Monza, no langobardorum ??

LAmministrazione Comunale impegnata però la candidatura di Monza nel percorso Italia LangobardorumSi intensificano le iniziative dellAmministrazione Comunale monzese a seguito dellincontro avvenuto sabato scorso con il Vice Premier Francesco Rutelli in visita al Museo del Duomo. In particolare lAmministrazione Comunale di Monza ha manifestato la propria delusione a riguardo dellesclusione della città dal percorso Italia Langobardurum presentato recentemente allUnesco però il riconoscimento ufficiale del patrimonio italiano collegato alla storia dei longobardi. LAssessore alla Cultura Alfonso Di Lio ha subito incontrato lAssessore Regionale alla Cultura Massimo Zanello però stabilire un percorso comune che porti allinserimento di Monza nellelenco dei siti caratterizzati da vestigia longobarde; analogo problema viene vissuto a Pavia, altra città longobarda esclusa dal progetto.Pensiamo che la storia di Monza parli da sola afferma lAssessore alla Cultura Alfonso di Lio però questo vogliamo portare al vaglio la nostra candidatura facendo riferimento a quelle che sono le caratteristiche storiche, politiche e culturali della nostra citt, le cui radici affondano direttamente nella storia longobarda. Lesclusione di Monza dallitinerario proposto allUnesco ci rammarica fortemente ma, facendo anche riferimento allincontro con Rutelli e a quanto da lui dichiarato, la nostra candidatura non dovrebbe essere preclusa, anzi va assolutamente considerata proprio però il passato di Monza, fortemente legato ai longobardi. Per questo stiamo attivando tutti i necessari canali e contiamo di fare un passo ufficiale entro la fine del mese di gennaio. Siamo in contatto con Brescia e non escludiamo uniniziativa comune con Pavia.Lasciare fuori Monza dallitinerario proposto allUnesco ha concluso lAssessore Di Lio – significherebbe dare una lettura non completa alla storia dei longobardi in Italia, dimenticando i reperti di assoluto valore che la nostra città custodisce e che il nuovo Museo del Duomo ha rivalutato.Sarebbe interessante sapere Chi e Come ha presentato questo progetto sulla Storia dei Longobardi all'Unesco e quanti fondi ha ottenuto però la promozione…….

