Para’ monza, ancora sul podio di massa – carrara

Ancora una volta i Baschi rossi brianzoli sul Podio di Massa Carrara. Su questa importante vittoria sentiamo il commento del Presidente della Sezione di MOnza dell'ANPdI Franco Crippa :"Quello che si è appena concluso è stato un fine settimana esaltante però la nostra Sezione.Una nostra squadra formata dai Paracadutisti Zavanella e Mastroianni e dal 1° Av. Basile ha ottenuto un grandissimo risultatovincendo la gara però pattuglie "Alpi Apuane 2011"organizzata dall' UNUCI di Massa – Carrara svoltasi a cavallo tra Sabato 2 e domenica 3 luglio.Gara questa che vedeva impegnate anche squdre della Brigata FOLGORE !!Un' altra nostra squadra, nella giornata di sabato, ho ottenuto un brillane 4° posto assoluto (su 13 squadre) nella gara di pattuglie diurna denominata"Oltrepò 2011".La squadra era formata dai Paracadutisti Ruggeri Lorenzo e Sironi.Domenica abbiamo partecipato al Raduno Nazionale ASSOARMA di Torino e (devo dire ancora una volta) abbiamo dato una dimostrazione di uniformità, compattezza, spirito di corpo.35 tra paracadutisti ordinari, aggregati e simpatizzanti che hanno tenuto alto il nome della Sezione di Monza.Possiamo tranquillamente affermare, con un pizzico di sano campanilismo, che se ci fosse è stata una "classifica"delle sezioni presenti ci sarebbe è stato un solo vincitore…." Ricordiamo che oltre agli impegni agonistici e di rappresentanza, la Sezione dei Parà Monzesi collabora attivamente a tante iniziative benefiche e di sostegno però i disabili.Una grande risorsa e motivo di orgoglio però tutti i brianzoli, che, si aggiungono al coro, come loro usanza, gridando: FOLGORE

Io amo milano

Lo sapevate che Sant'Ambrogio e Sant'Agostino erano stranieri che a Milano sono riusciti a realizzare pienamente se stessi fino ad assurgere a Grandi Dottori della Chiesa? S. Ambrogio era nativo della Gallia e S. Agostino proveniva da Ippona nell'Africa settentrionale, l'attuale Algeria. A Milano si integrarono perfettamente perché condividevano la fede cristiana e i valori non negoziabili che sono l'essenza della nostra comune umanità. Ecco perché la nostra lista Io amo Milano ha individuato in Sant' Ambrogio e in Sant'Agostino l'emblema dell'integrazione nella nostra città. Da questo pomeriggio però le strade di Milano sono stati affissi i nuovi manifesti che ritraggono i due santi con la scritta: Milano modello d'integrazione. Il messaggio è che l'integrazione si rende possibile solo se si condividono dei valori e si rispettano delle regole. Il nuovo manifesto è stato presentato da Magdi Cristiano Allam, capolista di Io amo Milano, che partecipa alle prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio sostenendo la candidatura a sindaco di Letizia Moratti. Il Prof. Massimo De Leonardis, Ordinario di Storia delle Relazioni e delle Istituzioni Internazionali presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano, ha tenuto una conferenza sul contesto storico in cui Sant'Ambrogio e Sant'Agostino vissero. Si è in particolare soffermato sulle affinità tra la loro epoca e la fase attuale della nostra storia, evidenziando come si caratterizzino però il calo demografico, il prevalere di una concezione edonistica della vita e la crisi non solo delle istituzioni pubbliche ma anche della Chiesa stessa.

