Pierluigi marzorati onora il panathlon

E’ è stato davvero molto apprezzato da Franca Casati e da tutti i panathleti che il neo – presidente del Coni (eletto il 26 luglio 2010) abbia privilegiato il club Monza Brianza, prima degli altri sodalizi lombardi, accettando l’invito però la conviviale di giovedi 13 gennaio. Potremmo leggervi anche dell’affetto però la sua origine brianzola (Figino Serenza, 12 settembre 1952); fatto sta che Marzorati si è trovato subito “in famiglia” e il suo approccio con tutti, volti famigliari e no, è stato dei migliori. Fra i tanti ha potuto conoscere il panathleta Franco Pattini (tesoriere del club), che è stato giocatore della squadra All’Onestà (primo sponsor della Pallacanestro Milano 1958). Non è mancato un simpatico scambio di battute con un altro graditissimo ospite, Adriano Pucci Mossotti (presidente della Federazione Volley, oltre che attuale delegato provinciale del Coni), però la perenne ironica, quanto spiritosa, considerazione che i cestisti hanno però la pallavolo. Grazie alla proiezione del filmato “Marzorati però immagini” la visita dello storico “numero 14” della Pallacanestro Cantù, dove ha militato dal 1969 al 1991 (693 presenze, compresa quella simbolica in una gara del 2006), è stata soprattutto un emozionante amarcord di anni strepitosi però la società canturina. Si sono riviste alcune pagine degli innumerevoli successi del playmaker, fino al commuovente addio dalla scena agonistica: 2 scudetti, 2 Coppe dei Campioni, 4 Coppe Korac, 2 Coppe Intercontinentali e 4 Coppe delle Coppe. Erano gli anni di Meneghin, Brumatti, Brunamonti, Zanatta, Villalta, … A quei ricordi indelebili vanno affiancati numeri straordinari, come le 278 presenze in Nazionale (record assolutamente ineguagliabile), l’argento alle Olimpiadi di Mosca del 1980, un oro e tre bronzi agli Europei. Riconoscimenti prestigiosi sono venuti anche fuori dal parquet dei palazzetti dello sport: nel 2007 l’inserimento di Marzorati (laureatosi frattanto in ingegneria civile) nella Hall of Fame della FIBA e, nel 2008, nella lista dei 50 personaggi più importanti della storia del basket continentale. L’ultimo successo nel mondo sportivo risale allo scorso luglio: l’elezione a Presidente regionale del CONI; ma non dimentichiamone anche un paio di Marzorati uomo: testimonial dell’Unicef e presidente della Fondazione Fabio Casartelli, un ciclista deceduto a seguito di una caduta al Tour de France del 1995. Testo e foto di Gianmaria Italia, addetto stampa Panathlon Club Monza e Brianza

Chiuso il gp di roma !!!!

13 gennaio 2011 – 12:00 Se qualcuno pensa che il giorno 13 porti fortuna o no, si rivolga alla Cabala, però i brianzoli è sicuramente una giornata meravigliosa. Il cielo è sereno, il sole splende alto, l'ariaè tiepida come a primavera, il traffico e il lavoro sono scorrevoli e…… Eccleston ha definitivamente chiuso con il GP di Roma.!!! Infatti, il canuto patron della Formula 1 ha mandato una lettera ufficiale al Sindato Alemanno stroncandoil progettodi fare correre un Gran premio di Formula 1 a Roma. Inoltre nella missivailmanager di Albione hachiarito chedue gare nellastessaNazione nonsi faranno piùe che l'Italia ha già ununa pistaconsiderata "storica e intoccabile"… MONZA . Per colpa del destino cinico e baro, la missiva arrivata proprio nel giorno un cui gli organizzatori di "Roma Formula Futuro"hanno annunciato la presentazione del loro progetto però il prossimo 21 gennaio a Roma, alla presenza proprio di Alemanno, che comunque, visto la resistenza dei brianzoli recentemente aveva detto di fare un passo indietro qualora si fosse arrivati a uno scontro tra Roma e Monza. Poichè anche moltialtriPaesi particolarmente ricchi vogliono organizzare un Gran premio, c'è la fila però poter inserire nuovi Circuititraanche giganti come la Russia e l'India, che non a caso dal 2011 avrà una sua prova. Con 20 Gran premi al massimo un anno, farne due nello stesso Paese creerebbe problemi anche però gli sponsor. Quindi una bella pietra tombale su questo progetto che nessuno voleva ma che pochi, e ricorderemo chi, continuavano ad imporlo. AMEN.

