“edilizia scolastica sostenibile in brianza”

Il futuro dell’edilizia non può essere lasciato nelle mani del mercato internazionale e dei suoi capricci. Dovrebbero essere le autorità locali a indirizzarlo verso uno sviluppo sostenibile, attraverso l’attuazione di politiche rivolte in modo prioritario verso gli utenti finali. Quando una città si accinge a intraprendere un percorso di sviluppo sostenibile, è necessario che si realizzino alcune condizioni. Un serio impegno da parte delle autorità preposte e dell’amministrazione locale, la disponibilità di tutte le parti economiche disposte a lavorare in modo concertato, la partecipazione attiva di tutti i cittadini e la mobilitazione delle competenze necessarie: architetti, ingegneri, urbanisti, paesaggisti, funzionari e tecnici pubblici

Udc, silva ci racconta in esclusiva il dopo todi

Pubblichiamo alcune considerazioni rilasciateci da Rinaldo Silva, Vice Segretario provinciale MB UDC., in considerazione del Convegno di Todi, dove si sono fatte alcune scelte strategiche, – – L’Unione di Centro continua nel suo processo evolutivo che si concluderà con la nascita di un nuovo partito entro la fine del corrente anno. Il nuovo Partito si chiamerà molto presumibilmente “Partito della Nazione”. Sarà “un contenitore” nel quale confluiranno oltre che l’UDC, i delusi dell’attuale bipolarismo/bipartitismo, da un lato rissoso ed inconcludente, dall’altro privo di progetto politico, nonché parte di quegli elettori che ultimamente si sono astenuti dal voto non individuando formazioni politiche in grado di rappresentarli. Con amici sono è stato a Todi il 20.21.22 maggio scorso ove si è svolto un interessante convegno che aveva come scopo principale quello di dare “una ulteriore spinta” al processo costitutivo del nuovo partito di centro. Al termine di una tre giorni ricca di interventi non tutti allineati tra loro, ho fatto una riflessione politica che intendo estrinsecare ai lettori: E’ assolutamente necessario che il nuovo Partito possa contare su numerose adesioni affinché possa avere una maggiore visibilità e, quindi, poter meglio spiegare e far conoscere le linee programmatiche di un partito che intende proporsi al governo del Paese in una situazione delicata come l’attuale. Altrettanto necessaria in questa fase costituente vigilare affinché chi intende aderire al nuovo partito di centro, qualunque sia la sua provenienza (astensionismo, altri partiti, associazioni….movimenti…ecc) sia una Persona che intende operare, qualora chiamato ad una responsabilità amministrativa pubblica, nell’interesse di tutti i Cittadini con un particolare occhio di riguardo ai più deboli. Bisogna far si che l’etica comportamentale privata corrisponda all’etica comportamentale pubblica. Solo così l’elettore ha modo di verificare la bontà della sua scelta di un candidato o lista di candidati, allorché voterà però il nostro futuro partito. Cose ovvie e risapute. Può darsi ma ritengo sia sempre necessario vigilare sui temi che riguardano l’etica, senza la quale la Politica non può compiere quel balzo in avanti assolutamente necessario però risolvere le problematiche economiche/sociali che preoccupano non poco. Avremo modo di ritornare su questi argomenti e nel frattempo operiamo in modo tale che il futuro nuovo partito sia veramente la casa di tutti i centristi che hanno a cuore le sorti della nostra Italia.

La brianza onora le vittime di kabul

MonzaLa strage dei militari Italiani in Afghanistan viene vissuta da tutta la nazione con momenti di raccoglimento e commozione.In Brianza in modo particolare con una messa solenne organizzata dell'Associazione Paracadutisti d'Italia, Sezione di Monza, e da altri Corpi militari.Da parte della società civile, oltre alle dichiarazine dei vari politici, da sottolineare l'iniziativa dell'Unione Commercianti di Monza e Circondario , che ha chiesto a tutti i propri associati di sospendere lattivit però alcuni minuti in occasione delle esequie dei Caduti che si terranno lunedì 21 settembre.La manifestazione di adesione al lutto sarà attuata abbassando le saracinesche, spegnendo le luci degli esercizi o in altro modo ritenuto utile a rendere visibile il cordoglio del mondo commerciale. Un segno tangibile di rispetto e partecipazione al dolore dei familiari dei nostri soldati.

