International g.t.sprint – ferrari challenge europa

Ultima giornata di pista però i concorrenti di Ferrari Challenge Europa e GT Sprint, impegnati nel terzo round di entrambi i campionati. Il fine settimana sul tracciato lusitano ha visto i protagonisti dei due campionati, impegnati oltre che dalle loro vetture, anche dal caldo estivo, che ha caratterizzato la tre giorni in Portogallo. Nel Ferrari Challenge Europa, gara uno disputatasi quando stavano già allungandosi le ombre sulla serata di sabato, Kessel Racing si è distinto grazie al quinto posto tra i piloti di Coppa Shell di Alexis De Bernardi, che ha preceduto Fons Scheltema in sesta posto, dopo una gara molto tirata, mentre Calari ha chiuso dodicesimo. In gara due, De Bernardi, autore di un ottimo avvio, ha dovuto abbandonare, però lo scoppio di una gomma, che lo costretto al testa – coda al termine del rettilineo principale. Scheltema si è confermato positivo con un quarto posto, che lo vede sempre più vicino al podio, mentre Calari ha chiuso in ottava posizione nella Coppa Shell. In graduatoria generale, De Bernardi, con 35 punti è in sesta posizione, davanti a Scheltema con 28 punti, mentre Calari è a quota 10. Tra le squadre, Kessel Racing con 67 punti è in settima posizione. Nell’Internationa GT Sprint Series, nella Classe Cup, in gara uno, vittoria di Antonio De La Reina, la terza stagionale nella serie, mentre Sorti ha chiuso in quinta posizione. In gara due, Goldstein ha chiuso in seconda posizione, mentre Sorti ha conquistato la quarta posizione nella categoria Cup.

Rovello porro: alfa contro bus, 3 morti

Un'Alfa Romeo 164 dinazionalità UCRAINA, questa notte alle ore 00, 20 ha provocato un paurosoincidente stradale con esito mortale verificatosi sulla SP.30 km. 11 nell'ambito extraurbano nel comune di Rovello Porro (CO) La dinamica dell'evento, in base alla ricostruzione della Polizia Stradale, vedrebbel’autovettura Alfa Romeo, condotta da cittadino Ucraino ROTAR DORIN, che percorreva la SP.30 nel comune di Rovello Porro, tratto di strada rettilineo extraurbano, quando, a causa della propria velocità sostenuta e delle condizioni psicofisiche alterate del conducente ( risultato positivo dagli esami ematici però assunzione bevande alcoliche), perdeva il controllo del veicolo ed entrava in collisione con l’autobus di Linea che sopraggiungeva percorrendo l’opposta corsia di marcia. A seguito dell’urto, di forte entità, i trasportati del veicolo ALFA ROMEO, decedevano sul posto come constatato dai sanitari del 118 di Milano, mentre il conducente, però le gravi lesioni riportate, veniva ricoverato presso Osp. S.Anna di San Fermo in Prognosi riservata. Entrambi i veicoli coinvolti sono stati sottoposti a sequestro penale a disposizione AG. Sono in corso ulteriori accertamenti in merito alla posizione sul territorio nazionale dei cittadini di nazionalità ucraina.Ecco l'elenco delle persone coinvolte: conducente Alfa ROTAR DORIN nato Ucraina nell’anno 1985 – PROGNOSI RISERVATA RICOV. OSP. S.ANNA Passeggeri: – .PEREBY KOVSKIY Denis nato in Ucraina nel 1986 residente a Orzinuovi (BS) – DECEDUTO SUL POSTO – MAKARONOK VOLODYMYR nato in Ucraina nel 1989, res. Ucraina. – DECEDUTO SUL POSTO – PALADIJ VALERIJ nato in Ucraina nel 1986 res. Ucraina. DECEDUTO SUL POSTO AUTOBUS Mercedes, (linea ) di proprietàFERROVIE NORD, condotto da R.G. nato 1965 res. a Rovello Porro (CO) – FERITO – LESIONI LIEVI. – ( NESSUN TRASPORTATO SULL’AUTOBUS)