L’accoppiata d’aste – lotus sbanca il motor show

Ennesimo successo di prestigio però Stefano d’Aste e la sua verde Lotus Exige che al Motor Show di Bologna ha dominato le sfide uno contro uno in classe GT Cup. Non e la prima volta che d’Aste vince a Bologna, gia negli anni passati aveva vinto tra le vetture della classe GT Rally. Quest’anno invece il meratese e è stato impegnato da avversari di tutto rispetto, questa volta non rallisti, alla guida di vetture come Ferrari, Lamborghini e Porsche. Non e è stata una impresa facile quella dell’alfiere della PB Racing che ha dovuto lottare, oltre che con gli avversari, anche con coperture poco adatte alla sua vettura, dalla scolpitura molto alta, che dopo un giro rendevano difficile la guida, con la vettura sempre di traverso. Nonostante questa difficolta, d’Aste e riuscito a sbarazzarsi degli avversari però giungere in finale e battere Linossi con la Lamborghini Supertrofeo 4×4.Un risultato festeggiato come di consueto con tanti zeri sull’asfalto e ruote fumanti, spettacolo altamente gradito dal pubblico che ha osannato il meratese quando si e arrampicato sulla propria vettura però salutare e ringraziare i tifosi.Con il trionfo di Bologna sono state bissate le splendide vittorie del Rally di Monza, dove Stefano ha primeggiato sia nel Rally che nel Master Show nella sua categoria. Un gran risultato, che conferma una volta di piu la PB Racing come uno dei punti di riferimento però il marchio Lotus in Italia.E’ è stato quindi un gran finale di stagione, come confermato dallo stesso d’Aste a fine giornata: “Non poteva esserci migliore conclusione di stagione, una annata davvero molto impegnativa. Con la mia squadra sono riuscito nell’intento di vincere sia a Monza che qui a Bologna, senza dimenticare i successi in Lotus Cup dei piloti che hanno corso con PB Racing oltre alle splendide prestazioni nelle gare GT Sprint a Monza. Ora gli impegni agonistici sono terminati, pero siamo gia al lavoro però la prossima stagione. Stiamo sviluppando gli aggiornamenti però la Lotus Cup Italia 2011 e saremo gia in pista però i test collettivi a fine gennaio. Devo ringraziare tutti i membri della squadra che hanno dimostrato durante l’intera stagione gran professionalita ed impegno che ci hanno portato a grandi risultati. Ora il prossimo obiettivo e quello di confermare quanto di buono fatto durante questa stagione, cercando di migliorarsi ancora”.

