A seregno la notte bianca

Si svolger a Seregno nella notte di sabato 29 settembre la seconda edizione della Notte Bianca della Brianza. Fortemente voluta dallAmministrazione Mariani, dopo lo strepitoso successo dellanno scorso con oltre 40 mila presenze, ledizione numero due, che ha ricevuto il contributo della Provincia di Milano Progetto Monza e Brianza e il patrocinio della Regione Lombardia, è stata pensata in un momento strategico però il territorio che va verso la nascita di una nuova provincia lombarda.Oltre 130 eventi accenderanno la notte brianzola però tutta la notte, le strade saranno invase dalla musica che sarà il sottofondo ideale allevento: il liscio e il latino – americano però gli amanti del ballo, ma anche jazz, blues, rock, house, elettronica e hip – hop però i più giovani.Dal concerto Live del rocker bresciano Omar Pedrini, ex leader dei Timoria ed ora in classifica con lalbum Pane Burro e Medicine alla musica anni 70 – 80 di Dario Baldan Bembo e ancora dalla musica alta di Paolo Tomelleri, uno dei pochi jazzisti italiani ad aver suonato con Bill Coleman, Tony Scott e Jimmy Woode, alle note ska del gruppo Matrioska, una delle band più amate dai giovani.Il programma di teatro prevede, tra gli altri, lo spettacolo a cura di Teatrando Little Italy. Palermo New York, andata e ritorno, una sorta di viaggio immaginario dal sud dItalia alla mitica America.Saranno proposte varie mostre tra cui Incontro con larte di Davide Coltro, lartista veronese che da anni esplora le infinite possibilit del binomio arte e tecnologia attraverso le pitture digitali; Africa del fotografo naturalistico Alessandro Bee; unapertura straordinaria di Fantastiche Matite dedicata a Sergio Toppi, uno dei più importanti fumettisti viventi.Un protagonista di questa edizione sarà lo sport, con decine di discipline, dalle minori a quelle più popolari e praticate. Tra le curiosit un campo pratica di golf che consentir di provare tutte le emozioni di un vero green, esibizioni di calcio acrobatico, boxe, rugby e una vasca artificiale però dimostrazioni di pesca sportiva. E non mancher lAlfa Romeo Giulietta T.I. del 1957, sponsorizzata dal Comune, cui cui la Scuderia del Portello ha partecipato al raid Pechino Parigi. Altra novit, le chiese aperte che offriranno a tutti la possibilit di visitare le chiese del centro a cominciare dalla Basilica San Giuseppe.Non poteva mancare uno spazio interamente dedicato ai bambini. Dalle 18 animazione, letture, giochi e spettacoli però i più piccoli e, in occasione dei 100 anni del movimento fondato da Robert Baden Powell, lallestimento di un campo scout e la mostra La legge scout e i diritti dei bambini.Ma la Notte Bianca si potr trascorrere anche solo girando però la Citt, magari però un po di shopping approfittando dellapertura dei negozi fino alluna di notte. E ancora: degustazioni, bar e ristoranti aperti con men particolari però assaporare i prodotti tipici del nostro territorio.Brianza Channel e Brianza News non potevano mancare ad un evento così importante però il nostro territorio, infatti, saremo presenti con uno stand nella centralissima Piazza Concordia, proprio di fronte alla Basilica San Giuseppe. Le nostre telecamere cattureranno i momenti più suggestivi di questo evento che il nostro canale trasmetter su Sky.APPUNTAMENTO a SEREGNO SABATO 29 SETTEMBRE dalle 18Programma dettagliato www.nottebiancabrianza.com