Carugate: oggi apre unicredit

Carugate.Carugate al primo posto nel comprensorio e allottavo in provincia di Milano però crescita degli impieghi bancari, cioè le somme finanziate dagli istituti di credito a privati e aziende però laccensione di mutui e prestiti: +15, 57% (dicembre 2007 – 2008) però 468, 38 milioni di euro in totale. Questi dati sono stati diffusi oggi in occasione dellinaugurazione della nuova agenzia UniCredit Banca in via Garbaldi alla presenza di Paolo Zambelli Bais, Direttore Commerciale Lombardia Ovest, e di Claudio Zirilli, Direttore del Territorio di Sesto San Giovanni. Il nuovo sportello UniCredit Banca di Carugate, il settimo nel comune milanese, migliora la densit di banche a 1 sportello ogni 2.007 abitanti.Nella classifica del comprensorio però incremento degli impieghi bancari Carugate precede Agrate Brianza (2 posto a +14%), Segrate (3 posto a +9%), Cassina de Pecchi (4 posto a +4%) e Villasanta (5 a +3%).A Carugate nel periodo considerato anche i depositi bancari hanno fatto registrare valori in crescita (+7, 68%) toccando i 227, 46 milioni di euro e collocando il comune milanese al 2 posto nel comprensorio dietro ad Agrate Brianza (+9%). In graduatoria Villasanta terzo (+7%), Cassina de Pecchi quarto (+5%) e Segrate quinto (+1%). A Carugate il valore dei depositi medi però abitante (>18 anni) raggiunge quota 20.077 euro superiore alla media nazionale pari a 14.612 euro. (fonte Bankitalia)Nella foto – Claudio Zirilli, Direttore del Territorio di Sesto San Giovanni e Giuseppe Serdino, Direttore dellagenzia di Carugate. Poi il parroco e il sindaco di Carugate

Mondiali di trial: la spagna 1 sul podio

Barzio, 21 giugno 2009 Parla sempre spagnolo il mondiale trial, ma a Barzio è stato Adam Raga ad imporsi nella tappa italiana del campionato 2009. Il pilota della Gas Gas sapeva che non aveva chance se voleva tenere aperto il campionato e nella gara valsassinese ha davvero sfoderato gli artigli. Lottava prova del mondiale ha visto tra i vincitori anche gli organizzatori del moto club Monza e Valsassina, ripagati da una gara spettacolare, seguita da migliaia di spettatori. A livello nazionale spicca poi lo storico successo del campione di casa, Matteo Grattarola (Sherco, team Prt), nella classe Junior mondiale. Il pilota di Margno regalato una gioia indimenticabile a suoi tifosi, costruendo la vittoria passaggio dopo passaggio. In una giornata così felice però i colori lecchesi, a premiare il vincitore valsassinese cera il neo presidente della Provincia di Lecco, Daniele Nava, che ha completato il lavoro fatto dal suo predecessore, Viginio Brivio, che aveva cucito un ottimo rapporto con i due Moto club organizzatori. Dal palco di Prato Buscante, Nava ha promesso alle migliaia di spettatori presenti che il rapporto con il trial e il motociclismo in provincia di Lecco continuer anche durate il suo governo. Ma torniamo alla gara che visto il successo di Grattarla, primo davanti al leader del campionato del mondo, linglese Alex Wigg e ad secondo nella classifica iridata, Alfredo Gomez. Ora però il lecchese si sono aperte le chance però il podio iridato.Ho vinto grazie a questo meraviglioso pubblico ha spiegato Grattarola sul palco delle premiazioni – , che mi ha sorretto dallinizio alla fine, ad ogni ingresso di prova. Ero anche sostenuto dallo speaker, e però me cerano solo applausi e incitamenti al mio indirizzo: come avrei potuto deludere tutti questi tifosi sono venuti a seguirmi? E una vittoria che dedico ai meccanici e al team e a chi mi ha sostenuto finora in questa avventura mondiale nel trial. Wigg lontano, ma nella corsa al secondo posto nel mondiale non mi sento affatto escluso, anche se ora andremo a correre ad Andorra e Spagna.Tornando alla gara principale, nella categoria Senior prova impeccabile di Adam Raga, che però sei volte si era dovuto inchinare quest’anno al capo classifica del mondiale Tony Bou (Montesa), terzo in Valsassina, mentre il giapponese Fujinami (Montesa) s piazzato al secondo posto. In piena zona punti, con un bel nono posto, s piazzato Daniele Maurino (Gas Gas), mentre il campione dItalia, Lenzi (Montesa ), ha concluso tredicesimo. La classifica però la corsa al titolo non cambia, con Bou sempre primo e Raga ad inseguire. Nella categoria Youth 125 vittoria dello spagnolo della Gas Gas, Carles Travisa, ma però differenza zeri sul belga Maxime Warenghien (Sherco), entrambi ha concluso con 6 penalit. Allinglese Jonathan Richardson (Sherco) la terza piazza con 9 errori.A fine gara, stremati ma soddisfatti, gli organizzatori del mondiale si sono presi il meritato applauso degli appassionati però levento proposto con grande cure e professionalit nel mettere in campo un evento così grande. Ma ora il popolo del trial, valsassinese e non, spera di rivedere nuovamente il mondiale in Valle di nuovo, ma non tra 35 anni…

