Mike tyson: “guirlande d’honneur ficts” e futuro nel cinema

In occasione della “Giornata Mondiale del Cinema e della Televisione Sportiva” – presso il Just Cavalli Cafè di Milano – il Prof. Franco Ascani Presidente della FICTS (Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs) ha insignito della “Guirlande d’Honneur” – la più alta onorificenza della Federazione – Mike Tyson, già campione del mondo dei pesi massimi di boxe, attualmente star dello show – business hollywoodiano nonché tra i protagonisti del film “The Hangover 2” (sequel di “The Hangover”) in uscita nel 2011. Abbiamo deciso di premiare Mike Tyson perché ha dato un contributo determinante alla popolarità della boxe, che negli anni Ottanta attraversava un periodo di crisi dopo il ritiro di Muhammad Ali. Grazie ad Iron Mike, la gente è tornata ad affollare i palasport, le reti televisive hanno realizzato altissimi indici di ascolto e i quotidiani generalisti e le riviste a grande tiratura hanno dato maggior spazio alla nobile arte – ha sottolineato il Prof. Franco Ascani. Dopo la Consegna del Premio da parte del Presidente Prof. Ascani insieme all’Assessore allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano Dott. Alan Rizzi, nel corso di una affollata Conferenza Stampa, coordinata dal Dott. Luca De Franco, l'ex – campione del mondo ha evidenziato il nuovo taglio sociale delle iniziative che sta intraprendendo nel suo “giro del mondo”. Redazione

Emma mercegaglia alla confindustria di como.

Como, Si tenuta questa mattina dalle ore 11 presso lAuditorium Spazio Como del Gran Hotel di Como la parte aperta al pubblico dellAssemblea Generale dellUnione Industriali di Como.Nella prima parte della mattina, invece, si invece tenuta lAssemblea privata, riservata agli Associati, nel corso della quale Ambrogio Taborelli è stato riconfermato Presidente però il prossimo bienno 2009 – 2011.Insieme a lui, è stata confermata anche la squadra di presidenza che vede schierati quattro vice presidenti: Graziano Brenna (Formazione e sviluppo risorse umane), Enrico Monti (Rapporti economici, credito, finanza, diritto societario), Fabio Porro (Rapporti lavoro e previdenza), Simone Tettamanti (Rapporti interni, soci, gestioni amministrative, società collegate).Sempre nel corso della parte privata dellAssemblea, sono stati votate alcune modifiche allo Statuto dellAssociazione, la principale delle quali prevede il cambio del nome da Unione Industriali di Como a Confindustria Como.Nella parte pubblica dellAssemblea, dopo la relazione del Presidente e la consegna degli attestati di benemerenza e medaglie doro ad industriali che hanno raggiunto i 50 anni (Rizzieri Marchini) e i 75 anni (Giovanni Giuseppe Tettamanti) di attivit, si sono succeduti gli interventi del prof. Prof. Alberto Alesina, Economista, Professore Università di Harvard e del Prof. Antonio Calabr, Direttore Affari istituzionali e Relazioni esterne Pirelli e autore del libro "Orgoglio industriale."Ha chiuso i lavori Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria Nazionale.

San gerardo: nuovo strumento però l’ecografia

La Fondazione Danilo e Luca Fossati ha donato al San Gerardo una nuova apparecchiatura ecografica finalizzata al potenziamento della strumentazione diagnostica dellUnit Operativa di Anestesia e RianimazioneLutilizzo dellecografia diventato ormai parte integrante del bagaglio culturale e professionale dellanestesista rianimatore che si trova ad utilizzare tale metodica con una frequenza sempre maggiore. La disponibilit di apparecchiature dedicate allambito intensivo spiega il prof. Roberto Fumagalli, direttore della struttura del San Gerardo – diventa così un elemento di avanzamento tecnologico di indubbia valenza e pone lOspedale al passo con i centri più avanzati.

