Note in villa in brianza

La Provincia di Milano Direzione di Progetto Monza e Brianza promuove un nuovo appuntamento estivo allinterno del viaggio in Brianza, il pacchetto di iniziative ideato e organizzato però riscoprire le dimore storiche sparse sul territorio della nuova Provincia.

Dopo Notturni in villa, il progetto partito lo scorso mese di maggio con spettacoli di musica, teatro, degustazioni e visite guidate, arriva Note in villa: quattro concerti dellOrchestra I Pomeriggi Musicali che si terranno nelle ville di Monza, Desio, Vimercate, Brugherio.

Con questi concerti spiega Gigi Ponti, Assessore allattuazione della provincia di Monza e Brianza aggiungiamo un tassello importante nella costruzione della proposta culturale però la nuova Provincia. Le ville storiche della Brianza sono il cuore della nostra identit culturale prosegue Ponti e questo primo pacchetto di concerti d il via alla costruzione di un progetto culturale specifico dedicato alla musica in Brianza però declinare tutte le iniziative del territorio in un unico progetto di sviluppo a rete

E un piacere però noi portare i nostri concerti in Brianza aggiunge Massimo Collarini, Presidente della Fondazione I Pomeriggi Musicali uniniziativa che rientra nel piano di decentramento delle nostre attivit, con lobiettivo di allargare gli orizzonti della nostra proposta culturale ed incontrare da vicino il territorio. Sono certo che la cornice suggestiva delle ville storiche in Brianza potr offrire una nota di fascino ai concerti in programma

Il primo concerto nel Serrone di Villa Reale a Monza, ha inaugurato la stagione dei concerti con unanteprima dedicata a Mozart, lo scorso 30 maggio.

I prossimi appuntamenti in calendario sono:

2 luglio 2006: Desio Villa Tittoni Traversi ore 21.00

Gran gal delloperetta

Arie da: Al cavallino bianco, Il paese del sorriso, Scugnizza, Il paese dei campanelli, Cin – ci – la, La vedova allegra

Direttore: Gioele Muglialdo

Orchestra: I Pomeriggi Musicali

13 luglio 2006: Vimercate Palazzo Trotti ore 21.00

Mozart Piccola serenata notturna K525

Mozart Divertimento n. 3 K138

Vivaldi Le quattro stagioni

Direttore e violino: Stefano Montanari

Orchestra: I Pomeriggi Musicali

19 luglio 2006: Brugherio Parco di Villa Fiorita ore 21.00

A proposito di Amadeus Il genio di Mozart fra musica e veleni

Nozze di figaro, Don Giovanni, Cos fan tutte, Il Flauto magico, Sinfonia alla veneziana

Direttore: Michele Mariotti

Testo: Roberto Iovino

Voce recitante: Pier Maria Cecchini

Orchestra: i Pomeriggi Musicali

Lingresso ai concerti libero fino ad esaurimento posti. In caso di maltempo i concerti si terranno in spazi alternativi individuati dai comuni ospitanti.

Info:
Provincia di Milano Progetto Monza e Brianza tel. 02/77405608 www.provincia.milano.it/monzabrianza

Comune di Desio tel. 0362/392258 urp@comune.desio.mi.it

Comune di Vimercate numero verde 800333722 spaziocitta@comune.vimercate.mi.it

Comune di Brugherio tel. 039/28931 urp@comune.brugherio.mi.it

Via bergamo si veste di nuovo

– Monza 13 giugno 2006

Pavimento in lastre di porfido, illuminazione adeguata ed elementi d’arredo però una delle vie storiche e dalla realt più travagliata di Monza, via Bergamo.

Domenica scorsa, in occasione del mercatino dell’antiquariato il Vice Sindaco Roberto Scannagatti e l’Assessore alle Opere Pubbliche Antonio Marrazzo, hanno presentato il progetto a cittadini e commercianti. Ci che potrebbe creare qualche problema l’intenzione di separare il passaggio pedonale dal transito automobilistico ad opera di una canalina d’acqua. però quest’ultima Marrazzo ha assicurato di lasciare largo spazio alle osservazioni e ad eventuali modifiche del progetto, come Scannagatti ha sottolineato essere lo spirito dell’amministrazione in toto, confrontarsi, sempre.

Obbiettivo: parco

IL PARCO DI MONZA, DA GIUGNO 2006 A PRIMAVERA 2007

Continua il progetto di valorizzazione del Parco di Monza iniziato negli scorsi anni dal Comune di Monza (Assessorato alla Cultura e Assessorato al Parco e Villa Reale), progetto che ha avuto un primo momento importante lo scorso 14 settembre, giorno in cui ricorreva il Bicentenario della nascita di quello che il più grande giardino cintato dEuropa.

