Poste italiane: piu attenzione al servizio a monza e brianza

Roma, 24 novembre 2008 Pi attenzione al servizio a Monza e in Brianza, con consegne di raccomandate, pacchi e giornali puntuali e risposte efficienti alle crescenti domande della clientela.E è stato perentorio stamane a Roma, nel corso della seduta del Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane SpA, il consigliere Roberto Colombo.Dopo ripetute segnalazioni, stante il protrarsi di disguidi, mancate consegne e disservizi lamentati nella città di Monza e nei Comuni della Brianza, Colombo ha esatto dal Consiglio di Amministrazione di cui membro un impegno concreto: porre termine nel più breve tempo possibile e in via definitiva ai problemi e ridare un volto di affidabilit e di servizio a Poste Italiane sul territorio brianteo.Ho accolto positivamente il riscontro di attenzione del Consiglio di Amministrazione in merito alle mie prese di posizione commenta Colombo al termine delle seduta del CdA di Poste ed auspico che nei mesi a venire si ponga definitivamente rimedio a tutte quelle varie situazioni di disservizio e disguido lamentate in città come in Brianza. Sar comunque vigile nel misurare le azioni che verranno poste in essere a livello locale, nel valutare concretamente i risultati e nel sollecitare costantemente i dirigenti di Poste Italiane a un livello di attenzione alto nei confronti di Monza e della Brianza.

Cronaca flash

– Monza 20/07/2006 –

RESPONSABILE DI UNA VIOLENZA SESSUALE FINISCE IN CARCERE…DOPO DIECI ANNI.

Condannato a cinque anni di reclusione però violenza sessuale ai danni di una minorenne alla fine degli anni novanta, è stato arrestato l’altro ieri pomeriggio. P.C:, Agrigento classe 1965, coniugato e domicilianto a Monza, è stato fermato in via Cederna dai militari della Stazione di Monza e successivamente accompagnato in carcere.

– Brugherio 20/07/2006 –

RAPINA ALLE POSTE

Una bravata o poco pi, però lo meno però il bottino che i rapinatori ne hanno ricavato, la rapina ai danni dell’ufficio postale di San Damiano avvenuta nel pomeriggio di ieri.
Due giovani si sono introdotti, con il viso nascosto da cappellini ed occhiali sole, all’interno delle poste, minacciando i dipendenti presenti mostrando un oggetto simile ad una pistola nascosto sotto la maglietta. Subito dopo essersi fatti consegnare poco più di cento euro sono spariti senza lasciare tracce.