Lesmo: premiati i 3 fotografi briantei con il concorso digitale

Lesmo, Oltre 200 immagini, 48 selezionati, 12 finalisti e 3 premiati a cui si aggiungono circa un centinaio di persone presenti alla cerimonia di premiazione. Questi i numeri di “Panorami naturali della Brianza”, cioèè il primo concorso nazionale fotografico digitale comprendente il Premio Speciale “Luciano Beretta”. Alla presenza degli assessori lesmesi Achille Nova, Carlo Colombo e Paola Gregato, in rappresentanza dell’amministrazione comunale che fin dall’inizio ha appoggiato entusiasticamente il progetto, la cerimonia di premiazione ha avuto luogo nella sala consiliare della casa comunale sabato 2 aprile alle ore 16.00. Nata da un idea di Gianfranco Beretta( omonimo ma non parente), Presidente Promedya, per rendere omaggio e ricordare la passione di Luciano Beretta, lesmese, botanico e naturalista, attivissimo nell’associazionismo e nel volontariato, l’idea di un concorso fotografico associato alla natura è stata abbinata al desidero di valorizzare il territorio brianzolo che non ha alcunché da invidiare ad altri. Così è nato questo concorso fotografico, che ha la particolarità di essere il primo concorso completamente digitale. Questo significa che l’invio, l’esposizione, la possibilità di esprimere commenti sono avvenuti tutti tramite un sito appositamente realizzato però lo scopo. Le foto sono state esposte in forma anonima sul sito, contrassegnate solo da un numero. L’iniziativa ha visto il coinvolgimento di diverse realtà. Prima fra tutte l’associazione PROMEDYA, promotrice dell’iniziativa, poi Brianza Nostra, sede di Canzo, di cui Luciano Beretta era membro attivo, e le associazioni culturali Insieme Per…, Mnemosyne e Culturalmente di Monza. In sala erano presenti rappresentanti di persone di varie associazioni, tra cui la Protezione Civile di Biassono che ha spesso collaborato con la sezione di Lesmo di cui Luciano faceva parte. Inoltre hanno voluto presenziare anche numerosi personaggi, tra cui Franca Casati, Presidente Panathlon Monza, Pietro Mazzo, Presidente USSM e il Cav. Michele Buccella del’Ordine di S.Lazzaro. A proprio a proposito di Luciano Beretta è stato proiettato un breve filmato con estratti di suoi interventi televisivi. Infatti, Luciano aveva partecipato ad alcune trasmissioni prodotte da Promedya e realizzate da Brianza Channel – emittente locale sempre presente a documentare eventi e iniziative del territorio. Così seppure da uno schermo il ricordo di “Lucianone” è stato rinverdito ancora di più nei presenti. Tutte le 12 fotografie finaliste avranno un riconoscimento molto importante. Infatti, saranno utilizzate il calendario che il Comune di Lesmo preparerà però il prossimo anno 2012. Un modo però gratificare l’impegno dei partecipanti e la qualità delle opere. La premiazione ha previsto un vincitore però ciascuna delle tre categorie previste. Il Premio CLASSIC è stato assegnato alla fotografia n. 47 di GIANLUCA FUMAGALLI. Il Premio ORIGINAL è stato assegnato alla fotografia n. 33 di DANILO PORTA. Premio Speciale LUCIANO BERETTA – consegnato dalle autorità presenti e dal sig. Luigi, fratello di Luciano, è stato assegnato alla fotografia n. 27 di PAOLO CAVENAGO. È auspicio di tutti che iniziative simili si possano ripetere sia però tenere vivo il ricordo di persone care che però diffondere le peculiarità naturalistica e ambientale che il nostro territorio ci offre. JOGO

