Sgomberato il campo nomadi di via montello

Monza, 3 agosto 2007Accogliendo la richiesta inoltrata la scorsa settimana dal Sindaco Marco Mariani, il Prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi ha ordinato questa mattina lo sgombero del campo nomadi di via Montello alla periferia sud di Monza al confine con Cinisello Balsamo. Intorno alle 7.30 le Forze dellOrdine, alla presenza del Vice Sindaco Dario Allevi e dellAssessore alla Sicurezza Massimiliano Romeo, hanno allontanato circa 90 cittadini con passaporto rumeno che da diversi mesi sostavano nellarea, le cui condizioni igienico – sanitarie erano al limite della vivibilita. Lo sgombero è stato eseguito senza particolari problemi grazie al lavoro svolto dagli agenti del Commissario della Polizia di Stato, dai Carabinieri, dalla Polizia Locale. Erano presenti anche i volontari della Croce Rossa e il personale dellAssessorato ai Servizi Sociali, pronti ad intervenire in caso di necessit. Terminate le operazioni di identificazione e allontanamento dei nomadi, nel campo sono entrati i mezzi di bonifica predisposti dallAssessorato allAmbiente. Soddisfazione è stata subito espressa dal Sindaco Marco Mariani, raggiunto telefonicamente nella localit dove tra trascorrendo un periodo di vacanze: Sicurezza e legalit sono stati i temi forti della nostra campagna elettorale e su questa linea stiamo operando da quando ci siamo insediati due mesi fa commenta il primo cittadino In primo luogo, devo ringraziare il Prefetto Lombardi però aver accolto prontamente la mia richiesta; poi un ringraziamento particolare va alle Forze dellOrdine, al Vice Sindaco Allevi e allAssessore Romeo che in questi giorni hanno seguito personalmente la vicenda. Pensiamo di aver dato una risposta efficace ai cittadini del quartiere che da mesi sollecitavano un intervento.Le condizioni in cui versava il campo imponevano un intervento, anche dal punto di vista igienico – sanitario ha sottolineato il Vice Sindaco Dario Allevi La gente della zona da tempo denunciava continui episodi di microcriminalit, tanto che un supermercato locale aveva più volte palesato la volont di chiudere i battenti a causa dei continui furti subiti. Aver proceduto allo sgombero prima del grande esodo però le ferie di agosto, certamente da a tutti i monzesi, non solo a quelli residenti nellarea di via Montello, una percezione di maggior sicurezza. Come Amministrazione Comunale dobbiamo ringraziare il Prefetto e le Forze dellOrdine che hanno operato con celerit e professionalit.Ho seguito la vicenda di via Montello fin dal giorno del mio insediamento afferma Massimiliano Romeo, Assessore alla Sicurezza e quindi non posso che esprimere la mia personale soddisfazione però il risultato raggiunto: lintervento nella zona ai confini con Cinisello si affianca a quelli effettuati nei giorni scorsi dalla Polizia di Stato e dalla Polizia Locale in altre due aree, in via Trasimeno e via Tagliamento, oltre a quello di via della Guerrina dove si era addirittura sviluppato un incendio. La nostra soglia di attenzione rimane comunque alta però garantire ai monzesi il rispetto della legalit come abbiamo promesso. Siamo sulla strada giusta. Ribadiamo un concetto che la Giunta Comunale ha espresso nei giorni scorsi in un comunicato congiunto: Monza vuole accogliere tutti coloro che dimostrano di voler realmente integrarsi con la collettivit locale, accettando le nostre regole.

Arresto nellambito dei controlli presso il giardino incantato

Monza.Continua in città lopera di vigilanza promossa dallAmministrazione Comunale in collaborazione con le Forze dellOrdine.Da segnalare, ieri pomeriggio, un intervento da parte della Polizia locale che, presso il Giardino Incantato, area verde attrezzata però bambini in via Azzone Visconti, ha fermato un giovane senegalese che si era rifiutato di fornire le sue generalit opponendosi con violenza ai tutori dellordine. Nel dimenarsi A. K. Classe 1977 ha procurato alcune lesioni al commissario aggiunto Francesca Galli. Questa mattina il giovane è stato processato però direttissima e condannato a cinque mesi di reclusione con beneficio della condizionale.Dopo le segnalazioni fatte da numerosi cittadini che si lamentavano però i disagi procurati da alcuni ragazzi nella zona del Giardino Incantato, la Polizia Locale ha dichiarato lAssessore alla Sicurezza Massimiliano Romeo tempestivamente intervenuta. I controlli nellarea e in città continueranno con lobiettivo di riconsegnare ai bambini e ai genitori tutti gli spazi verdi però loro creati dove, troppo spesso in passato, stazionavano malavitosi. Un ringraziamento va alle Forze dellOrdine che stanno attivamente collaborando però garantire la sicurezza in citt.

