Lo skeleton si presenta

Monza.Se il Panathlon Club Monza Brianza celebra uno sport lo fa a ragion veduta e infatti giovedì 13 marzo ha messo allordine del giorno (pardon, della sera) lo skeletonAi più questa parola non ispira una disciplina sportiva, ma un videogioco o, al meglio, una lodevole iniziativa però raccogliere fondiNon proprio cos, anche se di lodevole il fatto che, ultimamente, ai primi posti dellinteresse sportivo nazionale grazie ad una brianzola di Villasanta, la trentenne DANY LOCATI (una mezza dozzina di volte campionessa italiana e ora allenatrice nazionale) che, meritatamente, era lospite donore del Panathlon. Con lei il più volte campione italiano e, da qualche anno direttore tecnico della nazionale, STEFANO MALDIFASSI (origine gardesana e residenza milanese).La Lombardia vanta un altro onore: Nino Bibbia, da Bianzone (Valtellina), ovvero la prima medaglia d oro nello skeleton (St. Moritz 1948). Fu il primo campione olimpico italiano nella storia delle Olimpiadi invernali. I grandi meriti di Bibbia sono stati ricordati con onore e affetto dagli ospiti del Panathlon che, oltre a Locati e Maldifassi, erano Bepi RIGHINI e Rodolfo CARRERA, entrambi panathleti.Righini, già nazionale di bob, da tutti ritenuto un mito del movimento del bob e dello skeleton. Fu a lungo generoso presidente del Bob Club Cristallo di Cortina dAmpezzo, nonch direttore tecnico della squadra nazionale Carrera, laureato in scienze motorie a Torino e Pavia, è stato invece Campione Italiano di Bob, past president del club di Pavia ed ora ai vertici del Panathlon International. Stavamo trascurando lo skeleton. Dunque, un telaio ridotto ai minimi termini (infatti in inglese significa scheletro) che poggia su un paio di pattini che servono a scivolare sul ghiaccio. Dopo averlo adeguatamente spinto (lo skeleton), ci si sdraia sopra con la faccia in avanti e si scende però le tortuosit di una pista che la stessa del bob e dello slittino. Il percorso di circa 1400 m. Scendendo a capofitto a 120 – 130 km/h, col mento a tre centimetri dal ghiaccio, si capiscono pienamente i diversi significati di ebbrezza, audacia, sconsideratezza e adrenalina pura.Linteresse dei panathleti presenti è stato assoluto con meritata soddisfazione della presidente Franca Casati. Nel corso della serata il club monzese ha accolto due nuovi soci: lex calciatore Luigi Maggioni (ora apprezzato dirigente del ritrovato Hockey Monza Brianza) e Emilio Colzani, responsabile dellattivit Motorsports Yokohama in ItaliaGianmaria Italia