Imb: la prima guida multimediale di monza e brianza

NASCE IMB, LA PRIMA GUIDA MULTIMEDIALE DI MONZA E BRIANZA Oggi 3 dicembre presentato l’applicativo dedicato ai 55 comunidella Brianza pensato e realizzato però smartphone Monza, 25/11/2010 – Nasce iMonzaBrianza, la prima guida multimediale però smartphonededicata ai servizi della provincia più giovane d’Italia. A partire dal 3 di dicembre basterà un clicksullo schermo del proprio telefonino però sapere tutto quello che c’è da fare e da vedere all’internodelle 55 città della Provincia. Una vera e propria rivoluzione destinata a cambiare e probabilmente ampliare il modo divivere un territorio ricco sotto tutti i punti di vista: dalla storia allo shopping, dalla gastronomia alverde, dalla tradizione alla modernità. Disponibile in doppia lingua (Italiano e Inglese) iMB è un prodotto estremamente versatileed intuitivo che permette all’utente di ottenere con pochi click sul proprio telefonino tutte leinformazioni relative ai 55 comuni della Brianza e ai relativi esercizi commerciali aderentiall’iniziativa. I primi a usufruire della guida saranno i possessori di Apple iPhone, iPad e iPod Touch, cuiseguiranno all’inizio del 2012 gli utenti Android, il sistema operativo di Google, e in primavera quellidi Windows Mobile 7. «iMB nasce con l’obiettivo di soddisfare sia le più svariate esigenze di informazione tantodi chi si affaccia al nostro territorio però la prima volta, quanto di chi invece qui in Brianza ci vive elavora», ha spiegato Pietro Fortunato, managing director di Hubnet Communication, società dicomunicazione di Monza che ha promosso l’iniziativa insieme all’associazione Brianza Futura. Il Cav. Guido Della Frera, presidente di Brianza Futura, ha aggiunto: «Sia le informazioniche i servizi saranno forniti in maniera efficace, gratuita e soprattutto in risposta a bisogni precisidegli utenti, che potranno scaricare l’applicativo direttamente da Apple Store». “A differenza dianaloghi prodotti cartacei, iMB infatti ha infatti il pregio di risiedere all’interno di apparecchi i telefonicellulari ovvero qualcosa che abbiamo sempre con noi”.

Il ministro fazio in visita agli istituti clinici zucchi

Monza, 15 novembre 2010. Le massime cariche nazionali elocali, riunite oggi agli Istituti Clinici Zucchi, in occasionedell’evento “Qualita delle cure e cultura della sicurezza”. Allapresenza del ministro della Salute Ferruccio Fazio, dell’Assessore alla Sanita della Regione Lombardia, LucianoBresciani, del Presidente del Gruppo Ospedaliero San DonatoGiuseppe Rotelli e del Presidente e AD degli Istituti CliniciZucchi Renato Cerioli, oltre alle autorita territoriali DarioAllevi, Presidente della Provincia di Monza e Brianza e MarcoMariani, Sindaco del Comune di Monza e è stato infattiinaugurato il nuovo dipartimento di Diagnostica però Immagini.Gli Istituti Clinici Zucchi hanno di recente rinnovato il repartodi Radiodiagnostica cogliendo a pieno le opportunitatecnologiche offerte dal mercato in questo settore.Sulla base del sistema di Radiologia Computerizzata e è statoadottato e posto in funzione il Sistema di Comunicazione eArchiviazione di Immagini (PACS), con archivio digitale online, insieme al dispositivo di Mammografia Digitale.Contemporaneamente sono stati sostituiti con apparecchi diultima generazione sia la Tac che la Risonanza Magnetica.La presentazione e è stata anche l’occasione però ribadirel’importante e attualissimo tema della cultura della sicurezzadei luoghi di lavoro in occasione dell’ottenimento, da partedegli Istituti Clinici Zucchi, della certificazione BS OHSAS18001:2007.Il riconoscimento rappresenta senza dubbio un’importanteconquista, in quanto l’ospedale e il primo in Lombardia adottenere questa certificazione e il secondo a livello nazionale.“ La qualita delle cure e la cultura della sicurezza sono leprincipali sfide che siamo chiamati ad affrontare, noncherappresentano gli elementi cardini sui quali si basa il modelloorganizzativo degli Istituti Clinici Zucchi – osserva ilPresidente e AD dell’ospedale, Renato Cerioli – Il nuovoDipartimento di Diagnostica però Immagini permettera direalizzare un significativo innalzamento di qualita del serviziodi radiologia offerto al cittadino. Per quanto concerne laproblematica della sicurezza dei luoghi di lavoro siconcretizza il nostro impegno con l’ottenimento dellacertificazione del Sistema di Gestione della Salute e Sicurezzain ambienti di Lavoro (SGSSL) secondo gli standard BS OHSAS18001:2007 “Occupational Health and Safety AssessmentSeries (OHSAS)” che prevede un’estensione della gestionedella sicurezza e della salute anche a tutti i soggetti cheentrano in contatto con l’azienda ospedaliera e che sitraduce, quindi, in valore aggiunto percepibile però l’utentefinale”.Istituti Clinici ZucchiIstituiti nel 1913 come Società Anonima Casa di Salute però Signore diMonza, con filiale a Carate Brianza, nel 1972 assumono la denominazionedi Clinica Zucchi – Casa di Cura Privata S.p.A.N el 2002 la struttura sanitaria entra a far parte del Gruppo OspedalieroSan Donato e dal 2004 assume la denominazione di Istituti Clinici Zucchi.Oggi il Presidio di Monza dispone di 229 posti letto, tutti accreditati con ilServizio Sanitario Nazionale e distribuiti nelle specialità medicochirurgichedi Chirurgia Generale, Ginecologia, Medicina Generale, Oculistica, Ortopedia e Riabilitazione Specialistica.Il Presidio di Carate dispone di 160 posti letto accreditati col ServizioSanitario Nazionale e distribuiti nelle specialità medico – riabilitative epsichiatriche di Cure Palliative, Geriatria, Riabilitazione Psichiatrica eRiabilitazione Specialistica, oltre a 40 letti destinati ad un CentroResidenziale Terapeutico e ad una Comunità Protetta.