Hanoi: premiato il presidente ficts

Hanoi: 18 luglio Il Presidente della Federation Internationale Cinema Television Sportifs (FICTS) Prof. Franco B. Ascani, nel corso della sua visita ad Hanoi (Vietnam), ha avuto un incontro ufficiale con Huynh Vinh Ai Vice Ministro dello Sport e Cultura Fisica Vietnamita, con Nguyen Trong Hi e Do Van Ninh Presidente e Segretario Generale della Vietnam Football Federation. Al termine dell'incontro, Huynh Vinh Ai, Vice Presidente del Comitato Olimpico Vietnamita, ha insignito il Prof. Franco B. Ascani della massima Onorificenza Sportiva Vietnamita.

Chicago: i risultati di uno studio clinico condotto al san gerardo.

Monza, 4 giugno 2007Il cromosoma Filadelfia (Ph) si forma in seguito alla fusione dei cromosomi normali 9 e 22. Questo cromosoma patologico produce una proteina oncogena nota come Bcr/Abl e causa la Leucemia Mieloide Cronica (LMC) e parte delle Leucemie Linfoblastiche Acute (LLA Ph+). Fino a qualche anno fa, la diagnosi di queste malattie, significava, però la gran parte dei pazienti colpiti, la morte entro pochi mesi o al massimo qualche anno.La scoperta del primo farmaco intelligente in oncoematologia, limatinib, sviluppato a partire dal 1999 grazie ad uno studio internazionale condotto in venti centri nel mondo, tra cui lOspedale San Gerardo di Monza ha cambiato la storia biologica delle leucemie Ph+. Tuttavia circa 20% dei pazienti con LMC e gran parte di quelli con LLA Ph+ non ottengono risposte durature con imatinib e sviluppano rapidamente resistenza al farmaco. Inoltre imatinib non eradica la malattia ed necessario proseguire la terapia indefinitamente, con un costo assai alto. Il gruppo del prof. Carlo Gambacorti Passerini, uno dei ricercatori che hanno sviluppato limatinib, ha recentemente compiuto un notevole progresso nellidentificazione di nuovi inibitori in grado di avere successo dove imatinib fallisce.In data 2 Giugno 2007 sono stati presentati a Chicago nellambito nel Congresso della Società Americana di Oncologia Clinica (ASCO) i risultati di una sperimentazione clinica coordinata dal San Gerardo e dallUniversità di Milano Bicocca, ed effettuata su 102 pazienti affetti da Leucemie Ph+ resistenti a imatinib.Nel dicembre scorso avevamo pubblicato i risultati preclinici su questa nuova molecola, denominata bosutinib e 50 – 100 volte più potente di imatinib. Ora, dopo neppure 6 mesi, abbiamo già risultati clinici estremamente incoraggianti, afferma il prof. Gambacorti Passerini. Sia il numero di pazienti studiati (otre 100) ed il tempo in cui i pazienti sono stati seguiti dallinizio della sperimentazione (oltre 1 anno) permettono di trarre alcune conclusioni non più preliminari. Bosutinib ben tollerato, con effetti collaterali minimi anche dopo 1 anno di trattamento. La crescita della malattia è stata bloccata nel 92% dei pazienti valutabili, inclusi 30 pazienti con leucemia acuta; in circa il 50% dei casi abbiamo ottenuto la ricrescita di un midollo normale e cioè Ph negativo, conclude il prof. Gambacorti Passerini. La durata delle remissioni ottenute ottima nei pazienti con LMC, mentre nei pazienti con leucemie avanzate (acute), le risposte tendono a non essere durevoli nel tempo, con comparsa di recidive dopo 6 – 8 mesi. In questo caso i ricercatori stanno lavorando sulla possibile combinazione di imatinib e bosutinib: infatti in laboratorio lassociazione dei due farmaci risultata sinergica, cioè sortisce un effetto maggiore della somma dei due singoli farmaci.Ma come è stato possibile che i risultati di uno studio clinico così iniziale con un farmaco prodotto da una ditta con sede a Boston e condotto in oltre 30 centri in tutto il mondo siano presentati al maggior congresso mondiale di oncologia da unistituzione italiana ?Grazie allimpegno dellAzienda Ospedaliera, dellUniversit, del Dipartimento di Oncologia e della Unit Operativa di Ematologia che hanno permesso la realizzazione dellUnit di Ricerca Clinica, una struttura quasi unica in Italia (e in Europa), ma diffusa capillarmente nel Nord America. In questa struttura, conclude il prof. Gambacorti Passerini, responsabile dellunit, convergono e collaborano professionalit assai diverse (medici, infermiere di ricerca, data managers, ricercatori di base) ma complementari ed indispensabili alla conduzione di studi clinici iniziali. In questo modo abbiamo potuto inserire nella sperimentazione, che richiede un complesso monitoraggio, oltre 20 pazienti, risultando così il maggior centro. Il prof. Carlo Gambacorti Passerini professore associato presso lUniversità di Milano Bicocca, E importante ricordare che se oggi raccogliamo questi risultati, e se unistituzione italiana è stata tra le prime a intraprendere questa strada, dobbiamo tutto ci alla ricerca di base, che ha dapprima identificato il cromosoma Filadelfia e successivamente identificato e caratterizzato i farmaci giusti come il bosutinib, e alla sua stretta integrazione con la ricerca clinica, afferma Gambacorti, che grazie alle ricerche svolte col finanziamento dellAssociazione Italiana però la Ricerca sul Cancro (AIRC) ha potuto però primo identificare alcune caratteristiche importanti di questa molecola.