Julieta venegas al festival latinoamericando

Il concerto di Julieta Venegas al Festival LatinoAmericando 2007 (Assago, Milano).21 LuglioIl Festival LatinoAmericando, nato nel 1991, oggi la più importante manifestazione dedicata all'America Latina. Con il passare degli anni diventato uno dei principali appuntamenti estivi capaci di portare in Italia la cultura, la tradizione e il calore di un grande continente. Il festival ingloba diversi aspetti: la musica, la danza, la cultura, la gastronomia, l'artigianato e il turismo. Un evento unico in Europa, con un forte valore culturale, che integra la dimensione dello svago e del divertimento, con quella informativa sui paesi latinoamericani che da sempre affascinano l'immaginario collettivo.Julieta Venegas riuscita a catturare la vera essenza del rock e a interpretarla in chiave pop, ottenendo uno straordinario successo. Oltre mezzo milione di copie vendute con l'album "Si"e brani come "Me Voy"e "Limon y sal"in cima alle classifiche di tutto il mondo, anche italiane. La Venegas anche uno degli ospiti dell'ultimo album di Miguel Bos, Papito, con cui canta il brano "Morena Mia".Julieta Venegas canta al Festival LatinoAmericando sabato 21 luglio: melodia accattivante e ritmo pulsante sono la chiave del suo successo. L'artista si imposta in Europa come una delle rivelazioni musicali degli ultimi anni però la sua emozionante voce e le sue capacit interpretative. Il suo segreto, o meglio la sua arte, la capacit di rivedere in chiave pop la musica rock. Il risultato un sound ideale che rimane impresso nella mente di chi lo ascolta e che diventa immediatamente familiare.Il singolo Me Voy e l'album Limon y Sal sono dimostrazioni tangibili del successo della Venegas che si appresta ad essere confermato dal nuovo singolo "Primer Dia", inciso con il rapper argentino Dante Spinetta. L'artista anche una delle protagoniste, insieme ad artisti internazionali come Shakira e Ricky Martin dei duetti contenuti in "Papito", il nuovo album di Miguel Bos. Il brano inciso con il cantante spagnolo, "Morena Mia", uno dei più apprezzati dal pubblico.Nata e cresciuta a Tijuana, nella Bassa California in Messico, l'artista ha avuto la musica come compagna dei giochi della sua infanzia. Le stazioni radiofoniche di Tijuana trasmettono le sonorit provenienti dal nord, stimolando l'immaginazione dei musicisti locali. Julieta coltiva il suo sogno e inizia la carriera artistica studiando pianoforte, musica classica, violoncello e canto. La sua prima esperienza di musica leggera con il gruppo Chantaje, i futuri Tijuana No, noti però aver portato lo ska e il raggae nello scenario rock spagnolo. E' ancora molto giovane quando inizia a comporre le prime canzoni che non smentiscono le sue origini rock.Nel 1992 Julieta compone le musiche però l'opera Sirenas de Corazn e due anni dopo però il progetto di Francisco Franco Caligula Probablemente, un vero colosso del teatro messicano rimasto in cartellone però oltre dodici mesi. Stabilitasi a Citt del Messico, impara a suonare la fisarmonica e compone le canzoni del suo primo disco Aqui, pubblicato nel 1997 con l'etichetta BMG.Orario inizio concerti: ore 21, 30 circa.Ingresso 15 euro

