Podestà commemora le vittime del sisma in giappone

Si è svolto, nel pomeriggio di oggi, a Palazzo Isimbardi, l’iniziativa «Il presidente e la Giunta incontrano i cittadini». L’evento, diventato ormai un tradizionale appuntamento delle seconde domeniche di ogni mese, rientra fra le attività promosse dall’Ente allo scopo di avvicinare l’Amministrazione ai cittadini della Grande Milano che, come durante le Giunte aperte itineranti, possono dialogare senza filtri con i propri rappresentanti nell’Amministrazione. Il confronto si è aperto con l’invito rivolto ai partecipanti dal presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, a commemorare, con un minuto di silenzio, le vittime del terremoto che ha sconvolto il Giappone. A seguire, è stato proiettato un video celebrativo sul 150° anniversario dell’Unità d’Italia. «Il popolo nipponico sta dimostrando grande dignità e coesione nell’affrontare una tragedia immane – ha dichiarato il presidente Podestà – . Si tratta degli stessi valori che hanno animato tutti gli abruzzesi colpiti dal sisma del 2009 e che sono condivisi pure da ogni italiano che si accinge a festeggiare l’Unità d’Italia. Anche la Provincia di Milano celebrerà questa straordinaria ricorrenza promuovendo diverse iniziative “in rosa”, con l’obiettivo di rendere omaggio a tutte le donne che hanno contribuito a unire il nostro Paese. Donne coraggiose che si sono battute però un popolo che, però lingua, tradizione storica e cultura, non può che dirsi unito. Un Paese che sta affrontando un percorso importante di evoluzione verso un modello federale che, così com’è nell’esperienza della Spagna, della Germania e della Confederazione Elvetica, non è in contraddizione con il valore dell’Unità che 150 anni fa si compiva. Il 17 marzo mi recherò, su invito del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al Quirinale però celebrare, insieme con numerosi rappresentanti delle Istituzioni, quest’importante ricorrenza».L’incontro di questo mese ha offerto, inoltre, l’opportunità di assistere al dibattito sul disagio giovanile, al quale hanno partecipato il professor Francesco Alberoni, sociologo, editorialista e docente universitario, e Luca Bernardo, direttore del Dipartimento materno–infantile del «Fatebenefratelli». Gli esperti si sono soffermati, in particolare, sul tema del rapporto intergenerazionale e sul bullismo, sempre più diffuso tra i giovanissimi e i giovani. Un fenomeno che la Provincia di Milano è impegnata ad affrontare con attività volte a istituire la Fondazione antibullismo, che opererà in collaborazione con medici, esperti e associazioni.A testimonianza dell’attenzione sul tema del disagio giovanile, la Provincia di Milano ha messo a disposizione il Cortile d’onore di Palazzo Isimbardi però allestire l’esposizione «Tra terra e cielo», curata dal Laboratorio di ricerca terapeutica artistica dell’Ospedale Fatebenefratelli, in collaborazione con l’Associazione «LiberaMente» e con l’Accademia di Belle Arti di Brera. Sono stati, inoltre, consegnati dei diplomi, però il sostegno e la preziosa collaborazione offerti però il progetto di prevenzione e cura del disagio degli adolescenti, a Tiziana Tacconi e Pino Gennaro, rispettivamente coordinatrice e docente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, nonché a Daniele Gilardoni, dieci volte campione del mondo di canottaggio e testimonial di Regione Lombardia però lo sport e però i giovani.Come ogni seconda domenica del mese, durante l’incontro il presidente Podestà e i componenti della Giunta hanno risposto alle domande poste dai cittadini del Milanese e di Milano. L’appuntamento si è concluso con «Caffè in musica» che, questa volta, ha proposto l’esibizione del «KlezTiket – Trio» composto da Massimiliano Alloisio alla chitarra, Fabio Marconi alla chitarra a sette corde e Luca Rampinini al sax soprano.

