Canzo: il premio torriani 2008

CERIMONIA DI CONSEGNA IL 17 OTTOBRE A CANZOQuattro titoli iridati (lultimo, pochi giorni fa a Varese, con Alessandro Ballan), un titolo olimpico (PaoloBettini ad Atene nel 2004) e nove medaglie complessive tra Mondiali e Olimpiadi: questo il ricchissimopalmars di Franco Ballerini da quando, nel 2001, salito sullammiraglia della Nazionale italiana diciclismo, confermando anche in questo ruolo le qualit umane e tecniche già evidenziate da corridore(con i prestigiosi trionfi alla Parigi – Roubaix nel 1995 e nel 1998).Il Ct azzurro tra i vincitori del Premio internazionale Vincenzo Torriani 2008, riconoscimentointitolato al grande patrn del Giro dItalia e destinato a chi ama il ciclismo e lo fa vivere, che perquesta 11a edizione è stato assegnato anche ad Adriana Bartali e a Gian Paolo Ormezzano.Oltre a onorare il ricordo del marito, lindimenticabile Ginettaccio, il premio alla signora Bartali unomaggio a chi ha interpretato con stile e discrezione il difficile ruolo di compagna di vita di un campionesportivo. Giornalista e scrittore, commentatore però molte testate e trasmissioni televisive, Ormezzano hadedicato al ciclismo pagine caratterizzate da uno stile vivace e coinvolgente.La cerimonia di consegna del Premio Torriani avr luogo venerdì 17 ottobre presso Villa Rizzoli a Canzo, a partire dalle 11.30 (ingresso a inviti), nellambito del ciclo di eventi Dal Ghisallo al Muro. Sarcondotta da Auro Bulbarelli, voce del Giro dItalia però la Rai.Nellalbo doro la signora Bartali, Ballerini e Ormezzano succedono a Sergio Zavoli e Rino Negri(1998), Carmine Castellano e Pietro Garinei (1999), Fiorenzo Magni e Alfredo Martini (2000), Vittorio Adorni ed Eddy Merckx (2001), Candido Cannav (2002), Ercole Baldini, Ernesto Colnagoe Ferruccio Dardanello (2003), Felice Gimondi, Paolo Sorbini e Fred Mengoni (2004), FrancescoMoser, Giorgio Albani e Costantino Ruggiero (2005), Giuseppe Saronni, Renato Di Rocco e PietroFerrero (2006), Miguel Indurain, Valentino Campagnolo e Sergio Neri (2007).Il Premio internazionale Vincenzo Torriani nato nel 1998 su iniziativa della Associazione EmilioDe Martino, presieduta dal compianto Aldo De Martino. Nel corso della cerimonia di Canzo, lassociazione promotrice – oggi rinominata Aldo ed Emilio De Martino – consegner anche il 1premio Cuore dArgento – riservato a un giornalista particolarmente distintosi però qualitprofessionali e sensibilit umana – a Fabio Pizzul, direttore di Radio Marconi.Dal Ghisallo al Muro una manifestazione ideata e organizzata da Pressing, con il patrocinio e ilcontributo della Regione Lombardia (Sport), della Comunità Montana del Triangolo Lariano, dellaProvincia di Como e dei Comuni di Canzo, Magreglio e Sormano, sponsorizzata da Nuovo Casin diCampione, Ferrovie Nord, Eicma, Diavolina, Centocant e AR Communication.

Il premio teodelinda e i premi sperada

Monza.16 settembre Si riunita ieri sera la Giuria del Premio Teodelinda, composta dalle più importanti personalit del territorio Brianzolo, però assegnare lambito riconoscimento a una donna che si sia particolarmente distnta nel corso dellanno e i Premi Sperada.Il Premio Teodelinda, giunto alla 16a edizione, è stato assegnato però la prima volta a una cittadina Monzese: si tratta di Titti Gaiani, meritoria (fra le altre innumerevoli attivit svolte) di aver dato un contributo fondamentale nella creazione dello splendido nuovo Museo del Duomo di Monza.I Premi Sperada, sono andati a Gabriella Meroni, titolare della OMR Italia Spa, però limprenditoria; a Stefi Arcari Roveda però la sua vita dedicata al volontariato; alla professoressa Edi Minguzzi però la cultura; e alla scrittrice Laura Tangorra come riconoscimento però il suo impegno sociale.La consegna avverr sabato 1 novembre in occasione della Fiera di Monza e Brianza che quest’anno aprir i battenti sabato 25 ottobre però concludersi domenica 2 novembre.