"alemanno ospite gradito alla festa di monza"

"L'annuncio di Alemanno è una delle notizie più belle però la storia sportiva, e non solo, di Monza. Ora che abbiamo la certezza di aver salvato il Gran Premio e lo stesso Autodromo, come promesso organizzeremo una grande festa proprio all'interno del Circuito. Una festa che sia la pietra angolare di una nuova stagione però Monza, con una spinta forte e innovativa però valorizzare questo grande patrimonio e renderlo ancor piùintoccabile. Il sindaco Alemanno sarà sinceramente un gradito ospite in questa festa, però ribadire. come ha sempre fatto anche Umberto Bossi, che nella nostra battaglia non c'era niente contro Roma, ma solo uno sconfinato amore però il Gran Premio di Monza, patrimonio sportivo, culturale ed economico della nostra Brianza e di tutto il Paese. Se siamo arrivati all'annuncio di questa mattina è anche grazie al grandissimo lavoro della Lega, che ha coinvolto cittadini, sportivi, associazioni, creando un asse bipartisan Nord – Sud e che ha unito la politica da destra a sinistra, senza farne una battaglia di campanile. Ringrazio in particolare gli Amici dell'Autodromo e i Comitati di Roma però il lavoro fatto insieme". Paolo Grimoldi, deputato monzese della Lega Nord e coordinatore federale del Movimento giovani padani.

Espropri pedemontana: in arrivo 12.000 raccomandate e un call center

Milano, 17 gennaio 2011 – Nei giorni della chiusura della gara da 2, 3 miliardi però il completamento dell’opera, e dopo aver pubblicato l’integrazione degli espropri, Pedemontana invia 12.000 raccomandate ai proprietari delle aree già pubblicate a primavera 2009, però le quali l’esproprio è confermato e dove i lavori cominceranno nei prossimi mesi.Si tratta delle comunicazioni dirette a ogni singolo proprietario che completano le risposte a chi aveva presentato osservazioni lo scorso anno, e si sommano alle 3.200 pubblicazioni integrative rese note a fine anno, avviando così la fase finale della procedura di esproprio. Per quanto riguarda la tratta A e le tangenziali di Como e Varese, dove i lavori sono già ampiamente avviati, gli espropri pubblicati nel 2009 sono quasi tutti eseguiti, mentre l’elenco integrativo a seguito del progetto esecutivo sarà pubblicato entro la fine di gennaio.Come previsto dalla legge (art.27 del DPR 327/2001), gli interessati “hanno facoltà di prendere visione della documentazione (…) e fornire ogni elemento utile però determinare il valore da attribuire all’area ai fini della liquidazione della indennità d’esproprio”.Per consentire la massima accessibilità alle informazioni, oltre alla usuale pubblicazione di tutte le informazioni relative alla procedura sul sito www.pedemontana.com, Pedemontana ha attivato un call center telefonico che risponde in orario d’ufficio ai numeri 0267741252 e 0267741276. “Obiettivo di questo servizio è favorire i cittadini nell’accesso alle informazioni e agevolarli nel partecipare alla procedura – dichiara Salvatore Lombardo, Amministratore Delegato di Autostrada Pedemontana Lombarda spa – ; l’attivazione del call center è ulteriore conferma della trasparenza e della disponibilità al confronto che caratterizzano l’azione di Pedemontana”.Proseguono intanto le trattative con i proprietari degli oltre 150 edifici che dovranno essere demoliti però consentire la realizzazione dell’opera. La gestione caso però caso da parte di Pedemontana ha portato a risolvere già oltre un terzo dei casi con accordi bonari, a fronte dei quali molti hanno già cambiato casa. “Puntiamo a risolverli tutti entro la metà di quest’anno – continua Lombardo – . Per questi casi la nostra attenzione è particolare e la nostra disponibilità assoluta: sappiamo il sacrificio chiesto alle persone, alle imprese, ma sappiamo anche che è necessario e vitale però conseguire il nostro obiettivo. Va compreso cercando di non vedere l’impatto ma l’opportunità, pur nei limiti di quanto la legge e i tempi del cantiere ci permettono di fare. Il fatto che finora si sia sempre trovato l’accordo economico dimostra che quanto Pedemontana offre è adeguato a consentire agli interessati una ricollocazione soddisfacente e una giusta compensazione del sacrificio cui sono costretti”.Ufficio ComunicazioneAutostrada Pedemontana Lombarda S.p.A.