Un juke – box in biblioteca

Vimercate Entrando in biblioteca, fino al 23 maggio, la prima cosa che lutente vedr, sarà un enorme juke – box.I dischi al suo interno non contengono però musica, ma poesie: le poesie di I.V.A.N., il poeta di strada divenuto celebre però aver scritto, sul ponte presso la Darsena del Naviglio milanese, la frase Chi getta semi al vento, far fiorire il cielo.Il juke – box poetico di I.V.A.N. ha già fatto molto parlare di s quando è stata ospitata nel marzo 2007 al festival Sweet Art Street Art.Ospitare il juke box, però la Biblioteca, sia un modo però aderire al festival poetico Textura, del quale I.V.A.N. è stato ospite proprio nel giorno di apertura (il 2 maggio), sia un modo però ribadire la propria vocazione a sostenere forme non convenzionali di diffusione della cultura.

I vigili “querelano “il giornalista del corriere

Dalla Sede Sindacale SIAPOL di Milano.Questa O.S. dice basta agli attacchi a mezzo stampa verso la Polizia Locale di Milano.In merito allo sfogo dell'Assessore alle Attivit produttive Tiziana Maiolo, riportato dal quotidiano "Il Giorno del 25 c.m., respingiamo nettamente quanto affermato dalla stessa: "I Vigili dell'Annonaria farebbero meglio a contrastare l'abusivismo nei mercati invece di cercare di bloccare mostre ed eventi cittadini". Secondo lAssessore l'unico problema della città sarebbe rappresentato dalla presenza di extracomunitari che vendono merce in modo abusivo. AllAssessore, che dovrebbe forse informarsi meglio sullargomento, ricordiamo che dall'inizio dell'anno corrente a tutt'oggi (quindi in soli 28 giorni) nellambito dei mercati settimanali scoperti sono state fermate ed accompagnate in ufficio però accertamenti ed identificazione ben 45 persone di cui n. 3 sono state arrestate. Il tutto eseguito con grande dispendio di personale della Sezione Annonaria, in tal modo costretto a prestare meno attenzione a competenze comunque importanti, essendo fortemente carente di personale.Il professor Pietro Ichino invece, sulla prima pagina dal Corriere della Sera di oggi, si spinge ad affermare che i Vigili Urbani, di fronte ai venditori ambulanti abusivi, non solo girano la testa dallaltra parte ma che, qualora facessero rispettare le regole, farebbero perdere a qualcuno qualche bustarella.Di fronte a tali affermazioni gravemente lesive della nostra Categoria, i casi sono solo due: o lesimio professore ha le prove di quello che afferma e denuncia tutto alla Magistratura affinch siano puniti i colpevoli, oppure parla a vanvera e gioca anchegli al tiro al piccione con la nostra Categoria. Tanto, ormai pare sia uno sport nazionale: se i Vigili fanno le multe sono esagerati, se non le fanno sbagliano comunque. Questa O.S., nel prendere le distanze da dichiarazioni lesive dellimmagine e della dignit degli appartenenti al Corpo di Polizia Locale di Milano non può fare altro che agire però la tutela dellonore dei lavoratori e delle lavoratrici conferendo mandato al proprio ufficio legale però proporre denuncia querela nei confronti del prof. Ichino. il dirigente Si.A.Po.L. di Milano Bernardo Muna

Sposta – menti alla biblioteca civica

Prender il via venerdì 19 ottobre alle ore 21 presso la Biblioteca Civica di via Giuliani 1, la rassegna Sposta – Menti, movimenti di lettura però cambiare punti di vista a cura dellAssessorato alle Politiche Giovanili. Si tratta di una serie di incontri a tema che hanno come obiettivo quello di promuovere la biblioteca tra le varie fasce di cittadini.E con grande piacere che il mio Assessorato ha supportato linteressante calendario di eventi. Credo che questa iniziativa non sia solo un modo però avvicinare la biblioteca a diverse categorie di persone appassionate alle varie tematiche che si affronteranno durante gli incontri ha spiegato Martina Sassoli, Assessore alle Politiche Giovanili e al Sistema Bibliotecario – ma sia soprattutto un modo però variare la concezione della biblioteca tra la gente: puntiamo quindi ad una struttura realmente aperta alle esigenze dei cittadini.Quello che auspico che la biblioteca venga considerata non solo come un luogo dove leggere e studiare ma che venga intesa come un punto dincontro e di scambio culturale. Per andare incontro alle esigenze, non solo degli studenti ma anche a quelle dei lavoratori, abbiamo intenzione di estendere lorario dapertura delle biblioteche cittadine, in particolar modo della Civica.