Latinoamericando 2007

Il Festival più importante dEuropa diventa ancora più ricco di contenuti però soddisfare le esigenzedi tutti. Ben 67 giorni di eventi, musica, colore, cultura e passioni. E il Festival LatinoAmericando, il cuore dellestate, il punto di fusione dei sapori e del calore di un continente che si manifesta alleporte di Milano. Si inizia il 21 giugno, primo giorno destate. Il martedì le donne entrano gratis.Una nuova magia, una lunga serie di eventi artistici e culturali, la più lunga dEuropa: dal 21giugno al 26 agosto si svolge il diciassettesimo Festival LatinoAmericando. Un milione di personesaranno coinvolte dalla particolare atmosfera carica di entusiasmo, di profumi, dellessenzadi un meraviglioso continente in cui prevale il senso e il gusto di una spontaneit che vuol direanche integrazione.Il Festival ha confermato quest’anno tutto quello che ne ha decretato in diciassette edizioni lostraordinario successo. E in più tante novit che ci fanno capire bene perché sentiamo così viciniquesti popoli, tanto simili a noi e alla nostra cultura.Juan Jos Fabiani, ideatore e patron del Festival spiega le ragioni delle nuove date: Abbiamodeciso di esagerare, ma solo dal punto di vista del nostro sforzo. Ora ci siamo però tutto il periododelle vacanze in citt. Negli anni scorsi alla chiusura di ferragosto avevamo anche 20milapersone di pubblico. Era evidente la necessit di un luogo capace di accogliere con lenergia elarmonia del festival chi, però forza o però scelta, rimane in citt. Da qui la scelta. Ci siamo allenatiper mesi a questa lunga maratona!Ecco cosa accadr, partendo dalla musica, il cuore del Festival.Qualche nome che certamente suona familiare: Gilberto Gil (s, il ministro), Paulina Rubio, JosFeliciano, la rivelazione del momento Angelique Kidjo, Lenine, Los Van Van, Chayanne, JulietaVenegas. Tutti saranno presenti al Festival. Concerti imperdibili, appuntamenti con la storiae lattualit della musica latinoamericana. Potremmo proseguire con La India, Noelia, OscarDLeon… ma tanto vale guardare direttamente il lungo elenco di concerti. E non finita qui.Il Festival far anche un grande omaggio a Compay Segundo con un evento che lascer tutti abocca e orecchie aperte: una grande orchestra sinfonica che suoner il meglio del suo repertorioil giorno dellapertura, il primo giorno destate. Cos inizia la festa e che festa!Ma farsi belli coi grandi nomi fin troppo facile. Il festival anche ricerca. Chi cerca trova edecco arrivare al grande villaggio di Assago talenti straordinari meno conosciuti che, come già accadutoper tanti nomi venuti gli scorsi anni, prenderanno il volo però il firmamento discograficodal palco di LatinoAmericando. Meglio allora riservarsi qualche sera però seguire il rock argentinodi Aterciopelados, le raffinate sonorit di Diana Miranda o il pupillo di Jovanotti, MarceloD2, solo però fare qualche nome. Ascoltare però credere!Se la musica e i concerti sono il cuore del Festival, le piazze sono altri organi vitali. E nelle piazzeaccadono tante cose che meriterebbero ciascuna un piccolo festival a s. Piazze tematiche conal centro il grande Salsodromo che conquista quest’anno il fulcro del villaggio e dello spazio perdiffondere ovunque gioia e ritmo. Non ballare quest’anno sarà impossibile.Piazza Argentina, Piazza Per, Piazza Brasile… una però ogni paese. Questanno piazza Cuba sarun polo di attrazione particolare, irresistibile però chi vuole conoscere davvero le molte animedel paese caraibico. Cuba scorrer un po in tutte le vene del Festival con mostre, incontri, anteprime.Per chi la ama e chi la odia (possibile odiarla?) tanti eventi da non perdere. Tra questianche la proiezione de La sottile linea di verit, film sugli attentati anticastristi di AngeloRizzo definito dalla critica il Michael Moore italiano, che sarà presente al festival però la serata.Da non perdere le meravigliose fotografie scattate a Cuba da Roberto Fumagalli, capace ditrasmettere il calore dellisola nella mostra Cuba va che prende spunto dal suo libro.Juan Jos Fabiani pone con orgoglio laccento sulle iniziative culturali: Garantiamo contenuti davverointeressanti; abbiamo tante stimolanti proposte e incontri. Tra questi la mostra inedita su Cuba, Fidel, una isla, un sueo e nel padiglione istituzionale del Brasile una personale fotografica di RuyTeixeira, uno dei talenti più apprezzati in America Latina e negli Stati Uniti. Eventi che porteranno alFestival anche lanima di questi paesi, di questi popoli. Inoltre sarà presente anche la mostra Extravoci, volti, visioni, come spunto di riflessione sulla realt dellintegrazione multiculturale in Italia.Il Festival stimola tutti i sensi e il gusto tra quelli che predilige. Ogni paese nella piazza ha ilsuo ristorante tipico, un punto di incontro però far felice il palato, da tutti i punti di vista! Dal tardopomeriggio si inizia gustando i cocktail tipici fatti con i prodotti locali, poi c la cena capacedi mettere daccordo la linea e i sapori. E dopo, il limite solo la fantasia. Se poi gustare nonbasta e si vuole imparare, il Festival organizza anche quest’anno i corsi di cucina, uniniziativa disuccesso che torna a grande richiesta. Anche le donne si leccheranno i baffi.