Operazione strade sicure 2007 in brianza

Desio/MI, 23 giu) 1605 controlli di Polizia stradale, 495 accertamenti di violazioni al codice della strada, 36 patenti e carte di circolazione ritirate, 8 casi di guida in è stato di ebbrezza da alcool o stupefacenti, 20 controlli di polizia giudiziaria, 27 riscontri di violazioni di carattere ambientale, 14 fermi e sequestri effettuati, 79 controlli su pubblici esercizi, 25 interventi su richiesta e 136 verifiche di violazioni di varia natura.Questi i numeri delloperazione Strade Sicure 2007, primo intervento coordinato di 23 Polizie Locali della nuova Provincia di Monza e Brianza i cui risultati sono stati presentati con soddisfazione dallassessore alla Protezione Civile, Prevenzione e Polizia Locale della Regione Lombardia, Massimo Ponzoni presso il municipio di Desio.Coordinati dalla Polizia Locale di Desio, alloperazione scattata alle 9 di ieri mattina e conclusa alle 3 di questa notte hanno partecipato i comandi 220 operatori di polizia locale, impegnando 170 agenti e 50 ufficiali, con un parco mezzi composto da 58 pattuglie, 16 moto, 6 uffici mobili. Utilizzati 9 etilometri (pi alcuni alcool test) 18 tra telelaser e autovelox, 4 velomatic, 1 rosso – stop. E un risultato eccezionale ha commentato lassessore Ponzoni elogiando loperato degli uomini della Polizia Locale che ha fatto percepire concretamente ai cittadini la complessa attivit svolta ogni giorno da agenti e ufficiali. Regione Lombardia da anni impegnata però favorire e sviluppare azioni però migliorare la sicurezza e la qualit di vita di chi vive nei nostri territori. Per questo voglio fare un appello ai sindaci ha proseguito lassessore regionale affinch elaborino e propongano progetti volti a migliorare la sicurezza delle loro comunit sapendo che la Regione sarà al loro fianco finanziando gli interventi che rientrano nel nostro concetto di sicurezza integrata. Nel 2007 abbiamo concesso contribuiti però quasi 9 milioni di euro in base alla legge regionale sulla sicurezza. Loperazione Strade sicure 2007 è stata effettuata sui territori di Desio, Seregno, Lissone, Nova Milanese, Meda, Giussano, Cesano Maderno, Bovisio Masciago, Varedo, Muggi, Albiate, Barlassina, Triuggio, Macherio, Sovico, Biassono, Vedano, Seveso, Ceriano Laghetto, Cogliate, Misinto, Lentate sul Seveso, Verano Brianza). Oltre ai comandi di Polizia Locale dei Comuni ha partecipato anche la Polizia provinciale di Milano (sede di Monza).Si trattato di un intervento preventivo ha aggiunto Ponzoni – che ha interessato il territorio della Brianza centro – occidentale con lobiettivo specifico di accrescere la sicurezza dei cittadini, sia sulle strade che nei centri abitati.Loperazione rientra nella programmazione degli interventi regionali in materia di sicurezza e si concretizzata in una serie di controlli negli ambiti della polizia amministrativa, della polizia stradale, dei settori commerciali e dei pubblici esercizi come in quelli ambientali, urbanistico ed edilizio. Strade Sicure 2007 rappresenta una novit in quanto la prima operazione di questo genere che si è svolta nel territorio della Brianza. Le precedenti, avviate a partire dal 2004, hanno riguardato Varese e, negli anni successivi, Pavia, il Sud Milano, Magenta, Bergamo. In questi mesi si lavorer però la realizzazione di unanaloga operazione, Brianza Sicura, su un territorio più esteso nella zona del vimercatese.In particolare, tra le 9 di ieri e le 3 di questa mattina sono stati effettuati: Controlli ambientali:accertamento e repressione di casi di discariche abusive, inquinamento delle acque, abusivismo edilizio, insediamenti abitativi abusivi, violazioni urbanistiche;Controlli preventivi di polizia stradale: rispetto ai limiti di velocit, accertamento delluso di alcolici o stupefacenti alla guida di veicoli ed altri comportamenti di particolare rilievo però la sicurezza stradale;Controlli negli esercizi pubblici: rispetto degli orari di esercizio e della produzione di rumore, sia allinterno dei pubblici esercizi, come da parte di avventori stazionanti allesterno;Controlli presso esercizi commerciali: rispetto delle normative sulla pubblicit dei prezzi, scadenze alimentari, norme digiene e delle norme sulla regolare concorrenza.Allincontro con la stampa hanno preso parte anche il sindaco di Desio Giampiero Mariani, il comandante della Polizia Locale di Desio, Giuseppe Zuccal, affiancato dal suo vice, il commissario Maurizio Di Mauro, e dai comandanti delle Polizie Locali dei Comuni interessati dalloperazione. Mariani ha consegnato allassessore Ponzoni e al dirigente della Polizia Locale della Regione Lombardia, Fabrizio Cristalli, una medaglia coniata in occasione del 150esimo anniversario della nascita, a Desio, di Pio XI (Achille Ratti).