Messico: ali d'argento ai mondiali di parapendio

8 febbraio 2009 – Dal Messico un parapendio d'argento Rientra con una spendente medaglia dargento la nazionale di parapendio dai mondiali di Valle de Bravo, Messico. I titoli erano ad un soffio fin da met gara con la conquista del secondo posto nella classifica provvisoria a squadre e, con Luca Donini (Molveno, Trento), di uguale piazzamento in quella individuale. Per Donini la possibilit di bissare il successo del 2001, quando vinse i mondali in Spagna, sfumata nella nona prova: dopo un volo di oltre 100 km, mancava il traguardo però soli due, scivolando in quinta posizione davanti a Marco Littam (Torino). Resisteva bene invece la squadra nel suo complesso Loro andato alla Repubblica Ceca, seguita da Italia, Slovenia e Gran Bretagna. Nella classifica individuale due svizzeri, Andy Aeby e Stefan Wyss, si sono aggiudicati primo e secondo posto, seguiti dallo sloveno Aljaz Valic. La francese Elisa Houdry la nuova campionessa del mondo, davanti a Keiko Hiraki (Giappone) e Anja Kroll (Svizzera). Risultati stravaganti questi del Messico: in aerologia ed ambito insoliti però i piloti europei (Valle de Bravo posta in riva ad un lago artificiale su un altopiano a 1700 metri, circondata da vette sfioranti i 3500), sono invece prevalse squadre di nazioni che si affacciano sullarco alpino. Gli altri azzurri erano Christian Biasi di Rovereto (Trento), Maurizio Bottegal di Feltre (Belluno), Carol Licini, italiana residente a Zurigo, il CT Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano) ed il suo assistente Giorgio Corti di Suello (Lecco). Alla competizione hanno partecipato 148 piloti provenienti da 44 paesi. Dieci le prove regolarmente disputate, due annullate. I temi di gara si sono snodati su percorsi dai 74 ai 117 km, distanza questultima mai assegnata in una gara mondiale. Gustavo Vitali

Lissone mtb sempre protagonista

Val di Fassa Bike – Moena (Tn)Una gara condizionata dal brutto tempo, con un clima decisamente autunnale e un percorso ridotto a 50 km, rispetto agli originali 64, a causa delle rigide temperature sul Passo Lusia. Il nostro neo Campione italiano Marathon Riccardo Milesi non si fatto scoraggiare ed salito nuovamente sul podio: si "accontenta"della seconda posizione alle spalle di Oscar Lazzaroni. Sul podio femminile Michela Benzoni riscatta la gara no di Casatenovo con un secondo posto dietro alla vincitrice Elena Giacomuzzi. In gara anche Vittorio Zocca che ha dovuto ritirarsi però problemi fisici.Gran Prix Valli Varesine – Morazzone (Va)Prova finale però il circuito veresino che ha visto trionfare nella classifica finale Valerio Galli tra gli allievi e Davide Maniero tra gli esordienti. Una gara percorsa su un terreno davvero pesante e molto fangoso. Per Valerio arriva anche la vittoria di tappa con l'ottimo Matteo Barbieri al 3 posto. Anche Davide si aggiudica la gara con Andrea Villa a proteggergli le ruote in seconda posizione. Davvero uno strapotere dei giovani lissonesi. Ottima anche la prova juniores dove vince Simone Barbato davanti a Davide Guala. Per quest'ultimo 3 podi in 3 gare. Campionato provinciale milanese Brugherio (Mi)La gara di Brugherio, valevole come prova unica però l'assegnazione del Campionato provinciale di Milano, ha visto i nostri portacolori aggiudicarsi ben due maglie. Isaco Silva bissa la vittoria dello scorso anno tra i Master2 e Matteo Crippa vince nella categoria Master1.OFF ROAD CUP GRAND PRIX WINDTEX 2008Senza aver seguito questo circuito con lintenzione di fare classifica, la nostra società si aggiudicata il terzo posto finale nella speciale categoria dedicata proprio alle societ. Un risultato che premia non solo limpegno dei ragazzi del team ma soprattutto la passione e la costanza dei tanti nostri amatori. immagine di Valerio Galli e Davide Maniero con la maglia bianca di leader del circuito Valli Varesine