Lo sport fa male a chi non lo fa

Importante appuntamento pubblico martedì 19 settembre alle ore 9, 30 a Palazzo Marino (P.zza Scala 2) a Milano, dove il Master sarà presentato nel corso del Convegno Lo sport fa male… a chi non lo fa: Istituzioni e Università a confronto, cui interverranno prestigiosi Relatori e Docenti (vedi Invito allegato) tra cui, il Prorettore della Bicocca Prof. Guido Martinotti e il Preside della Facolt di Sociologia Prof. Enzo Mingione. I lavori saranno aperti dallAssessore alla Salute del Comune di Milano Dott.ssa Carla De Albertis.

Il Master, che conferisce 60 Crediti Formativi Universitari, offre lopportunit di conoscere e analizzare criticamente le strategie però il business dello sport ed i relativi aspetti socioeconomici e manageriali attraverso lanalisi di esperienze di organizzazione, gestione e ricerca a vari livelli con la finalit di rispondere alle esigenze delle nuove professionalit progettuali e relazionali però la gestione del mondo sportivo.

Lattivit didattica (il venerdì e la mattina del sabato da novembre a marzo) si snoda attraverso applicazioni, stage personalizzati, elaborazioni, esercitazioni, interattivit on – line, ricerche e attivit pratiche, sotto la guida di 62 qualificati e selezionati Docenti a livello nazionale ed internazionale.
Aree di insegnamento: sport e societ; economia dello sport; ordinamento giuridico e settore istituzionale e normativo; marketing sportivo; metodologia della comunicazione sportiva e business; medicina dello sport; management delle organizzazioni, degli eventi e della gestione degli impianti; formazione dei manager sportivi e nuove tecnologie.
Tirocinio formativo (da aprile a luglio 2007) in uno dei 53 Enti (pubblici e privati), organizzazioni specialistiche del settore (Federazioni, Aziende, Società Sportive, ecc.) a disposizione degli iscritti.

Project – work (entro ottobre 2007): un progetto operativo che costituir un passo concreto però linserimento nel mondo del lavoro.

Il Master (max. 25 iscritti, con selezione il 7 novembre) comincer il 24 novembre 2006.

