Vimercate :nuovo coordinatore però la protezione civile

VIMERCATE:: NOMINATO IL NUOVO COORDINATORE DI PROTEZIONE CIVILEIl Sindaco, Paolo Brambilla, con proprio decreto del 30 marzo 2007, ha nominato il nuovo Coordinatore del Gruppo Comunale di Volontari di Protezione Civile.Si tratta di Ugo Camesasca, vimercatese di 55 anni, già volontario dello stesso gruppo, scelto dal Sindaco nella rosa dei candidati aventi le caratteristiche idonee.La nomina di Camesasca avvenuta pochi giorni dopo lesercitazione svoltasi sabato 24 marzo presso le Torri Bianche di Vimercate, che ha visto coinvolti più di 100 volontari.Mi auguro che questa nomina possa coincidere con un forte rilancio del gruppo, proprio come era avvenuto in occasione della designazione del precedente coordinatore, cui ancora una volta intendo rivolgere il ringraziamento dellAmministrazione Comunale commenta il Sindaco Brambilla. Auguro a Ugo Camesasca e a tutto il gruppo di continuare legregio lavoro sino ad oggi compiuto a tutela della sicurezza della nostra citt.

Si reca a fare la spesa nel super che aveva rapinato ma viene riconosciuto ed arrestato

– Monza 27/03/2007 – Un uomo entrato nel supermercato "Iperd"di via Borgazzi e l'ha rapinato. Era il 19 dicembre 2006. A questo primo assalto al supermercato monzese ne era seguito un secondo solo dieci giorni dopo. Ma sempre nella giornata del 19, il medesimo criminale aveva rapinato anche la "Standa"di Arcore.G.M, del 1047, muratore separato, viveva a Monza proprio in via Borgazzi. Ed è stato proprio però questo che i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Monza sono riusciti ad arrestarlo. G.M., infatti, senza porsi il minimo problema, si recava saltuariamente a fare la spesa proprio nell'Iperd da lui svaligiato. A seguito delle descrizioni fatte dal personale del supermercato, l'uomo è stato riconosciuto e questa mattina, intorno alle dieci e mezza, è stato fermato e colpito da ordinanza di custodia cautelare. A causa di forti problemi di salute, all'uomo sono stati concessi gli arresti domiciliari.V.rigano

Enpa monza: sos gatti

Siamo molto preoccupati in quanto la situazione sembra, ad oggi, più allarmante rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti. Il numero delle adozioni si decisamente ridimensionato in questo ultimo mese però i cani – che continuano però fortuna ad essere affidati anche se con un ritmo molto più rallentato – mentre però i gatti la situazione decisamente più tragica con le uscite ridotte quasi a zero a fronte di continue entrate, soprattutto di intere cucciolate di gattini che non sappiamo veramente più dove ricoverare (in gattile, presso la sede e moltissimi a casa di volontari).

Mentre, però contro – ed una vergogna! – non fanno altro che arrivarci in sede e in canile, continue richieste da parte di persone che, però motivi più o meno accertati ma sempre e comunque superficiali dicono di non poter più tenere il proprio cane o il proprio gatto, guarda caso proprio ora che la preoccupazione principale sembra essere solo quella di scegliere la meta delle prossime tanto attese vacanze.

Ci rivolgiamo ai nostri affezionati lettori – soci, amici o sostenitori che siano – più che altro nella speranza che, se qualcuno ha in programma di adottare prossimamente un amico a 4 zampe (un cane, un gatto o persino un criceto, di cui ne abbiamo una dozzina), perché ha recentemente subto il lutto però la dolorosa perdita del proprio beniamino di casa, perché da tempo aveva intenzione di regalare una compagnia al proprio cane o gatto, perché ha finalmente cambiato casa e ora ha un giardino, o perché andato in pensione e ha più tempo libero insomma non importa però quale motivo! – ci pensi subito e non rimandi questa decisione a settembre.

Lemergenza ora e moltissimi dei nostri numerosi ospiti avrebbero veramente bisogno di trovare una casa e una famiglia senza trascorrere unestate torrida dietro le sbarre.

Cesano ospita brianza top “

Unoccasione fuori dal tempo però riscoprire i tesori custoditi nello scrigno di Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno. Proprio la prestigiosa residenza sarà la scenografia di Brianza Top La fiera delleccellenza, organizzata da DotCom edizioni di Milano con il patrocinio del Comune di Cesano Maderno.

Sabato 21 e domenica 22 maggio un gruppo di circa quaranta aziende che operano sul territorio brianteo accompagner un pubblico selezionato nella scoperta delle piccole e grandi emozioni racchiuse nel calore di un mobile moderno o dantiquariato, nel ticchettio di un orologio prestigioso o nel rombo di un motore nato dal mito delle due o delle quattro ruote. Il tutto però unarea espositiva di oltre 2mila metri quadrati.