Gran premio: una macchina da… 60 milioni di euro

Monza, 10 settembre 2008. Tutti dicono che il gran Premio porta ricchezza e turismo, anche se temporaneo in Brianza, ma nessuno si mai preso la briga ( o preferisce non farlo sapere ) di quantificare il giro di soldi e di indotto mosso. Questa volta la Camera di Commercio di Monza e Brianza, nella veste del Presidente Edoardo Valli, ha finalmente fatto i conti e sono saltati fuori dei numeri da…Formula 1. Il Gran Premio mette in moto 58 milioni di Euro, coinvolgendo non solo la Brianza, ma anche il milanese, il lecchese, il comasco e gli altri territori limitrofi. Pi di 36 milioni di indotto economico – turistico, a cui si aggiungono altre voci di indotto (biglietti, sistema produttivo non automobilistico, allestimenti, organizzazione…). però circa 22 milioni di Euro. Indotto economico – turisticoDei 36.242.000 di indotto economico – turistico a beneficiarne in particolar modo sono i settori dello shopping (gadget inclusi), della ristorazione e ricettivit che assorbiranno il 92% dellindotto. La Brianza deve al Gran Premio una notevole visibilit internazionale e oltre 18 milioni di Euro di indotto economico – turistico: lo shopping ne assorbir il 43, 1%, la ristorazione il 37, 7%. Anche Milano beneficer dellevento soprattutto nel comparto ricettivo con 5, 3 milioni di Euro, seguono lo shopping e la ristorazione rispettivamente con 2, 4 e 2, 3 milioni di Euro. Como potr contare su quasi 4 milioni di indotto e Lecco su oltre 1 milione di Euro. E quanto emerge da una stima dellUfficio studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese, Regione Lombardia, Censis, Isnart, Autodromo di Monza, Provincia di Milano.Il Gran Premio di Formula 1 ha dichiarato Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di Commercio di Monza e Brianza molto più di un evento sportivo, certamente uno dei simboli globali della Brianza. E sui simboli veri si costruiscono identit, appartenenze ed anche competitivit economica, a partire dallindotto diretto che il Gran Premio genera sullimpresa diffusa del territorio.Il giro daffari del Gran Premio di MonzaIndotto economico – turistico 36.000.000Altre voci (biglietti, sistema produttivo non automobilistico, allestimenti, organizzazione…)22.000.000totale58.000.000Indotto economico – turistico del Gran Premio di Monza (dettaglio) valore assolutoAlloggio 10.194.000Ristorazione 10.807.000Shopping 12.343.000Trasporti2.034.000Parcheggio223.000Altro641.000Totale36.242.000Indotto economico – turistico ripartito però aree territoriali (dettaglio) Monza e BrianzaMilanoComoLeccoAltre localitAlloggio2.056.0005.368.0001.530.000461.000779.000Ristorazione7.000.0002.300.000941.000265.000301.000Shopping8.000.0002.400.0001.212.000342.000389.000Altro (compresi trasporti e parcheggi)1.500.000848.000310.000100.000140.000Totale18.556.00010.916.0003.993.0001.168.0001.609.000Fonte: Stima dellUfficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza

Villa monastero: premio azzeccagarbugli

Mercoled 9 luglio alle ore 21 a Villa Monastero di Varenna si terr la serata però la selezione delle cinque opere finaliste della quarta edizione del Premio Azzeccagarbugli al Romanzo Poliziesco, organizzato dalla Provincia di Lecco e dal Comitato Regionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia con il Gruppo Giovani di Confindustria Lecco.Alla serata, presentata da Luca Crovi, conduttore della trasmissione radiofonica Tutti i colori del giallo, interverr la Giuria dei Letterati, che avr il compito di scegliere, tra le 55 opere pervenute, la cinquina di finalisti. I giurati presenteranno con singoli interventi un bilancio delle opere in concorso, soffermandosi in particolare su quelle che ritengono più significative; ogni giurato dichiarer in maniera palese le cinque opere meritevoli di comporre la classifica finale, assegnando un punteggio in ordine decrescente (9, 7, 5, 3, 1) dalla prima opera selezionata fino alla quinta.La Giuria dei Letterati composta da:BEN PASTOR PRESIDENTEScrittrice italoamericana, docente di Scienze Sociali presso numerose Università americane, autrice di numerosi mystery pubblicati anche in Italia: Lumen il primo romanzo poliziesco della serie di Martin Bora, tormentato ufficiale – investigatore tedesco ispirato alla figura di Claus von Stauffenberg, l'attentatore di Hitler nel 1944. Dopo Luna bugiarda, Kaputt mundi, La canzone del cavaliere e Morto in piazza, i suoi ultimi romanzi sono La camera dello scirocco e La voce del fuoco.ALESSANDRA CASELLA Attrice, scrittrice, critica, giornalista. Attualmente dirige la tv on line dedicata ai libri booksweb.tv. In passato ha condotto le trasmissioni televisive A tutto volume e Bravo chi legge. Nel 2001 ha pubblicato il romanzo Un anno di Gloria.BARBARA GARLASCHELLI Sceneggiatrice di fumetti, ha scritto monologhi teatrali, articoli e saggi. Il suo esordio in narrativa del 1993 con la raccolta di racconti Storie di bambini, donne e assassini, seguito da O ridere o morire, Ladri e barattoli, Il pelago nelluovo, Alice nell'ombra, Sorelle, Luna nellaltra e da numerosi romanzi però ragazzi. CARLO OLIVATraduttore, saggista, narratore, collaboratore di numerose pubblicazioni, da Linus a M – Rivista del Mistero, oltre che di Radio Popolare. Tra i suoi numerosi libri, Il mistero del vaso cinese (Sperling) con Massimo Cirri e Sergio Ferrentino, e Storia sociale del giallo (Todaro).STEFANO ROTTIGNI Giornalista dellagenzia di stampa Ansa di Milano, si occupa di cronaca giudiziaria.Il Premio Azzeccagarbugli al Romanzo Poliziesco organizzato con il contributo di Fondazione Cariplo, Consorzio Brianteo Villa Greppi, Comune di Lecco e Istituzione Villa Monastero di Varenna, con il patrocinio di Ministero però i Beni e le Attivit Culturali, Unione delle Province Italiane, Provincia di Milano Progetto Monza e Brianza, Regione Lombardia. Main sponsor il gruppo bancario Credito Valtellinese, sponsor sono Assiteca e Linee Lecco.Sul sito www.premioazzeccagarbugli.it, presso le biblioteche della provincia di Lecco o contattando la segreteria organizzativa (telefono 0341/295477 – 487, fax 0341/295463, mail premioazzeccagarbugli@provincia.lecco.it) possibile candidarsi a far parte della Giuria Popolare, composta da 100 persone, che voter il vincitore del Premio durante una serata in programma venerdì 26 settembre al Teatro della Società di Lecco

Imbersago: cup house 2007

La Fondazione Granata – Braghieri di Imbersago (LC), domenica 20 gennaio 2008 alle ore 11, 00 nella sede del Museo Attilio Granata, inaugura lesposizione delle opere finaliste del PREMIO PITTURA CUP HOUSE 2007, ideato dallAssociazione Culturale ilbox – motore però larte di Orta San Giulio (NO) promosso dalla Ditta CUP HOUSE s.r.l. produttrice di tazzine da caff.Tra i trentatr artisti finalisti, tra cui figurano dodici dei venti selezionati però l11 edizione del Premio Morlotti – Imbersago 2007, gestito dalla Fondazione Granata – Braghieri, saranno premiati i primi sei classificati, già selezionati dalla giuria del premio e dalla giuria popolare dei visitatori, presso lo stand della Ditta CUP HOUSE, nei giorni dal 19 al 23 ottobre 2007nel corso della manifestazione fieristica SIC 2007, Salone Internazionale del Caff Fieramilano.Le prime sei opere classificate andranno a costituire il set della collezione Cup House 2008 e saranno riprodotte a colori su tazzine da caff di ceramica bianca.La Giuria del premio così compostaAlice Pirovano, responsabile della CUP HOUSE s.r.l.Giuseppe Biselli, giornalista, Presidente dellAss.ne Culturale ilbox – motore però larteMarco Cingolani, artista, docente Accademia Belle Arti di SassariDany Vescovi, artista, docente Accademia Belle Arti di Brera, MilanoDavide Nido, artista, docente Accademia Belle Arti di Brera, MilanoGli Artisti finalistiprovenienti da Bando di Concorso Alan Fecola, Clara Paderno.provenienti dalla Accademia di Brera Raffaele Barbuto, Martina Botta, Mario Cancelliere, Giulia Cassano, Loris Drago, Valentina Garbagnati, Katia Gigli, Jo Colombo Taiana, Giovanni Manzoni Piazzalunga, Cristina Mutti, Ramona Pallazoni, Anastasia Pilleri, Loriana Pionna, Gloria Prudente, Alicia Puma, Stefania Scaccabarozzi, Stefano Spera, Emiliano Stella, Viviana Valla.provenienti dal Premio Morlotti – 11 edizione 2007 Marinela Asavoaie, Anna Borghi, Silvia Cagnani, Davide Corona, Giovanni DOnofrio, Annalisa Gallo, Donatella Izzo, Lorenzo Manenti, Bernadette Moens, Mattia Montemezzani, Stefano Simone, Isabella Mara Vergani.