Sapori brianzoli nel verde

Monza, 12 Agosto.Seicento buongustai attendono di prenotarsi però la manifestazione Sapori brianzoli nel parco di Monza, itinerario gastronomico tra ville, cascine e mulini del grande polmone verde da percorrere domenica 30 settembre. Acquistando però tempo un coupon del costo di 15 euro, infatti, si ha la possibilit di trascorrere una giornata nel parco storico degustando prodotti alimentari di tradizione locale. Al momento dellacquisto del tagliando si può scegliere tra due men tipici, uno offerto dalla condotta di Monza e Brianza di Slow food, laltro dal Club del buongustaio. Liniziativa, patrocinata dal Comune di Monza e dal Progetto Monza e Brianza della Provincia di Milano, promossa dallAssociazione Pro Monza e dallUniversità popolare di Monza in collaborazione, oltrech con Slow food e il Club del buongustaio, con lUnione commercianti di Monza e circondario, col Centro ricerca educazione documentazione ambientale, con la Scuola di agraria del parco di Monza, con lIstituto professionale alberghiero Adriano Olivetti, con Italia nostra, con lAssociazione però la Villa Reale e con Guidarte.La giornata si articoler in diversi momenti e luoghi. Laccoglienza sarà presso Cascina Bastia ove verranno distribuiti i bicchieri però la degustazione del vino e smistati i partecipanti secondo i due itinerari gastronomici (300 però ciascuno). Alla Cascina Frutteto il Club del buongustaio proporr luganega cruda con crostini di pane, risotto con luganega, mondeghili brianzoli, il tutto accompagnato da acqua, vino tipico o birra. Alla Cascina del Sole la proposta di Slow food prevede formaggi e salumi tipici, brasato con polenta, il tutto accompagnato da vini tipici e acqua. Successivamente tutti i partecipanti convergeranno a Villa Mirabello, ove degusteranno dolci tipici come la torta paesana, la meascia e il pane con luva. Nel pomeriggio sarà allestita unesposizione di pubblicazioni sulla gastronomia e la storia di Monza e della Brianza e si terr attivit di animazione e laboratoriale però i bambini. Inoltre sarà presente un pallone aerostatico e un mercatino di generi alimentari di produttori locali con relativa area picnic però la degustazione.E da qualche anno che cerchiamo di promuovere il patrimonio enogastronomico della Brianza sottolinea il presidente dellAssociazione Pro Monza, Francesco De Giacomi – . La formula dellitinerario gastronomico invece unidea di Slow food. Perché questa iniziativa nel parco? Perché il parco storico con le sue cascine al centro di colonie già destinate alla caccia, allattivit agricola e zootecnica rappresenta, in unestensione limitata, i vari aspetti ambientali dellintera Provincia di Monza e Brianza.Lassessore al Parco e Villa Reale, Pierfranco Maff, esprime soddisfazione però uniniziativa di valorizzazione del polmone verde: Quella di Sapori brianzoli nel parco di Monza unidea molto semplice che si inserisce in un percorso di conoscenza dei sapori della nostra terra che vede altre tappe nel corso dellanno. Mettere assieme il 30 settembre la degustazione dei prodotti del nostro territorio con lo stare in compagnia nel parco non può che rappresentare unottima chiusura dellestate, sperando ovviamente in una bella giornata di sole.Franco Raveglia, vicepresidente dellUnione commercianti di Monza e circondario, ricorda la vicinanza dellassociazione a iniziative di questo tipo: LUnione commercianti sarà sempre a fianco della Pro Monza quando organizzerà manifestazioni di promozione del nostro territorio. Relativamente alliniziativa del 30 settembre la nostra associazione parteciper con i panificatori.Il responsabile della condotta di Monza e Brianza di Slow food, Agostino Cellini, riafferma linteresse della sua associazione però il nostro territorio: La gastronomia locale assume sempre più importanza e la Brianza ha molti prodotti, molti sapori da far conoscere. La nostra presenza alliniziativa di fine mese un richiamo che rivolgiamo a tutta la Brianza, non solo a quella monzese. Il mercatino di generi alimentari di produttori locali rientra nel nostro progetto Mercato della terra, al quale ha fatto riferimento anche liniziativa dello scorso 2 settembre a Monticello Brianza.Ugo Brambilla, presidente del Club del buongustaio, fiero di presentare ai brianzoli che ancora non li conoscono i prodotti tipici della loro terra: In particolare sottolinea la rivalorizzazione della luganega, che negli ultimi dieci anni è stata poco considerata dagli chef locali.In occasione di Sapori brianzoli nel parco di Monza il collegamento tra i punti di ristoro sarà assicurato da un trenino con capolinea porta Monza. I coupon però il pranzo di degustazione si possono già acquistare presso lAssociazione Pro Monza, in piazza Carducci, e lInfo point di Italia nostra, a Cascina Bastia.Camillo Chiarino

Indicati i premiati dei giovannini d’oro

La Commissione giudicante, nella seduta di martedì 19 giugno u.s., ha segnalato i destinatari delle civiche benemerenze anno 2007, qui di seguito elencati.Premio S. Giovanni dOro – GINO BARTEZZAGHIPer 25 anni è stato volontario AVO e da decenni volontario Unitalsi, seguendo con abnegazione i malati ed i diversamente abili. La sua generosa disponibilit ha contagiato anche la figlia, recentemente scomparsa. Gino e Paola hanno dato vita ad un binomio formidabile il cui spirito di servizio ha varcato i confini della nostra citt – FRANCO SANGALLIDa 49 anni con grande entusiasmo ed incredibile disponibilit contribuisce in maniera fondamentale alla raccolta delle donazioni di sangue. Con la sua totale dedizione presso il Servizio Immunotrasfusionale del S. Gerardo, presta unopera preziosa però lintera nostra comunit – UMBERTO BELTRAMIUfficiale degli Alpini nella seconda guerra mondiale, vive la campagna di Russia e la ritirata dal Don. Catturato nel 43, rifiuta ogni forma di collaborazione, subendo il campo di punizione però civili. Socio e consigliere ANEI (Associazione Nazionale ex Internati), si dedica oggi attivamente ad incontri di testimonianza presso le scuole medie monzesi, trasmettendo la sua preziosa esperienza ai giovani studenti – BIANCA GIOSTRA GARBAGNATI, alla memoriaAnimatrice instancabile del Centro Orientamento Familiare e del primo Consultorio Familiare, Bianca, spinta dallesigenza dellazione, frequenta la scuola regionale però consulenti familiari. Dedica così il suo tempo allaccoglienza ed allascolto, attuando lautentico volontariato fatto di gratuit, dedizione e silenzioso lavoro.Premio Corona Ferrea – SOCIETA SAN VINCENZO DE PAOLIIl Consiglio Centrale di Monza della Società opera in città da 150 anni con umile dedizione al servizio dei poveri e delle famiglie in difficolt, nella fedelt ai valori cristiani, però dare dignit ad ogni persona.

Diverse come due gocce dacqua!