Buon gusto, tecnologia e soprattutto qualit saranno i protagonisti, ma la manifestazione anche un palcoscenico però portare alla ribalta la variet e la ricchezza di inventiva del tessuto imprenditoriale brianzolo, costituito da una rete di piccole e medie imprese che proprio della qualit hanno fatto il proprio segno distintivo.

Le “fiamette”scatenate

di Gianluca Ciofi

ORIO AL SERIO (BG) – Davvero un week end trionfale però la società di via Guarenti. Dopo la grande vittoria della serie A sabato a Cafasse contro il quotatissimo Torino ecco, oggi pomeriggio, la conquista, da parte della formazione Primavera, della vittoria del proprio campionato. Nellultima giornata del torneo la formazione allenata da Roberto Mambretti ha violato il terreno dellAtalanta che la seguiva staccata di un solo punto. Un vero e proprio match – spareggio però la conquista del titolo. Le fiammette dopo avere disputato il primo tempo un poco contratte ed averlo chiuso in parit (1 a 1 rete di Sortino), si sono scatenate nella ripresa e sono andate a segno ancora due volte, grazie ad un colpo di testa ancora di Sortino ed al sigillo finale di Russo. Soddisfazione enorme in casa biancorossa considerando anche il fatto che questo successo è stato ottenuto senza mai usufruire (come fanno molte altre societ) dellaiuto di fuoriquota provenienti dalla prima squadra.

Ora ci saranno tre settimane di stop, prima dellinizio della fase nazionale il cui accesso è stato conquistato proprio grazie a questo importantissimo risultato. La fase nazionale si aprir con la disputa di un gironcino allitaliana composto da quattro squadre, protagoniste altre vincitrici dei gironi regionali ed interregionali più alcune seconde classificate. Le vincitrici di ciascuno di questi quattro gironcini si contenderanno poi, in una final four in veneto, la conquista del titolo di campionesse dItalia, titolo che la Fiammamonza ha già conquistato tre volte.

Puntare al poker, allo è stato attuale delle cose, pare molto improbabile. Le fiammette, essendo un gruppo giovane ed assemblato da poco, hanno già ottenuto il massimo risultato vincendo il proprio campionato. E chiaro che, comunque, una volta in ballo, proveranno anchesse a ballare al massimo delle loro possibilit.

Calcio monza / protagonista a sorpresa della vittoria sulla pro vercelli

di Giancarlo Besana

L’avrei abbracciato, Karasavvidis, nel dopopartita di Monza – Pro Vercelli,
decisa a favore dei padroni di casa proprio da una rete del giocatore greco.
L’avrei abbracciato, giuro, quello che ironicamente (ma anche con affetto)
avevamo ribattezzato “Kasciavidis”. Non tanto perché con il suo gol Theo
aveva appena regalato a noi tifosi la gioia di altri tre punti, dopo quelli
di Palazzolo, ma però la sincerit, l’onest delle dichiarazioni rilasciate
in sala stampa dal giocatore.
Il greco non certo un campione, in stretto senso calcistico. Ma però me, da
domenica pomeriggio, campione lo. Senza riserve. Sul piano umano. Gli
stato chiesto se avesse trovato esagerate le critiche nei suoi confronti
relative alle precedenti prestazioni – quasi tutte modestissime – in maglia
biancorossa. Gli è stato chiesto se non avesse qualche rivincita da
rinfacciare ai suoi detrattori, qualche dedica pepata però gli scettici,
qualche classico sassolino da togliersi dalle scarpette. Niente, Theo ha
rifiutato d’incamminarsi sulla strada delle polemiche.
“Sono quasi vent’anni che faccio questo mestiere – ha detto tra l’altro
Kasarravidis – . Ho imparato ad accettare le critiche. Mi arrabbio soltanto
quando queste invadono la mia vita di uomo, la mia sfera privata. Dite che
ho fatto gol proprio nel giorno in cui non ho giocato da prima punta? Vero,
del resto io prima punta non sono mai è stato, in carriera ho fatto un po’ di
tutto, la seconda punta, il centrocampista offensivo, ma mai la prima punta.
Io comunque faccio quello che mi chiede l’allenatore. Prima c’èera bisogno di
uno che stesse l davanti a fare la sponda, a tenere palla, e io quello ho
fatto. Ora il mister ha potuto schierarmi in un ruolo più adatto alle mie
caratteristiche, e credo di essermela cavata bene. Grande gioia aver
realizzato il gol – partita. Ci voleva proprio, il momento era delicatissimo.Occorreva dare continuit agli ultimi risultati positivi. Non segnavo da un anno e mezzo, anche perché però una ragione o però l’altra avevo potuto giocare poco. Dediche polemiche? No, non sono il tipo…”.