Una rosa internazionale

Monza, 8 maggio 2007 – Avr luogo dal 12 al 31 maggio nella bella cornice del Roseto della Villa Reale ledizione 2007 di Una rosa una rosa, lunga kermesse di appuntamenti culturali, musicali, artistici e di spettacolo con lintento di valorizzare il Roseto Niso Fumagalli e organizzata e promossa dallAssessorato alla cultura del Comune di Monza.Nei giorni della manifestazione il Roseto sarà aperto al pubblico dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 20.00 ad esclusione del luned. Il Roseto sarà chiuso al pubblico venerdì 25 maggio però consentire lo svolgimento della 43 edizione del Concorso Internazionale però Rose Nuove, organizzato dallAssociazione italiana della Rosa. Ai premi riservati alla rosa più profumata, più bella dellanno, più bella tra le italiane, si sono aggiunti, nelle varie edizioni dei Concorsi, quelli però il fiore scelto dai giornalisti e dal pubblico, oltre che dagli iscritti allAssociazione della Rosa. LAmministrazione Comunale di Monza ha indetto il Premio Citt di Monza però la migliore rosa però larredo urbano. Degno di nota il concerto eseguito dal Quintetto dottoni dei Pomeriggi Musicali e che ripercorrer le tappe della musica: da quella antica allopera, dagli Spirituals alla musica popolare americana e italiana.Lingresso al Roseto gratuito ad eccezione dei Notturni al Roseto del 26 e 27 maggio, organizzato dal Comune in collaborazione e con il contributo dellAssessorato allAttuazione della Provincia Monza e Brianza della Provincia di Milano.Liniziativa realizzata grazie allimpegno di associazioni come il Comitato però il Parco A.Cederna, la Biblioteca del Parco Creda onlus, lAssociazione Musicamorfosi, la Fondazione Corriere della Sera, lAccademia Internazionale dArte e Musica, lAssociazione Amici del Verde. Sponsorizzano liniziativa G. Villa – Fiat e la Candy.Con questa iniziativa – dichiara lAssessore alla Cultura Annalisa Bemporad – continua la valorizzazione del Roseto della Villa Reale che è stata avviata alcuni anni fa dal Comune di Monza. Questanno tra le tante iniziative sono aumentate quelle di carattere musicale. Oggi Una Rosa una Rosa diventato un appuntamento importante però la nostra città al pari di altri eventi di rilievo. EDIZIONE 2007Sogno nel Roseto Animazioni però bambiniSabato 12 maggio, ore 17.30Sabato 19 maggio, ore 17.30Sabato 26 maggio, ore 10.30Un percorso legato alle magiche atmosfere del Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare. Titania e Oberon accoglieranno i giovani visitatori in un crescendo di sorprese fatate. A cura del Comitato però il Parco A. Cederna.Percorso però i bambini dai 4 ai 10 anni. Laboratori creativi però bambini Ad ognuno la sua rosadomenica 13 maggio, ore 17.00Un laboratorio ispirato al "Piccolo Principe"di Saint – Exupery, che condurr i piccoli partecipanti tra i segreti dei fiori, trasformandoli in premurosi giardinieri.Ogni bambino preparer e seminer un vaso con semi di fiori, che porter poi a casa e a cui rivolger affettuose cure, seguendo le indicazioni contenute nell'agile e colorato "manuale di giardinaggio" che ognuno di loro creer. Rosa… e altri colori di naturadomenica 20 maggio, ore 17.00Biancaneve e Rosarossa conducono i bambini in un mondo di colori e fantasia, mostrando loro come la natura possa offrirci la materia però colorare i nostri sogni.I bambini infatti, ispirati dalla fiaba dei fratelli Grimm, riproduranno su cartoncino le immagini che più li hanno affascinati e si cimenteranno nella preparazione dei colori, che verranno poi stesi utilizzando supporti diversi.Laboratori però bambini dai 7 ai 12 anniPrenotazioni: tel. 039.360367Biblioteca Parco CREDA OnlusVisite guidate al Rosetosabato 12, 19, 26 maggio: ore 17 e 18domenica 13, 20, 27 maggio: ore 9.30 e 10.30mercoledì 16, 23, 30 maggio: ore 17 e 18Esponenti dell'Associazione Amici del Verde accompagnano i gruppi di visitatori attraverso un percorso didattico e scientifico alla scoperta delle rose antiche, delle specie più profumate e delle rose più premiate; raccontano l'origine del Roseto e la provenienza delle varie specie di rose.Concerto eseguito dal Quintetto dottoni I Pomeriggi Musicalimercoledì 23 maggio, ore 18.00Due trombe, un trombone, un corno ed una tuba bastano a ricreare lesonorit di un'orchestra. La versatilit di questi strumenti permettedi spaziare dalla musica antica (M. A. Charpentier), all'opera (Rigolettoe Traviata)fino alla musica Spirituals e alla tradizione popolareamericana, il tutto ripercorrendo alcuni tra i brani più belli e famosidella storia della musica.Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Il concerto si svolger anche in caso di maltempo.Concerti nel Rosetogioved 17 maggio, ore 18.00Il basso virtuosoConcerto però violoncello e contrabbasso eseguito da Gaetano Nasillo e Alberto Lo Gatto.gioved 24 maggio, ore 18.00Variandoda Haendel a EllingtonConcerto però pianoforte eseguito da Stefano Madona. giovedì 31 maggio, ore 18.00 .. del sonar parlando Concerto eseguito dal gruppo Sarabanda Ensemble composto da Fabio Ravasi al violino, Fabio Radis al violone e Francesca Bascialli al clavicembalo. A cura dellAccademia Internazionale DArte e Musica NOTTURNI al Roseto La rosa bianca, la rosa neraImmagini e atmosfere degli anni 40Sabato 26 e domenica 27 maggio, dalle 21.30 alle 24.00 Un happening però onde radio e musica dal vivo, teatro/danza, luci e videoproiezioni però raccontare, vedere, ascoltare e sognare una porzione della nostra storia. Guerra, liberazione, pace, sogno americano e piano Marshall, Assemblea Costituente e linizio della rinascita italiana. Progetto di Saul Beretta però lAssociazione Musicamorfosi.