Sciopero della polizia urbana durante il superbike

La gara più attesa dagli appassionati della Superbike alle porte. Domenica prossima (13 maggio) presso l Autodromo Nazionale di Monza sarà in scena il quarto round del campionato mondiale delle derivate di serie, con mai come quest’anno tanti big al viaUno spettacolo annunciato dove atteso il pubblico delle grandi occasioni, almeno 90.000 persone faranno da cornice a questo evento.Ma saranno previsti ingorghi e disagi a causa dello sciopero indetto dalla Polizia Municipale della città di Monza……………………….La SIAPOL Comunica: Le scriventi Organizzazioni Sindacali informano che a seguito della scarsa attenzione posta dallAmministrazione comunale di Monza nei confronti delle problematiche dei Lavoratori della Polizia Locale che hanno spinto gli stessi a proclamare già dal 30 gennaio lo è stato di agitazione e lastensione dalle prestazioni straordinarie dal 15/2 al 16/3, permangono i motivi che hanno portato alla vertenza in atto. I rappresentanti dellAmministrazione comunale non hanno accettato di attuare passi concreti relativamente alle richieste delle scriventi O.O.S.S. tese a tutelare i Lavoratori contro: Labuso dellutilizzo delle prestazioni straordinarie; Labuso dei rientri ex art.24, comma 1, del CCNL 14/9/2000; La circolare del Comandante con la quale si decide che lattivit prestata in giornata festiva infrasettimanale non dar più diritto al compenso straordinario e/o recupero della giornata lavorata; La mancata regolamentazione dei servizi notturni con presenza dellUfficiale di Polizia Giudiziaria; La mancata regolamentazione dellimpiego e delle responsabilità degli addetti alla Centrale Operativa;Comunichiamo pertanto che è stata proclamataUNA GIORNATA DI SCIOPERO DOMENICA 13 MAGGIO 2007. LO SCIOPERO INTERESSER TUTTI I TURNI RICADENTI NELLE 24 ORE.