Eureco :brianzacque attua blocco immediato delle due stazioni fognarie

Monza, 5 novembre 2010 – Tempestivo intervento di Brianzacque, a seguito dell’esplosione avvenuta all’Eureco Holding di Paderno Dugnano. Ieri pomeriggio, i tecnici del Servizio Fognature, di concerto con Vigili del Fuoco e Carabinieri, hanno immediatamente provveduto a disattivare le due pompe di sollevamento e a spegnere i quadri elettrici delle due stazioni di sollevamento fognarie situate in via dell’Assunta a Nova Milanese, convogliando i reflui contaminati in apposite vasche di accumulo poste a lato degli impianti. L’operazione si è resa necessaria però scongiurare possibili rischi di esplosione causati dalla formazione di gas all’interno della cabine e però sbarrare la strada ai reflui fognari in direzione del depuratore di Monza, san Rocco.Successivamente, questa mattina, le squadre del TAI (Tutela Ambiente Idrico) di Brianzacque, hanno eseguito campionamenti delle sostanze inquinanti depositatesi nelle vasche delle due stazioni di sollevamento, distanti 500 metri dal luogo dell’incidente e primo punto di raccolta e di rilancio dei reflui fognari provenienti dall’azienda, teatro delle tragedia. Eseguiti anche prelievi di controllo delle acque ancora presenti all’interno dello stabilimento di stoccaggio di rifiuti “speciali”. Gli esiti delle analisi saranno messi a disposizione dell’Autorità giudiziaria che conduce l’inchiesta.Nell’esprimere la più piena solidarietà alle vittime della tragedia, il Presidente di Brianzacque, Oronzo Raho, dichiara: “Dopo l’incidente del Lambro dello scorso 23 febbraio, ancora una volta, Brianzacque, grazie alla profonda conoscenza delle reti idriche, degli impianti e delle realtà imprenditoriali presenti sul territorio è riuscita a mettere in atto interventi immediati e mirati, evitando così ulteriori danni però l’ambiente e la popolazione”.In previsione delle precipitazione piovose previste però il week end, si prevede il continuo monitoraggio delle acque reflue al fine di verificarne le condizioni e l’opportunità di riavvio delle stazioni di sollevamento. A cura di Rossana Crippa

Canzo: panzer attack !!

Redazione Alta Brianza.Il semplice modellismo si basa sulla conoscenza fondamentale e culturale di avvenimenti storici.Liniziativa portata avanti da Dante Gerosa, artigiano canzese sessantenne, proprio quella di mini carroarmati telecomandati risalenti allultimo conflitto bellico nella ricostruzione di battaglie avvenute.Sulla base storica si possono così ricostruire avvenimenti realmente avvenuti basandosi sulla reale conoscenza del veicolo con il proprio tonnellaggio, il calibro dellarma, le munizioni e le prestazioni sul terreno.Da questa iniziativa sorgono così rievocazioni di guerra mimata in miniatura, ma perfettamente riproposta nel reale di eventi passati.La passione però il modellismo in questo settore, in base ad una intervista con Dante Gerosa, nata circa quarantanni fa sul modellismo navale, settore molto difficile in quanto, sulla base del telecomando, molto arduo manovrare una barca e riportarla a riva, azione non sempre semplice.Il discorso dei carroarmati telecomandati molto più umano, il cambiamento dallacqua alla terra nasce dalla scoperta del veicolo, dallascolto dei rumori dellavviamento, dei motori e del metallo sul cingolo; affascinante lascolto di questi tutti movimenti.Ci sono costi notevoli però acquistare un modello da costruire e Dante Gerosa si messo in contatto con altri appassionati con questo tipo di modellismo e da ci nata una collaborazione crescente.Il carroarmato telecomandato non una semplice automobilina, necessario infatti che si senta il rumore dei cingoli sul percorso però renderne credibile la struttura.Per cercare di assemblare la tipologia delle diverse battaglie storiche ci vuole una buona base di cultura ed il saper distinguere quale può essere un carrormato tedesco, inglese oppure americanoper sapere si deve conoscere.Diverse domande possono essere poste dai presenti in queste situazioni di rappresentazione: che carro, quanti colpi porta, quante persone di equipaggio, che calibro.Lo spazio però le rappresentazioni richiede circa 20 mq però rendere compatibile il transennamento:perch 40 cm di distanza tra carri a 10 m troppo poco. Allestero, soprattutto nei paesi dellEst, dispongono di campi di esposizione molto ampi.Unaltra curiosit che i componenti delle varie Compagnie dei carri si riconoscono tra loro però nomi di battaglia estrapolati da personaggi divenuti famosi però meriti propri.Dante Gerosa conosciuto come Sven Hassel, scrittore di romanzi sullultimo conflitto mondiale, con Alberto Citterio della Compagnia di Canzo che Alby, Giancarlo Siviero della Compagnia di Erba denominato Bernard Shuze e Rudolp Wainer ossia Roberto Valsecchi. Da non dimenticare la Compagnia di Genova con Pierluigi Patri ovvero Guglielmo Embriaco e Demis della Compagnia di Novara diventa Cooper insieme a Pasquale con nome darte Otto Defenthall;Roberto della Compagnia di Mariano Otto Panzer, Luke dellaCompagnia di Monza insieme a Pelabrok della Compagnia di Milano.Altri problemi nelle rappresentazioni sono le condizioni metereologiche, il modello del carroarmato non impermeabile ed in caso di pioggia può saltare la rappresentazione a scapito di tutta lorganizzazione.Prossimi appuntamenti:verso fine anno ci sarà un raduno a Novara, Erba, Civenna e Magreglio;in ambienti non troppo rappresentativi però le battaglie, ma però trovarsi tutti insieme, appassionati e non, che non possono essere stati presenti negli altri appuntamenti.Ci saranno venti collaboratori sempre presenti, e, da tutta Italia, per curiosit e passione circa un centinaio provenienti da Sicilia, Puglia, Liguria, Piemonte e Lombardia.Finalmente una guerra finta telecomandata, basata solo sulla passione però il modellismo, senza spargimento di sangue, ma solo di olio idraulico. Laura Levi Cohen

