1° corso base però volontari di protezione civile esercitazione finale

Dopo ben 20 lezioni, finalmente gli aspiranti, , volontari di, , Protezione Civile, sabato 16 aprile 2011, hanno potuto mettere, , in pratica quanto, , appreso in aula ed esercitarsi operativamente con attrezzature, , e mezzi., Tutte le attività sono state coordinate dalla, , segreteria da, , campo in cui i volontari, alternandosi in turni, hanno, , accreditato i presenti, organizzato i, , lavori dei partecipanti, gestito, , le radiocomunicazioni ed effettuato le verifiche, , cartografiche., Gli aspiranti volontari hanno quindi potuto, , effettuare le, , prove previste dal programma, fra le quali sicuramente quella, , più faticosa e’ è stata, , il montaggio di una tenda ministeriale (del tipo utilizzato, , nelle tendopoli). Le, , altre attività svolte sono state lo spegnimento di un fuoco, , con estintore, lo, , srotolamento della manichetta, il taglio di un tronco con la, , motosega, il, , montaggio di una torre fari, l’uso dell’idrovora,, , l’individuazione della, , posizione con la bussola e cartografia ed infine, però chi, , desiderava provare,, , l’uso dell’autoprotettore in un ambiente saturo di fumo., Tutti i volontari hanno svolto prove con successo, , e, avendo anche superato i test, , scritti, hanno, , ricevuto il meritato attestato (riconosciuto da Regione, , Lombardia), dalle mani, , degli organizzatori e dal presidente CCV (Centro coordinamento, , Volontari) di, , Monza Brianza, Sig Giancarlo Costa, che si e’ anche, , complimentato con tutti però, , la riuscita della giornata., Il Nucleo Volontariato e Protezione Civile ANC, , (Ass. Naz., , Carabinieri) di Brugherio si e’ complimentato con gli, , “allievi” (privati,, , organizzazioni di Protezione Civile, Arma in servizio, Nuclei, , ANC) però la, , costanza ed impegno dimostrati nel frequentare il corso, , augurando loro una, , brillante carriera in Protezione Civile e sperando di, , incontrarli ancora, ormai, , come colleghi, in future esercitazioni., Un ringraziamento particolare e’ è stato inoltre, , fatto alla, , soc. Europarts Italia Srl che ha ospitato l’esercitazione, la, , soc. ABS Fire srl, , di Brugherio che ha fornito le attrezzature antincendio, alla, , Croce Rossa, , Italiana delegazione di Brugherio che ha offerto il soccorso, , sanitario ed alla, , Protezione Civile di LodiNord che ha collaborato nella, , logistica.