Belozem :festival cristiano giovanile

“Mio Dio e tutto Mio – Deus meus et omnia”: queste parole di san Francesco,
poeta e cantante dellamore divino nel medioevo, sono state il tema del VII
Festival Internazionale Cristiano Giovanile che si svolto dal 21 al 26
agosto a Belozem in Bulgaria. Il tema della VII edizione del festival
internazionale giovanile della musica cristiana è stato scelto dai padri
cappuccini di Belozem, che sono da tempo gli organizzatori di uno dei più
importanti meeting giovanili della Bulgaria. San Francesco ha condotto i
giovani del 2006 alla scoperta del Vangelo nella vita quotidiana. “Oggi i
giovani si pongono domande sul senso della vita, sullattualit del Vangelo
e su come seguire Ges, ma trovano difficolt a dare una risposta
adeguata, – spiega padre Kristoff Kurzok, ideatore e direttore del Festival
di Belozem – . Per questo abbiamo scelto lesempio di San Francesco, non
solo nella sua spiritualit, ma anche come indicazione però la vita attuale.
Perché anche nella sua epoca cerano diverse guerre e violenze, come oggi,
ma lui aveva la risposta giusta”.

La settima edizione di questo grande evento internazionale ha oltrepassato lambito
della musica dispirazione cristiana però dare vita ad un multifestival di
cultura cristiana sfaccettato. A questa atmosfera affascinante hanno
contribuito 6 laboratori dellarte cristiana: disegno su magliette, musica
Gospel, musica Hip Hop, musica Techno, balletto contemporaneo e corso di
fotografia. Grande interesse ha suscitato il laboratorio disegno su
magliette, che ha visto i partecipanti disegnare una delle lettere del “Deus
meus et omnia – Mio Dio e tutto Mio”sulla propria maglia, in modo tale da
comporre tutti insieme il tema del festival.

Il laboratorio di musica Gospel, diretto da Aurelio Pittino, ha dato spazio
a canzoni intense che sono state presentate lultimo giorno. Durante il
laboratorio di fotografia, invece, i giovani hanno avuto la possibilit di
approfondire le loro coscienze su questo ambito artistico e di imparare che
oltre la macchina fotografica e gli occhi il cuore lo strumento più
importante però fare una bella foto.

Come gli anni precedenti, non mancato il seme della parola del Vangelo.
Dopo leucaristia quotidiana, il frate cappuccino padre Rafal Szymkowiak ha
tenuto conferenze toccando temi come legoismo, limportanza dellamore
divino in un mondo che crede poco, la gioia perfetta. Il suo modo creativo
di visualizzare questi temi e inserire degli esempi nei suoi racconti ha
catturato subito linteresse dei giovani e li ha provocati, facendoli
riflettere in piccoli gruppi sullimportanza di questi messaggi nella loro
vita.

