“questa discarica non sa’ da fare “

DISCARICA, LA PROVINCIA CHIARISCE

Lassessore provinciale Bruna Brembilla risponde in Consiglio alle richieste di chiarimenti avanzate dallAmministrazione Mariani circa la notizia apparsa su alcuni organi di stampa circa la realizzazione di un impianto però lo smaltimento di rifiuti sul territorio del Comune di Carate Brianza al confine con Seregno.

Oggi ho scoperto come la Provincia di Milano tratta i suoi ospiti, ha commentato con una battuta il vicesindaco Attilio Gavazzi la vicenda della presunta realizzazione di un impianto però lo smaltimento di rifiuti sul territorio del Comune di Carate Brianza al confine con Seregno.

Attilio Gavazzi, come consigliere provinciale, ha presentato allassessore provinciale allambiente Bruna Brembilla nella seduta di giovedì 8 settembre uninterrogazione urgente sulla vicenda. Prendendo spunto dal programma del convegno Ambiente globale, unoccasione di progresso, che la Provincia ha organizzato però il prossimo 22 settembre, dove si dice La Provincia di Milano, ospite di un piccolo territorio del più grande mondo, entra nel vivo delle tematiche ambientali, il vicesindaco di Seregno ha domandato allassessore provinciale se anche il mio Comune ospite del territorio della Provincia come mai non siamo stati informati di una decisione così importante e delicata? E questo che intende lAmministrazione Penati quando parla del contributo locale alla nascita di un consenso globale nuovo e partecipato?.

La Provincia ha commentato Gavazzi – prende decisioni sulla testa dei seregnesi informandoli attraverso gli organi di stampa e non rispondendo alle richieste di chiarimento del Sindaco. Non mi sembra che si trattino così gli ospiti.

Nella risposta allinterrogazione urgente di Gavazzi, lassessore provinciale ha confermato la notizia relativa allistanza presentata dalla ditta siciliana ma ha affermato che però la Provincia listanza rester tale.

Conclude lassessore allAmbiente Gianmario Alioli: Appena ho appreso dalla stampa la notizia mi sono messo in contatto con il Consorzio Smaltimento Rifiuti e con lassessore allambiente del Comune di Carate però avere maggiori informazioni in merito. Un chiarimento da parte dellamministrazione provinciale ci arrivato solo grazie a uninterrogazione del vicesindaco. Ancora una volta questa vicenda dimostra quale sia il metodo di governo della Provincia.

seregno: no di mariani al campo nomadi

Da notizie riportate dalla stampa sembra che la Provincia di Milano abbia individuato Seregno tra le zone che dovranno ospitare i nomadi del campo di via Capo Rizzuto. Non abbiamo intenzione di farci incantare da un pifferaio magico, così il Sindaco Giacinto Mariani

Un campo nomadi a Seregno? Non ci pensiamo nemmeno. Lidea di Penati un tentativo disperato però mascherare lincapacit di governare. Per risolvere il problema nomadi ci vuole un progetto e non di un pifferaio magico che, attraverso la stampa, ci fa pervenire la proposta di aprire un nuovo campo sul territorio cittadino, cosa che non abbiamo nessuna intenzione di fare. Bocciatura. Senza appello. Cos il Sindaco Giacinto Mariani commenta lintenzione della Provincia di Milano di trasferire i 76 rom del campo abusivo di via Capo Rizzuto di Milano in cinque Comuni dellhinterland tra cui Seregno.

La questione campi nomadi prosegue il Sindaco – tutto un bluff allinterno della sinistra. Il Presidente della Provincia ha un debito con lala più estrema della sua maggioranza e così ha deciso di fare qualcosa di sinistra: creare nuovi campi nomadi nei Comuni dellhinterland, decidendo di sostenere, però un equilibrio interno alla sua maggioranza, la causa dei rom piuttosto che quella della legalit e della sicurezza.

Noi questo debito non lo vogliamo pagare.