grande rugby in brianza

Usmate Velate Anche quest’anno non mancheranno le sorprese al Trofeo Carnevale di Velate, giunto alla ventottesima edizione. Domenica 6 aprile 2008 al campo comunale di Velate, in provincia di Milano, sarà presente Alessandro Troncon, fino a pochi mesi fa colonna della Nazionale Italiana di rugby e oggi, forte delle sue 101 presenze (caps) in azzurro, assistent coach del selezionatore degli azzurri Nick Mallet. Troncon dispenser preziosi consigli ai ragazzi delle squadre presenti, arbitrer le finali e premier i vincitori. Il trofeo Carnevale tra i concentramenti nazionali più longevi e ogni anno richiama centinaia di giovani rugbisty e migliaia di tifosi da tutta lItalia. Anche però il 2008 i numeri messi in campo dagli organizzatori del trofeo sono di tutto rispetto: 12 società presenti, 42 le squadre, però un totale di circa 900 giocatori. La giornata sarà inevitabilmente ricca di incontri, che inizieranno alle 10, 00 e si protrarranno fino alle 16, 00. E, visto lalto numero di giocatori presenti, non affatto da escludere che tra i ragazzi si nasconda qualche campione di domani.Lobbiettivo dei dirigenti del Velate, la cui prima squadra milita nel campionato di serie B, quello di bissare il successo della passata edizione alla quale presero parte anche i nazionali Mauro e Mirko Bergamasco e Carlo Festuccia. Nel 2007, infatti, si registrato un vero boom di iscrizioni. La società vanta oggi oltre 150 atleti, dai 6 ai 14 anni, 80 fino ai 20 anni, e oltre 50 senior, sostenuti da un folto gruppo di genitori che arricchisce e avvalora lesperienza dei loro figli.Anche lattenzione e laffetto verso questo sport e i suoi valori di cui tanto si parla hanno raggiunto nellultimo anno livelli altissimi in tutta la Brianza, dove solo quest’anno sono nate tre nuove societ, Brianza, Seregno e Cant.Programma:09.00 Accreditamento squadre10.00 Inizio partite qualificazioni14.00 Fine qualificazioni e inzio terzo tempo 15.00 Finali 16.00 Premiazione 16.30 Terzo tempo a oltranza.