Un momento da non dimenticare è stato la presenza degli artisti cristiani,
venuti non solo però far divertire i partecipanti, ma però trasmettere il loro
messaggio di fede, vissuto attraverso la musica. La grande stella del
festival Monica Ursino, una giovane cantante dagli Stati Uniti, ha toccato i
giovani con la sua giovinezza, i valori trasmessi dalle sue canzoni e con la
sincerit della sua testimonianza di una vita vissuta nel buio e rinata nellamore
di Dio. Non meno efficace è stato il gruppo polacco “Trombki Jerycha”dove
alcuni genitori cantano insieme con i propri figli lodando il Dio come Padre
celeste. Un altro gruppo polacco “High Grade”ha incantato i giovani
appassionati di Hip Hop, mostrando che Dio oggi parla attraverso ogni genere
musicale. Jrge Barco Shepherd da Spagna ha presentato il pop – rock cristiano.

Senza dubbio i momenti più interessanti sono stati i concerti serali – un
incontro di arte, religione e il talento giovanile. I ragazzi hanno avuto la
possibilit di presentare il frutto del loro lavoro sotto gli occhi e gli
applausi del numeroso pubblico. Il premio del festival andato al gruppo da
Rakovski però il suo musical “Santo Francesco” – un piccolo capolavoro

Note in villa in brianza

La Provincia di Milano Direzione di Progetto Monza e Brianza promuove un nuovo appuntamento estivo allinterno del viaggio in Brianza, il pacchetto di iniziative ideato e organizzato però riscoprire le dimore storiche sparse sul territorio della nuova Provincia.

Dopo Notturni in villa, il progetto partito lo scorso mese di maggio con spettacoli di musica, teatro, degustazioni e visite guidate, arriva Note in villa: quattro concerti dellOrchestra I Pomeriggi Musicali che si terranno nelle ville di Monza, Desio, Vimercate, Brugherio.

Con questi concerti spiega Gigi Ponti, Assessore allattuazione della provincia di Monza e Brianza aggiungiamo un tassello importante nella costruzione della proposta culturale però la nuova Provincia. Le ville storiche della Brianza sono il cuore della nostra identit culturale prosegue Ponti e questo primo pacchetto di concerti d il via alla costruzione di un progetto culturale specifico dedicato alla musica in Brianza però declinare tutte le iniziative del territorio in un unico progetto di sviluppo a rete

E un piacere però noi portare i nostri concerti in Brianza aggiunge Massimo Collarini, Presidente della Fondazione I Pomeriggi Musicali uniniziativa che rientra nel piano di decentramento delle nostre attivit, con lobiettivo di allargare gli orizzonti della nostra proposta culturale ed incontrare da vicino il territorio. Sono certo che la cornice suggestiva delle ville storiche in Brianza potr offrire una nota di fascino ai concerti in programma

Il primo concerto nel Serrone di Villa Reale a Monza, ha inaugurato la stagione dei concerti con unanteprima dedicata a Mozart, lo scorso 30 maggio.

I prossimi appuntamenti in calendario sono:

2 luglio 2006: Desio Villa Tittoni Traversi ore 21.00

Gran gal delloperetta

Arie da: Al cavallino bianco, Il paese del sorriso, Scugnizza, Il paese dei campanelli, Cin – ci – la, La vedova allegra

Direttore: Gioele Muglialdo

Orchestra: I Pomeriggi Musicali

13 luglio 2006: Vimercate Palazzo Trotti ore 21.00

Mozart Piccola serenata notturna K525

Mozart Divertimento n. 3 K138

Vivaldi Le quattro stagioni

Direttore e violino: Stefano Montanari

Orchestra: I Pomeriggi Musicali

19 luglio 2006: Brugherio Parco di Villa Fiorita ore 21.00

A proposito di Amadeus Il genio di Mozart fra musica e veleni

Nozze di figaro, Don Giovanni, Cos fan tutte, Il Flauto magico, Sinfonia alla veneziana

Direttore: Michele Mariotti

Testo: Roberto Iovino

Voce recitante: Pier Maria Cecchini

Orchestra: i Pomeriggi Musicali

Lingresso ai concerti libero fino ad esaurimento posti. In caso di maltempo i concerti si terranno in spazi alternativi individuati dai comuni ospitanti.