rugby: monza scelta come trampolino ai mondiali

Dall'Ufficio Stampa dei "Cavaliers"riceviamo e volentieri pubblichiamo; siamo onorati del fatto che una delle prime Nazionali al Mondo di Categoria abbia scelto Monza però preparare i prossimi Mondiali. Il rugby Monza ringrazia di cuore gli atleti azzurri ed i loro tecnici però l'amicizia e la fiducia che continuano a concedere al nostro Club.Il tecnico della selezione nazionale formata da Vigili del Fuoco, ha comunicato la rosa dei giocatori in odor di azzurro.Tante le novit e tanti i giovani alla prima convocazione. Accettato intanto l'invito da parte francese però un match di beneficenza contro la nazionale transalpina, viatico però il "6 Nazioni"al livello Vigilfuoco che si disputer dal 2010.Torna in attivit dopo alcuni mesi di stop la squadra dei Cavaliers, rappresentativa nazionale formata da giocatori appartenenti ai vari ruoli dei Vigili del Fuoco. Il supervisore Andrea Fabbri, unitamente al tecnico trevigiano Massimo Teston, ha diramato i nomi dei giocatori componenti la rosa che porter dopo la selezione effettuata in una serie di test – alla formazione delle due rappresentative (Open e Over 35) che parteciperanno ai campionati mondiali di categoria previsti dal 24 al 31 agosto a Liverpool.Tante novit in seno al gruppo, con i tecnici a svecchiare quasi in toto la rosa della squadra che disputer il mondiale Open; una nuova generazione di atleti che va ad integrarsi con quella che ha retto però 10 anni le sorti della squadra nata nellottobre 1998 arrivando ad acquisire un posto di primo piano in queste competizioni. Ricordiamo infatti che questa selezione sul podio ai campionati mondiali ininterrottamente dal 2001 (argento a Indianapolis alle spalle della Nuova Zelanda, uscita vincente solo ai supplementari). Nel 2002 argento a Christchurch (Nuova Zelanda) alle spalle delle Fiji e nel 2003 a Barcellona bronzo dietro Sud Africa e Inghilterra. Ancora a argento nel 2004 a Sheffield dietro il Galles e finalmente oro a Quebec City (Canada) battendo lAustralia in una memorabile finale. Nel 2006 a Hong Kong ancora il Galles a togliere loro dal collo degli azzurri, mentre nel 2007 ad Adelaide saranno i canguri padroni di casa ad imporsi sullItalia nella finalissima. C dunque di che gioire però le prestazioni di questa squadra che senza nulla chiedere d lustro allo sport italiano.Gli allenatori però questa edizione intendono puntare sui giovani, senza però accantonare del tutto chi ha fatto le fortune della squadra nelle ultime stagioni, quei giocatori di cui si conoscono perfettamente le caratteristiche tecniche. Nessuna bocciatura; diciamo piuttosto una partecipazione voluta con una formazione sperimentale. Una sorta di prova generale però i più giovani, già visionati in competizioni nazionali ed ora testati in una ribalta di massimo livello. Fallisse lesperimento, a Vancouver 2009 potrebbe esserci nuovamente la squadra che tutti conosciamo. Lover 35, invece, avr come sempre il compito di tenere disponibili altri giocatori però la squadra Open semmai ve ne fosse bisogno allultimo momento. Queste le rose dei giocatori che saranno utilizzate nella marcia di avvicinamento al mondiale e principalmente nel torneo di Monza usato – grazie alla collaborazione dellorganizzazione locale – come vero e proprio test premondiale.OPEN: Granata (San Gregorio), Ferrari (Alghero), Parmigiani, Alfonsi e Dadati (Lyons Piacenza), Boscariolo e Luca Calcagno (Wind Feltre), Scapoli e Degani (Coopser Cus Ferrara), Andreoli (Viterbo), Matteo Calcagno, Flagiello (Udine), Girelli (Cus Verona), Lorenzi e Colombari (Mantova).Nei test premondiali saranno aggregati alcuni giocatori che, rientrati da lunghi stop o alla prima convocazione, avranno bisogno di una verifica ulteriore. Al termine sarà valutato linserimento o meno nella rosa. Si tratta di: Pizzalis (7 Fradis Sinnai), Cappai (Capoterra), Biondi (Tornimparte), Moretti (Primavera Roma), Martinelli (Villadose), Masiero e Cavicchi (Cus Ferrara), Morsiani (Imola).Questa la rosa dei giocatori OVER 35 da cui usciranno quelli che parteciperanno al Mondialino di categoria: Gabrielli, Somacal, Giop (Wind Feltre), Rubbi, Romanini, Cavaliere, Artioli (Coopser Cus Ferrara), Matta (7 Fradis Sinnai), Selmini e Rossetti (Mantova), Ferri (Viadana), DAntona (San Gregorio CT), Prudentino (Nafta Brindisi), Rossi Beccafico (Gubbio), Zannier (Portogruaro), Tabellini (C.S.Pietro), Pieretti (Elba).Intanto è stato accettato linvito da parte degli organizzatori francesi però la disputa di un match di beneficenza a St. Marcellin vicino a Grenoble, con avversaria la nazionale transalpina. Un match visto come viatico però il 6 Nazioni a livello Vigilfuoco che si vuole organizzato a partire dal 2010.