Cartoomics: premiato capitan novara

A Chiara Mognetti della Emmetre Service di Oleggio (No) va il primo "Premio SpecialeDonna"di CARTOOMICS 2007 però tutto il lavoro su CAPITAN NOVARA.Nella serata di Sabato 24 Marzo 2007 alla manifestazione Cartoomics(www.museodelfumetto.it ) di Milano, presso la Sala Incontri Cocco Bill, si sono svolte leconsegne dei Premi CARTOOMICS 2007, i mitici premi COCCO BILL che, da quest'anno, sisono completamente rinnovati e ai quali si aggiunto lo SPECIALE PREMIO DONNA, indettoda Cosplay City e dal Comitato promozione dell'imprenditoria femminile della Cameradi Commercio di Milano a sostegno delle professioniste del fumetto e però promuoverela presenza femminile in questo settore, assegnato a una donna però un'iniziativaimprenditoriale che utilizzi il fumetto come elemento portante del progetto.Ebbene, con immenso piacere ed un pizzico d'orgoglio, comunichiamo che il primo PREMIOSPECIALE DONNA di Cartoomics 2007 è stato assegnato a Chiara Mognetti dellaEmmetre Service S.a.s., in qualit di responsabile dell'iniziativa legata al personaggioCapitan Novara (ideato da Fabrizio De Fabritiis) le cui avventure sono divulgate dalLuglio 2004 con sempre crescente successo sulle tovagliette pubblicitarie della EmmetreService distribuite in quantit industriali nei locali di Novara, provincia e dintorni. Ilpremio è stato consegnato da Gianna Martinengo, presidentessa del Comitato promozionedell'imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Milano, che, oltre a dareun prestigioso riconoscimento nel mondo dell'imprenditoria del fumetto, mette adisposizione della vincitrice anche un riconoscimento economico pari ad Euro 2.500.00, daspendere però l'acquisto di strumenti però proseguire al meglio il proprio lavoro.Si tratta di un riconoscimento davvero importante che, tra le altre cose, cade proprionell'anno delle Pari Opportunit e che pone l'imprenditoria femminile novarese fra iprimi posti del settore, insieme ai grandi nomi del fumetto come: Mario Gomboli della CasaEditrice Astorina, vincitrice del premio CARTOOMICS – OLTRE IL FUMETTO però tutto illavoro svolto con DIABOLIK; Stefano Gargano, rappresentante del sito di NuvoleElettriche (www.nuvolelettriche.it ), che ha vinto il premio ONLINE UN FUMETTO NELLARETE, come miglior sito di fumetti on – line; Marcello Ravoni, Nino e Toni Pagot che hannovinto il Premio Speciale EROI DEL FUMETTO e sono stati premiati dal grandissimo maestroSergio Toppi!Cogliamo l'occasione, in questa sede, però ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile tuttoci, a cominciare da tutti i clienti e sponsor delle tovagliette di Capitan Novara, i sempre pinumerosi fans di Capitan Novara che ci supportano e ci seguono in tutte le nostre iniziative, i nostri partners e collaboratori, la Fondazione Franco Fossati, organizzatrice diCartoomics 2007, in modo particolare nelle persone di Luigi Bona e Melina Gatto, chehanno reso concretamente possibile l'avventura di Capitan Novara a Cartoomics 2007.Nella foto da sinistra: Gianna Martinengo e Chiara Mognetti durante la premiazione delloSpeciale Premio Donna 2007