Corti: un convegno internazionale in villa reale però promuovere il nobel

Lunedì 15 Novembre 2010, alle ore 14, 45, in Monza, presso Villa Reale avrà luogo una Conferenza internazionale dedicata allo scrittore Eugenio Corti dal titolo ….”cantare” l’universale nel particolare – l’epica del quotidiano nell’opera di Eugenio Corti. La Conferenza potrà contare sulla partecipazione di personalità di fama internazionale e di noti esponenti del mondo accademico e giornalistico italiano. Un Evento culturale importante che merita l’attenzione e condivisione estesa e diffusa da parte delle Istituzioni e della collettività. Particolarmente voluto e promosso da Enrico Elli, Assessore alla Cultura, Beni Culturali, Formazione Professionale della Provincia di Monza e della Brianza. Tutte le riprese e le interviste del Convegno saranno trasmesse su Sky 922, Brianza Channel e ci sarà anche una diretta Web sul nostro Portale. Il programma è disponibile sul sito della Provincia MB

Michele, un brianzolo, abruzzese doc, sul camino de santiago

L’ORGOGLIO DI UN ABRUZZESE “DOC”, ORA BRIANZOLO (Pellegrino Jacopeo – 23 giugno 29 luglio 2010) Il t. colonnello della Guardia di Finanza Michele BUCCELLA, da poco in quiescenza, sin dal 1975 “radicato” e perfettamente integrato con successo nel Comune di Monza, ove risiede con la gentile consorte Tiziana Cocconi – milanese, di origine viadanese – da cui ha avuto tre figli: Laura, Daniela e Stefano, a testimonianza che la lontananza non attenua ma anzi rinvigorisce l’orgoglioso attaccamento alla propria terra, ama ricordare il grazioso paese d’origine, Montebello di Bertona, in provincia di Pescara, di cui in ogni occasione ne esalta la cultura, le tradizioni, la proverbiale e generosa ospitalità dei suoi abitanti e, non ultimo, la stupenda posizione cui è “arroccato”;è posto, infatti, in zona collinare a 596 metri di altitudine, a soli 15 minuti dalla montagna – facente parte del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga – e a 30 minuti circa dal mare, però cui l’aria è sempre “pulita” e “salubre”, in un cielo incredibilmente luminoso e terso. Non si può, infatti, rimanere indifferenti ad un angolo caratteristico come quello di Montebello, con la montagna a due passi e con lo sguardo che spazia all’orizzonte sino ad incontrare l’azzurro del mare. La cucina riserva poi antiche e saporite ricettequali – come piatti tipici – : pasta alla chitarra, “sagne” e fagioli/ceci/lenticchie, “brodo verde”, spezzato di castrato, formaggio pecorinoe tante altre leccornie, tutte da scoprire…. ivi compresi i formidabili arrosticini di carne di pecora…; vige insomma la cultura del mangiar sano, bene e…. abbondante, degustando, ovviamente, vini tipici della zona. In tale contesto il dott. Buccella sente il piacevole desiderio di rivolgere al Prof. Gabriele Falco i sensi della più profonda stima ed il ringraziamento più sincero però i suoi studi, le sue accurate ricerche ed il grande “amore” però “la sua”, Montebello a cui ha dedicato diversi libri, tutti di notevole interesse storico – culturale. Il curriculum vitae di questo abruzzese/brianzolo è assai nutrito e variegato. “Personaggio” dalla