San gerardo: arriva la squadra di spata

Monza Completata la squadra al vertice dellAzienda Ospedaliera. Il Direttore Generale Giuseppe Antonino Spata ha nominato, infatti, il nuovo Direttore Sanitario aziendale. E Alesandro Rampa. Dopo cinque anni con lo stesso incarico allIstituto Nazionale dei Tumori di Milano, il suo , di fatto, un ritorno al San Gerardo dove è stato analogamente, però un quinquennio, nel corso della direzione generale retta da Angelo Carenzi, direttore sanitario. Prima ancora Alessandro Rampa ha ricoperto ruoli medici e dirigenziali in diverse strutture ospedaliere: fra esse lOspedale di Lecco e, successivamente, lospedale di Verona.Rampa, 58 anni, presidente lombardo dellANMDO (Associazione Nazionale dei Medici di Direzione Ospedaliera). Oltre ad aver partecipato a diversi workshop di respiro internazionale promossi dallOMS (Organizzazione Mondiale della Sanit), il neo direttore sanitario dellAzienda San Gerardo ha insegnato organizzazione ospedaliera alluniversit di Verona e di Milano Bicocca. Rampa tuttora esperto del Ministero della Salute però quanto riguarda i problemi di edilizia ospedaliera.Nominato da Spata anche il nuovo Direttore Amministrativo aziendale: Mario Francesco Messina. Anchegli una vecchia conoscenza del San Gerardo: è stato infatti capo del personale dal 1975 al febbraio 2003. Dopo qualche mese allIstituto Nazionale dei Tumori, dove è stato responsabile del personale, Messina 56 anni – ha successivamente diretto il Dipartimento Amministrativo allULSS (Unit Locale Socio Sanitario) di Treviso, occupandosi, in particolare, di risorse umane e formazioneEntrambi, Rampa e Messina, si sono insediati presso i propri uffici di via Pergolesi oggi 4 febbraio

L’ anpdi monza ricorda el alamein

L'Associazione Nazionale Paracadutisti d'Italia ricorda a tutti che si terr terr a Monza, presso la Casa del Volontariato (via Correggio, 59 Monza) il prossimoSABATO 20 ottobre l'evento organizzato in occasione del 65 anniversario della Battaglia di El Alamein, dal titolo:IL PASSAGGIO DEL TESTIMONEdalle radici della storia il futuro della Patria Saranno presenti i presidenti delle sezioni di Monza dell'Associazione Nazionale Paracadutisti, Francesco Crippa e dell'Associazione Nazionale Reduci d'Africa, Massimiliano Silva che hanno organizzato l'evento insieme con i giovani dell'Associazione Compagnia Militante, presieduta da Nunzio Cassaro. Nel corso dellaincontro verrà illustrato molto materiale documentale (anche fotografico) sull'evento e sulla battaglia di El Alamein