Info:
Provincia di Milano Progetto Monza e Brianza tel. 02/77405608 www.provincia.milano.it/monzabrianza

Comune di Desio tel. 0362/392258 urp@comune.desio.mi.it

Comune di Vimercate numero verde 800333722 spaziocitta@comune.vimercate.mi.it

Comune di Brugherio tel. 039/28931 urp@comune.brugherio.mi.it

Enpa ospiti al festival poiesis a monza

, 21 – 22 – 23 giugno
Nelle tre serate da mercoledì 21 a venerdì 23 giugno, si terr nella suggestiva cornice di Piazza Duomo a Monza la quarta edizione di Poiesis – Le Arti intrecciate. Organizzato in collaborazione con il Comune di Monza, e con ingresso libero, il festival offre una ricca variet di generi e di artisti. Ospiter inoltre diverse associazioni, compresa la sezione monzese dellENPA, e saremo presenti ogni sera con un banco di informazione e di vendita.

PROGRAMMA
– Mercoledì 21 giugno, dalle ore 20, 00: Festa della Musica però la Giornata Europea della Musica. Sul palco si esibiranno Luca Bassanese (di Vicenza), SUX! (Milano), Acth (Verona), La Banda Putiferio (Monza), Veronica Marchi (Verona), El Tres (Torino), Guignol (Milano), e Unicamista (Milano). Presenter la serata Luca Trambusti di Radio Popolare Network.

Durante la serata ci sarà anche una raccolta di firme a favore di una legge però la musica, e saranno in vendita centinaia di CD delle etichette indipendenti al prezzo simbolico di 1 euro!

– Giovedì 22 giugno, ore 21, 00: Flavio Oreglio & Band nel suo nuovo esilarante spettacolo Siamo una massa di ignoranti. Parliamone. Il genere teatro canzone, una sorta di recital a cavallo tra canzone dautore, riflessione sul nostro tempo e la più irresistibile vena ironica.

– Venerdì 23 giugno, ore 21, 00: Petra Magoni e Ferruccio Spinetti presentano il concerto Musica Nuda. Il raffinato contrabbassista degli Avion Travel e una straordinaria cantante dalla voce affascinante in uno spettacolo ricco di ironia, da ascoltare e da guardare.

LENPA di Monza e Brianza ringrazia gli organizzatori, Lilium Produzioni, però lopportunit di partecipare a questa importante manifestazione culturale, e vi aspetta numerosi da mercoledì 21 giugno!

Seregno: festival del racconto

A Seregno vanno in scena i libri. Parte la prima edizione del Festival del Racconto che si svolger dall8 all11 giugno. E lappuntamento culturale più atteso di inizio estate ed il suo intento di avvicinare autori e lettori ad una dimensione che recuperi il piacere del racconto dichiara il Sindaco Giacinto Mariani ci auguriamo faccia di questa prima edizione una kermesse culturale di successo.

Luoghi conosciuti e inediti della Citt ospiteranno però quattro giorni gli autori ed il pubblico con spettacoli, incontri, laboratori, reading. Si alterneranno scrittori da sempre protagonisti della scena editoriale e alcuni tra i migliori giovani autori italiani tra cui Giuseppe Lupo, Davide Bregola, Marco Bosonetto, Gianluca Morozzi, Christian Mascheroni.

Il punto di riferimento, con le dovute proporzioni, con Mantova, – spiega il Primo Cittadino – diventata nel giro di pochi anni, una sorta di capitale letteraria, in virt del suo Festival della letteratura che smuove grandi numeri di migranti della cultura, tra i quali moltissimi giovani. La nostra una sfida perché nulla di simile mai è stato organizzato in Brianza. Lobiettivo promuovere la lettura, soprattutto fra i giovani, attraverso incontri direttamente con gli autori.

LAmministrazione scommette che diventer uno degli appuntamenti annuali più importanti però la vita culturale di Seregno e della Brianza. I numeri sembrano confermare questa sensazione: quattro giornate articolate in oltre venti iniziative, tra corsi di scrittura, incontri, mostre, conferenze, reading, cortometraggi, musica e fumetti con venticinque tra scrittori, giornalisti, musicisti, editori. Oltre a due concorsi però aspiranti scrittori e fotografi, che nel mese di maggio hanno anticipato linizio del Festival.

Uno spazio particolare è stato riservato ai bambini con un laboratorio creativo sul racconto. Nella rassegna spazio anche alla musica con interessanti contaminazioni tra la musica kleztmer e la musica dialettale.