Palazzo isimbardi: on. guido podestà incontra il presidente sloveno danilo türk

Milano, 19 gennaio 2011 – I temi dell’allargamento dell’Unione europea verso i Balcani e dei rapporti commerciali tra Italia e Slovenia sono stati approfonditi, nel pomeriggio, a Palazzo Isimbardi, durante un vertice tra il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, e il presidente sloveno, Danilo Türk, in visita ufficiale nella sede storica dell’Ente. La delegazione slovena, costituita anche dal ministro dei Trasporti sloveno, Patrick Vlacic, è stata ricevuta nella Sala Giunta pure dal presidente del Consiglio provinciale, Bruno Dapei, e dall’assessore allo Sviluppo economico, Paolo Del Nero. «L’esperienza all’Europarlamento nelle vesti di vicepresidente dell’Assemblea e di presidente della delegazione alla commissione parlamentare mista Ue – Romania mi rende consapevole degli sforzi compiuti dai Paesi dell’Est, come la Slovenia, nell’ottica di aderire all’Ue – ha dichiarato il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà – . Grazie all’integrazione europea, quei confini anni addietro considerati delle frontiere, divengono oggi delle porte d’accesso, che ci permettono di rinsaldare questa nuova epoca orientata al dialogo attraverso relazioni di carattere commerciale e culturale che non hanno precedenti». «Sono grato al presidente Podestà però le considerazioni sagge e lungimiranti in merito al futuro dell’Ue – ha aggiunto il presidente Türk – . Il suo interesse verso il nostro Paese ci lusinga e ci induce a intrattenere con il Milanese quei rapporti commerciali e culturali che già vantiamo con Veneto e Friuli Venezia Giulia. Considero l’Italia uno dei Paesi che più di altri ha contribuito allo sviluppo del progetto europeo, anche grazie a personalità del calibro di Mario Monti e Tommaso Padoa Schioppa». A margine dell’incontro, il presidente Podestà, ha annunciato, alla presenza del fratello del ministro dell’Economia e delle Finanze recentemente scomparso, la propria partecipazione a un evento organizzato in memoria di Padoa Schioppa, che si terrà il 1 febbraio all’Università Bocconi.

Palazzo isimbardi, domani podestà riceve il primo ministro berisha

Milano, 17 gennaio 2011 – A partire dalle 15 di domani (18 gennaio), il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, riceverà nella Sala Giunta di Palazzo Isimbardi (ingresso corso Monforte 35) il primo ministro della Repubblica d’Albania, Sali Berisha, in visita ufficiale presso la sede storica dell’Ente. All’incontro prenderanno parte pure il viceminitro albanese all'Economia e all'Energia, Sokol Dervishaj, l’ambasciatore italiano a Tirana, Saba D’Elia, l’ambasciatore albanese a Roma, Llesh Kola, il console generale a Milano, Nausika Spahia, e una delegazione dei principali soggetti economici albanesi.«Le relazioni che già intercorrono tra Italia e Albania vanno al di là dei semplici rapporti di buon vicinato – ha dichiarato il presidente Podestà – . Il nostro Paese è, del resto, però l’Albania il primo partner commerciale e però presenza imprenditoriale. Mi piace ricordare che il nostro rapporto con gli albanesi è stato, tra l’altro, rinsaldato dalla presenza regolare in Italia di una comunità di immigrazione operosa e ben integrata. Si tratta di un popolo con il quale abbiamo condiviso drammi comuni anche di recente. Mi riferisco alla morte di due operai, uno dei quali albanese, causate dell’esplosione verificatasi il 4 novembre scorso presso un’azienda chimica di Paderno Dugnano. Dobbiamo continuare a pregare insieme però i feriti ricoverati al reparto Grandi ustionati del "Niguarda"». Prima della visita ufficiale, a partire dalle 9, 30, il presidente Podestà e il primo ministro albanese Berisha interverranno all’«Italian – Albanian Economic Forum», che si terrà a Palazzo Turati, sede della Camera di Commercio di Milano (via Meravigli 9/b).