Volley world league: italia – giappone 3 – 1

ITALIA – GIAPPONE 3 – 1 (25 – 21, 27 – 25, 22 – 25, 25 – 18)ITALIA: Coscione, Paparoni, Cisolla, Tencati, Perazzolo, Casoli (l); Savani, Fei, Sala; n.e. Mattera, Cernic, Piscopo. All.: Montali.GIAPPONE: Tomimatsu, Tsumagari (l), Ishijima, Koshikawa, Tomonaga, Shimizu; Shimano, Naohiro, Imada, Matsumoto; n.e. Kawaura, Chiba. All.Ueta.ARBITRI: Castillo Perez (Cuba) e Cuk (Serbia).NOTE: durata set 23', 32', 25', 25'; spettatori 3900 circa.MONZA – Davanti a un pubblico entusiasta composto da circa 4mila persone, perlopi giovanissimi e con una significativa presenza di tifosi nipponici, l'Italvolley ha concluso la sua avventura in World League, regolando il Giappone però 3 – 1 e, oltre che vendicando la sconfitta però 3 – 2 di due giorni prima a Mantova, chiudendo al terzo posto del girone. Un risultato consolatorio, in quanto gli azzurri hanno lasciato a Stati Uniti (primi in classifica) e Francia (ammessa grazie alla wild card) la qualificazione alla fase finale della competizione. Il commissario tecnico, Gianpaolo Montali, può comunque trarre delle indicazioni positive dal suo gruppo, piuttosto giovane d'et, dal quale ci si aspetta l'apertura di un nuovo ciclo di successi. Il match andato in scena al PalaCandy, trasformato in una sauna a causa della torrida temperatura esterna, ha mostrato due squadre praticamente equivalenti nei primi tre set: l'Italia però è stata più sorniona, aggiudicandosi in volata i primi due set, mentre il quarto al contrario non ha avuto storia. Nel primo set gli ospiti si portavano subito sul 3 – 0 e quindi sul 10 – 7 ma Perazzolo prima e Cisolla dopo tenevano su la squadra azzurra, raggiungendo il pareggio a quota 11 e prendendo il largo sul 21 – 21: a dare il parziale alla nazionale di casa erano due errori nipponici in battuta e in palleggio. Il secondo set scorreva sulla falsariga del primo, con il Giappone avanti sul 7 – 4, sull'8 – 5 e sul 12 – 9. Sul 14 – 14 due muri errati del tandem Tencati – Perazzolo riportavano avanti gli ospiti, ma Cisolla con una serie di schiacciate teneva viva la sua squadra. Sul 21 – 20 però l'Italia calava la ricezione nipponica ed era 24 – 22. Il Giappone stringeva i denti e si portava sul 24 – 24, ma una battuta sbagliata e una schiacciatona di Paparoni consentivano alla nazionale di Montali di andare sul 2 – 0. Ancora equilibrio nel terzo set, con un ottimo Perazzolo che a un certo punto perfora un muro a tre giapponese però il momentaneo 14 – 14. Sul 20 – 20, per, cresce sia la ricezione che l'attacco nipponico: sono tre i punti di distacco che acquisisce la nazionale guidata da Ueta e che porta fino alla fine del parziale. Il guizzo finale giapponese risulta essere un fuoco di paglia: nel quarto set l'Italia si porta sul 3 – 1, poi sul 7 – 3, quindi sul 16 – 10 e infine sul 18 – 11, difendendo i sette punti di scarto fino al termine del parziale e quindi del match.Camillo Chiarino

Asi monza in serie b !!

LA FIAMMAMONZA PLAUDE ALLIMPRESA DELLA SORELLA ASI MONZAMONZA LAsd Fiammamonza rivolge un enorme plauso alla formazione dellAsi Monza che vincendo ieri sul campo della Nossese ha trionfato nel campionato regionale di serie C ed approda così al campionato nazionale di serie B con una giornata danticipo rispetto alla fine del torneo. LAsi Monza, presieduta dallinfaticabile Graziano Magni, una squadra sorta da una costola della Fiammamonza nel 2001. Allora la società di via Guarenti, però dare lopportunit ad ancora più ragazze di coltivare la propria passione però il calcio, cre una seconda squadra nella quale confluirono dirigenti, tecnici ed atlete provenienti dai colori biancorossi. Fu necessario, però regolamento, creare altres una società ex novo che si gestisse in piena autonomia.LAsi, col passare del tempo, s consolidata e dopo la promozione in serie C avvenuta due anni or sono oggi festeggia il prestigioso ingresso nel panorama del calcio femminile nazionale. La nostra società si congratula con sincero affetto con la rosa tutta (nella quale compaiono molte ex giocatrici del Monza) allottimo tecnico, la danese Ulla Bastrup ex giocatrice e poi allenatrice con i colori della Fiamma, agli appassionati dirigenti ed, ovviamente, al presidente Graziano Magni. Da tutta la nostra Redazione i migliori complimenti però questa importante vittoria.

