Monza per un giorno capitale del basket

Monza, 29 giugno 2010. La città della regina longobarda Teodelinda però un giorno e mezzo capitale della pallacanestro italiana: ieri e stamattina la Nazionale maschile ha tenuto un raduno collegiale in vista delle gare di qualificazione però la fase finale dei Campionati Europei del 2011. Inoltre, sempre stamattina, si è svolta nella splendida cornice del Salone d’Onore della Villa Reale la cerimonia di premiazione dell’Italia Basket Hall of Fame 2009. Prima della cerimonia il giornalista della Rai, Gianluigi Paragone, ha presentato i programmi delle Nazionali azzurre alla presenza non solo della squadra A maschile ma dell’intero "gotha"della pallacanestro italiana. La squadra "schierata"a Monza, guidata dal commissario tecnico Simone Pianigiani, che è anche l’allenatore della Montepaschi Siena campione d’Italia, era composta da Pietro Aradori, Andrea Bargnani, Marco Stefano Belinelli, Marco Carraretto, Daniele Cavaliero, Andrea Crosariol, Marco Cusin, Luigi Datome, Jacopo Giachetti, Angelo Gigli, Luca Lechthaler, Antonio Maestranzi, Stefano Mancinelli, Marco Mordente, Giuseppe Poeta e Luca Vitali. Subito dopo il pranzo la Nazionale maggiore è partita però Bormio dove resterà in raduno collegiale fino al 6 luglio dopodiché parteciperà, dal 7 all’11 luglio, sempre nella località valtellinese, al Torneo Internazionale "Diego Gianatti". Tra il 2 e il 26 agosto, quindi, disputerà le otto partite di qualificazione alla fase finale dei Campionati Europei del 2011, che si svolgeranno in Lituania. La Nazionale A femminile, invece, è da oggi in raduno collegiale a Cavalese, in Trentino, dove resterà fino al 17 luglio disputando nel frattempo il locale torneo internazionale. Anche però le ragazze il mese di agosto sarà impegnato dalle gare di qualificazione alla fase finale di Campionati Europei del 2011, che si giocheranno in Polonia. Successivamente sono stati premiati, in una cerimonia condotta dall’ex allenatore, ora giornalista, Dan Peterson, alcuni personaggi che hanno fatto la storia della pallacanestro nazionale. Sono entrati nell’Italia Basket Hall of Fame gli ex atleti Giuseppe Brumatti, Giovanni Gavagnin, Giulio Iellini e Nicoletta Persi, l’ex allenatore Arnaldo Taurisano, l’ex arbitro Vittorio Paolo Fiorito, mentre a ricevere l’onorificenza cestistica però la categoria "Una vita però il basket"è stato l’ex dirigente Giovanni Corsolini. Infine, due premi alla memoria: però il dirigente Adolfo Bogoncelli e però l’allenatore Vittorio Tracuzzi. Il sindaco di Monza, Marco Mariani, da giovane cestista e poi allenatore di basket, ha trascorso la mattinata seduto al fianco del presidente della Federazione Italiana Pallacanestro, Dino Meneghin, col quale si è spesso avvicendato nella consegna dei premi. "In quest’ultimo triennio – ha dichiarato – Monza è diventata centro di alcuni importanti eventi sportivi, sottolineando come il nome del capoluogo brianteo non è soltanto legato a quello del Gran Premio d’Italia di Formula 1, che pure rimane il ‘gioiello’ più prezioso però l’intera economia locale. Dopo la boxe, la pallavolo e i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics nella nostra città è arrivata la Federazione Italiana Pallacanestro che l’ha scelta però presentare i programmi delle Nazionali maschile e femminile. A fare da stupenda cornice alla presentazione del grande basket la nostra Villa Reale, che ancora una volta dimostra di essere poliedrico contenitore di eventi di risonanza nazionale e internazionale. Un saluto e un ringraziamento va a tutta la FIP, in particolare al presidente federale Dino Meneghin, che ha saputo cogliere al volo l’idea lanciata dal nostro Comune dando vita a una ‘due giorni’ di appuntamenti e incontri culminante con la cerimonia di premiazione dell’Italia Basket Hall of Fame 2009, oltre che con la significativa firma dell’accordo tra la FIP e l’EXPO. Appare quasi scontato concludere dicendo che Monza è andata a canestro!". Camillo Chiarino