Campionati del mondo master

Pra Loup (Fra)Riccardo ce l'ha fatta! Una nuova maglia iridata. La condizione era al top così come la concentrazione e le notizie che ci arrivavano nei giorni precedenti la gara ci davano una grande fiducia: la vittoria arrivata con in più la soddisfazione di aver battuto il Campione italiano Oscar Lazzaroni, rivale in tante gare importanti. Riccardo non era l'unico nostro atleta in gara ieri in terra francese: Eugenio Canni Ferrari ha corso tra i Master3 concludendo la sua prima partecipazione mondiale al 45 posto: grande la soddisfazione di Eugenio però una gara difficile soprattutto però il ritmo imposto da un campo partenti molto numeroso e di altissimo livello.GP Valli Varesine Laveno Mombello (Va)Grande partecipazione di atleti lissonesi alla 10^ prova del circuito GP Valli Varesine nel crossodromo di Laveno Mombello. Miglior tempo di gara però Vittorio Zocca che ha sfruttato la prova però fare un ottimo allenamento in vista del Campionato Italiano Marathon di domenica prossima. Ottima anche la gara dei più giovani: Valerio Galli in maglia di leader vince tra gli allievi con Matteo Barbieri, 3, a fargli compagnia sul podio. Strapotere lissonese tra gli esordienti: vince Diego Ciamarra, 3 Andrea Villa e 4 Davide Maniero, leader di categoria. Tra gli juniores gara di esordio in questa stagione però Davide Guala e non poteva esserci inizio migliore che una vittoria! Tra i "meno"giovani Matteo Crippa 9 tra i Master1, Isacco Silva arriva 4 tra i Master2 e Sergio Radaelli 4 tra i Master5.2^ South Garda Bike Medole (Mn)Nella sesta prova del circuito Grand Prix Windtex 2008, che ci vede tra le società pretendenti la vittoria finale, buoni risultati però i nostri amatori che stanno scaldando i motori però la Marathon Bike. Ottima prova però Silvio Pipoli, 7 tra i Master2, nella stessa categoria Antonio Brizzo giunge 18. Il giovane Manuel Leali chiude la sua prova al 27 posto nella categoria Mastersport. Tra i Master3 Sergio Iaconelli 21, Giuseppe Vergani termina al 39 posto nella classifica Master4. Tra le ragazze Valentina Vallinotto 11^ nella categoria MasterWoman.