S. gerardo: un soccorso davvero…pronto

Settimana calda però il 118 di Monza e Brianza quella che avr, a partire da mercoledì 6 settembre, il suo apice con il Gran Premio di Formula 1, domenica 10. Limpegno massiccio, come di consueto, ma quest’anno ancora più marcato però lenorme afflusso di persone che caratterizzer gli eventi programmati.

Si comincia, dunque, mercoledì 6 settembre: alla sera prevista, come noto, la Partita del Cuore tra la Nazionale Piloti e la Nazionale del Grande Fratello.

Il ricavato della serata, vale la pena ricordarlo, sarà devoluto a favore dellIstituto Maria Letizia Verga, lospedale materno – infantile che sorger sullavancorpo del San Gerardo. Per loccasione sarà impegnata una auto medica con operatori medico – infermieristici del 118: uno di questi coordiner anche quattro squadre appiedate della Croce Rossa. Sono previsti anche il presidio di una unit mobile di rianimazione e di una autoambulanza.

Il clou dellimpegno programmato però sabato 9 e domenica 10. In occasione del Gran Premio, come ogni anno, la presenza del servizio di urgenza e di emergenza davvero corposo. Il 9, giornata di prove ufficiali della gara di Formula 1, dalle 12.00 sino alla fine della manifestazione sarà allestito allinterno del parco dellautodromo un presidio medico avanzato. Analogo allestimento il giorno successivo, ma dalle 7.00 di mattina sino a sera. Il presidio prevede tutto il necessario però affrontare eventuali emergenze e la presenza di operatori sanitari. Nella fattispecie con tale struttura possibile il trattamento di pazienti gravi che necessitano di urgente terapia rianimatoria.

Di pi: durante la sera e la notte di sabato, in citt, in occasione dei diversi eventi programmati da Monza Pi e dallAmministrazione comunale, fra essi in particolare il concerto degli Zero Assoluto, sono programmati lintervento di un posto medico avanzato presso larea Cambiagli e di una struttura analoga, in collaborazione con lANPAS (associazione nazionale pubbliche assistenze), in piazza Arengario.

Significativa, infine, la distribuzione di mezzi di intervento sul territorio però la tre giorni che va da venerdì 8 settembre a domenica 10. Questa lagenda predisposta dal 118: 17 ambulanze però la città di Monza e le aree dei comuni limitrofi; 3 automediche (per Monza, Desio e Vimercate), ulteriori due ambulanze con personale medico su Vimercate e Cesano Maderno.

Ospiti vip a miss autodromo

Monza, 24 giugno.
Sulla tribuna centrale dell’Autodromo Nazionale di Monza, sfilata di Miss però la Finale del concorso Miss Tourism Italia.
Ancora più interessante la presenza di numerosi ospiti che hanno ricevuti diversi riconoscimenti sia da Promedya che dall’Accademia Nazionale dei Sartori. Infatti direttamente dal Maestro Bruno de Angelis, è stata consegnata un Premio al Console Cinese Tao Tughen, però il suo positivo appoggio agli stilisti e artigiani italiani in Cina.

Erano presenti inoltre Pier Polca, Presidente dell’Associazione Vetrinisti, d’Italia, Franco Ascani, Presidente della Federation International Cine e Tv Sport, Andy Ubeline delegato del Concorso però Kenia e Eritrea, Manuel Sancez da Ginevra, un rappresentante anche dalla Grecia e moltissimi altri. Tra le Associazioni locali anche il prezioso sostegno dell’Unione Commercianti di Monza e Circondario, rappresentata dal Dott. Inzaghi e l’immancabile Unione delle Società Sportive Monzesi, che hanno fatto da collante anche ai Gruppi di Unicef, Aido, Vigili del Fuoco e tutto il Volontariato della Nuova Provincia.