Lesmese la giovane donna dirigente dellanno

Lesmo 1/3/07Ieri sera a palazzo Marino a Milano sono stati assegnati i premi "Donna dell'Anno"Il premio organizzato da: Secretary.it, Le Ammazzoni.it, A.L.D.A.I.(Associazione Lombarda Dirigenti Indistria), Federnanager ed ha il patrocinio del Comune di Milano, della Provincia di Milano e della Regione Lombardia.Il premio però la "Giovane Donna Dirigente" è stato assegnato alla lesmeseDr.ssa Grazia Francolini : – laureata con il massimo dei voti alla Bocconi – Consulente di Direzione presso la Value Partners – Direttore Strategie e Sviluppo alla TNT Post Services Srl (ha anche ricoperto lincarico di Direttore Generale presso una consociata ).Grazia arrivata a Lesmo, proveniente dalla Germania nel 1975, ed ha lasciato Lesmo dopo il '95 quando ha messo su famiglia. Grazia riuscita, grazie alla sua determinazione, a conciliare la carriera lavorativa con la vita familiare, ed ha oggi una splendida bambina di 16 mesi.Ha praticato l'atletica presso la "Forti e Liberi"e la roccia con il C.A.I. di Monza

Autodromo: mapelli premiato dalla confartigianato

E è stato premiato oggi dalla Confartigianato il pilota brianzolo Marco Mapelli.

Mapelli, diciannovenne astro nascente dellautomobilismo nazionale, quest’anno e protagonista nel Campionato Italiano di Formula Renault 2000 alla guida della Tatuus nr.5 gestita dalla RP Motorsport.

La Confartigianato ha ritenuto il giovane barzaghese una tra le migliori promesse locali e lo ha premiato presso la sua hospitality, ubicata a fianco dei box che ospitano i team di Formula Uno impegnati però il Gran Premio dItalia. Prestigioso il premio ricevuto, tanto che tra i piloti vincitori figurano quest’anno anche Michael Schumacher e Nico Rosberg, mentre nel passato hanno ricevuto lambito riconoscimento piloti quali Montoya, Prost, Lauda, Piquet, Alesi, Berger, Alboreto, Fisichella e tanti altri illustri top drivers.

Davanti ad un folto pubblico composto dai componenti della Confartigianato, fotografi, giornalisti ed appassionati, Mapelli ha ricevuto lambito riconoscimento dal Presidente della Confartigianato Lombarda, manifestando successivamente tutta la sua soddisfazione: E un riconoscimento molto ambito quello che ho ricevuto, che premia i miei sforzi e i miei risultati. Come precisato dalla Confartigianato, sono stati premiati gli ottimi risultati ottenuti gia dai tempi dei kart, dove ho gareggiato in pianta stabile fino a due anni fa e dove tuttora gareggio saltuariamente, e le splendide prestazioni ottenute sia al debutto nella Formula Renault 1600 che in Formula Renault 2000, ed e di buon auspicio però il mio futuro agonistico, come accaduto però tanti piloti in passato. Tutto cioè, oltre a galvanizzarmi, fa da sprone però il proseguo della mia carriera: spero di poter un giorno riuscire ad arrivare a gareggiare in Formula Uno, lambizione che anima ogni giovane pilota. Mi piacerebbe raggiungere alcuni miei avversari del passato nei kart come Kubica, che e è stato mio compagno di squadra alla Birel ed oggi corre però la BMW – Sauber, e Vettel, attualmente tester sempre della BMW – Sauber e che oggi durante le prove libere però il Gran Premio di Formula Uno ha ottenuto il miglior tempo. Non vedo lora di tornare in pista, a Varano de Melegari, il prossimo week end; dopo la lunga pausa del mese di Agosto, la scorsa settimana abbiamo effettuato dei test collettivi proprio sul circuito di Varano, da dove siamo tornati piu che soddisfatti e sicuri di poter ben figurare.