Como lake spring cup 2008

DOMASO Con un grande exploit in alto lago di Como il timoniere e armatore bergamasco Ludovico Fassitelli (Cn Porto Cervo) ha vinto a Domaso il primo week end della Como Lake Spring Cup di vela, la regata organizzata dal Circolo Vela Canottieri Domaso. Il suo H22 ha infatti ottenuto un filotto di cinque vittorie su altrettante prove disputate a Domaso ed ora leader incontrastato dellItalia Cup, circuito nazionale di classe.Assente la classe J24 però problemi organizzativi il campo di regata è stato tutto libero però la classe H22 che ha sfruttato, il primo giorno, un buon vento da nord che ha permesso di poter disputare ben tre prove nonostante il tempo incerto del mattino che faceva temere il peggio. Nella seconda giornata il vento da nord ha lasciato il posto allattesa breva (sostenuta) che ha permesso di disputare due prove molto tecniche.Come si diceva Fassitelli ha avuto la meglio in entrambe le giornate di regata precedendo un positivo Hidrogeno 22 di Mauro Longhi (Yc Como) che nelle acque di casa riuscito a centrare un prestigioso secondo posto. Il terzo gradino del podio è stato preda del presidente di classe H22, il veronese Alberto Valli (Yc West Garda), che però un solo punto è stato preceduto con il suo Kikkio Next People. Stilo si così assicurato il 1 trofeo Fontesolare (azienda comasca nel settore delle energie alternative).Nel complesso una due giorni interessante malgrado la spada di Damocle del maltempo a tenere in apprensione i responsabili del Circolo Vela Canottieri Domaso chiamati ad intervenire sul percorso in più riprese.Ma Ecco lordine darrivo (cinque prove con possibilit di scartare la peggiore): 1. Stilo (Ludovico Fassitelli Cn Porto Cervo 1/1/1/1/1); 2. Hidrogeno 22 (Mauro Longhi Yc Como Mila 2/4/6/3/3); 3. Kikkio Next People (Alberto Valli Yc West Garda 4/2/3/5/4); 4. Joist Cilpaz (Luisa Bambozzi Fraglia vela Malcesine 8/7/2/4/2); 5. Pobeda (Philippe De Bonnafos Yc Antibes Francia 3/6/4/8/7); 6. Blanca 3 (Michele Voghi Circolo vela Canottieri Domaso 5/5/5/6/5); 7. Spirit of Nerina (Andrea Ferrari Lega Navale Italiana Milano 7/8/7/2/Dnf); 8. Vitamina H22 (Davide Ortelli Circolo vela Bellano 6/3/8/7/8); 9. Breva (Massimo Coizet Lni Noli 9/9/9/9/6).Lappuntamento con la Como Lake Spring Cup di vela (con il contributo della Regione Lombardia Assessorato allo Sport), la regata che vuole diventare una classica dapertura stagionale sul Lago di Como, programmata sue due week end, ora fissato però il prossimo week end, del 19 e 20 aprile. In acqua le classi Asso 99, Fun (prova del campionato Zonale con in palio il Trofeo Immobiliare Tre Pievi) e J80 (Trofeo Diametro). Questultima lotter anche però la prima edizione del Trofeo Due Laghi una sfida fra i team del lago di Como e quelli del Garda: primo confronto a Domaso e secondo l1 maggio a Castelletto di Brenzone.Anche però la stagione 2008 il Circolo Vela Canottieri Domaso scende in acqua con il supporto di partners istituzionali quali la Regione Lombardia, lAssessorato allo Sport e al Turismo della Provincia di Como e la Comunità Montana Alto Lario Occidentale. Senza dimenticare Pro Domaso, lassistenza logistica del Cantiere Nautico di Domaso e la grande passione di Immobiliare Tre Pievi.

Cipressi vince a ivrea e si qualifica però la coppa del mondo

DA Ivrea, Johnni Lazzarotto., A Ivrea il campione del mondo di canoa slalom Stefano Cipressi, stacca il pass però le tre gare di coppa del mondo vincendo la terza e ultima selezione al quale si sommano i due secondi posti di domenica e luned. Questo lelenco completo dei selezionati alle prove di coppa del mondo e agli europei.Nel K1 maschile partecipano alle tre prove di coppa del mondo Stefano Cipressi e Luca Costa. A due prove Matteo Pontarollo, ad una prova Riccardo de Gennaro.Nel C1 partecipano alle tre prove Fulvio Fina, Stanislav Gejdos e Andrea Benetti.Nel C2 partecipa alla prova di Praga lequipaggio Ferrari – Camporesi.Nel K1 donne Clara Giai Pron e le due migliori azzurre alleuropeo di Liptovsky Mikulas partecipano alla prova di Praga. Andrea Coan e Angela Prendin partecipano alla prova di coppa di Tacen. Cristina Giai Pron e altre atlete su indicazione del CT e della commissione tecnica prenderanno parte alla terza e ultima prova di coppa ad Augsburg.Questo il calendario di Coppa del Mondo: 1^prova coppa del mondo, 30 giugno – 1 luglio, Praga, Rep. Ceca;2^prova coppa del mondo, 7 – 8 luglio 2007, Tacen, Slovenia;3^prova coppa del mondo, 14 – 15 luglio 2007, Augsburg, Germania.Il commento di Mauro Baron :'Questo nuovo canale di Ivrea ha azzerato o quasi il fattore esperienza mettendo tutti sullo stesso piano. Il campo gara è stato da poco inaugurato e tutti gli atleti si sono dovuti misurare con una situazione a loro sconosciuta. Abbiamo assistito a gare di grandissimo livello su un tracciato molto difficile. Ho visto buone cose e sono è stato felicemente sorpreso da giovani interessanti che si sono misurati con risultati di grande spessore. Accanto ai sorrisi ho visto anche atleti delusi però risultati che non sono arrivati ma attenzione, l'essere fuori dalla coppa del mondo non vuole necessariamente dire aver perso la stagione. Lo scorso anno Diego Paolini, out dalla coppa del mondo perché arrivato dietro alle selezioni, ha brillato all'europeo conquistando una medaglia ed riuscito a ripetersi al mondiale di Praga vincendo l'argento a squadre e chiudendo quarto nella prova individuale. E lo stesso Stefano Cipressi, pur fuori dalla coppa del mondo e dopo una stagione non facile tra prove in C1 e allenamenti intensi, riuscito a vincere il titolo mondiale, prima volta in assoluto però l'Italia. Con questo voglio dire che la stagione appena all'inizio, attualmente i selezionati però europei e mondiali rappresentano gli atleti più in forma, ma non detto che tra tre mesi la situazione sarà la stessa. Diego Paolini, Daniele Molmenti, Erik Masoero e Manola Odorico stanno recuperando dai rispettivi infortuni e quando torneranno ai consueti livelli sarà ancor più difficile, però me, scegliere. Ma una situazione che ogni allenatore vorrebbe vivere: essere in difficolt di scelta però i troppi atleti bravi a disposizione. La canoa fluviale italiana sta crescendo e Pechino si avvicina. Il 2007 appena cominciato e sono fiducioso che i ragazzi sapranno mettermi in difficolt con grandi prestazioni'