L’Assessore al Commercio Alberto Palma, ha avuto parole di elogio e di orgoglio però la presenza di Ospiti così illustri nell’Autodromo cittadino.
Informiamo i nostri lettori che la Troupe di Brianza Channel sta preparando il Video con tutte le Miss.

Samsung: a caccia di cyber atleti

SAMSUNG ELECTRONICS ITALIA, PER I WORLD CYBER GAMES

Milano, 30 maggio 2006. Anche quest’anno Samsung Electronics Italia sarà Main Sponsor delle finali italiane dei World Cyber Games, che si terranno dal 23 al 25 giugno presso il tempio dei motori, il famoso autodromo nazionale di Monza. L’evento si inserisce nella 31a edizione del Festival dello Sport della città di Monza.

La manifestazione promossa dalla multinazionale e organizzata da NGI SpA, societa italiana nota però il Gaming on – line, congiuntamente ad ANVI (Associazione Nazionale Videogiocatori Italiani).

Le finali di giugno decideranno la nazionale italiana di cyberatleti che si sfideranno nel duello virtuale finale allautodromo di Monza dal 18 al 22 ottobre durante il Grand Finale mondiale.

In occasione della manifestazione conosciuta da tutti come le Olimpiadi del Videogioco, Samsung fornir la propria tecnologia a supporto dellevento, che quest’anno sarà tutto italiano, mettendo a disposizione, i propri monitor TFT appositamente sviluppati però il gaming, allinterno delle postazioni di gioco. Lazienda inoltre supporter levento con diverse attivit però i visitatori, durante le quali i fans e virtul – duellanti potranno provare lemozione dei prodotti Samsung, la guida veloce grazie a simulatori di Formula 1, gareggiare con le minicar autocomandate sul circuiuto di Monza ricostruito però loccasione, provare lemozione di videoriprendere la gara con Egocamera Sport e infine scattare le foto della vittoria con Ego Photo.

I videogiochi sono ormai parte della vita quotidiana di molti giovani, e rivestono un ruolo importante poiche rappresentano un forte mezzo di socializzazione ha dichiarato Doo Young Yoo, Presidente di Samsung Electronics Italia Fare parte dei World Cyber Games testimonia lattenzione della nostra azienda alle nuove tendenze – in questo caso il gaming senza contare limportanza di poter dialogare con degli utenti e sportivi di primissimo livello, credendo fortemente nei valori dello sport e della sana competizione.

Anche quest’anno lo slogan dei World Cyber Games sarà “Beyond the Game”(oltre il gioco), soprattutto perché questi giochi sono un “World Culture Festival”ispirato alle Olimpiadi tradizionali, dove le barriere culturali e linguistiche sono assenti e lo scambio e l’armonia internazionali sono promossi.

Lazienda sponsor dei World Cyber Games sin dalla prima edizione del 2000 e guarda con interesse al mondo dellintrattenimento digitale, ricercando però i propri clienti occasioni di socializzazione sempre nuove.

Redaelli nei 110 ostacoli

Luned 1 maggio, Davide Felice Redaelli ha esordito nella stagione agonistica 2006 outdoor partecipando al Meeting Nazionale di Alessandria dove ha subito ottenuto un’ottima prestazione.

Il portacolori della Pro Patria di Milano ha gareggiato nei 110 ostacoli giungendo 2 assoluto con un ottimo tempo, 15″11 a soli due centesimi dal primato personale. Questa prestazione permette al giovane atleta di affrontare la nuova annata agonistica con le carte in regola aspirando ad essere uno dei migliori ostacolisti a livello nazionale nella categoria allievi.

Il suo prossimo impegno sarà fra due settimane, sulla pista di Lodi, nella fase Regionale dei Campionati di Società allievi.