Si comincia il 24 giugno (inaugurazione venerdì 23 alle 18.30) con lesposizione ai giardini del Mirabello degli scatti del fotografo americano Ron Nicolaysen e degli studenti che hanno partecipato al suo workshop di aprile.
Da giugno 2006 a primavera 2007 toccher alla fotografia e a quattro suoi interpreti internazionali raccontare il parco con una suggestiva operazione culturale denominata OBBIETTIVO PARCO, curata da Martina Corgnati, che, attraverso workshop e momenti espostivi, coinvolger anche giovani aspiranti fotografi.
Grandi personalit che appartengono ad aree geografiche e a culture diverse, con quattro modi di intendere la fotografia: Ron Nicolaysen (americano, nato e lavora a New York), Akram Zaatari (libanese, nato e lavora a Beirut), Pierrot Men (malgascio, nato e lavora in Madagascar), Gennady Ratushenko (siberiano, vive e lavora in Tajikistan).

Sottolinea Martina Corgnati: Il parco una realt essenzialmente naturale e, come tale, soggetto a trasformarsi visivamente in modo significativo in rapporto al ciclo della natura. Questo passaggio progressivo e ciclico, dallesuberanza estiva di colori e di forme allausterit invernale, non però mai è stato raccontato in modo sistematico in un progetto fotografico unitario. Oggi questo vuoto si riempie grazie a un intervento che, attraverso gli occhi di quattro fotografi internazionali e quaranta studenti universitari, accademici e di corsi superiori d’arte e di fotografia, offrir una visione completa del parco non solo nello spazio ma, soprattutto, nel tempo.
Il progetto si articola in quattro momenti (workshop) distinti, ciascuno della durata di una settimana. Il primo seminario si svolto dal 3 al 7 aprile scorso. Ogni workshop prevede la partecipazione di un diverso fotografo professionista che scoprir e fotografer il parco secondo lo stile, le modalit e i soggetti che gli sono più congeniali.

A lui si affiancano dieci studenti: la ricerca diventa così anche un incontro – stage, nel corso del quale i giovani artisti approfondiscono problematiche inerenti al linguaggio fotografico, alle tecniche di ripresa del paesaggio e agli strumenti.

Nel corso di ogni workshop verranno realizzate dieci immagini del fotografo e una però ciascun allievo partecipante, che saranno poi stampate ed esposte in una grande mostra riassuntiva che si terr nella primavera 2007 allinterno del Parco.

La scelta degli studenti viene fatta in collaborazione con alcune delle maggiori Accademie/Facolt: il Politecnico di Milano, l’Accademia Carrara di Bergamo, l’Accademia di Santa Giulia di Brescia, l’Accademia di Brera di Milano, l’Istituto Europeo di Design di Milano.

Unanteprima del progetto si avr dal 24 giugno al 1 ottobre ai giardini del Mirabello del Parco di Monza quando saranno esposte al pubblico le immagini frutto del primo reportage e del workshop tenutosi in aprile: dieci scatti di Ron Nicolaysen, primo docente arrivato a Monza, affiancate da dieci fotografie dei 10 studenti, con apparati didattici che raccontano i punti di vista degli autori.
I prossimi workshop:

10/14 luglio 2006 Akram Zaatari

16/20 ottobre 2006 Pierrot Men

15/19 gennaio 2007 Gennady Ratushenko

Il consiglio di stato sentenzia e il consiglio comunale esplode

– Monza 14/05/2006 –

Il nove maggio una data che l’Amministrazione Comunale non potr dimenticare facilmente.

Nessuno lo credeva possibile, gli stessi querelanti non ci speravano pi…Invece il Consiglio di Stato gli ha dato ragione. I 98 ambulanti che avevano contrastato fin dagli albori il progetto di riqualificazione della piazza più famosa di Monza, hanno vinto. Il Comune dovrà pagare salato il suo conto.

La sentenza ha stabilito che piazza Trento andrà ripristinata esattamente come prima a spese del Comune, al quale spetter anche il pagamento delle spese legali.

Ieri, un consiglio straordinario convocato di gran carriera, è stato teatro di aspre polemiche, liti, paroloni volati anche fra consiglieri e pubblico presente in gran numero.