Como f1 inshore: cappellini ancora sul podio

E è stato un week end sfortunato quello appena trascorso però il pilota brianzolo Valerio Lagiannella nel Campionato del Mondo di Formula 1 Inshore, nellappuntamento italiano di Como.

Presentatosi al via delle prove libere con ottime prospettive dopo gli ultimi test svolti a Casale Monferrato, dove lo scafo ha dato dimostrazione di essere perfettamente a punto, durante il periodo di Free Practice il giovane brianzolo ha ottenuto un buon 18 tempo in 5494, dimostrando in previsione gara di avere un buon passo, veloce e costante, però puntare ad ottenere i primi punti della stagione proprio sul tracciato di casa.

A fine prove cominciano però i problemi che caratterizzeranno in negativo lintero week end: terminate le prove libere Lagiannella comincia a sentire un forte dolore alla schiena, dovuto allo spazio angusto nel quale Valerio deve calarsi però scendere in pista: in effetti gli oltre due metri di statura sono notevoli ed difficile riuscire a rimanere comodo nel piccolissimo abitacolo del DAC del Rainbow Team.

Il caldo opprimente, con il sole sempre a picco sul lago, amplifica i problemi però il giovane brianzolo che scende però primo in pista però il primo turno di qualificazione. Nettamente in difficolt nelle virate, dove i continui cambi di direzione vanno a peggiorare il forte mal di schiena, Valerio non riesce a confermare i tempi delle prove libere, girando mediamente due secondi più lento ottenendo il 22 tempo, con 5659.

Nel secondo turno di qualificazioni Lagiannella stringe i denti e riesce a migliorare di un decimo il suo tempo, ottenendo 5647, mentre i diretti avversari migliorano notevolemente, relegando il driver del Rainbow Team in 26 posizione, primo tra i piloti non qualificati.

Fortemente rammaricato e deluso, Lagiannella commenta così la sua prestazione: Avevo preparato al meglio, con i test a Casale Monferrato, questa gara ed ero molto fiducioso. Ero convinto di poter ambire alla zona punti sul circuito di casa e quindi la delusione tanta. Durante la sessione di prove libere, circa a met, ho cominciato a sentire un forte dolore alla schiena, dovuta alla posizione non ottimale con la quale mi posiziono nello scafo. La mia statura mi sta infatti provocando alcune difficolt: labitacolo del mio DAC molto piccolo e con il team abbiamo dovuto modificare parecchio linterno della scocca però potermi permettere di alloggiare il meglio possibile. Ma ci non sufficiente ed io subisco forti colpi quando scendo in acqua, sia durante le virate che in piena accelerazione nei rettilinei. Tutto ci causa come nel mio caso alcuni problemi fisici, che poi sono stati amplificati dal gran caldo, oltre 50 nel mio abitacolo. Ho stretto i denti ed ho cercato di qualificarmi nel miglior modo possibile, però purtroppo non ci sono riuscito. Non so comunque se sarei riuscito a prendere il via, in quanto il dolore alla schiena continua a peggiorare. Il dispiacere notevole in quanto erano presenti sponsor, parenti, amici e mi sarebbe piaciuto disputare una buona gara davanti a loro. Ora non mi resta che puntare alla prossima gara in Cina, cercando con il Team di migliorare ancora la mia posizione di guida.