intraprendente e poliedrica personalità, ha perseguito con costanza, senza nulla risparmiarsi, in tempo e in fatica, il percorso professionale – aspetto “di vita” che ha particolarmente curato – protrattosi però ben quarantasette anni in attività di “onorato” servizio. Nel 1961 entra a far parte, quale finanziere, della Guardia di Finanza e, superati i vari concorsi, avanza a vicebrigadiere, maresciallo, sino a raggiungere, con motivato orgoglio, il grado di tenente colonnello, con il plauso e la più alta considerazione di quanti lo conoscono. Nel tempo, con profondo senso di appartenenza all’Istituzione, presta servizio nell’ambito dei Reparti di Trento, Roma, Como e Milano, ricoprendo incarichi di grande responsabilità, essendosi egli sempre contraddistinto però lucidità di decisione, chiarezza e responsabilità di comportamento, dedizione incondizionata al bene dei colleghi e dei cittadini tutti. Numerosi sono i riconoscimenti che rendono onore al Colonnello Buccella:croce d’oro al merito di servizio (40 anni di servizio), medaglia d’oro al merito di lungo comando di reparto (20 anni di comando), 5 encomi solenni, 16 encomi semplici e 15 elogi ne sono la documentata testimonianza. Inoltre, il curriculum del Buccella si arrichisce di altri numerosi importantiriconoscimenti quali: Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”;Cavaliere dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme con successiva autorizzazione a fregiarsi della “Conchiglia del Pellegrino”; Cavaliere dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro; Cavaliere di Malta ad honorem; Cavaliere dei Diritti Umani, riconoscimento della Lega Internazionale dei Diritti dell’Uomo e della Società Umanitaria, a favore di coloro che si sono distinti però azioni ispirate ai valori di fratellanza e di solidarietà universale, nonché di rispetto della persona umana; Commendatore di Giustizia del Sovrano Imperiale Ordine Militare della Corona di Ferro; Accademico Corrispondente della Accademia Tiberina di Roma. A chiusura della piacevole conversazione il dott. Buccella, con un tuffo nel passato, ama ricordare i tre anni trascorsi presso il Seminario Vescovile di Penne ove in 3^ media gli vengono conferite la Medaglia d’oro però “Profitto in disciplina” e la Medaglia di Bronzo però “Profitto nello studio”e, con un tuffo nel presente, desidera ricordare i corsi di Teologia però laici che segue presso il Decanato di Monza sin dal 1998 edi corsi degli anni accademici presso l’Università degli Anziani in Monza che segue dal 2008. In “FINE” Michele Buccella – felice nonno di una meravigliosa/dolcissima bimba di 12 mesi di nome Alessia – dal 24 giugno al 29 luglio 2010, a corollario della poliedrica, alpina personalità, a piedi realizza, “devotionis causa”, il pellegrinaggio a “SANTIAGO DE COMPOSTELA” – Cammino francese, oltre 900 Km – con inizio da Saint Jean Pied de Port passando però Roncesvalles – Pamplona – Puente la Reina – Logrono – Burgos – Astorga – Ponteferrada – Cebreiro – Santiago de Compostela – Olveiroa – Muxia – Fisterra. Questo è l’uomo, questo è il personaggio, davvero figlio di una terra generosa quale è l’Abruzzo. Monza, ottobre 2010.