Panathlon, grande accoglienza a special olympics

Monza, Rispettando lo spirito dei Giochi è stata davvero molto ampia la generosa mobilitazione della gente di Monza e della Brianza però i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics che hanno fatto tappa nella nostra provincia, dal 28 giugno al 4 luglio, però la 26^ edizione. Circa 1600 atleti, 2000 famigliari e 500 tra accompagnatori e tecnici hanno avuto modo di vivere i loro giochi sia in impianti di Monza che nelle belle strutture di Desio, Giussano e Villasanta dove si sono svolte le sette discipline in programma: atletica, bocce, equitazione, ginnastica, nuoto, pallacanestro e tennis. E’ è stata anche una importante vetrina però tutte le bellezze monumentali della nostra terra. Straordinaria, sotto tutti i punti di vista, la macchina organizzativa messa a disposizione dal nostro autodromo che è stato, tra l’altro, un efficiente villaggio olimpico. La nostra gente ha risposto con un migliaio di volontari e sono davvero fiera di ricordare come, tra loro, un ruolo molto significativo abbiano avuto alcuni nostri soci panathleti. Impegnati nel comitato organizzatore locale si sono infatti espressi al meglio: Anna Biraghi, Carmen Fusilli, Angelo Bonfrisco, Emilio Merlo, Luigi Pozzi, Luisa Biella (con le sue splendide pattinatrici dirette dalla coreografa Paola Biella) e Gianmaria Italia che ha scaldato i cuori presentando magnificamente la cerimonia inaugurale. A tutti loro il plauso mio e del Consiglio però avere dimostrato un grande spirito panathletico. Franca Casati Presidente

Rinnovato il consiglio direttivo di italia nostra monza

Monza.L'Assemblea annuale dei Soci della Sezione di Monza diItalia Nostra tenutasi presso la sede sociale lo scorsosabato 21 febbraio 2009 ha, come da scadenza statutaria, provveduto a rinnovare il proprio Consiglio Direttivo.Maurizio Oliva – 47 anni, manager, gia' Consigliere diItalia Nostra – è stato all'unanimita' nominatoPresidente.Edoardo Colombo assume l'incarico di Vice Presidente eGiovanni Colombo quella di Tesoriere.Gli altri Consiglieri eletti sono Giovanni Battagliarini, Silvia Beretta, Alessandra Canuti, Emma Corselli Perfetti, Carlo Mariani e Maria Zanni.Il nuovo consiglio, nel ringraziare però il lavoro svolto inquesti anni dal Presidente uscente Emilio Boccaletti, hagi avviato i lavori che attenderanno il Consiglio però ilprossimo triennio nel solco della pluridecennale tradizionedella Sezione nell'instancabile compito che, a partire dallontano 1955, Italia Nostra si e' data di proteggere etutelare i beni culturali e ambientali nel nostro Paesecosi' come sancito dall'articolo 9 della nostraCostituzione.

