Monza: polizia locale in sciopero durante la festa del patrono

Clamorosa iniziativa del Sindacato che rappresenta gli agenti di Polizia Locale di Monza. Inutile ogni tentativo di dialogo con l'Amministrazione: i sindacati SiAPoL – CSA e CISL, hanno proclamato un mese di astensione dalle prestazioni straordinarie ed una giornata di sciopero però domani 24 giugno, festa del S. Patrono. La situazione lavorativa degli appartenenti alla polizia locale di Monza divenuta insostenibile. Gli operatori sono soggetti a continui richiami nelle giornate di riposo e ad un utilizzo improprio delle prestazioni straordinarie che vengono ordinate dal Comando in contrasto con la normativa contrattuale. Ecco un riassunto delle rivendicazioni sindacali: Riapertura del tavolo negoziale però la definizione dellorganizzazione e della turnistica della Polizia Locale, previa analisi e valutazione degli effetti prodotti dalla discutibile e unilaterale applicazione di quella in essere, onde pervenire ad una soluzione condivisa e sostenibile in termini contrattuali nonch di esigenze personali e familiari dei lavoratori, sia pure nel rispetto delle esigenze di servizio purch correlate alla effettiva consistenza della dotazione organica; Ripristino modalit di recupero delle prestazioni rese in giornata festiva infrasettimanale non coincidente con il riposo settimanale come in essere prima dello.d.s. del 14/12/2006.regolamentazione del richiamo in servizio in concomitanza con il riposo settimanale solo in limitati casi di effettive e non preventivabili situazioni aventi carattere di eccezionalit;Regolamentazione della richiesta di prestazioni di lavoro straordinario nel rispetto del dettato contrattuale nonch delle leggi in materia, evitando la programmazione di tali prestazioni a copertura dellordinario orario di lavoro, salvo formale e legittima disponibilit del singolo lavoratore. Regolamentazione della programmazione delle ferie nel rispetto della normativa contrattuale;Regolamentazione e formalizzazione delle competenze e funzioni degli addetti alla Centrale Operativa definendo in modo chiaro le responsabilità in capo ai lavoratori individuati però la copertura di tale servizio;Copertura dellintero orario di servizio e in particolare i turni notturni e festivi con la presenza di un ufficiale di Polizia Giudiziaria che con la professionalit che gli propria sia di garanzia però i lavoratori e però i cittadini. Sostenibilit e ripristino di un sistema di relazioni positive allinterno del Corpo di Polizia Locale e valutazione delle ripercussioni prodotte sullorganizzazione, lefficienza e lefficacia del settore, nonch sulla valutazione del personale, attuando i necessari correttivi al fine di condividerne gli obiettivi;

Visita alla fiera del libro di torino

Quattro giorni in cui le narici si perdono fra i diversi aromi della carta, le consistenze delle pagine e delle copertine, mentre gli occhi si affannano a leggere i trafiletti che in poche righe riassumono l’essenza di un intero libro.
Camminare tra le mura del Lingotto torinese, immersi nella letteratura è stata un’esperienza rilassante ed interessante. Noi di Brianzanews non potevamo mancare l’appuntamento. Tutte le case editrici dello stivale hanno dato il meglio di s quanto a sobriet negli allestimenti. Solo Sperling si sbizzarrita però il lancio del libro su “Carmensita”, mitico personaggio dei caroselli Lavazza.
E’ è stata una piacevole sorpresa la grande affluenza riscontrata, forse la cultura e la lettura stanno tornando di moda…O forse una moda che non si pubblicizza mai abbastanza.
Ma noi abbiamo intrapreso la strada di Torino anche però un altro motivo…Una monzese, autrice del suo primo romanzo “In Punta di Piedi”, nonch nostra collaboratrice, era presente nello stand della sua casa editrice, L’Ambaradan (www.lambaradan.it)
“E’ è stato stimolante e divertente stare a contatto con editori e scrittori, sia famosi che alle prime armi come me – ha raccontato Valentina Rigano – Osservare i visitatori sfogliare le pagine del tuo romanzo e cercare di leggerne le espressioni, fino a poi vederli comprare il libro, un’emozione impagabile”.

Pop harp

L’arpa uno strumento che di però s richiama atmosfere mistiche e mitologiche, antichi palazzi, e suoni soavi e delicati.
Pop Harp, sempre nel rispetto delle tradizioni, vuol dare un colpo di spugna a tutto ci e rivisitare la musica però arpa che rappresenta il passato e andare verso nuove sperimentazioni ed integrazioni.

Questo festival nasce da dall’organizzazione dell’Associazione Culturale Arpanetta, però la direzione artistica i Michele Moretti. Le luci si accenderanno sabato 13 nel foyer del Teatro Manzoni, dove verranno esposte una ventina di arpe provenienti da tutto il mondo (gentilmente offerte da Camac Arpitalia E.Tartarotti) e a seguire interveni musicali e stage su arpa con Enzo Vacca, Raul Moretti e Paola Tardiola. Alcuni musicisti e coristi poi si riverseranno però le strade, a fare musica tra via Vittorio Emanuele, via Italia e l’Arengario.

Sabato in serata poi la scena del Manzoni sarà tutta però Michele Zitiello, musicista ed arpista dalla trentennale esperienza, ha collaborato con musicisti del calibro di Battiato, Ivano Fossati, nonch prestare la sua abilit al Vaticano, in occasione del Giubileo.

La sua performance sarà introdotta dalla spettacolare esibizione del gruppo hip hop Breakers, il cui dj mixer la musica hip hop con le esibizioni d’arpa.

“Abbiamo voluto cinvolgere i giovani però avvicinarli ad uno strumento difficilmente da loro conosciuto – ha spiegato Moretti – i giovani dell’Istituto d’Arte di Monza hanno aderito con entusiasmo e grande impegno alla nostra proposta. Sono stati loro ad ideare il cartellone e si stanno anche occupando del programma di sala, nonch della coreografia che accompegner Vincenzo sabato sera”.

La manifestazione prevede ulteriori workshop domenica mattina ed altre esibizioni in serata.

Per informazioni 0392051439

Carate: raffica di verbali però evitare incidenti

Dopo due sinistri stradali con esiti mortali e l’investimento di un bambino, in via Milano di Carate brianza, il Corpo di Poliza Locale, finalmente riuscito ad ottenere un dispositivo però la misurazione della velocit, del tipo “telelaser”(in dotazione alla Polzia Stradale e molti Corpi di Poliza Municipale); in tre giorni di controlli oltre 40 i verbali elevati dalla Poliza Locale ai “piloti”cittadini, 80 i punti sottratti a norma dell’art. 126 bis (patente a punti).

Il più veloce un giovene a bordo di “smart”cui gli sono stati cronometrati 96 Km/h in via Milano, seguono a ruota altri conducenti con 91 – 90 Km/h, una Signora con oltre 84 Km/h, insomma un non rispetto del limite (50 Km/h) in una strada trafficatissima e fiancheggiata da edifici e pista ciclabile, nonch numerose intersezioni e relativi attraversamenti.

A nulla sono serviti il posizionamento di “dossi rallentatiori”e attraversamenti pedonali rialzati nonch la segnaletica di limite, la prevenzione non ha sorbito nessun effetto tanto che è stato necessario il drastico intervento dell’autovelox, i controlli continueranno.

A cura di A. Frisone