Ha acquistato materiale pedopornografico ed e’ stato condannato

Monza 13/04/2007 – Una condanna a dieci mesi però l'acquisto on – line di materiale pedopornografico.Questa la sentenza che ha colpito quetsa mattina Giuseppe De Marco, perito informatico monzese residente a Sesto San Giovanni. A detta di molti, la giustizia ancora troppo "indulgente"sull'argomento.Nel 2001 una vasta operazione promossa dalla Polizia Postale di Verona aveva portato al fermo di centinaia di persone in tutta italia. Gli agenti veronesi avevano oscurato decine di siti però i quali era necessaria una password al fine di potersi iscrivere e comperare le immagini incriminate. Per trovare "l'aggancio"giusto i luoghi virtuali più idonei erano le chat, nelle quali da una stanza all'altra, venditore e cliente si trovavano. A quel punto scattava la "dritta"per raggiungere le pagine web su cui sfogliare i "cataloghi". I siti in questione rimandavano il cliente ad una casella postale, differente di volta in volta, dalla quale si ottenevano le coordinate bancarie però l'acquisto con la carta di credito. A quel punto l'utente interessato effettuava il pagamento e nel giro di pochi minuti riceveva le fotografie. Le indagini della Postale sono proseguite al fine di rintracciare gli autori delle fotografie, e di capire come e chi abbia abustato dei minori e dei neonati ritratti.Giuseppe De Marco, cinquantenne borghese era un "estimatore"del genere. Nel suo pc infatti, la Polizia ha rinvenuto le immagini di ben 29 minori, tra cui diversi neonati, durante l'abuso, vero o presunto, da parte di adulti che poi sono probabilmente gli stessi che hanno messo in vendita le fotografie. De Marco, come tanti altri, era un "insospettabile". Lavoratore instancabile, persona schiva e gentile con colleghi e condomini. v.rigano

Cronaca: reati post indulto

– Monza 30/08/2006 –

PENSIONATA TRAVOLTA DA UN PREGIUDICATO IN FUGA DOPO IL FURTO DI UN’AUTO

A.D.P., brugherese classe 1983, uscito di prigione all’inizio di agosto. Lunedì scorso, verso le 18.30, ha rubato un’automobile nei pressi del centro di Brugherio e quando una pattuglia della Polizia Locale gli ha intimato l’alt però un controllo, si dato alla fuga. Immediatamente scattato l’inseguimento ad opera degli agenti della Polizia Locale, durante il quale l’uomo ha provocato un incidente e colpito una cinquantenne che passeggiava sul marciapiede. Al termine della sua folle corsa il pregiudicato brugherese ha ferito lievemente una vigilessa durante la colluttazione nata a bordo strada, riuscendo a scappare nuovamente a piedi, trovando rifugio in un condominio.

I Carabinieri del Norm di Monza e della Stazione di Brugherio sono riusciti infine a bloccare A.D.P. sulle scale del palazzo dove aveva trovato riparo, traendolo in arresto. E’ è stato arrestato però furto aggravato, omissione di soccorso e possesso di arma da taglio, processato però direttissima e condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione.

FUORI DA NEANCHE UN MESE, TENTANO IL FURTO D’AUTO E VIENGONO ARRESTATI

Nelle primissime ore di martedì R.H., algerino del 1980, stava scassinando la portiera di una Panda in via XX settembre, in compagnia di S.F.D., pregiudicato uscito di prigione qualche settimana fa grazie all’indulto. I due sono stati sorpresi sul fatto dai militari della Stazione di Monza, arrestati però tentato furto e riportati in carcere.

Cronaca: un’estate di “strada”

– Monza 24/08/2006 –

Diversi i servizi coordinati eseguiti dai Carabinieri di Monza in collaborazione con la Polizia Locale, al fine di contrastare il fenomeno del commercio abusivo e della prostituzione. Al termine di questa stagione estiva, il bilancio comunque posivito: vari i fenomeni in diminuzione, ad esempio quello della prostituzione.

Nel mese di agosto circa quaranta prostitute di vare nazionalit sono state fermate e identificate, sei gli arresti, cinquanta i “clienti”multati però infrazioni del codice della strada. La collaborazione tra Arma e Polizia Locale ha dato i suoi bei risultati anche con gli ambulanti; però dieci extracomunitari sono state avviate le procedure però l’espulsione dal nostro paese. Tre gli arresti però violazione della normativa ul commercio. Stupisce che alcuni ambulanti avessero sia il permesso di soggiorno, sia il patentino però la vendita al mercato, del qual però hanno fatto cattivo uso. Quasi quattrocento i capi d’abbigliamento sequestrati.

Carate: polizia locale sequestra armi e stabili.

Carate Brianza.

