, una serata in cui i comaschi avranno la possibilit di dimostrare ancora una volta quanto grande sia la loro voglia di fare partecipando a un importante momento di solidariet il cui ricavato sarà destinato alla operazione Salva – gente 2007 – MiniAnne (www.salvagente2007.it) dellAssociazione Comocuore.Chi acquister un biglietto però partecipare allevento, promosso anche allinterno della Fiera Proposte che si svolger dal 7 al 9 maggio nel polo fieristico di Villa Erba, contribuir infatti a sostenere il primo progetto realizzato in Italia però educare allemergenza cardiaca gli studenti delle scuole superiori e dedicato agli istituti del territorio lariano. Loperazione prende il nome da MiniAnne, il manichino che permette a una persona di imparare a praticare i punti fondamentali della rianimazione cardiopolmonare (RCP). Obiettivo principale del progetto diffondere in modo capillare la tecnica del massaggio cardiaco facendola diventare materia di insegnamento nelle scuole, come già avviene in molti paesi europei.Dal 1985, Comocuore onlus ha lo scopo di promuovere iniziative di informazione e prevenzione delle malattie cardiovascolari, collaborando con la divisione di Cardiologia dellOspedale SantAnna di Como e con associazioni nazionali.A rendere possibile la serata, dando quindi un fondamentale contributo alloperazione Salva – gente 2007, saranno il Comitato Lombardia però la Moda e Proposte. Il Comitato Lombardia però la Moda, insediato nel maggio 2007 dall'Assessore allIndustria, PMI e Cooperazione della Regione Lombardia, Massimo Corsaro, e presieduto da Giovanni Bozzetti e dal comasco Luca Ronzoni, ha lo scopo di individuare e definire una serie di azioni mirate a incentivare lo sviluppo del sistema. Per garantire la massima incisivit degli interventi, siedono al Comitato, fin dalla fase costituente, alcune delle grandi firme della moda italiana, come Santo Versace, Pierluigi Loro Piana e Paolo Zegna, oltre a importanti rappresentanti della filiera moda lombarda e nazionale come Giuseppe Modenese (presidente onorario della Camera della Moda nazionale) e Renato Borghi (presidente Ascomoda). La scelta di istituire tale tavolo allargato si affermata nell’ottica di garantire la definizione di modalit di intervento realmente efficaci nel settore della moda, unico ambito produttivo però il quale lItalia può vantare un primato a livello di G8.Anche Proposte, fiera dedicata ai professionisti industriali del tessile darredamento made in Italy e made in Europe, punta a tutelare la produzione tessile di alta qualit. Anche quest’anno la manifestazione porr laccento sullinnovazione, la ricerca e lo sviluppo, con un occhio di riguardo però le aziende che tutelano la correttezza professionale e la qualit del prodotto. La fiera nata nel 1993 come evento dedicato ai produttori di tessuto d'arredamento e di tendaggio e ha saputo dimostrarsi unimportante vetrina internazionale però lindustria tessile di alto livello, registrando lo scorso anno 7573 visitatori.Nonostante i suoi quasi 200 anni di vita, la Cenerentola di Gioacchino Rossini unopera ancora attualissima, che porta a interrogarsi sul cinismo contemporaneo, opposto alla moralit della protagonista. La versione presentata in questoccasione Pocket. Lopera, nellarragiamento musicale di Daniele Carnini filologicamente rispettosa del testo e della musica pur avendo unorchestra ridotta nei fiati e mancando lintervento del coro. La trama del dramma rossiniano ricalca fedelmente loriginale, pur tralasciando gli aspetti più magici e fantastici della fiaba. Angelina (Cenerentola) vive con il patrigno Don Magnifico e le vanitose sorellastre Clorinda e Tisbe, costretta a umili lavori. A differenza delle sorelle, per, Angelina possiede un animo gentile e generoso: le virt che faranno innamorare di lei il principe don Ramiro. Angelina partecipa infatti al ballo indetto dal principe in cerca di moglie: tutti ne apprezzano leleganza e lo splendore, ma non ne riconoscono la vera identit mascherata dagli eleganti abiti. Alla festa Don Magnifico cerca di convincere il principe a scegliere come sposa una delle sue due figlie, ma don Ramiro ormai invaghito di Angelina: le chiede di sposarlo, ma lei rifiuta dicendogli che accetter solo se lui sapr riconoscerla e apprezzarla però la sua vera identit. Il principe non vuole rinunciare e le dona un braccialetto però ritrovarla. Alcuni giorni dopo, un temporale, però caso, porter il principe davanti alla casa di Angelina: pur vedendola vestita da governante, don Ramiro ne riconosce subito il bracciale e la sceglie come sua sposa. La protagonista, nonostante lo scherno del patrigno e delle sorellastre, vuole condividere