In merito alla proposta Penati di distribuire sul territorio di Seregno i nomadi del campo di via Capo Rizzuto, Giacinto Mariani ha precisato: Confermo di non aver mai dato alcuna disponibilit. Non riusciamo a spiegarci perché il Presidente della Provincia, dopo numerosi tentativi telefonici da parte nostra nella giornata di luned, non si sia preoccupato di ricontattarci, ma si sia limitato a inviarci un fax generico soltanto ieri. Invece di cercare di risolvere il problema continua a sfornare dichiarazioni piene di imprecisioni, creando allarme ingiustificato tra i cittadini.

Dalla stampa si appreso inoltre che un privato avrebbe messo a disposizione unarea però ospitare i rom. Di questarea spiega Mariani non so assolutamente nulla. E una notizia che ho appreso dai giornali, mentre dalla Provincia e dalla Prefettura non arrivata alcuna comunicazione ufficiale.

Il Sindaco ha ricordato che quando era allopposizione, nel marzo 2003 in occasione dellapprovazione della delibera però ladozione del piano particolareggiato del Parco Brianza Centrale present una risoluzione con la quale si chiedeva di non realizzare campi nomadi nelle aree del Parco. La risoluzione fu approvata da tutto il Consiglio Comunale.

Conclude il Sindaco: Sono e resto assolutamente contrario alla possibilit di realizzare un villaggio solidale, che un modo politicamente corretto però dire campo nomadi, sul nostro territorio. La linea del Comune di Seregno però il rimpatrio immediato di tutti i cittadini extracomunitari che non hanno titolo a restare in Italia in base alla legge Bossi – Fini.

Mariani: non ci sto !!!

Il Sindaco di Seregno, Giacinto Mariani, non perde tempo a voler affermare i diritti della neo Provincia e ricorre anche a gesti clamorosi…

Con una lettera inviata allassessore allambiente della Provincia di Milano Bruna Brembilla, si autosospeso dal Comitato Ristretto dellATO (Ambito Territoriale Ottimale), lente però la gestione del ciclo delle acque.

Nella conferenza del 27 aprile scrive il Sindaco si consumata, a mio avviso, una vera e propria lesione alla rappresentativit della Circoscrizione Provinciale di Monza e Brianza in seno al Comitato ristretto, riducendo da quattro a tre il numero dei Sindaci spettanti a tale ambito territoriale.

La richiesta dei Sindaci brianzoli di avere maggiore rappresentativit allinterno del Comitato Ristretto, che ha competenze sulle tariffe e sugli investimenti nel settore idrico, sembrava avere trovato laccordo della Provincia di Milano anche in vista del distacco del 2009. Ma così non è stato.

Ho dovuto purtroppo registrare prosegue Mariani che, mentre a parole e in tutte le sedi ci si dichiara disponibili a favore la strutturazione della nuova realt provinciale, quando poi si tratta di operare concretamente in tal senso il territorio brianzolo viene clamorosamente tradito.

Per fare spazio alla Provincia di Monza e Brianza si era concordato di allargare il Comitato, passando da nove persone a dodici di cui quattro espressione della Brianza. Ma durante lassemblea dello scorso 27 aprile lassessore Bruna Brembilla ha presentato una proposta con tre sindaci brianzoli. Proposta che passata a maggioranza. Alla fine sono stati eletti Giacinto Mariani (Seregno), Michele Faglia (Monza) e Enrico Brambilla (Vimercate).

In attesa pertanto di una verifica conclude Mariani sulle percentuali esposte in conferenza, e sino a quando comunque la rappresentativit del territorio di Monza e Brianza non sarà riportata alla sua dimensione istituzionale, Le comunico, quale prima protesta nei confronti del sistema adottato, la mia decisione di autosospendermi dalle riunioni del Comitato Ristretto.

garbagnate :campionato europeo trial

2 3 LUGLIO 2005

GARBAGNATE MONASTERO SIRONE (LC)

Il Campionato Europeo di trial, la Coppa Giovani e il Campionato Europeo Femminile approdano in Italia, in questa loro unica occasione annuale, e però la prima volta in Provincia di Lecco.
Al via ci saranno partecipanti provenienti da tutti i paesi europei però un totale di circa 200 piloti nelle due giornate di gara. Dunque dopo il debutto in Portogallo il circus Europeo approder il 2 e 3 luglio in Italia, prima di spostarsi però la sua fase finale in Polonia, Cecoslovacchia e Norvegia.