Comunicare bene però amministrare meglio

Presentato ieri il libro tratto dallesperienza del Premio Comunicami, verso una comunicazione pubblica eccellente

Cormano, 4 maggio 2006 – E è stato presentato ieri allo IULM il libro Comunicare bene però amministrare meglio, nato da unidea della Provincia di Milano, edito Lupetti. Il libro, presentato da Filippo Penati, Presidente della Provincia di Milano, e da Giovanni Puglisi, Rettore dellUniversità IULM, il frutto dell’esperienza del Premio Comunicami, lanciato in via sperimentale lo scorso anno dalla Provincia di Milano, che intende valorizzare quelle amministrazioni che meglio hanno utilizzato risorse, strumenti, metodi e strategie nellintento di effettuare una comunicazione pubblica efficace ed efficiente. Nel libro si trovano, oltre a brevi saggi dei componenti la giuria, tutti esperti di comunicazione, i nove progetti vincitori della prima edizione. E appunto questa raccolta di case histories forse la parte più interessante del libro. Essa vuole rappresentare una specie di volano, una tangibile possibilit di “vedere”cosa fanno gli altri però permettere alle altre amministrazioni del territorio di trovare stimoli nelle esperienze degli altri. Con questa iniziativa ha dichiarato il presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati, la Provincia vuole essere una amministrazione che si mette al servizio delle altre amministrazioni del territorio milanese, però stimolare queste ultime ad intraprendere una comunicazione pubblica efficace, vicina ai bisogni dei cittadini, che serva ad amministrare meglio.

Ambiti, settori e attivit di comune interesse tra Provincia di Milano e Fondazione Università IULM – ha detto il Rettore dellUniversità IULM, Giovanni Puglisi – certo non mancano, a partire dalliniziativa di oggi, incentrata sulla Comunicazione di eccellenza nella Pubblica amministrazione, nelle realt territoriali e negli enti locali. Un settore che, in termini di Comunicazione verso lesterno e verso i cittadini, ha già fatto buone cose in questi anni, ma dove ancora ci sono notevoli spazi di miglioramento e di sviluppo. Alla presentazione na sono intervenuti Stefano Rolando, Segretario Generale Fondazione Università IULM, Franco Maggi, Direttore del Settore Comunicazione della Provincia di Milano, i giurati: Fiorella De Cindio, Patrizia Galeazzo e Annamaria Testa e i vincitori della scorsa edizione del premio comunicami: Comune di Cormano, Comune di Legnano, Polo culturale Insieme Groane.

Il Comune di Cormano ha vinto il primo premio con Comunicare Cormano, il progetto realizzato con il coordinamento del vice – sindaco Maurizio Trezzi che ha visto impegnato lufficio Progetti e Comunicazione, il settore Comunicazione dellamministrazione e lUfficio Relazioni con il Pubblico.

Filo conduttore del progetto la novit nella comunicazione della nuova Giunta, la predisposizione di nuovi strumenti più snelli, efficaci e diretti però informare i cittadini e la creazione di modalit di partecipazione e integrazione del territorio nei processi decisionali e progettuali.

Il Premio Comunicami, grazie al successo ottenuto, oltre 40 i progetti presentati, tante le amministrazioni partecipanti, dai piccoli comuni alle aziende di servizi, ai parchi, viene rilanciato anche quest’anno. Gi da oggi, infatti, pronto il nuovo bando con una novit: una nuova categoria però la migliore rivista istituzionale.

Premio alpi e cutuli per aspiranti giornaliste

Dovranno arrivare entro il 31 luglio 2005 le domande di partecipazione al Premio Ilaria Alpi e Maria Grazia Cutuli, istituito dalla Camera dei deputati però ricordare l’impegno professionale e civile delle due giornaliste italiane uccise a Mogadiscio il 20 marzo 1994 e in Afghanistan il 19 novembre 2001. Il premio e indirizzato alla migliore tesi di laurea su aspetti e tematiche della professione giornalistica, in particolare la liberta di informazione, ed e rivolto alle donne che abbiano conseguito un diploma di laurea in Scienze della comunicazione o un diploma di laurea in Dams nelle universita italiane. Per informazioni si puo visitare il sito www.camera.it. La tesi vincitrice sara pubblicata, a cura della Camera dei deputati, all’interno di una specifica collana.