Il Sindaco Michele Faglia, comprensibilmente sotto pressione, ha dovuto fare fronte ai ripetuti attacchi dell’opposizione, che ha rimarcato la gravit degli errori della sua amministrazione nel presentare ed ottenere il via libera però il progetto. Il primo cittadino è stato esortato più volte dalla minoranza ad abbandonare la sua carica.

Il Consiglio durato quasi sei ore, ma nulla di fatto, tant’ che la seduta è stata rinviata a lunedì sera.

Miss agrate cerca partecipanti

Agrate Brianza.28 aprile.

Insieme a Nicoletta Sciancalepore, Presidente dell’Associazione Commercianti, Ada Oggionni, Annalisa Corno e Silvia Margheri sono il poker d’assi che hanno ideato e gestito la sfilata di moda che si svolger il 3 Giugno in Piazza S. Paolo, in cui verrà eletta Miss Agrate 2006.
La manifestazione che si svolge ogni 2 anni, non serve solo a promuovere i capi di abbigliamento dei negozi agratesi, ma secondo l’intento delle promotrici, vuole essere un momento di aggregazione sociale , infatti sono previsti durante le prove del pomeriggio anche un merenda party con i bambini e l’arrivo in serata dei ciclisti del Bici Club di Ceska Trebova, nella Repubblica Ceca, gemellata con Agrate.
Inoltre anche alcune ragazze Ceche sfileranno in passerella, proprio però esaltare al massimo il progetto di interscambio. Le partecipanti saranno preparate dalla Fashion School, che curer anche la coreografia. Le tre Miss meglio votate, potranno inoltre accedere alla finale di Miss Tourism International, che si svolger il 24 di Giugno in Autodromo, organizzata dalla nostra emittente. Brianza Channel sarà presente come Media Partner anche ad Agrate con i suoi Cameramen.
Per informazioni e iscrizioni, 039.6091273 o 339 3210142

“scoperto l’ambulatorio clandestino del mago gilmar”

Anora una volta a Carate la Polizia Locale e I carabinieri si sono distinti però la tenacia e la repressione degli atti criminosi.
Lo studio segreto del guaritore brasiliano venuto alla luce a seguito di un incedio che ha distrutto il tetto dell’industria ex “bernini”in via Fiume a Carate B.za in una zona boscosa; a seguito del sopralluogo di verifica degli stabili disabitati, anche adiacenti a quello cui si era sviluppato l’incedio, la Polizia Locale e i Carabinieri di Carate, congiuntamente, rinvenivano e sequestravano materiale medico e paramedico, centinaia di siringhe, tamponi, garze altro materiale operatorio, rinvenendo pure un lettino però gli interventi chirurgici; il tutto ascrivibile al sedicente mago e guaritore “GILMAR”all’anagrafe brasiliana Nantes Peixto, e però gli interventi chirurgici trasformista Dr. Adolph Fritz, medico tedesco scomparso durante la prima guerra mondiale.

Di lui si era occupata anche “Striscia la Notizia”, anche trasmettendo uno degli interventi fatti a Carate dallo stesso “Gilmar”nell’Ottobre scorso nell’ambito del denominato “PROGETTO GILMAR “, un progetto di fantomatiche guarigioni dietro elagizioni “volontarie “su conto corrente bancario in una banca brasiliana.

Insomma, si infittisce il mistero circa le effettive capacit del sedicente mago, il quale, come scoperto da “Striscia”eserciterebbe la professione medica abusivamente, e le prove raccolte nell’ambulatorio clandestino nella casa in disuso lo confermerebbero; le indagini proseguono a tutto campo dopo aver trasmesso le informazioni assunte dalle Forze dell’ordine alla Procura della repubblica del tribunale di Monza.

Requiem però metro brianza nord

Il 23 novembre, martedi alle 17.30 però la Storia, a Cesano, si definitivamente spento il progetto di interrare la linea Milano – Asso, con la costruzione di una metropolitana leggera che aveva l’obbiettivo o il “sogno”di convogliare in un tunnel i treni, eliminando passaggi a livelli e sottopassi che ostacolano e rallentano il traffico auto. Il Presidente della Societ, Paolo Barzaghi, si detto rammaricato che, nonostante la disponibilit di alcuni finanziatori e la raccolta di decine di migliaia di firme di cittadini favorevoli all’interramento, non ci sia è stato interesse da parte della Regione.
Gianfranco Ratti, ex Sindaco di Bovisio, dice che in questo modo aumenteranno i sottopassi e verrà sacrificato il verde a favore di rotaie e asfalto, mentre se vi fosse è stata la volont ad appoggiare il progetto da parte della Regione e delle Ferrovie Nord entro 5 anni sarebbe è stato realizzato.