L’assemblea approva il bilancio di acsm – agam s.p.a. al 31 dicembre 2010

COMO, 2 maggio 2011 – Oggi l’Assemblea degli Azionisti della società, presieduta da UmbertoD’Alessandro, ha approvato il bilancio di ACSM – AGAM S.p.A. però l’esercizio chiuso al 31dicembre 2010 e, contestualmente, ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo.All’Assemblea erano presenti, portatori in proprio o però delega, n. 7 azionisti titolari di n.58.844.607 azioni, rappresentative del 76, 8% del capitale sociale.I principali indicatori economici consolidati sono migliori rispetto agli obiettivi del PianoIndustriale del Gruppo però l’anno 2010.Il bilancio consolidato del Gruppo ACSM – AGAM S.p.A. evidenzia i seguenti principalirisultati:• Ricavi delle Vendite consolidati pari a 205, 9 ml. di Euro• Margine Operativo Lordo1 pari a 40, 5 ml. di Euro• Margine Operativo Netto2 pari a 19, 6 ml. di Euro• Utile Netto di pertinenza del Gruppo pari a 8, 7 ml. di Euro• Indebitamento complessivo pari a 115, 2 ml. di Euro.Per quanto riguarda la capogruppo i principali risultati di ACSM – AGAM S.p.A. sono espostinel seguito:• Ricavi delle Vendite pari a 47, 0 ml. di Euro• Margine operativo lordo pari a 14, 4 ml. di Euro• Margine operativo netto, negativo, pari a – 3, 1 ml. di Euro• Utile netto pari a 1, 6 ml. di Euro• Indebitamento complessivo pari a 87, 5 ml. di Euro.1 MOL = Margine Operativo Lordo, indicatore alternativo di performance definito come Utile Operativo, differenza tra iltotale dei ricavi delle vendite ed il totale dei costi operativi, a cui si sommano gli ammortamenti e le svalutazioni, primadelle partite non ricorrenti.2 MON = Margine Operativo Netto, indicatore alternativo di performance definito come Utile Operativo – differenza tra iltotale dei ricavi delle vendite ed il totale dei costi operativi dopo le partite non ricorrenti.DIVIDENDIL’Assemblea dei Soci, approvando la proposta del Consiglio di Amministrazione formulata il 24marzo scorso in sede di approvazione del progetto di bilancio, ha deliberato la distribuzionedi un dividendo unitario pari a Euro 0, 06 lordi però azione (complessivi Euro 4.597.146). Ildividendo sarà esigibile dal giorno dal giorno 7 luglio 2011 contro il ritiro della cedola n. 11(data stacco cedola 4 luglio 2011) secondo il calendario di Borsa.CONFERMA COMPONENTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONEL’Assemblea ha inoltre confermato la nomina del Consigliere Enrico Grigesi, che rimarrà incarica fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2011.MODIFICHE ALLO STATUTO SOCIALEL’Assemblea ha approvato le proposte di modifica degli articoli 9, 10, 11, 12, 16, 19, 25 delloStatuto Sociale al fine di adeguarne il contenuto alle nuove disposizioni normative, così comeesposte nella Relazione Illustrativa depositata il 29 marzo 2011.

acsm – agam: bilancio approvato

MONZA, 28 aprile 2009 Ieri lAssemblea degli Azionisti ha approvato: – il bilancio di esercizio di ACSM S.p.A. chiuso al 31 dicembre 2008 e, contestualmente, ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo ACSM; – il bilancio di esercizio di AGAM S.p.A. chiuso al 31 dicembre 2008 e, contestualmente, ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo AGAM.AllAssemblea erano presenti, portatori in proprio o però delega, n. 6 azionisti titolari di n. 58.839.854 azioni, rappresentative del 76, 79528 % del capitale sociale. A livello consolidato il bilancio ACSM S.p.A. evidenzia i seguenti principali risultati: – RICAVI CONSOLIDATI +10, 3% rispetto al 2007 e pari a 153, 7 ml. ; – MARGINE OPERATIVO LORDO – 10, 4% rispetto al 2007 e pari a 18, 8 ml. ; – UTILE NETTO in riduzione rispetto al 2007 e pari a 0, 7 ml. ; – INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO pari a 73, 2 ml., in significativa riduzione ( – 10, 4%) rispetto al 31 dicembre 2007.Per quanto riguarda la capogruppo ACSM S.p.A., i principali risultati sono:MARGINE OPERATIVO LORDO pari a 7, 8 ml. (13, 1 ml. al 31 dicembre 2007); MARGINE OPERATIVO NETTO negativo pari a – 1, 2 ml. (risultato positivo pari a 5, 2 ml. al 31 dicembre 2007); UTILE NETTO negativo pari a – 1, 1 ml. però gli effetti legati al fermo della linea del termovalorizzatore (risultato positivo pari a 3, 5 ml. al 31 dicembre 2007). A livello consolidato il bilancio AGAM S.p.A., redatto secondo i principi contabili italiani, riporta i seguenti risultati: – RICAVI CONSOLIDATI +18, 6% rispetto al 2007 e pari a 62, 3 ml. ; – MARGINE OPERATIVO LORDO +10, 3% rispetto al 2007 e pari a 8, 2 ml. ; – UTILE NETTO in incremento rispetto al 2007 e pari a 1, 1 ml. ; – INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO pari a 3, 9 ml., in incremento (+15, 0%) rispetto al 31 dicembre 2007. Per quanto riguarda la capogruppo AGAM S.p.A. i principali risultati, in base al bilancio redatto secondo i principi contabili italiani sono:MARGINE OPERATIVO LORDO pari a 6, 8 ml. (7, 3 ml. al 31 dicembre 2007); MARGINE OPERATIVO NETTO pari a 2, 2 ml. (2, 6 ml. al 31 dicembre 2007); UTILE NETTO pari a 0, 3 ml. (0, 8 ml. al 31 dicembre 2007). Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dott. Andrea Pirotta, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo unico della Finanza che linformativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. Nella foto il neo Presidente, Umberto D'Alessandro