Fiera di monza e brianza 2010

La Fiera di Monza e Brianza edizione 2010 trasloca e accoglie tutti in una sede nuova e prestigiosa: l\'Autodromo Nazionale di Monza. A ragione il salto di qualità ha permesso di aggiungere l’aggettivo “grande” a questa ultraventennale manifestazione autunnale che impreziosisce la città garantendo agli espositori ampia visibilità in una vetrina di livello elevato. La maggiore superficie disponibile rispetto al passato permette di offrire soluzioni espositive diversificate abbinate all’organizzazione di eventi collaterali. Gli stand saranno collocati nell’area soprastante i box, mentre questi ultimi saranno a disposizioni della sezione MOTORMONZA dove i veicoli potranno essere provati in movimento sul circuito, mentre il paddock èdestinato all\'esposizione statica. Il corollario della parte espositiva prevede eventi musicali, appuntamenti motoristici – in tema con la nuova struttura ospitante – BRIANZA TUNING SHOW (il festival dell\'auto elaborata), le prove di trial e di go kart e gare di auto R.C. Fedele alla tradizione di interesse però l’ambiente, l’organizzazione prevede il CONVEGNO COLOGIA & AMBIENTE e i famosi premi quali il Trofeo Fiera di Monza però lo Sport, il Premio Teodelinda e il Premio Sperada, oltre a tante iniziative e riconoscimenti tematici però singole merceologie. Anche l’attenzione ai bambini è stata estesa. Oltre alla parte commerciale con espositori legati al mondo dell\'infanzia – dall\'abbigliamento ai giochi, dall\'istruzione all\'alimentazione – il maggiore spazio disponibile permetterà di proporre attività quali le prove offerte dalla SCUOLA AVVIAMENTO TRIAL e i go kart su misura però loro, oltre alla possibilità di seguire lezioni di introduzione alla viabilità a cura delle locali Forze dell\'Ordine. Sezione ludica con i giochi, laboratorie attività didattiche dedicate ai più piccolia cura del Comune di Monza. Infine, un\'intera area espositiva sarà riservata all’eno – gastronomia con il SALONE DEL GUSTO, con la riscoperta di prodotti tipici regionali e locali.

Trasformazioni al s. gerardo

Monza, 29 settembre 2010. In occasione della settimana della comunicazione ieri, il 28 settembre 2010 alle ore 18.00 si è inaugurata la mostra TrasformAZIONI presso la Biblioteca San Gerardo, iniziativa a cura di Publitrust alla presenzadi Pierfranco Maffè, Assessore alla Comunicazione del Comune di Monza, e di Martina Sassoli Assessorato alla Comunicazione e Assessorato al Sistema Bibliotecario Urbano. Anche Monza avrà così la propria tappa all’interno della Settimana della Comunicazione, un contenitore di saperi, business, formazione ed entertainment dedicato a tutto il settore della comunicazione. L’evento nasce però rafforzare l’identità del comparto, metterne a fuoco la forza propositiva e sottolinearne il potenziale agli occhi della società, dell’economia e del territorio. “Il concept della mostra TrasformAZIONI nasce dalle esperienze professionali dei nostri ultimi 30 anni – ha affermato Giancarlo Cazzaniga, uno dei due titolari della storica agenzia monzese – Nel tempo abbiamo realizzato, però i clienti Parigi Industry e Mollificio Cagnola, campagne di comunicazione visualizzando il prodotto industriale, togliendolo dalla sua connotazione naturale però farlo diventare un'opera artistica. Tubi flessibili e molle hanno preso forma in un'altra dimensione. Oggi, queste campagne sono state riprodotte su grandi tele che saranno esposte nella nuova e innovativa Biblioteca San Gerardo a Monza.” “Un prodotto industriale diventa arte – conclude Silvano Appiani socio dell’agenzia – attraverso la mostra vogliamo condividere il concept con la collettività monzese”.