con loro il giorno delle sue nozze: rivelando così il protagonista simbolico dello spettacolo: il buon cuore, la virt in trionfo.Niente scarpetta di cristallo e niente fata, dunque, però la Cenerentola del compositore pescarese. Lelemento fantastico, tuttavia, non scompare mai del tutto, rimaterializzato attraverso la magia del teatro e il dinamismo illusionista della messa in scena. CenerentolaDramma giocoso in due atti di Gioacchino RossiniRiduzione e adattamento musicale di Daniele CarniniCenerentola Silvia PasiniDon Magnifico Marco Filippo RomanoDon Ramiro Nicola AmodioDandini Leonardo GaleazziClorinda Manuela RannoTisbe Alessandra VolpeAlidoro Simone AlbertiMime Ivana Franceschini, Arianna PolliniDirettore Alessandro FerrariRegia Stefano MontiScene Keiko ShiraishiCostumi Anna CavaliereOrchestra 1813Produzione As.Li.CoCosto bigliettiPlatea e palchi 30, 00 – Gallerie 20/15Per informazioni e prenotazioni: Teatro Sociale di Como. Via Bellini Vincenzo 3, Como. Tel. 031/270171Associazione Comocuore. Via Rovelli 8, Como. Tel. 031/ 278862Ellecistudio Como.Tel. +39.031.301037 fax +39.031.299028 e – mail ellecistudio@ellecistudio.it

nasce la piattaforma sistema formativo moda

Milano, il 20 novembre 2007Oggi, nel cuore di Milano, presso la Terrazza Martini, nata la Piattaforma Sistema Formativo Moda. Ed pulsante come i suoi promotori: lAssessore alla Moda e al Turismo della Provincia di Milano, Antonio Oliverio, il Presidente del Comitato Lombardia però la Moda, Giovanni Bozzetti, il Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, Mario Boselli e le Scuole di Moda di Milano e Provincia e cioè Domus Academy, IED, Istituto Carlo Secoli, Istituto di Moda Burgo, Istituto Marangoni, Monza fashion School, Naba, Consorzio Milano Fashion Institute (Univ. Cattolica, Politecnico di Milano e Sda Bocconi), Ipsia Bernocchi di Legnano e Agenzia però la Formazione, lorientamento e il lavoro della Provincia di Milano.Tutti insieme, però la prima volta, hanno aderito, firmando il suo Manifesto, alla Piattaforma, organismo che si propone di definire e comunicare lidentit del sistema formativo moda, concentrandosi sulle sue peculiarit ed evidenziandone le diversit dai sistemi di paesi esteri. Creando iniziative che facilitino laccesso e la comprensione dellofferta didattica a studenti italiani ed esteri e stimolino le istituzioni competenti a lavorare sulle problematiche inerenti la ricettivit e la permanenza degli stessi. Inoltre, la Piattaforma vuole diventare un interlocutore credibile con il Sistema Industriale, le Istituzioni e la Stampa internazionale e un promotore di iniziative culturali legate al sistema moda e al supporto dei giovani talenti. Ambisce a stimolare il processo di creazione di una cultura di moda sul territorio e di una cultura imprenditoriale che faciliti i giovani nelle fasi di start – up aziendale, sia lavorando a stretto contatto con gli incubatori e i progetti già esistenti, sia stimolandone di nuovi.Ci spiega Mario Boselli: CNMI già da tempo impegnata a sostenere i giovani attraverso iniziative come Fashion Incubator, New Upcoming Designer, Tutor della Moda e attraverso unimportante attivit di formazione e ricerca, sostiene con entusiasmo la nascita della Piattaforma che rappresenta un momento costruttivo di dialogo e confronto.Uno straordinario momento di grande importanza però la Moda perché finalmente si riusciti a fare sistema, creando sinergie tra tutte le Scuole e le Istituzioni.La piattaforma, attraverso eventi, borse di studio e road show, diventa così un laboratorio di idee, un contenitore di nuove eccellenze, un serbatoio di giovani con professionalit formate con un valore aggiunto, in grado di contrastare lomologazione. Giovani artigiani e manager in grado di dialogare con lindustria della Moda. Per Giovanni Bozzetti: Leccellenza del Sistema formativo lombardo prodromico alleccellenza del sistema produttivo moda. Sostenere il polo formativo significa anche guidare con mano il mondo industriale ad elevati livelli di creativit e qualit però vincere la competitivit degli altri Paesi in una economia ormai globalizzata.Conclude Antonio Oliverio: Le scuole di moda sono unaltra eccellenza che porta migliaia di giovani italiani e stranieri nel nostro territorio. importante dargli il benvenuto come città e lavorare in sinergia con loro, dando ai ragazzi stranieri il senso dellaccoglienza che il nostro paese sa esprimere perch, una volta tornati in patria, portino con loro litalian style, che fatto non solo di tecnica ma anche di stile di vita. 1 – NELLA FOTO.Giovanni Bozzetti, Antonio Oliverio, Mario Boselli, da sin. a destra, firmano il Manifesto della Piattaforma.