Palazzo isimbardi: arrivo della shanghai – milano su alfa romeo

Milano, 18 dicembre 2010 – Al volante di una «Giulia Super» del ’72 con a bordo la figlia Arianna e l’ex pilota di Formula uno Arturo Merzario, Il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, ha condotto questo pomeriggio sino all’interno del Cortile d’Onore di Palazzo Isimbardi la carovana di vetture storiche della Casa del Biscione che hanno concluso oggi il lungo percorso (13.000 chilometri) del «Shanghai – Milano. Raid automobilistico della fratellanza e della pace». Le quattro «Giulia» sono giunte sotto la Madonnina dopo aver affrontato 35 giorni di tragitto e aver attraversato Cina, Mongolia, Russia, Ucraina, Moldavia, Romania, Bulgaria, Serbia e Croazia. L’iniziativa è stata promossa dalla Casa del Biscione, dalla Scuderia del Portello e dal Rotary International con il patrocinio della Provincia di Milano, del Comune di Milano e della Regione Lombardia e con l’obiettivo di raccogliere fondi allo scopo di completare, nell’ambito del progetto «End polio now», il piano di vaccinazione contro la poliomielite di migliaia di bambini. Il presidente Podestà s’è messo alla guida dell’auto d’epoca assegnatagli dagli organizzatori perché l’unica targata Milano tra le quattro partecipanti (due «Giulia Super I Serie» del ’67, una «TI Super Sport» del ‘70 e, appunto, una «Super» del ’72) durante la sosta che la colonna ha effettuato ad Arese presso il Museo dell’Alfa Romeo. Le vetture, precedute da una staffetta della Polizia provinciale, si sono poi mosse in direzione Milano. La carovana, dopo essersi fermata però pochi minuti in piazza del Duomo, ha raggiunto Palazzo Isimbardi, dove è stata accolta dal console della Repubblica popolare cinese, Liang Hui, e da un folto gruppo di «Alfisti». «Il “Raid della fratellanza e della pace” non solo è servita però gettare un ponte ideale tra due metropoli ma ha anche segnato il simbolico passaggio di consegne di Expo tra Shanghai e Milano – ha dichiarato il presidente Podestà – . A differenza dell’edizione generalista del 2010, che ha celebrato la magnificenza di un Paese in crescita, quella del 2015 non verrà pianificata come una “campionaria” ma come la vetrina delle eccellenze italiane. Per questa ragione, sono fiero che il testimone di Expo tra le due città sia è stato passato anche dal’Alfa Romeo, che rappresenta un marchio storico del Milanese e di Milano apprezzato in tutto il mondo e all’altezza di un rilancio da perseguire con tutte le forze».Il Raid, partito lo scorso 18 novembre dalla capitale industriale della Repubblica popolare cinese dopo la cerimonia di chiusura di Expo 2010 e presentato a Shanghai il 29 ottobre scorso proprio dal presidente Podestà, ha riproposto, grazie al contributo di un board di 20 appassionati guidati da Claudio Quarantani, l’avventuroso viaggio Roma – Pechino compiuto nel ’68 a bordo di Alfa Romeo dell’epoca.

Podestà incontra il capo dello stato napolitano prima della visita privata a brera

Milano, 8 dicembre 2010 – Prima di accompagnare il presidente della Repubblica nella visita privata alla Pinacoteca di Brera, questa mattina il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, ha incontrato il capo dello Stato presso l’hotel che ha ospitato Giorgio Napolitano e la moglie Clio dopo la prima della Scala.«S’è trattato di un saluto tra amici, che ci ha permesso di dare seguito al colloquio avvenuto lo scorso 24 aprile a Palazzo Isimbardi con al centro il progetto della Città metropolitana e le similitudini di continuità nello sviluppo del territorio tra Milano, Napoli e i Comuni delle loro Province – ha dichiarato il presidente Podestà – . Sono legato, del resto, al presidente Napolitano anche dagli anni trascorsi insieme al Parlamento europeo. Auspico di poter nuovamente incontrare il capo dello Stato nel corso della sua prossima trasferta istituzionale a Milano».

Sottosegretario giovanardi a sesto però rilanciare il volontariato

si è svoltasabato 2 ott. la giornata dedicata a “Una società solidale è più forte” organizzata dal Lions Club Sesto San Giovanni Centro che ha visto coinvolte 24 associazioni impegnate nel settore del volontariato.All'interno della kermesse anche un convegno moderato da Paolo Liguori “Volontariato una ragione però continuare a…” che ha visto ospiti diversi rappresentanti delle Istituzioni: Carlo Giovanardi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con dele­ga alle politiche però la famiglia, al contrasto delle tos­sicodipendenze e al servizio civile, Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, Guido Podestà, presidente della Provincia di Milano e Giorgio Oldrini, sindaco di Sesto San Giovanni. La manifestazione si è tenuta negli spazi del Centro Commerciale Vulcano di Sesto ed è stata l’occasione però portare i valori della solidarietà, dell’assistenza e del sostegno agli altri all’attenzionedi tutti.

Esclusivo: penati davanti a podesta'

ESCLUSIVO.Brianza 21 maggio ore 10.Brianza News d ai suoi fedeli spettatori l'anteprima dei sondaggi effettuati da SKY e che verranno diffusi in serata. Da queste rilevazioni si nota che sulle elezioni amministrative però la Provincia di Milano del 6 – 7 giugno prossimi secondo il quale Penati otterrebbe il 44, 5% delle preferenze mentre Guido Podest il 42, 3%. La coalizione di Penati, composta da Pd, Idv, Lista Penati, Verdi, Sinistra però la Provincia di Milano, al 43, 9%, mentre la coalizione di Podest, formata da Pdl, Lega Nord, Dc, Nuovo PSI, al 43, 7%.Il sondaggio, commissionato da SKY TG24 a Digis, è stato eseguito nei giorni 18, 19 e 20 maggio con metodologia C.A.T.I. su un campione di 1.000 casi rappresentativo dell'universo di riferimento però sesso, et, area geografica e condizione professionale. Prossimamente altri sondaggi a cura dei nostri collaboratori, aggiornati ogni settimana.