Un corso sulla sicurezza operativa per la polizia locale

In data 31 Ottobre 2007 si concluso il Corso Uso e Maneggio delle Armi al quale hanno partecipato Ufficiali ed Agenti appartenenti a Comandi della Polizia Locale di diversi Comuni lombardi, ed in particolare dellAlta Brianza, impegnati in un percorso addestrativo stimolante e realistico.Il Corso durato 5 giorni, promosso da IREF (Istituto Regionale però la Formazione), Ente della Regione Lombardia, e dal Comune di Mandello del Lario (LC), dove si svolto.Direttore del Corso è stato il Comandante della Polizia Locale di Mandello del Lario, Commissario Aggiunto Mario Modica, e Tutor la Sig.a Stefania Stendardo, Ufficiale della Polizia Provinciale di Como. Docente del Corso è stato Tony Zanti, CLET (Certified Law Enforcement Trainer), Direttore responsabile del JustForce Training Center, italo – americano con esperienza operativa in diversi Dipartimenti di Polizia negli Stati Uniti e veterano dellU.S. Army Special Forces.La didattica del Corso imperniata sul Metodo Tiro Dinamico Operativo, creato dallo stesso Zanti e rivolto soprattutto agli Agenti delle Forze dellOrdine, sebbene ne abbiano beneficiato anche Reparti Militari e Operatori della Vigilanza privata.Il tema principale si basa sulla realt del confronto nel quale lOperatore di Polizia Locale potrebbe imbattersi durante lo svolgimento del Servizio, evidenziandone gli effetti contingenti causati dallo stress psicofisico al quale lo stesso sottoposto e fornendovi unadeguata soluzione: questi problemi sono infatti difficilmente gestibili da Personale non appositamente addestrato. Sono trattati gli argomenti relativi alla risposta corretta ed efficace ad unaggressione anche, e soprattutto, nel contesto dellattuale Giurisprudenza italiana, e alluso giustificato della forza. I Partecipanti sono addestrati non soltanto alle Tecniche e Tattiche relative al Tiro Operativo, ma anche alla necessit assoluta di maneggiare larma da fuoco in piena Sicurezza, sia in addestramento sia in Servizio. Molti spiacevoli quando non gravi incidenti, infatti, sono accaduti e continuano ad accadere a Personale appartenente alle Forze dellOrdine durante le operazioni di manipolazione dellarma da fuoco, sia nel contesto del Servizio sia durante il caricamento e lo scaricamento dellarma.Attualmente le nozioni fornite a detti Operatori appartengono ad una Dottrina addestrativa vecchia e stantia, copiata pedissequamente da Tecniche prese in prestito da certe scuole di pensiero un tempo in voga negli Stati Uniti, ma ormai sorpassate. Incredibilmente, chi si occupa in Italia delladdestramento del Personale Operativo continua a diffondere le vecchie nozioni, copiate da libri e filmati made in USA, non chiedendosi il perché e il percome di dette Tecniche, ma perpetuando un ciclo vizioso che può essere, al meglio inutile, e al peggio dannoso e controproducente. Questo Corso, invece, ha dimostrato palpabilmente le lacune delle vecchie Teorie attraverso video di avvenimenti reali ed esercizi pratici in aula, ed è stato accolto con entusiasmo da tutti i Partecipanti dopo che i dubbi e lo scetticismo iniziali erano stati fugati.Chi ha partecipato a questo Corso ha acquisito un notevole bagaglio professionale, ed ha manifestato lintenzione di approfondire le Tecniche del Tiro Dinamico Operativo perché realistiche, efficaci e innovative.