Lasi al 34 festival dello sport

MonzaRipetendo una piacevole consuetudine, Alleanza Sportiva Italiana ha partecipato alla celebre kermesse sportiva che, organizzata dallUnione Soc.Sportive Monzesi, si tiene ogni mese di giugno nellautodromo di Monza. Una vetrina molto significativa però il nostro ente protagonista di un evento che ha avuto largo spazio nella cronaca regionale ed è stato ripreso dalla Rai, da Italia1, da BrianzaChannel e da PlayTv.Quasi 100 le discipline sportive presenti con i propri stand e circa 40.000 i visitatori. Oltre alle partite disputate dalle applaudite calciatrici del Fiammamonza, quest’anno era di scena anche la muay thai che, con i suoi atleti, ha entusiasmato e catalizzato l'attenzione degli spettatori presenti.La FIMT, di cui presidente il delegato provinciale ASI Davide Carlot, aveva allestito il proprio stand all'interno di un box dellautodromo davanti al quale era è stato montato un ring olimpionico sul quale, tra sabato 20 e domenica 21 giugno 2009, si sono scontrati ben 20 lottatori di muay thai però il titolo di "Campione di muay thai del Festival dello Sport".Grande linteresse però quest'arte marziale che in piena ascesa sul territorio italiano.Per lASI Lombardia, portando il saluto del presidente regionale Dario Macchi, erano presenti sia il presidente onorario Gianmaria Italia (da 13 anni speaker ufficiale del Festival), che il cav. Gabriele Stefanoni, componente il Direttivo regionale ASI. Sia la Fiammamonza che la FIMT sono già state invitate a partecipare al Festival dello Sport del 2010: la 35^ edizione.Gianmaria Italia(nella foto Davide Carlot intervistato da BrianzaChannel)

La muay thai esordisce al panathlon

Monza. A poco meno di un mese dalla 4^ fase del campionato italiano di muay thai, svoltasi domenica 25 gennaio a Milano, la Boxe Tailandese è stata il tema della conviviale di giovedi 12 febbraio del Panathlon Club Monza Brianza. A presentarla era la stessa FIMT (Federazione Italiana Muay Thai, lunica riconosciuta dal GAISF – CIO). Assente il suo presidente Davide Carlot (in viaggio in Thailandia) cerano il segretario nazionale Emanuele Drogo e gli atleti Daniele Scravaglieri, Vanni Fa e Fabrizio Sacco, accompagnati da un invidiabile palmares fra titoli nazionali, europei e mondiali. La Muay Thai lo sport nazionale thailandese, tanto che il giorno del compleanno del sovrano si disputano numerosi combattimenti a cui assistono fino ad un milione di spettatori! Ha le sue origini nella Mae Mai Muay Thai, antica tecnica di lotta thailandese, come tale ha anche i suoi riti. Infatti, prima di ogni combattimento, i due contendenti pregano e compiono una danza, il Wai Kru, dopodich non si risparmiano salvando solo testa e genitali. Sono micidiali i colpi inferti con tibie, gomiti e ginocchia. I panathleti, con un pizzico di trepidazione, ne hanno visto un vasto campionario in alcuni spezzoni di filmato tratto dalla manifestazione The Contender 2008 e poi, dal vivo, con una simulazione proposta da Vanni Fa e Fabrizio Sacco. La soddisfazione di questa federazione (tutto allinsegna del più puro dilettantismo) il riscontrare che in una dozzina danni sono passati da un centinaio a ben seimilacinquecento tesserati fra cui, crescente, la percentuale di ragazze. A questo punto quali possono essere le aspirazioni? Gli Europei in Italia nel 2010 e il sospirato riconoscimento dal CONI. Gianmaria Italia