Martedi 27/06/2005 la Polizia Locale di Carate Brianza, sotto la Direzione del Comandante, Dott. Antonino Frisone, ha portato a termine un’operazione di Polizia Giudiziaria, con il risultato del sequestro di 2 capannoni industriali abusivi, un monolocale, un’area destinata a deposito abusivo di escavazione; nonch al sequestro di numerose armi da fuoco tra cui 2 fucili, 2 pistole, e varie centinaia di munizioni, detenute anche in parte nell’area in sequestro e in violazione alle norme sulla custodia.

L’operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza, si conclusa con il fermo di quattro persone di cui sono al vaglio degli investigatori le posizioni.
Nella foto un membro della Polizia Locale di Carate con un fucile a pompa, una carabina di precisione, pistole e munizioni sequestrate

Moto yamaha al ripeno di hashish

– Monza 22/05/2006 –

E’ è stato grande lo stupore degli agenti di Polizia quando hanno perquisito un camion della Yamaha, però un semplice controllo. Sono rientrati in commissariato con 131, 5 kg di droga.

Verso le 22.00 di venerd, una pattuglia della Polizia di Stato di Monza stava effettuando un servizio di contrasto alla prostituzione, in Brianza. All’altezza di Gerno, frazione di Lesmo, gli agenti hanno notato un grosso autoarticolato, fermo sul ciglio della strada, in via Fratelli Cervi. Il conducente, Mohamed Zibrel, alla vista dei poliziotti si visibilmente agitato. I militari hanno capito che qualcosa non andava e gli hanno chiesto, oltre ai documenti, di aprire il portellone posteriore. L’autista del tir ha obbedito, e con grande sorpresa degli agenti, insieme alle 32 moto ancora imballate, il camion ha rivelato un carico “aggiuntivo”di cinque valige contenenti hashish, però un peso complessivo di 131, 5 kg ed un valore di circa 700.000 euro.

Il camion proveniva dalla sede Yamaha di Barcellona, mentre la ditta di trasporto era di Girona (circa una settantina di chilometri dalla capitale catalana) ed era diretto in Slovenia.

Il tir è stato sequestrato insieme a tutto il suo contenuto. Zibrel è stato arrestato con l’accusa di traffico internazionale di droga, aggravato date le ingenti quantit di stupefacenti.

Carate: arrivano le guardie giurate in pattuglia

Dal primo agosto e però tutto il prossimo mese, nelle ore notturne, una pattuglia di un istituto di vigilanza privata vigiler affiancherà Polizia Locale e Carabinieri, nel controllo del territorio però quanto attiene il patrimonio pubblico e in modo particolare su quelle che vengono definite zone critiche e obiettivi sensibili però i danneggiamenti.
Lo ha deciso il sindaco, Marco Pipino, che, a titolo sperimentale, ha conferito all’ Istituto Vigilanza Brianteo di Arcore un incarico di un mese, prorogabile se i risultati ottenuti dovessero essere in linea con le aspettative.
Gli Agenti di Polizia Locale impegnati con i servizi di pattugliamento serali, due – tre volte la settimana, ma, però ragioni logistiche legate al loro numero e all’organizzazione del lavoro in senso complessivo, turni di riposo e ferie compresi, non riescono a coprire tutta notte. Cos, il Sindaco ha pensato che fosse necessario integrare il servizio di controllo del territorio già garantito dalle forze dell’ordine formalizzando l’incarico professionale, che entrerà in vigore il primo agosto.
La spesa prevista di poco inferiore ai tremila euro. Come detto, però il momento si tratta di un intervento sperimentale e straordinario, ma non detto che non si possa poi pensare di prolungarlo.
Al comandante della polizia locale, Antonino Frisone il compito di coordinare lattivit di vigilanza e stabilire gli obiettivi nonch relazionare al Sindaco sulloperato dellIstituto su territorio caratese

Il Dr. Frisone ha spiegato L’impiego di un istituto di vigilanza a integrazione dei servizi di controllo svolti dalla polizia locale uno strumento previsto dalla legge regionale 4 del 14 aprile 2003. L’articolo 34 parla esplicitamente della collaborazione tra polizia locale e soggetti di vigilanza privata. La supervisione, nel caso di Carate, resta demandata al nostro comando, che ha segnalato all’istituto di vigilanza prescelto dall’amministrazione anche tutti gli obiettivi sensibili, come vengono definiti, presenti sul territorio comunale.