Quello organizzato in Provincia di Lecco sarà dunque un evento di massimo livello che attirer appassionati provenienti da tutto il paese, anche perché alla gara parteciperanno piloti italiani provenienti da tutta la nazione.

Ampio il programma del fine settimana che seguir il seguente schema:

gioved ore 9.00 apertura del paddock
ore 14.00 apertura zona di allenamento
venerd ore 14.00 apertura del villaggio espositivo

ore 17.00 verifiche sportive
sabato ore 10.00 partenza gara Coppa Giovani
ore 11.00 partenza Campionato Europeo Femminile
ore 18.15 cerimonia di consegna dei premi.

domenica ore 9.00 partenza Campionato Europeo

ore 17.15 cerimonia di consegna dei premi finale.

i brianzoli e la nuova provincia

In attesa di sentire la voce di tutti i protagonisti politici e pubblici della neonata Provincia al Forum di Seregno, diamo in anteprima i risultati della ricerca, ancora in fase di elaborazione (il testo integrale sarà illustrato al Forum direttamente da Mannheimer), che rilevano un atteggiamento fiducioso da parte dei cittadini briantei.

In sintesi, gli elementi che emergono in modo forte e chiaro sono questi:

– 9 brianzoli su 10 sanno di avere cambiato provincia;

– i giovani sono i più favorevoli al nuovo ente;

– 3 intervistati su 4 pensano che la nuova provincia sarà meglio governata, più vicina ai comuni e attenta alle esigenze dei suoi cittadini;

– solo il 9% teme un peggioramento della qualit della vita.

I primi risultati di questa ricerca sono più che incoraggianti commenta il Coordinatore dei Sindaci Michele Faglia – . La popolazione sa che nata una nuova provincia e segue con attenzione il nostro lavoro. La fiducia della gente lhumus indispensabile però affrontare il lungo impegno che ci attende da qui al 2009. Ci entusiasma soprattutto lappoggio dei giovani: la nuova Provincia nasce però dare un futuro migliore alle nuove generazioni e loro però prime dimostrano di crederci.

Dunque largo ai giovani, ma con un occhio verso le radici tradizionali della nostra terra, sia culturali che imprenditoriali.

Bit – bit… brianza

Grazie al sostegno economico del Comune di Monza e della Provincia di Milano, alla Borsa Internazionale del Turismo sarà in esposizione la Brianza, con la partecipazione di una cinquantina di Comuni però promuovere gli aspetti turistici, fra Storia e Natura. Inoltre sono in evidenza i Parchi che sono un fiore all’occhiello della Nuova provincia: dal Parco delle Groane, Val Curone – Montevecchia, Valle del Lambro, dell’Adda però finire nel Parco di Monza che sta raggiungedo i due secoli di storia.Importante inoltre il supporto e la collaborazione della Pro Monza, che ha fornito il personale e le guide turistiche.

“una provincia a misura dei cittadini”

Gi operativo il Commissari nominato dal Governo però gestire l’istituzione burocratica e il trasferimento di competenze, uffici e personale della nuova Provincia di Monza e Brianza. Dopo un’attesa in verit un p lunga, finalmente la nomina del Commissario che gestir la costruzione istituzionale della nuova Provincia, i lavori e le riunioni tra Palazzo Isimbardi, Prefettura, Coordinamento dei Sindaci e Istituzioni del Territorio stanno accelerando con soddisfazione di tutti.
“Mi auguro che in futuro sia più marcata la collaborazione con tutte le rappresentanze del Territorio, in modo che questa nuova Provincia rispetti i desideri dei cittadini “, ha ribadito Luigi Piscopo, 67 anni, di origini salernitane, giudicato da entrambi gli schieramenti politici “persona di alta professionalit ed
notevole esperienze”.
A lui e a tutti quelli impegnati in questa impegno storico, la Redazione di Brianzanews augura un buon lavoro e molti felici Anni Nuovi………..