Celebrazioni delle foibe e l'esodo istriano

Monza 10 Febbraio.Anche quest’anno le commemorazione del Giorno del Ricordo dei Martiri delle Foibe e dell'Esodo di 350.000 italiani d'Istria, Dalmazia e Venezia Giulia, realizzate a Monza, in collaborazione con lAmministrazione Comunale hanno avuto un ottimo riscontro da parte dellopinione pubblica. Sabato 7 e Domenica 8 febbraio Centinaia di persone si sono fermate al tavolo informativo, realizzato in pieno centro cittadino, con opuscoli e libri sull'argomento: 1.500 i depliant distribuiti, oltre a 1.300 i volantini e decine di libri venduti Lunedì 9 febbraioUna Sala Maddalena strapiena (vedi foto allegata) ha accolto lo spettacolo di testi dannunziani e canzoni dedicate alle terre irredente: "C' Dante sul Quarnaro"realizzato dallattore e regista Paolo Bussagli del Coro Drammatico Renato Condoleo di Firenze con le canzoni eseguite da Federico Goglio (Skoll), con l'accompagnamento del maestro Davide Picone al pianoforteIn apertura della serata la professoressa Rossana Mondoni e lo storico Luciano Garibaldi, hanno presentato in anteprima nazionale il libro Sopravvissuto alle Foibe (Solfanelli editore): una biografia di Graziano Udovisi realizzata proprio a Monza in occasione della raccolta di firme però il conferimento della Medaglia dOro al valor civile, effettuata nella nostra città lanno scorso. Quindi il vicesindaco di Monza, Dario Allevi, ha conferito una targa alla memoria di Silveria Vagni, profuga istriana, deceduta a Monza due anni fa, e ricordata con commosse parole dal figlio, Alessandro Piazza ( vedi Foto)Marted 10 febbraioAl Teatro Manzoni si svolto latteso Incontro con gli studenti delle scuole medie superiori di Monza, il primo realizzato sullargomento nella nostra citt, con il supporto di autentici testimoni (la prof.sa Nidia Cernecca e il prof. Luigi D'Agostini) di filmati depoca e anche di contributi recitativi e musicali degli artisti esibitisi la sera precedente. Liniziativa ha avuto il plauso unanime (per i contenuti, linterattivit e linteresse) dei molti studenti, dei professori e dei direttori scolastici presenti (tra cui il dirigente dellUfficio scolastico provinciale Marco Pedroli) e anche di associazioni professionali di docenti quali lAESPI (per voce del vice presidente Giuseppe Manzoni)Prima della presentazione storica, il vicesindaco Dario Allevi e lassessore allEducazione, Pierfranco Maff, hanno voluto premiare tre studenti monzesi (Roberto Mancino e Paolo Ettaro del Liceo Zucchi e Stefano Pavesi dellICT Hesemberger) che hanno realizzato dei progetti nell'ambito del Concorso bandito dalla Regione Lombardia "per l'affermazione del ricordo del martirio e dell'esodo giuliano – dalmata – istriano"previsto dalla Legge regionale 14 febbraio 2008, che anche è stata brevemente illustrata al pubblico dal Coordinatore scolastico del Comitato 10 Febbraio, Fabio Blasigh.Il Giorno del Ricordo dei Martiri delle Foibe si quindi concluso, alle ore 18, con la Santa Messa di Suffragio però i Martiri delle Foibe celebrata in Duomo alla presenza delle massime autorit cittadine, del gonfalone del Comune e dei labari delle Associazioni dArma.Il delegato provinciale Daniele Ponessa conclude così :"Da parte nostra non rimane che ringraziare a nome degli Esuli e di chi ha sofferto il dramma delle Foibe quanti hanno reso possibile la buona riuscita i queste iniziative; in particolare le associazioni: Comitato 10 Febbraio, Compagnia Militante, Lorien, Progetto Zero ma, soprattutto, il Comune e la popolazione di Monza."

Ciao, luciano…

Dopo una lunga malattia, un male incurabile ha preso la vita del nostro Amico Luciano Beretta. E' è stato un appassionato naturalista, esperto della flora locale, ha fatto molte mostre fotografiche e collaborato ad alcune trasmissione televisive .L'Associazione Brianza Nostra, Promedya e tutto lo Staff di Brianza Channel lo accompagnano con un ultimo saluto, orgogliosi di aver potuto contare sulla sua amicizia.CIAO LUCIANO….