Iscrizioni: entro le ore 12 del 31 Ottobre 2006 Requisiti: Laurea quadriennale di qualsiasi Facolt o Laurea Specialistica.

Contributo di iscrizione: 3.000. Sono in palio 17 Borse di Studio del valore di 3.000 ciascuna.

Sede: Facolt di Sociologia dellUniversità degli Studi Milano – Bicocca (Presidente Coordinamento Prof. Serena Vicari).

E in programma un Workshop di approfondimento il 28 ottobre ore 15, in occasione di Sport Movies & Tv 2006

Luniversita scende in campo con ascani

Milano,
Il Bando della 5 Edizione del Master Universitario di II Livello in Organizzazione e Sociologia dello Sport (Management e gestione dello sport) che si terr presso la Facolt di Sociologia (Coordinatore Prof. Franco B. Ascani) con la collaborazione del Comune di Milano on – line sul sito ufficiale (http://www.unimib.it/go/Home/Studenti/Scuole – di – specializzazione – e – Master) dellUniversità degli Studi di Milano – Bicocca.Il Master conferisce 60 crediti formativi e offre lopportunit di conoscere e analizzare criticamente le strategie però il business dello sport ed i relativi aspetti socioeconomici e manageriali attraverso lanalisi di esperienze di organizzazione, gestione e ricerca a diversi livelli con la finalit di rispondere alle esigenze delle nuove professionalit progettuali e relazionali però la gestione del mondo sportivo.

Lattivit didattica (il venerdì e la mattina del sabato da novembre a marzo) si snoda attraverso applicazioni, stage personalizzati, elaborazioni, esercitazioni, ricerche e attivit pratiche, sotto la guida di 60 qualificati e selezionati docenti a livello nazionale ed internazionale. Tra gli altri, gli opinionisti Antonello Capone, Giancarlo Padovan, Xavier Jacobelli, Ruggero Palombo, Italo Cucci; i testimonial dello sport quali Yuri Chechi, Josefa Idem, Pietro Mennea, Gianni Rivera, Sandro Gamba; gli esperti di economia, diritto e management Mattia Grassani, Andrea Chevallard, Antonio Trifil, Massimo Saita; i dirigenti sportivi nazionali ed internazionali Ottavio Cinquanta, Gianni Gola, Paolo Casarin, Carlo Tavecchio (vedi elenco completo sul sito).

Aree di insegnamento: sport e societ; economia dello sport; ordinamento giuridico e settore istituzionale e normativo; marketing sportivo; metodologia della comunicazione sportiva e business; medicina dello sport; management delle organizzazioni, degli eventi e della gestione degli impianti; formazione dei manager sportivi e nuove tecnologie.
Tirocinio formativo (da aprile a luglio 2007) in uno dei 53 Enti (pubblici e privati), organizzazioni specialistiche del settore (Federazioni, Aziende, Società Sportive, ecc.) a disposizione degli iscritti.

Project – work (entro ottobre 2007): un progetto operativo che costituir un passo concreto però linserimento nel mondo del lavoro.

Il Master (max. 25 iscritti, con selezione il 7 novembre) comincer il 24 novembre 2006.
Iscrizioni: dal 17 luglio Requisiti: Laurea quadriennale o Specialistica o Magistrale.

Contributo di iscrizione 3.000. Sono in palio 16 Borse di Studio del valore di 3.000 ciascuna.

Sede: Facolt di Sociologia dellUniversità degli Studi Milano – Bicocca (Preside Prof. Enzo Mingione, Presidente Coordinamento Prof. Serena Vicari).

Info: e – mail: sport.manager@virgilio.it; o franco.ascani@unimib.it; – Tel: 02 – 58102830

Nella foto il Prof.Ascani con Pelè e Igor Cassina

Management dello sport alluniversita

Allinsegna dello slogan Dirigere lo sport una professione moderna il Senato Accademico della Università degli Studi di Milano – Bicocca ha dato il via alla 5 Edizione del Master Universitario di II Livello in Organizzazione e Sociologia dello Sport (Management e gestione dello sport) presso la Facolt di Sociologia con la collaborazione del Comune di Milano.