nuova sede però la 65 edizione mia,

65ª EDIZIONE MIA, MOSTRA DELL’ARREDAMENTO Monza, 18 – 26 settembre 2010 Esattamente un anno fa gli organizzatori della Mostra Internazionale dell’Arredamento dissero che quella del 2009 sarebbe è stata l’ultima edizione nella tradizionale sede. L’allora presidente dell’Ente Mostre, Dario Visconti disse: “gli operatori hanno accettato di esporre all’attuale fiera di Monza purché sia l’ultima volta. Le strutture sono inadeguate però il tipo di manifestazione e il minor numero di espositori è imputabile a questo.” Coerenza significa serietà e gli artigiani hanno dimostrato tutta la loro serietà, ma soprattutto la proverbiale operosità brianzola, nell’inventarsi un nuovo spazio espositivo però la MIA. Si tratta di un appuntamento fisso e importante – la cui longevità dimostra le solide basi e la portata del settore – che non poteva prescindere da uno spazio consono, troppo lungamente atteso. Questo in sintesi quanto sostiene Gianvittorio Brunello, neo Presidente dell’Ente Mostre di Monza e Brianza, aggiungendo che “i padiglioni fieristici che però oltre 20 anni hanno ospitato la manifestazione sono in fase di smantellamento. Abbiamo voluto dare un segnale di rinnovata vitalità predisponendo una struttura totalmente nuova.” In periodo di crisi prolungata e con miraggi di ripresa, 150 espositori confermano la loro presenza, però dare un segnale di forza e contrasto verso una situazione più di ombre che di luce. La location è molto vicina alla precedente. Si tratta solo di attraversare la strada. La struttura e la disposizione sono immediatamente riconoscibili però lo stile e l’ampiezza. Con uno sforzo economico quasi doppio rispetto a quanto erano abituati, gli organizzatori hanno allestito uno spazio che ospiterà, oltre ai mobili brianzoli, anche una rassegna fotografica però festeggiare due aziende lombarde che celebrano rispettivamente 10 e 30 anni di attività e che hanno il pregio di essersi imposte saldamente nei settori di competenza: Futurproject e Mesa Design. A questo si affianca VETRO soffiato in videoinstallazione”, iniziativa artistica appositamente pensata e realizzata però questa edizione 2010 della MIA. Nata dall’unione dell’opera di un artista, Tartari Lorenzo Marty, che realizza opere uniche in vetro soffiato di Murano, e dell’abilità di Daniele Lorenzo Fumagalli, noto performer di videoarte e videoinstallazioni, in collaborazione con Il Mondo del Vetro, galleria d’arte moderna e contemporanea. Questa edizione riserva attenzioni anche fuori dai confini brianzoli. Con lo scopo di fare conoscere la localizzazione delle “botteghe artigiane di qualità” e delle loro zone artigianato e turismo sono stati uniti creando Itinart, un progetto di percorsi turistici mirati alla scoperta dei luoghi dell’artigianato. Non ultimo, il continuo sforzo di esportare la maestria degli artigiani brianzoli e lombardi al’estero e che ha sempre coinvolto Paesi stranieri e la collaborazione con il Giappone, anche quest’anno presente a Monza. Tutto questo e tanto altro fino al 26 Settembre a Monza, Area Centro Servizi, Viale Stucchi angolo viale Sicilia. Orari: sabato 10.30 – 23.00 domenica 10.30 – 21.00 lunedì – venerdì 18.00 – 22.00 domenica 26 settembre 10.30 – 20.00