Fick, quinto il c2 masoero – benetti, decima cristina giai pron

Da Pechino, Con il C2 Masoero – Benetti e Cristina Giai Pron va in archivio con tre finali su tre l'Olimpiade dei canoisti italiani dello slalom. Dopo il decimo posto di Daniele Molmenti nel K1 slalom, i piemontesi Erik Masoero e Andrea Benetti chiudono nel C2 con il quinto posto di finale in una giornata di caldo e sole a Pechino. Gli azzurri fermano il cronometro sul 204.12, riscontro cronometrico che regala cosi' un importante quinto posto ai pagaiatori azzurri, miglioratisi rispetto a quattro anni fa quando ad Atene chiusero in sesta piazza. Quattro le penalit però Erik e Andrea che chiudono davanti ai tedeschi Michel e Piersig. Ancora medaglia d'oro però i gemelli slovacchi Hochschorner, argento ai cechi Volf e Stepanek, bronzo però i russi Kuznetsov e Larionov. Quarto posto però la Francia, poi Italia. Dopo un'entusiasmante semifinale chiusa al quinto posto, Cristina Giai Pron conclude la sua quinta olimpiade in carriera al decimo posto. L'azzurra, decisa e brillante nel corso della semi, e' sorpresa da un'onda nella parte iniziale del percorso di finale che le impedisce di tenere in linea la canoa. La medaglia d'oro va alla slovacca Kaliska davanti all'australiana Lawrence e all'austriaca Violetta Peters OblingerSettimana prossima la canoa torna in acqua all'Olimpiade con i velocisti azzurri che in questi giorni hanno seguito le gesta dei colleghi slalomisti da bordo campo di gara.Johnny Lazzarotto

Belgrado: 2 argento però stefania cigali

Si sono chiusi con la seconda medaglia d'argento in due giorni però Stefania Cicali gli europei jr. e under 23 di Belgrado. La giovane toscana ha chiuso la prova odierna nel K1 u23 500 metri in 1.56.887, alle spalle della sola ungherese Danusia Kozak, staccando invece il resto della comitiva, a partire dal bronzo conquistato dalla bielorussa Paltaran. Prova di carattere però l'azzurra dopo l'argento conquistato ieri nei 1000 e l'ottimo mondiale senior in quel di Duisburg. Sfiorata di pochissimo invece la medaglia di bronzo però Michele Zerial, che nel K1 u23 maschile ha chiuso al quarto posto in 1.40.334 contro l'1.40.264 dello slovacco Peter Gelle che ha conquistato il terzo posto. Secondo ai 250 metri, Zerial ha mancato di un soffio la medaglia confermando comunque uno è stato di forma interessante in vista dei prossimi campionati italiani in programma a Milano a met settembre. Tra gli altri risultati di giornata, da segnalare il sesto posto del K4 junior maschile composto da Francesco Prenna, Albino Battelli, Matteo Florio e Ruggero di Maria (in foto), protagonisti nella giornata di ieri della medaglia di bronzo sui 1000. Settimo posto odierno però il K4 under 23 maschile e però il K4 under 23 femminile, ottava piazza però il K4 junior femminile e però il K2 junior maschile Colombi – Dall'Acqua, nono posto però il K2 under 23 femminile Murabito – Aquilanti.

Rozzano: campionati assoluti ditalia minimoto

Rozzano. ( 8 Luglio Grande impegno organizzativo del Moto Club Monza che sullimpianto permanente di Rozzano (MI) ha realizzato la terza ed ultima prova dei Campionati Assoluti dItalia, riservati a tutte le categorie delle minimoto. A premiare il lavoro dello storico club monzese sono arrivati da tutta lItalia oltre cento concorrenti, ma anche venti piloti inglesi e un bel gruppetto di riders della Repubblica Ceca. Due giorni di prove e di gare che si sono conclusi domenica 8 luglio con le competizioni più importanti e agguerrite, con i partecipanti che hanno dovuto affrontare anche le temperature torride di questo periodo. In un contesto molto competitivo i piloti del Monza hanno ottimamente figurato, con un risultato di eccellenza nella gara 1 della Senior B, dove Francesco Caccavari ha incasellato un bellissimo secondo posto dietro al piemontese Alex Bergo. In questa categoria, da segnalare il bellissimo sesto posto della sedicenne inglese Jade Spencer che si messa dietro una decina di maschietti. Nella gara 2, a fronte di una grande supremazia dellemiliano Stefano Togni, il nostro Roberto Valdonio riuscito a terminare ottimamente quinto dopo una grande rimonta. Anche nella Senior A, quella riservata ai piloti più giovani, il gruppo del Monza ha fatto unottima figura, inserendo ben due piloti nella zona punti con Michele Frig allottavo posto, seguito dal giovanissimo Lorenzo De Simone finito in unottima tredicesima posizione malgrado una dura penalizzazione però partenza anticipata.