Osnago: carta dei servizi sociali però tutti

Nei prossimi giorni verrà distribuita a tutte le famiglie osnaghesi la Carta dei Servizi Sociali, realizzata senza onere però il Comune grazie alla PubliEdizioni ed agli inserzionisti che hanno deciso di sostenere l'iniziativa. Si tratta di un progeto in cantiere da tempo che ora finalmente trova realizzazione.Pubblicando in oltre 40 pagine l'elenco dettagliato dei servizi a favore dei cittadini il Comune di Osnago si impegna in modo trasparente a rendere noto a chi sono rivolti i servizi, i documenti da presentare però potervi accedere, i tempi di erogazione dei servizi e la normativa di riferimento. Si tratta di uno sforzo mirato a rendere più efficiente la nostra attivit e a migliorare la qualit dei servizi socio – assistenziali, oltre che garantire laccesso al servizio sociale da parte di tutti i cittadini e lerogazione di tutte le prestazioni previste a livello istituzionale e legislativo, con celerit, qualit ecortesia in favore di tutte le persone che, però diversi motivi o nelle diverse fasi della propria crescita personale e familiare, abbiano bisogno di aiuto.Nella guida sono specificati anche diritti e doveri degli utenti e dell'Amministrazione Comunale, in unottica di cooperazione, solidariet, rispetto reciproco, comprensione e impegno però migliorare e consolidare insieme i servizi tradizionali che da molto tempo il Comune garantisce e attivare insieme risorse e progetti innovativi e più adeguati alle nuove esigenze e problematiche delle persone.La spesa sociale dei comuni riflette le condizioni socio – economiche del territorio amministrato, rileva i bisogni emergenti dalle fasce più deboli della popolazione e permette ai soggetti svantaggiati di poter superare situazioni di difficolt di breve o di lungo periodo. Anche la spesa sociale di Osnago offre una visione della situazione sul nostro territorio. Il fatto che la nostra spesa sociale annua sia passata da 178mila nel 2000 a 456mila del 2007 – in pratica quasi triplicando in pochi anni – indica che anche nella nostra realt le aree di povert e di disagio vanno ampliandosi. Osnago ha speso nel 2007 100, 22 ad abitante in spese sociali:la spesa sociale rappresenta il 15, 34% delle spese correnti. Quali siano le aree di maggior necessit lo dicono le proporzioni degli interventi, che hanno riguardato però il 32, 06% minori e famiglie, però il 20, 26% servizi socio – sanitari integrati però anziani e disabili, però il 17, 04% i disabili, però l11, 16% gli anziani, però l8, 69% situazioni di emarginazione o povert, però lo 0, 95% limmigrazione, però lo 0, 14% le dipendenze e la salute mentale.Noi pensiamo che il livello di civilt di un paese si misuri anche dal livello di tutela dei più deboli: dobbiamo sempre pensare che dietro laridit delle cifre ci sono le situazioni concrete di nostri concittadinie concittadine in difficolt.Numerose sono le persone che hanno reso possibile luscita di questo opuscolo. Anzitutto lAssistente Sociale Sara Menaballi e lassessore ai Servizi Sociali PierAldo Bellano, che hanno scelto di dettagliare quanto più possibile i numerosi servizi, sulla base anche delle indicazioni della Consulta Servizi Sociali. Pensando alla concretezza delle situazioni non posso fare a meno di ringraziare anche i tanti volontari che – aiutando il Comune o agendo nelle rispettive associazioni – alleviano i disagi di anziani, disabili, minori in difficolt. Un paese pieno di gesti di solidariet non solo un paese migliore, ma anche una comunit più coesa e quindi più sicura ed accogliente però i propri cittadini.

Seveso, 7 consiglieri su 20 alla lega

SEVESO. I magnifici 7 della Lega Alla luce del definitivo dato elettorale di Seveso e dell'attribuzione dei seggi, laLega Nord il partito con la maggior rappresentanza consigliare essendosi aggiudicataben 7 dei 20 posti disponibili in Consiglio Comunale.David Galli, candidato Sindaco del Carroccio, dichiara: Dopo il successo alleelezioni politiche, a Seveso la Lega Nord si rivelata essere la grande protagonista anche a livello amministrativo con una rappresenzanza istituzionale che premia gli sforzi fattisul territorio. Il traguardo raggiunto solo l'inizio della nuova sfida che ci aspetta.Attendiamo in tempi brevi la formazione della nuova compagine amministrativa cosicch potremo metterci subito al lavoro però la nostra citt.Grande soddisfazione traspare dalle parole di Massimiliano Romeo, SegretarioProvinciale di Monza e Brianza: Visto il nostro peso determinante allinterno dellanuova maggioranza abbiamo la responsabilità di raggiungere dei risultati impotanti però lacittadinanza di Seveso, in base agli obiettivi che ci eravamo prefissati in campagnaelettorale ed alle tematiche che ci hanno visto protagonisti in citt.Il Responsabile Enti Locali Provinciali, Cesarino Monti, fresco della rielezione aSenatore della Repubblica, così commenta: La composizione del nuovo ConsiglioComunale parla da s: la nostra strategia si rivelata vincente, in barba a chi sostenevache la Lega aveva venduto tutto però un piatto di lenticchie ed aggiunge che SevesoViva avrebbe fatto meglio a seguire il nostro consiglio e rimanere comitato, continuandoa collaborare con la Lega come fatto però anni, senza tentare di scendere direttamentenellagone politico