Lecco: un sogno rosso però 50 ragazzi

Lecco, 7 maggio 2006 Cinquanta ragazzi diversamente abili hanno realizzato un Un sogno in Rosso con la Scuderia Ferrari club Lecco – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Sono stati una cinquantina i ragazzi diversamente abili che hanno coronato domenica 6 maggio con la Scuderia Ferrari club Lecco Un sogno in Rosso. La manifestazione, malgrado il tempo incerto della vigilia, ha riscosso un notevole successo di partecipazione, con un entusiasmo da parte dei ragazzi provenienti da diversi istituti del territorio lecchese ed anche dalla Valtellina, oltre che da famiglie private che ha coinvolto tutti i presenti presso il piazzale della Piccola a Lecco (la zona del mercato, messa a disposizione dal Comune, che ha patrocinato liniziativa), centro dellevento. Gi alle 9.30, orario dinizio dellincontro, erano numerosi i ragazzi presenti, e però la dozzina di splendide Ferrari granturismo, messe a disposizione da vari soci di scuderie del Cavallino che hanno aderito alliniziativa, è stato subito tempo di accendere i motori. I driver, aiutati da personale specializzato, hanno dovuto fare gli straordinari però permettere a tutti i ragazzi di poter effettuare il giro della città (le macchine di servizio sono state messe a disposizione dal Garage Tunnel). Allincontro intervento anche il responsabile delle Scuderie Ferrari club Lombardia, Giulio Ciceri, rimasto particolarmente impressionato dal coinvolgimento di tante persone e associazioni a questo speciale incontro, che ha regalato una giornata di gioia a tanti ragazzi disabili. Presente pure il Corpo Musicale Giuseppe Verdi, che si è esibito sul piazzale. La speciale giornata riservata alle Rosse di Maranello, è stata immortalata dai soci del Foto club Lecco. Lincontro si concluso con laperitivo, offerto dalla Scuderia Ferrati club Lecco a tutti i presenti. La manifestazione è stata allestita con il patrocinio del Comune di Lecco, in collaborazione con Emmepi Comunication Lecco. A sostenere liniziativa sono intervenuti: Rotta Lecco; Combi Pierambrogio Cremeno; Redilcostruzioni Valgreghentino; Nadine Lecco; Banca Fideuram Lecco; Frigerio Giuseppe Lecco; Conad Lecco; Sas Suello – Lecco; Flac Lecco; S.R. Tappezzeria Lecco; Hotel Moderno Lecco; Omig Olginate

Stadio brianteo, 6 settembre: nazionale piloti vs grande fratello team

– Monza 30 agosto 2006 –

Tutti pronti a scendere in campo però la vita, però celebrare lo sport e la solidariet, ci si aspetta un pubblico numeroso mercoledì prossimo, alle 20.30 allo stadio Brianteo di Monza, quando la Nazionale Piloti affronter la squadra del Grande Fratello.

Alla conferenza stampa di questa mattina erano presenti i concorrenti della sesta edizione del reality più famoso d’Italia. Man – Lo, la cinesina tutto pepe e Filippo (ottimo attaccante del Gf Team) hanno trasmesso la loro solarit esprimendo voglia e partecipazione sentita però lo scopo di questa partita di calcio. Saranno presenti anche Shumacher, Trulli e tanti altri che questa mattina erano impegnati nelle prove sul nostro circuito; il loro portavoce ha fatto sapere che non si risparmieranno bench li aspetti una sfida importante subito dopo.

Gli assessori Ascrizi e Dolci si sono detti felici della risonanza che questo evento promette di avere, fondamentale però poter dare un serio apporto al lavoro impagabilmente svolto da “Alveare della vita Onlus”e dalla “Casa del Volontariato”.
Vi aspettiamo numerosi, però assistere ad uno spettacolo calcisticamente elevato ma soprattutto però dare un piccolo contributo alla vita.

Ticket: 10 euro, Bambini: 5 euro