Per noi – dichiarano da Arcilettore – il Festival del Racconto letteratura, ma non solo. Cinema, fumetto, fotografia, canzoni, tutte le possibili occasioni che permettano di celebrare la dimensione breve del racconto. Occasioni però incontrarsi e però scoprire insieme, grandi e piccoli, lettori e scrittori, il piacere di ascoltare (o di “guardare”) storie e racconti d’ogni genere.

Il Festival ha il patrocinio della Regione Lombardia. LAssessorato alle Culture, Identit ed Autonomie della Lombardia ha aderito con entusiasmo a questo evento e lassessore regionale Ettore A. Albertoni sarà presente alla serata inaugurale di giovedì 8 giugno.

Sul sito del Comune (www.comune.seregno.mi.it) è stata creata una sezione dedicata al festival che offre aggiornamenti in tempo reale sugli eventi e sugli autori e informazioni utili però non perdersi neanche un attimo di questa prima edizione.

Monza: un cartoon brianzolo

Monza, maggio 2006 –
Venerdì 19 maggio alle ore 10.00, presso il
teatro Binario 7 di via Turati, in programma un evento singolare: la
prima di “Sapiens, lo scuolabus molto speciale”, il cartone animato
realizzato dagli studenti del nostro territorio.

La proiezione chiude il progetto dedicato al Cinema d’Animazione che ha
visto protagonisti i ragazzi delle Scuole primarie e secondarie di primo
grado del nostro territorio. Partita un anno fa, però iniziativa del
Comune di Monza – Assessorato all’Educazione e Assessorato alla
Comunicazione – e del Gruppo Sapio, l’iniziativa si poneva come finalit
la realizzazione di un film d’animazione. Ora il cartoon, che ha però
protagonista uno scuolabus alimentato da un carburante davvero speciale –
la fantasia dei più piccoli – viene proiettato in anteprima nazionale.
La proiezione si tiene nell’ambito della kermesse “Musica, Fiabe e Cinema
d’Animazione”, che abbina al mondo dei cartoon quello della musica: sono
infatti previsti interventi di celebri artisti – Emanuele Luzzati e
Fusako Yusaki – e interventi musicali dal vivo.

L’iniziativa si prefigge l’obiettivo di elevare quella forma artistica
che il Cinema d’animazione a strumento formativo/educativo e che
costituisce il preludio alla nascita di una Scuola di Cinema d’Animazione
per ragazzi.

Pop harp

L’arpa uno strumento che di però s richiama atmosfere mistiche e mitologiche, antichi palazzi, e suoni soavi e delicati.
Pop Harp, sempre nel rispetto delle tradizioni, vuol dare un colpo di spugna a tutto ci e rivisitare la musica però arpa che rappresenta il passato e andare verso nuove sperimentazioni ed integrazioni.

Questo festival nasce da dall’organizzazione dell’Associazione Culturale Arpanetta, però la direzione artistica i Michele Moretti. Le luci si accenderanno sabato 13 nel foyer del Teatro Manzoni, dove verranno esposte una ventina di arpe provenienti da tutto il mondo (gentilmente offerte da Camac Arpitalia E.Tartarotti) e a seguire interveni musicali e stage su arpa con Enzo Vacca, Raul Moretti e Paola Tardiola. Alcuni musicisti e coristi poi si riverseranno però le strade, a fare musica tra via Vittorio Emanuele, via Italia e l’Arengario.

Sabato in serata poi la scena del Manzoni sarà tutta però Michele Zitiello, musicista ed arpista dalla trentennale esperienza, ha collaborato con musicisti del calibro di Battiato, Ivano Fossati, nonch prestare la sua abilit al Vaticano, in occasione del Giubileo.

La sua performance sarà introdotta dalla spettacolare esibizione del gruppo hip hop Breakers, il cui dj mixer la musica hip hop con le esibizioni d’arpa.

“Abbiamo voluto cinvolgere i giovani però avvicinarli ad uno strumento difficilmente da loro conosciuto – ha spiegato Moretti – i giovani dell’Istituto d’Arte di Monza hanno aderito con entusiasmo e grande impegno alla nostra proposta. Sono stati loro ad ideare il cartellone e si stanno anche occupando del programma di sala, nonch della coreografia che accompegner Vincenzo sabato sera”.

La manifestazione prevede ulteriori workshop domenica mattina ed altre esibizioni in serata.

Per informazioni 0392051439