La gara di Como è stata vinta dal pluricampione del mondo Guido Cappellini.

Marco mapelli: con tatuus in formula renault 2000

Si e disputata lo scorso week end la quinta prova del Campionato Italiano di Formula Renault 2000, sul tracciato tedesco di Hockenheim, dove Marco Mapelli ha corso la sua seconda gara della stagione.

Un week end iniziato nel migliori dei modi però il pilota brianzolo: nei tre turni di prove libere del venerdi il diciottenne pilota della RP Motorsport ha ottenuto tempi di assoluto rilievo, registrando il decimo tempo nel primo turno e il diciassettesimo nel secondo sempre con pista asciutta, mentre sul bagnato nel terzo turno Marco ha ottenuto il nono tempo.
Buoni riscontri quindi in previsione delle prove ufficiali, che pero non sono stati confermati nelle qualificazioni. Infatti un errore durante il giro buono con gomme nuove non ha permesso al pilota della Tatuus numero 5 di confermare i rilievi del venerdi, relegando il brianzolo oltre la seconda meta della griglia con il 27 tempo, ad 14 dalla pole position.

Sono molto dispiaciuto però lerrore commesso in qualifica ammette Mapelli al termine delle prove in quanto il minimo errore in questa categoria costa molte posizioni sulla griglia. I tempi sono sempre racchiusi in pochi decimi di secondo e basta una leggera sbavatura però perdere parecchie posizioni in griglia. Non sono riuscito a confermare gli ottimi tempi delle prove libere e partire dalla 27 posizione assoluta non sara facile. Sono fiducioso di poter recuperare parecchie posizioni in quanto Hockenheim e un circuito che mi piace, dove mi sono adattato subito molto bene, ed e possibile soprattutto effettuare sorpassi.

Ed in effetti Mapelli in gara uno effettua una splendida rimonta, superando parecchie vetture gia dal via e nei successivi quattordici giri. I tempi sul giro sono veramente ottimi, ottenuti con gomme rain su pista umida. Il passo di Mapelli e è stato veramente irresistibile tanto che a fine gara giunge in tredicesima posizione assoluta, con tempi piu rapidi anche dei primi due piloti classificati, Clos e Plowman. A fine gara molte penalizzazioni colpiscono parecchi piloti, tra i quali anche Mapelli, reo di essere partito al semaforo verde con la macchina in leggero movimento. Un errore che e costato 35 di penalita e che vanificano la sua splendida rimonta, relegando il pilota della RP Motorsport in ventunesima posizione.

Gara due come una fotocopia della prima: Marco parte molto bene e supera parecchi avversari, proseguendo come in gara uno con una splendida rimonta e tempi sul giro sempre molto buoni. Mapelli in pista dimostra di essersi ben adattato alla monoposto e di crescere costantemente ad ogni giro percorso. Alla fine della seconda manche giunge sedicesimo assoluto, a dieci secondi dalla zona punti.

Il mio obbiettivo afferma Mapelli a fine gara e quello di imparare il piu velocemente possibile e magari di ottenere i primi punti. Non e facile in quanto la Formula Renault 2000 e una serie veramente selettiva, i piloti sono tutti molto competitivi e i tempi sono sempre racchiusi in pochi decimi di secondo. Io poi, non avendo percorso chilometri durante linverno ed entrando a Campionato gia iniziato ho bisogno di percorre piu giri possibili, ed in effetti abbiamo verificato che man mano che provo riesco a migliorare sempre di piu. Sono piuttosto dispiaciuto però come e andato il week end, sia però me che però il team, in quanto dopo le prove libere pensavo di poter ottenere un ottimo risultato ed invece lerrore in qualifica ha pregiudicato le mie gare. Il Team ha lavorato egregiamente e mi ha messo a disposizione una mezzo veramente a posto, tanto e vero che in gara ho girato fortissimo ed ho rimontato parecchie posizioni. Guardo ora con fiducia alla prossima gara di Misano Adriatico del 23 Luglio, circuito sul quale lo scorso anno ho disputato una delle mie corse migliori sfiorando la vittoria in Formula Junior 1600