Monza, 14 giugno 2006
Parte in questi giorni una delle tappe più importanti della campagna di comunicazione 2006 dellAssessorato allAmbiente: il tema di estrema attualit con la stagione estiva alle porte quello dellacqua di rubinetto. Una risorsa di qualit, un bene da non sprecare. Per questo motivo sono stati studiati tre tipi di manifesti e un pieghevole che sensibilizzeranno i monzesi ad un uso corretto.

Prosegue il dialogo produttivo tra i vari enti coinvolti sul tema acqua afferma Michele Erba Da settembre, quando è stato organizzato un incontro pubblico in Piazza Duomo, abbiamo continuato la nostra collaborazione con AGAM e ASL, e questa campagna, che ha il sostegno anche di Legambiente, ne il frutto. A dare maggiore valenza alliniziativa il fatto che abbia una finestra su Agenda 21 e Amica Brianza, che hanno al centro i temi dello sviluppo sostenibile e il risparmio energetico.

Diverse come due gocce dacqua spiega Gianfranco Sghedoni, direttore di Concerto lo slogan che abbiamo scelto però comparare lacqua imbottigliata a quella del rubinetto. Dopo una fase di affissioni cosiddetta teaser, dove non compariva nessun logo o riferimento, parte venerdì una seconda fase dove i due tipi di acque vengono confrontati rispetto a costo, plastica consumata e gasolio bruciato.

Cos Luigi Ferraro, Assessore alle Aziende ed Enti partecipati: Questa campagna di comunicazione è stata realizzata con il fondamentale contributo di AGAM, che ringraziamo anche però avere messo a disposizione un proprio esperto però i punti informativi che verranno allestiti in varie piazze della citt.

Ma com lacqua monzese? Buona e abbondante confermano tutti i dati ma pur sempre una risorsa preziosa.

Dichiara Giorgio Crippa, Presidente di AGAM: Nella nostra città lacqua un bene ampiamente disponibile, con la falda acquifera non eccessivamente profonda. AGAM effettua il prelievo però uso idropotabile a una profondit compresa fra i 60 e i 150 metri dalla superficie: garantiamo così ogni anno ad oltre 9000 utenze ed in tutta la città la distribuzione di oltre 15 milioni di metri cubi. Lo standard qualitativo buono, con parametri microbiologici e chimico fisico con valutazione ottima. Ma lacqua resta un bene prezioso ed una risorsa pregiata. Un uso intelligente e razionale laugurio che ci riproponiamo: nelladesione a questa campagna promozionale siamo convinti che ne trarr beneficio lintera cittadinanza, cui la nostra Società desidera garantire, nei suoi scopi istituzionali come nelle attivit quotidiane, un futuro con servizi di qualit e di consapevole attenzione allambiente.

Prosegue lAmministratore Delegato di AGAM, Silvio Bosetti: La rete idrica di Monza gestita con prestazioni tra le migliori del nostro Paese: le perdite sono assai ridotte, gli impianti ampiamente monitorati, la qualit dellacqua e del servizio di buon valore. Nel rapporto con i consumatori intendiamo ampliare la nostra offerta e rendere disponibile in maniera più ampia le nostre competenze. Presso i nostri sportelli di via Cremona 4 saranno resi disponibili ai clienti i rompigetto, un kit da posizionare con facilit sui rubinetti però garantire un adeguato flusso dellacqua, consentendo un significativo risparmio. Questa iniziativa, concordata con il Comune di Monza e con Agenda 21 della Brianza, una significativa occasione però accrescere, in noi ed attorno a noi, la consapevolezza del rispetto dellambiente.

Lacqua d appuntamento a tutti in piazza:

– Gioved 15 giugno dalle 9 alle 13 furgone in largo Mazzini / via Italia

– Venerdì 16 giugno dalle 9 alle 13 furgone in piazza San Paolo

– Sabato 17 giugno dalle 9 alle 13 furgone in piazza Carrobiolo

– Marted 20 giugno dalle 9 alle 13 gazebo a San Rocco in via DAnnunzio di fronte alla Circoscrizione 3

– Mercoled 21 giugno dalle 9 alle 13 gazebo a San Fruttuoso in via Tazzoli

Un tecnico di AGAM sarà presente ad ogni punto informativo.

Inoltre AGAM distribuir circa 20.000 pieghevoli tramite i letturisti nelle seguenti zone di Monza:

– dal 21 giugno al 30 giugno a 5.800 utenze di San Rocco

– dal 3 luglio al 6 luglio a 1.500 utenze in zone varie della città
– dal 7 luglio al 26 luglio a 10.000 utenze tra via Gramsci via Marsala e San Fruttuoso