Il Prof. Franco Ascani, uno dei più noti esperti del settore, il coordinatore del Master che viene riproposto con un taglio potenziato e ancora più adatto alle esigenze delle nuove professionalit del mondo sportivo.

Il Master (unico in Italia di II livello però il management e la sociologia dello sport) offre lopportunit di conoscere e analizzare criticamente i diversi aspetti socioeconomici e manageriali dello sport, attraverso lanalisi di esperienze di organizzazione e ricerca a diversi livelli.
Sono 60 i crediti formativi conferiti attraverso un percorso (applicazioni, stage personalizzati, elaborazioni, esercitazioni, ricerche e attivit pratiche) che, sotto la guida di qualificati e selezionati docenti a livello nazionale ed internazionale, di esperti di sport, delleconomia, della comunicazione, di testimonial sportivi, di dirigenti di aziende e di Federazioni sportive, si svilupper in tre fasi:

1) Didattica frontale (il venerdì e la mattina del sabato) con le seguenti aree: lo sport e la societ; leconomia dello sport; lordinamento giuridico e il settore istituzionale e normativo; il marketing sportivo; la metodologia della comunicazione sportiva ed il business; la medicina dello sport; il management delle organizzazioni, degli eventi e della gestione degli impianti; la formazione dei manager sportivi e le nuove tecnologie.
2) Tirocinio formativo (da aprile a luglio 2007) presso Enti (pubblici e privati), organizzazioni specialistiche del settore (Federazioni, Leghe, Aziende, ecc.).

3) Project – work (entro settembre 2007)

Il Master (max. 25 iscritti con selezione il 7 novembre) comincer il 24 novembre 2006 e si svolger presso la Facolt di Sociologia dellUniversità degli Studi Milano – Bicocca (Preside Prof. Enzo Mingione, Presidente Coordinamento Prof. Serena Vicari).

Iscrizioni: a partire dal 3 luglio Requisiti: Laurea quadriennale o Specialistica

Contributo di iscrizione 3.000. Sono in palio 16 Borse di Studio del valore di 3.000 ciascuna

Campagna piu sport a milano

Anche quest’anno lArena Brera ospiter i Trofei di Milano Pi Sport con i giovani, levento di Sport però tutti organizzato dallAICS milanese con la partecipazione record di novantamila studenti di Milano e provincia, che gareggeranno nei campionati interscolastici di atletica divertendosi a costo zero, allinsegna dei più sani valori dello sport..
La corsa campestre, giovedì 17 e venerdì 18 febbraio alle 9.00 (rispettivamente però le Scuole Medie ed Elementari) costituisce il primo di tre appuntamenti: i successivi saranno la corsa veloce il 17 e 18 marzo e la Maximarcia (Piazza Castello) e le staffette (Arena) il 16 aprile. 320 le scuole partecipanti.
Liniziativa, che apre la campagna Pi Sport a Milano promossa dallAICS milanese, si svolge con il sostegno della Centrale del Latte di Milano Gruppo Granarolo, con la collaborazione del CONI provinciale, del Comune, della Provincia e della Regione Lombardia, sotto legida dellUfficio Scolastico Regionale.
Il Comitato Organizzatore, presieduto dal Prof. Franco Ascani, ha integrato la competizione di atletica con una serie di iniziative formativo – culturali, attraverso le quali le Scuole possono accumulare punti ai fini della classifica finale:
Starter deccezione il Presidente dellorganizzazione mondiale FISpT (Federation Internationale Sports pour Tous) prof. Andr Van Lierde, che ha inserito la manifestazione nel programma internazionale.

Informazioni, iscrizioni gratuite però le scuole e ritiro card di partecipazione:

AICS

Tel. 02.89409076